Concerti a Napoli dal 26 luglio all’1 agosto 2021

Antonio Sacchini (1730-1786)

Questi gli appuntamenti previsti nella settimana dal 26 luglio all’1 agosto 2021:

Lunedì 26 luglio, alle ore 20.00, nella chiesa di San Rocco a Chiaia (Riviera di Chiaia, 254), nell’ambito della rassegna “Costellazione Talenti”, concerto di Juan José Francione (liuto e arciliuto)

In programma musiche di Dall’Aquila, da Milano, Richafort ,da Ripa, Dalza, Gorzanis, Piccinini, Kapsberger, Galilei, Zamboni

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria scrivendo a info@talentivulcanici.it

______________________________________________________________

Martedì 27 luglio, alle ore 20.00, sulla Terrazza dei Cannoni di Castel dell’Ovo, per “I concerti dell’Accademia – Musica al Castello”, concerto del duo “Cello to Cello” formato da Francesco Scalzo e Raffaele Sorrentino

In programma un vasto repertorio di musica, dalla classica al rock, passando per la musica napoletane e le colonne sonore

Costo del biglietto
Intero: 15 Euro
Ridotto: 10 Euro
Prenotazione obbligatoria

info:
cell. 3384062898
mail: accademiareale@gmail.com

______________________________________________________________

Mercoledì 28 luglio, alle ore 19.00, nel Cortile delle Statue dell’Università Federico II (v. Paladino, 39), per “I Concerti della Nuova Orchestra Scarlatti”, l’Orchestra Scarlatti Young, diretta da monsignor Marco Frisina, propone “Open Music” (Omaggio a Dante)

Programma

M. Frisina: selezione di brani dalla Divina Commedia Opera Musical su testi di Gianmario Pagano e Andrea Ortis

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria a info@nuovaorchestrascarlatti.it, fino ad esaurimento posti

______________________________________________________________

Venerdì 30 luglio, alle ore 17.00, nella Sala della Loggia del Maschio Angioino, per “I Pomeriggi in Concerto d’Estate 2021”, organizzati dall’Associazione Napolinova, “Omaggio al violoncello” con gli allievi del Master del M° Ilie Ionescu

Ingresso libero fino ad esaurimento posti (max 30)
L’ingresso in sala sarà consentito dalle ore 16.30
Il concerto si svolgerà nel rispetto delle normative anti COVID

Per informazioni:
info@associazionenapolinova.it o contattare il 347 8430019

______________________________________________________________

Venerdì 30 luglio, alle ore 19.00, presso il Parco Archeologico del Pausilypon (Discesa Coroglio, 36), per la serata inaugurale della rassegna “Suggestioni all’imbrunire”, concerto del pianista Bruno Canino che riceverà il Premio “Il Canto di Virgilio” una vita per la musica

In programma musiche di Brahms, Chopin, Liszt, Ciaikovskij, Albéniz, Ravel, Gottschalk. D. Scarlatti, Clementi

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria

Informazioni e prenotazioni
Il Canto di Virgilio
Tel.: 0813425603
direzione@domusars.it
ilcantodivirgilio@pec.it

______________________________________________________________

Venerdì 30 luglio, alle ore 20.30, presso il Cento di Cultura Domus Ars (via Santa Chiara, 10), il secondo appuntamento della XXXVIII Stagione Concertistica 2021 dell’Associazione Domenico Scarlatti propone “Fiammeggianti Stelle” (Leopardi e Skrjabin), Concerto di Poesia, da un progetto di Mario Eleno e Manuela Muse con la partecipazione del pianista Massimiliano Cuseri

Programma

G. Leopardi:
“La ginestra o il fiore del deserto”
“L’infinito”

A. Skrjabin
Preludio op.9 n.1
Studio op.8 n.2
Studio op.8 n.12
Poème op.52

Costo del biglietto: 10 Euro

Informazioni e prenotazioni
081.34.25.603
infoeventi@domusars.it

Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti alla seguente mail: domenicodig84@gmail.com

Infoline: 3932284342

______________________________________________________________

Sabato 31 luglio, alle ore 19.30, nel giardino di Villa Pignatelli (Riviera di Chiaia, 200), per la rassegna “Musica in Villa”, organizzata dall’Associazione “Maggio della Musica”, concerto del trio formato da Nico Gori (sax), Massimo Moriconi (basso e contrabbasso) ed Ellade Bandini (batteria)

In programma standard jazz

Costo del biglietto: 10 Euro
Acquisti presso rivendite autorizzate

Info:
392 9160934
392 9161691

______________________________________________________________

La rubrica “Concerti a Napoli” riprenderà a settembre
Buone vacanze a tutti

______________________________________________________________

Pubblicato in Classica a Napoli | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La XXXVIII Stagione Concertistica dell’Associazione Domenico Scarlatti propone “Fiammeggianti Stelle” con Mario Eleno e Massimiliano Cuseri

Venerdì 30 luglio, alle ore 20.30, presso il Centro di Cultura Permanente Domus Ars (via Santa Chiara, 10 – Napoli), il secondo appuntamento della XXXVIII Stagione Concertistica 2021 dell’Associazione Domenico Scarlatti propone “Fiammeggianti Stelle” (Leopardi e Skrjabin), Concerto di Poesia,  progetto di Mario Eleno e Manuela Muse con la partecipazione del pianista Massimiliano Cuseri.

Programma

Mario Eleno legge “La ginestra o il fiore del deserto” e “L’infinito” di Giacomo Leopardi
Massimiliano Cuseri suona Preludio op. 9 n. 1, Studio op.8 n. 2, Studio op.8 n.12, Poème op. 52 di Aleksandr Skrjabin

La partecipazione del pubblico sarà regolata dalle normative in materia sanitaria.

Il costo del biglietto è di 10 Euro 

Informazioni e prenotazioni 081.34.25.603 – infoeventi@domusars.it

Enzo Amato
Istituto Internazionale per lo Studio del ‘700 Musicale Napoletano
Via Matteo Renato Imbriani 94/E 80128 Napoli – Italia
infoline: +39(0)81/5437430 –
mobile: +39/3490526546
email: presidente@domenicoscarlatti.it

Leopardi e Skrjabin, due titani, due figli del fuoco prometeico, due menti focaie che donano la scintilla del pensiero e le braci dello spirito agli uomini, scansando le tenebre e scegliendo piuttosto la luce.
Noi abbiamo deciso di suturarli poeticamente e musicalmente in un Concerto che non vede precedenti, sicuri del fatto che i due – seppure distanti quasi un secolo l’uno dall’altro e nati agli antipodi – abbiano nel sottosuolo epidermico una scossa dionisiaca della stessa matrice, una ferocia simile nelle proprie passioni e una spinta affine nella lotta per la comprensione cosmica del mondo.
L’opera di entrambi è fiamma in espansione, letteralmente scaturita da anni di studio mattissimo.
Leopardi e Skrjabin, andati incontro a un’assoluta e autentica rovina perché autori di righe scritte con il sangue, affluite alla gola e divenute letali.
Ma i titani non possono fare altrimenti: lanciare il proprio grido sanguinante contro il cielo e ricevere in cambio un silenzio che squarcia, tutto qui.
È lo scotto che devono pagare – aver depositato la favilla fra le mani degli uomini costa una completa distruzione.
Una distruzione di sé stessi volta al perseguimento del vero.
Come vedere la vista al lume gagliardo della ragione.
Questo è il bersaglio a cui miriamo tendendo l’arco del nostro Concerto: tessere i versi del primo con le note del secondo, in un’alternanza percussiva di suoni – quelli della voce umana e del pianoforte – con l’intento di generare nei nostri ascoltatori il meccanismo etico ed estetico della percezione della realtà.
Né Leopardi né Skrjabin sono lampade fiacche.
Al contrario sono astri che si curano soltanto di sfolgorare, ci mostrano una strada possibile, quella che forse porta al nocciolo di noi stessi.
Perché non percorrerla e andare fino in fondo e riportare nella vita ciò che abbiamo appreso?
Sulla scena un attore e musicista per questo rito di conoscenza.
Poi l’anima collettiva del pubblico, che completerà l’operazione artistica nel suo intimo.
Avverrà il 30 luglio, alle 20:30 a Napoli, alla Domus Ars di via Santa Chiara, nell’ambito della 38a Stagione Concertistica dell’Associazione Domenico Scarlatti, diretta dal M° Enzo Amato.
( Mario Eleno – Manuela Muse )

Pubblicato in Dal mondo della musica | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Domenica 25 luglio al Kestè di Napoli torna con un concerto inedito l’accoppiata d’autore Roberto Ormanni e LePuc

Dopo lo stop forzato pandemico, nel cuore del centro storico napoletano, al Kestè (Largo San Giovanni Maggiore, 27), domenica 25 luglio, ore 21, tornano in concerto dal vivo Roberto Ormanni e Giacomo Palombino in arte LePuc.

I due cantautori, entrambi figli della scuderia Apogeo Records, l’etichetta discografica campana di casa al Rione Sanità, riprendono il filo musicale interrotto con uno spettacolo che presenterà al pubblico il repertorio miscellaneo dei loro brani editi.
Ma non solo: è già in programma per l’inverno, infatti, l’uscita di nuove canzoni a doppia firma.

«Durante i vari lockdownspiegano Ormanni e LePuca ogni artista è stata preclusa la possibilità di lavorare a stretto contatto con gli altri, una condizione essenziale per la creazione. Ed è così che allora un po’ per rimarginare la distanza, un po’ per riempire le rispettive solitudini, ci è nata spontaneamente l’idea di scrivere un disco a quattro mani: una sorta di cartolina musicale, capace forse di fotografare gli stati d’animo di due esistenze intrappolate in stanze materiali ed emotive».
Il lavoro si intitolerà Canzoni nella (di)stanza.

Il concerto, che chiude la settimana di eventi e musica live allestita da Fabrizio Caliendo, titolare del Kestè, vedrà la partecipazione alla tromba di Enrico Valanzuolo.

R.A.R.E. Comunicazioni
rarecomunicazioni@gmail.com

Raffaella Tramontano
Mob +39 3928860966 / raffaella.tramontano@gmail.com

Alfredo d’Agnese
Mob +39 339-1966011 / adagnese@gmail.com

Francesco d’Agnese
Mob + 39 331-4640716 / dagnesefrancesco@gmail.com

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Lunedì 26 luglio la rassegna Pianofortissimo & Talenti chiude nel segno del barocco

Lunedì 26 luglio, ore 21, nella Chiesa di San Michele in Bosco (Bologna), la rassegna Pianofortissimo & Talenti, ciclo realizzato da Bologna Festival e Inedita, si conclude con un concerto vocale barocco, Del cantar sacro e profano, affidato a due giovani voci di talento, il soprano Naoko Tanigaki e il mezzosoprano Ester Ferraro.
Voci cresciute sotto l’ala di Gloria Banditelli, interprete di riferimento per la vocalità barocca, Naoko Tanigaki ed Ester Ferraro affrontano con duttile espressività arie e duetti dal repertorio sacro e profano del Seicento e del Settecento, scorrendo da Cavalli, Frescobaldi, Monteverdi sino a Bach e Händel, di cui faranno ascoltare il duetto “italiano” Troppo cruda, troppo fiera HWV 198.
Le accompagna all’organo e al clavicembalo Valeria Montanari, musicista di vasta esperienza che collabora come continuista e come solista con diverse formazioni e direttori specializzati nella prassi esecutiva antica.
Il programma vocale è inframezzato con brani strumentali per clavicembalo e organo: Valeria Montanari eseguirà Partite diverse sopra la Follia di Pasquini al clavicembalo e, sull’organo cinquecentesco conservato nella Chiesa, la Toccata Prima di Frescobaldi.

Il concerto è inserito nella programmazione di Bologna Estate 2021, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città Metropolitana.

Servizi di Biglietteria
● Prevendita biglietti presso Bologna Welcome (Piazza Maggiore 1/E tel. 051 6583111) dal lunedì al sabato ore 9 – 18.
● Acquisto online su www.vivaticket.it e su www.bolognafestival.it .
● Il giorno stesso del concerto presso Rocca Isolani a Minerbio, a partire dalle ore 20.

Prezzo dei biglietti: € 15 intero – € 8 Giovani under 30 (più maggiorazione di prevendita).

Informazioni
Bologna Festival
051 6493397
www.bolognafestival.it

Inedita per la Cultura
www.ineditaperlacultura.com

Paola Soffià
Ufficio Stampa Bologna Festival
stampa@bolognafestival.it 
tel. 051 6493397
cell. 3287076143

______________________________________________________________

Lunedì 26 luglio ore 21.00 – Chiesa di San Michele in Bosco
Del cantar sacro e profano

Naoko Tanigaki, soprano
Ester Ferraro, mezzosoprano
Valeria Montanari, clavicembalo e organo

In programma cantate, arie e duetti di Monteverdi, Cavalli, Frescobaldi, Mazzocchi, Pasquini, Monferrato, Gabrielli, Bach, Händel

Naoko Tanigaki – Ester Ferraro studiano canto rinascimentale e barocco sotto la guida di Gloria Banditelli.

Naoko Tanigaki, classe 1994, si è trasferita in Italia nel 2018 per approfondire lo studio del canto lirico con William Matteuzzi e ha frequentato masterclasses tenute da Monica Bacelli, Bettina Pahn e Fabio Bonizzoni.

Ester Ferraro, classe 1995, ha studiato con il soprano Teresa Cardace e si è diplomata in canto lirico al Conservatorio di Perugia.
Si è distinta in diversi concorsi nazionali e internazionali e dal 2016 canta come solista e corista nella Basilica Papale di San Francesco d’Assisi.

Valeria Montanari
Clavicembalista, organista, pianista e fortepianista, collabora come continuista e come solista con diverse formazioni e direttori specializzati nella prassi esecutiva antica.
Tra questi figurano Accademia Bizantina, La Stagione Armonica, Athena Ensemble, Gli Invaghiti, Stefano Montanari, Rinaldo Alessandrini, Adrian van der Spoel e Carlo Ipata.
Interessata anche al repertorio da camera per pianoforte storico ha fondato l’ensemble “Il Tetraone”, con cui ha registrato il Quartetto op.16 di Beethoven e il Quintetto “La Trota” di Schubert.

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Martedì 27 luglio I Concerti dell’Accademia, nell’ambito di “Estate a Napoli 2021 – Il Castello dei 5 sensi” propongono “Omaggio a Partenope” con il duo Cello to Cello

Martedì 27 luglio 2021, alle ore 20.00, sulla terrazza dei cannoni del Castel dell’Ovo, per “I concerti dell’Accademia – Musica al Castello”, nell’ambito della manifestazione Estate a Napoli, Il Castello dei 5 sensi, organizzato dal Comune di Napoli concerto del duo Cello to Cello, formato dai violoncellisti Francesco Scalzo e Raffaele Sorrentino dal titolo “Omaggio a Partenope”

I Cello to Cello in questo viaggio musicale vogliono rendere un omaggio alla sirena Partenope che, come narra la leggenda, diede inizio alla storia di questa nostra bellissima città, attraverso un percorso musicale molto ampio, fatto di proprie elaborazioni scritte per due violoncelli e che coinvolge diversi generi musicali, dalle canzoni del repertorio classico napoletano di autori quali Di Capua, Ernesto De Curtis, Luigi Denza, ai valzer e tanghi di Dmitrij Shostakovich, Astor Piazzolla, Carlos Gardel, alle colonne sonore di Nino Rota, Ennio Morricone, Hans Zimmer, Carl Horner, fino alle cover di grandi gruppi della musica pop quali gli U2, i Coldplay, i Queen e Michael Jackson.

Costo del biglietto
Intero: 10 Euro
Ridotto: 5 Euro

Prenotazione obbligatoria
accademiareale@gmail.com
www.accademiareale.it
Mobile.: 338.406.28.98

Ufficio Stampa
New Media Press.it
(Rosario Scavetta e Mina Grasso)
081.182.57.663
Mobile.: 347.615.95.78
newmediaufficiostampa@gmail.com

Francesco Scalzo
Si diploma in violoncello presso il Conservatorio di S. Pietro a Majella diNapoli con Luca Signorini, perfezionandosi con Ilie Ionescu, Luigi Piovano, Radu Aldulescu e Tamas Varga.
Ha frequentato la Scuola di Musica di Fiesole e l’Orchestra Giovanile Italiana esibendosi presso enti ed istituzioni musicali quali i Pomeriggi Musicali di Milano, la Società dei Concerti di Torino, il Teatro comunale di Ferrara, il Teatro Comunale di Piacenza.
Partecipa alla realizzazione dell’opera del M° Roberto de Simone “La Gatta Cenerentola” rappresentata al Festival di Edimburgo.
Ha svolto attività concertistica con l’Orchestra del Teatro V. Bellini di Catania con la quale ha effettuato numerose produzioni artistiche.
Primo violoncello dell’Orchestra Partenopea di Santa Chiara nel tradizionale “concerto dell’Epifania” in onda su Rai 1 da diversi anni.
E’ stato finalista al concorso per violoncello di fila presso il Teatro S. Carlo di Napoli, ente con il quale ha prestato la sua attività professionale in produzioni lirico-sinfoniche.
Con l’Orchestra Internazionale d’Italia ha partecipato ai Concerti del Mattino del Teatro Sistina di Roma trasmessi in diretta da Radio Tre Rai.
Ha collaborato con direttori quali E. Morricone, G. Prêtre, L. Berio, M. Rostropovich, D. Gatti.
Fondatore del quartetto Classic Movies Quartet specializzato in musiche da film è anche impegnato nell’attività di formazione giovanile costituendo l’Orchestra Giovanile Pausilypon.
Ha collaborato inoltre con il Teatro G. Verdi di Salerno, con la Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli e con l’Orchestra della Provincia di Catanzaro.
È impegnato nella prassi esecutiva con il violoncello barocco, attività che svolge con l’ensemble “Accademia Reale” di Napoli.
Svolge una intensa attività cameristica in formazioni che vanno dal duo con pianoforte e con flauto al trio con pianoforte, violino o clarinetto e violoncello al quartetto e quintetto d’archi, all’ensemble cameristiche più varie.
È docente di violoncello presso il MIUR.

Raffaele Sorrentino
Diplomato in violoncello col massimo dei voti presso il Conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli sotto la guida di Luca Signorini, ha seguito a Duino i corsi di musica da camera col Trio di Trieste e di quartetto alla Royal Academy di Londra con il “Quartetto Amadeus”.
Si è specializzato in musica antica, vincendo diverse borse di studio a Milano e a Venezia con Roberto Gini.
Ha svolto attività concertistica in veste di solista e in diverse formazioni cameristiche esibendosi in prestigiose sale da concerto italiane tra cui Napoli (Teatro San Carlo, Teatro Augusteo, Villa Pignatelli, Sala Scarlatti del Conservatorio S. Pietro a Majella, Teatrino di Corte di Palazzo Reale), Milano, Roma (Auditorium), Venezia, Firenze (Associazione “Amici della musica”), Siena (Accademia Chigiana), Teramo, Gorizia, Urbino e in diverse città europee tra cui Vienna, Londra (Royal Academy), Salisburgo, Colonia (Kolner Philarmonie), Helsinki, Bratislava, Montecarlo, Cina.
Si distingue in ruolo solistico nell’opera “Il convitato di Pietra” di Traetta con regia di R. De Simone al Teatro S. Carlo di Napoli.
Ha collaborato con solisti quali Uto Ughi, LucaSignorini, Rocco Filippini, Bruno Canino, Michele Campanella, Mario Ancillotti, Andrée Darras, Franco Mezzena, Guido Corti, Paolo Pollastri, Cristiano Rossi, András Adorján, Massimiliano Damerini, Andrea Noferini.
Ha collaborato con l’Orchestra della RAI di Napoli e con l’Orchestra del Teatro S. Carlo.
Si occupa di musica antica suonando con diversi ensemble tra cui la “Cappella della Pietà dei Turchini”, La confraternita de’ Musici, l’Orchestra barocca di Bolzano, la Cappella Musicale Theatina, SeicentoNovecento, “Il Rossignolo” ed è stato fondatore del gruppo “L’Amoroso Affetto”.
Ha inciso per le case discografiche Tactus, CPO, Stradivarius e MR Classics.
È docente di violoncello presso il MIUR

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Lunedì 26 luglio a Villa Avellino “Note da Oscar” con il Classic Movies Quartet

Lunedì 26 luglio, alle ore 20.30, presso Villa Avellino (via Carlo Rosini 21-29, Pozzuoli), nell’ambito del Pozzuoli Festival Jazz – Festival dei Campi Flegrei, il Classic Movies Quartet, formato da Paola Riccardi (pianoforte), Gaetano Bongarzone (clarinetto), Vincenzo Macrì (chitarra) e Francesco Scalzo (violoncello), propone un concerto dal titolo “Note da Oscar”

In programma alcune delle colonne sonore dei film che hanno vinto la celebre statuetta

Ingresso libero

Prenotazione obbligatoria al seguente link: https://airtable.com/shrMt45pw9JZxgstg

Il concerto sarà preceduto, alle ore 19.00, da un aperitivo al De Gemmis Bistrot, all’interno di Villa Avellino

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

I suoni dei sassofoni e la musica di Astor Piazzolla protagonisti dell’edizione 2021 del Sax Arts Festival

Il programma del Sax Arts Festival 2021 è animato da suggestioni diverse.
I suoni dei sassofoni e le svariate possibilità espressive offerte dalle combinazioni timbriche restano sicuramente al centro dell’obiettivo della rassegna diretta da Marco Albonetti: la figura, la musica e la rivoluzione artistica di Astor Piazzolla, nel centenario della nascita, rappresentano l’altra traiettoria seguita dal programma.
La rassegna si sviluppa in tre concerti in altrettanti luoghi ormai legati a doppio filo al festival come l’E-Workafè di Faenza, il Giardino della Rocca di Russi e il Palazzo Fantini di Tredozio.

Il Sax Arts Festival 2021 si apre martedì 27 luglio all’E-Workafè di Faenza, il complesso degli Ex Salesiani, con il Mestizo Saxophone Quartet impegnato in un programma dal titolo “Il Suono del Corpo” e formato dalle musiche di Iturralde, Gimenez, Girotto e Piazzolla.
Il Mestizo Saxophone Quartet accompagna l’ascoltatore in un viaggio in cui la danza è identità culturale.
Il movimento del corpo, come espressione culturale, è rappresentativo della musica di luoghi diversi.
Il quartetto, nel 2018, è stato insignito del Premio Nazionale delle Arti, nella Sezione Musica da Camera, ed è stato già protagonista nelle passate edizioni del festival di programmi sempre interessanti per qualità e per narrativa musicale.

Venerdì 30 luglio, al Giardino della Rocca di Russi, Annalisa Mannarini al pianoforte e Angelo Pignatelli al bandoneón presentano “Un Certo Signor Astor…”
La musica di Astor Piazzolla è universale, propone caratteri multiculturali e mantiene con forza il rapporto con le proprie radici.
Il suo Nuevo Tango è la sintesi tra la tradizione argentina e la musica classica europea, il jazz, l’avanguardia.
In occasione del centenario della nascita del grande compositore, i due musicisti fondono i temi più rappresentativi con le loro improvvisazioni in un gioco di geometrie variabili.
In programma anche pagine di Gardel e Galliano.
“Two To Tango” è il titolo del concerto proposto da Marco Albonetti al sax soprano e Daniele di Bonaventura al bandoneón insieme ai Solisti dell’Orchestra Filarmonica Italiana, domenica 8 agosto al Palazzo Fantini di Tredozio.
Una coproduzione originale di Sax Arts Festival e Orchestra Filarmonica Italiana con musiche di Ramírez, Villoldo, Gardel, di Bonaventura, Piazzolla e Galliano.
Il concerto costituisce una tappa di avvicinamento verso il nuovo progetto discografico che verrà realizzato per l’etichetta inglese Chandos Records, dopo “Romance del Diable” pubblicato da Albonetti con l’Orchestra Filarmonica Italiana nel 2019.
Un progetto in cui convivono insieme musica sacra e profana, folk e tango con un gusto dal sapore Mediterraneo.
Il suono malinconico del bandoneón si fonde perfettamente con le moderne armonie e timbri degli archi e del sassofono soprano.
Il Sax Arts Festival 2021 si concluderà poi con un evento finale, venerdì 10 settembre a Faenza, intitolato “Amarcord d’un Tango” che vedrà protagonisti Marco Albonetti e Daniele di Bonaventura con l’Orchestra Filarmonica Italiana per la première del progetto discografico in uscita nei prossimi mesi per Chandos Records.

Il Sax Arts Festival è realizzato con il contributo dell’Unione della Romagna Faentina, del Comune di Faenza, del Comune di Russi e del Comune di Tredozio, dell’Orchestra Filarmonica Italiana, di Romagna Acque, di Gruppo Hera, della Banca di Credito Cooperativo Ravennate Forlivese ed Imolese e con il supporto degli Amici del Festival, vale a dire l’avvocato Gian Franco Fontaine, Fernando Predoli, Gianna Tasselli, Matteo Terrabusi e l’E-workafè (Faenza).

I concerti di martedì 27 e di venerdì 30 luglio sono ad ingresso libero.
Il biglietto di ingresso al concerto di domenica 8 agosto è di 7 euro ed è obbligatoria la prenotazione che si può effettuare a partire da domenica primo agosto al 348.2555407.

Contatti

Rapporti con i media
Fabio Ciminiera
e-mail: fabiociminiera@jazzconvention.net
mob: +39.347.4098632

______________________________________________________________

Programma del Sax Arts Festival 2021

Il Suono Del Corpo
Martedì 27 luglio, ore 21.15 – Faenza , E-Workafè (Ex Salesiani)

Ingresso Libero

Mestizo Saxophone Quartet
Primo Classificato – Premio nazionale delle Arti – Sezione Musica da Camera 2018
Musiche di P. Iturralde, G. Gimenez, J. Girotto, A. Piazzolla

Un Certo Signor Astor…
Venerdì 30 Luglio, ore 21.15 – Russi , Giardino della Rocca

Ingresso Libero

Annalisa Mannarini, pianoforte
Angelo Pignatelli, bandoneòn
Musiche di A. Piazzolla, C. Gardel, R. Galliano

Two To Tango
Domenica 8 Agosto, ore 21.15 – Tredozio, Palazzo Fantini

Ingresso 7,00 €, su prenotazione, dal 1 Agosto, al numero 348.2555407

Una coproduzione originale tra Sax Arts e Orchestra Filarmonica Italiana
Marco Albonetti, sax soprano
Daniele di Bonaventura, bandoneòn
I Solisti dell’Orchestra Filarmonica Italiana
Musiche di G. Ramírez, A. Villoldo, C. Gardel, D. di Bonaventura, A. Piazzolla, R. Galliano

Amarcord d’un Tango
Venerdì 10 Settembre Faenza


Marco Albonetti, sax soprano
Daniele di Bonaventura, bandoneòn
Orchestra Filarmonica Italiana
Première del secondo progetto discografico per Chandos Records.

Pubblicato in Dal mondo della musica | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Lunedì 26 luglio a Parma la rassegna “Un Pizzico di luna” chiude con un omaggio a Piazzolla del Duo El Tan(g)o

Omaggio ad Astor Piazzolla e al tango argentino nella serata finale di “Un Pizzico di Luna”, la rassegna estiva all’aperto organizzata dalla Società dei Concerti di Parma con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma – Casa della Musica.
L’edizione 2021 saluterà il pubblico lunedì 26 luglio alle ore 21.15 nel Cortile d’onore della Casa della Musica con un concerto del Duo El Tan(g)o, formato da Luca Lucini, chitarra, e Mario Stefano Pietrodarchi, bandoneón.
Il nome dell’ensemble allude al nomignolo diffuso a inizio novecento tra gli italiani d’Argentina (El Tano, “l’italiano”) e il programma del concerto è un viaggio nel mondo del tango attraverso le sue infinite sfaccettature.
Nel centenario della nascita, il duo aprirà la serata con quattro celebri brani di Astor Piazzolla per rendere omaggio al padre del “nuevo tango” (Mar del Plata 1921-Buenos Aires 1992): Oblivion, Adiós nonino, Ausencias e Ave Maria.
Si potranno poi ascoltare classici come Alfonsina y el mar di Ariel Ramírez, Canaro en Paris di Francisco Canaro ed El Choclo di Ángel Villoldo, accanto a Jewel Felix Tango del compositore contemporaneo Matteo Falloni.

Luca Lucini (Salò, Brescia 1971) si è esibito in Europa, America, Australia e Asia, suonando in rassegne concertistiche quali: Maggio Musicale Fiorentino, Tokyo City Philarmonica Orchestra, Festival Internacional de Guitarra di Durango in Messico, Malta Arts Festival, “Weekend mozartiani” di Ravello, Festival de Radio France et Montpellier, Surgut (Siberia) International music Festival,
Al Bustan Festival di Beirut in Libano, Festival Internazionale della chitarra “Niccolò Paganini” di Parma, Gumi International Muasic Festival (Corea).
Ha collaborato con il poeta e sceneggiatore Tonino Guerra nella registrazione del film documentario “Viaggio luminoso di una vita”.
Chitarra solista nella colonna sonora del film “Romeo & Juliet” prodotto dalla Rai su colonna sonora di Andrea Guerra.
È direttore artistico della rassegna “Pomeriggi musicali di Salò” e docente al Conservatorio “Scontrino” di Trapani.

Mario Stefano Pietrodarchi (Atessa, Chieti, 1980), fisarmonica e bandoneon, è un interprete brillante e di raffinata musicalità e ha vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali.
Più volte ospite a Domenica In su Raiuno a fianco dell’orchestra Rai diretta da Pippo Caruso, nel 2009 si è esibito in qualità di ospite al Colosseo a fianco di Andrea Bocelli, Angela Gheorghiu e Andrea Griminelli con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese per l’evento “L’alba separa dalla luce l’ombra” in favore dei terremotati abruzzesi.
Nel 2012 ha suonato al fianco di Anna Netrebko ed Erwin Schrott alla Royal Albert Hall di Londa e poi, in qualità di ospite, al Concerto di Lajatico presso il “Teatro del Silenzio” al fianco di Andrea Bocelli, Giorgio Albertazzi, Riccardo Cocciante, Pino Daniele.
Oltre all’imponente attività concertistica sul territorio nazionale, si è esibito in molti paesi del mondo tra cui Inghilterra, Francia, Germania, Usa, Canada, Australia, Danimarca, Armenia, Bahrein, Russia.

Ingressi
Intero 9 €
Ridotto soci Società dei Concerti 7 €
Ridotto studenti 5 €

I biglietti sono disponibili su www.liveticket.it/societaconcertiparma

In alternativa, prenotazione obbligatoria all’indirizzo mail info@societaconcertiparma.com con ritiro dei biglietti da un’ora prima del concerto nel luogo dello spettacolo.

In caso di maltempo gli spettacoli si terranno nella Sala dei Concerti della Casa della Musica

Per informazioni al pubblico:
Società dei Concerti di Parma
Tel. 0521/572600 (da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13)
www.societaconcertiparma.com

La programmazione 2021 della Società dei Concerti di Parma è realizzata grazie all’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma – Casa della Musica, con il sostegno di Chiesi Farmaceutici. Main Partner Sinapsi Group e Fondazione Monteparma.

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sabato 24 luglio il maestro Riccardo Frizza fa il suo esordio al Teatro di San Carlo di Napoli

Foto Gianfranco Rota

Reduce dalla vittoria a giugno della terza edizione del Premio Ópera XXI per la direzione della Lucia di Lammermoor all’ABAO Bilbao Ópera nel 2019, Riccardo Frizza dirige per la prima volta l’Orchestra del San Carlo di Napoli: non il previsto Elisir d’amore ma il Gala Belcanto con il soprano Pretty Yende e il tenore Xabier Anduaga, in programma sabato 24 luglio alle ore 20.00 nel Teatro.

Direttore musicale del festival Donizetti Opera di Bergamo, Frizza è uno dei più acclamati direttori d’orchestra della sua generazione, ospite regolare di teatri e festival nazionali e internazionali quali l’Opéra di Parigi, la Lyric Opera di Chicago, il Metropolitan di New York, la Bayerische Staatsoper di Monaco, il Teatro alla Scala di Milano, il Rossini Opera Festival di Pesaro, il Festival Verdi di Parma, il Maggio Musicale Fiorentino, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la Gewandhausorchester di Lipsia e la Sachsische Staatskapelle di Dresda.

Riccardo Frizza, a Napoli per le prove del concerto già da qualche giorno, il 21 luglio ha visitato il Conservatorio di San Pietro a Majella, accolto dal direttore Carmine Santaniello, da Cesare Corsi responsabile della Biblioteca e dal docente di Composizione Gaetano Panariello.

«Per quelle casualità che spesso determinano il formarsi delle nostre agende, non ho mai diretto al Teatro di San Carlo e, purtroppo, non sono riuscito a visitare prima nemmeno la celeberrima Biblioteca del San Pietro a Majella» ha dichiarato Riccardo Frizza subito dopo la visita al Conservatorio. «Ho apprezzato la cortesia tutta partenopea dei miei ospiti, la chiacchierata sulla vita del Conservatorio con il direttore Santaniello e la guida attenta del maestro Panariello e del responsabile della Biblioteca Cesare Corsi che, ovviamente, si sono premurati di farmi accedere ai manoscritti di Donizetti e a tutto quanto si può trovare solo qui per una conoscenza documentata. Ho già preso contatto con i colleghi del San Pietro a Majella per tornare con calma a studiare alcune partiture autografe, non solo di Donizetti».

Il programma del Gala Belcanto diretto da Riccardo Frizza, un tributo a quei compositori dei quali oggi egli è uno degli interpreti di riferimento, combina pagine di Donizetti in apertura di concerto (Sinfonia del “Don Pasquale”, “Una parola o Adina”, “Una furtiva lagrima” e “Prendi per me sei libero” dall’ “Elisir d’amore”), seguite da altre di Verdi (la Sinfonia di “Luisa Miller”, da “Rigoletto”, “Caro nome” e “La donna è mobile”, dalla “Traviata” il Preludio atto III, “Parigi o cara”, “È strano …. Sempre libera”), per terminare con Donizetti (“Ah mes amis … pour mon âme” da “La fille du régiment”).

Info concerto: https://www.teatrosancarlo.it/it/spettacoli/riccardo-frizza-20-21.html

Ufficio Stampa di Riccardo Frizza
Giulia Ambrosio
335 5927 195

______________________________________________________________

Sabato 24 luglio, ore 20.00 – Teatro di San Carlo
Gala Belcanto

Direttore: Riccardo Frizza
Soprano: Pretty Yende
Tenore: Xabier Anduaga
Orchestra del Teatro di San Carlo

Programma

G. Donizetti
Sinfonia, da “Don Pasquale”

“Una parola o Adina”
“Una furtiva lagrima”
“Prendi per me sei libero”
(da “L’elisir d’amore”)

G. Verdi
Sinfonia da “Luisa Miller”

“Caro nome”
“La donna è mobile”
(da “Rigoletto”)

Preludio atto III
“Parigi, o cara”
“È strano …. Sempre libera”
(da “La traviata”)

G. Donizetti: “Ah mes amis … pour mon âme”, da “La fille du régiment”

Riccardo Frizza
Riccardo Frizza (Brescia 1971), formatosi al Conservatorio di Milano e all’Accademia Chigiana di Siena, è considerato fra i principali direttori d’orchestra della sua generazione, particolarmente dedito al repertorio operistico italiano dell’Ottocento.
È regolarmente ospite del Teatro alla Scala di Milano, del Maggio Musicale Fiorentino, del Teatro Regio di Torino, della Fenice di Venezia, dell’Opera di Roma, del Rossini Opera Festival di Pesaro, del Festival Verdi di Parma, del Macerata Opera Festival. All’estero ha diretto fra l’altro all’Opéra National de Paris, alla Lyric Opera di Chicago, alla San Francisco Opera, al Metropolitan Opera di New York e alla Bayerische Staatsoper di Monaco.
Nell’ambito sinfonico è salito sul podio dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, della Gewandhaus di Lipsia, della Sachsische Staatskapelle di Dresda, l’Orchestra Sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi”, della Mahler Chamber Orchestra, dell’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, della Philharmonia Orchestra di Londra, della Tokyo Symphony Orchestra e della Tokyo Philharmonic Orchestra.
Fra i suoi impegni degli ultimi anni Norma alla Lyric Opera di Chicago, Rigoletto al Liceu di Barcellona, Lucia di Lammermoor al Teatro la Fenice e I Puritani a Budapest, Falstaff al Festival Verdi di Parma, Il pirata al Teatro alla Scala, Anna Bolena a Roma, Falstaff a Dallas.
È stato invitato a tenere una Lectio Magistralis alla Chicago University oltre che all’Istituto Italiano di Cultura.
Dal 2017 è Riccardo Frizza è direttore musicale del festival Donizetti Opera di Bergamo, dove ha diretto nel 2018 Il castello di Kenilworth e nel 2019 Lucrezia Borgia per la prima esecuzione della nuova edizione critica della partitura edita da Ricordi e Fondazione Teatro Donizetti.
Il suo repertorio donizettiano include Lucia di Lammermoor, L’elisir d’amore, Linda di Chamounix, Maria Stuarda (al MET con Sondra Radvanovsky), La fille du régiment, Lucrezia Borgia (alla San Francisco Opera con Renée Fleming), Roberto Devereux (nuovamente a San Francisco), Anna Bolena (all’Opera di Roma).
Il 2 giugno 2021 ha vinto il Premio Ópera XXI come migliore direttore musicale.
Il riconoscimento, assegnato dall’omonima associazione dei teatri, festival e stagioni stabili di Spagna, gli è stato conferito per l’eccellenza della ‘Lucia di Lammermoor’ in scena all’ABAO Bilbao Ópera nell’ottobre 2019.

Pubblicato in Dal mondo della musica | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Sabato 24 luglio i “Concerti d’estate ai Barbuti” ospitano “Poemas de Tango”, omaggio a Piazzolla del Neofonia Ensemble di Gianni Mola

L’omaggio ad Astor Piazzolla, nell’anno celebrativo del centenario della nascita, è stato affidato dalla direzione artistica de’ I Concerti d’estate, al Teatro dei Barbuti, al Neofonia Ensemble.
Sabato 24 luglio, alle ore 21, sul palcoscenico del centro storico salernitano, sarà di scena il “Poemas de Tango”
Anche lo storico quintetto Neofonia Ensemble, diretto da Gianni Mola, da anni divulgatore della sua musica, desidera celebrare, con “Poemas de Tango”, la figura di questo compositore originalissimo in un viaggio evocativo nel cuore della sua vita e della sua musica, attraverso le composizioni più rappresentative della sua produzione. Piazzolla, è stato un grande innovatore.
Ha avuto forza e coraggio di rigenerare il tango tradizionale per farne, con l’aiuto di musica classica, jazz e dodecafonia, un genere definitivamente universale.
Una rivoluzione della musica argentina che gli provocò non pochi nemici nel suo Paese.
In Argentina il tango è un simbolo, una bandiera, una maniera di vivere.
Intoccabile, inscalfibile. E purtroppo, come tutti gli innovatori, anche Piazzolla, con la sua opera ha pagato a caro prezzo il desiderio di cambiare la tradizione fino a essere definito “l’assassino del tango” da chi non riusciva ad accettare un modo di intendere questo straordinario universo musicale che non fosse quello di Carlos Gardel.
Ma Piazzolla non ha ucciso il tango, anzi, al contrario, lo ha fatto rivivere a livelli altissimi: lo ha estrapolato dai bassifondi di Buenos Aires per portarlo nelle sale da concerto di tutto il mondo.
Con “Poemas de Tango”, nell’interpretazione di Luca Urciuolo (accordèon), Arturo Sica (violino), Gianni Mola (pianoforte e arrangiamenti), Aldo Farias (chitarra) e Camillo Chianese (contrabbasso), ovvero, il quintetto Neofonia Ensemble, scopriremo l’uomo e il musicista, il padre del Nuevo Tango, il genio rivoluzionario controverso che trasformò il tango in musica da ascoltare e non da ballare.
Oggi, a 100 anni dalla sua nascita, quell’odio si è trasformato in amore.
Piazzolla non è più il killer del tango, ma un eroe argentino.

Per info e prenotazioni
www.postoriservato.it
Costo: 10 euro

L’Ufficio Stampa dei Concerti d’Estate
347/8814172

Il Neofonia Ensemble, viene oggi considerato, dalla critica specifica del settore, una delle migliori formazioni storiche italiane impegnate nel repertorio che si innesta sul filone del Nuevo Tango di Astor Piazzolla, l’anima e la voce più autentica dell’America Latina.
Grazie alle varie collaborazioni avute in passato proprio con questo grande musicista, Gianni Mola, fondatore di Neofonia Ensemble, nonché arrangiatore e pianista, ha saputo trasmettere ai musicisti dell’Ensemble lo spirito della musica porteña di Piazzolla così tanto, fino ad approfondirla in ogni sua espressione.
Ha conseguito il prestigioso Premio Internazionale Piazzolla nel 1996 dopo essersi aggiudicato il II posto nell’edizione del 1995; un concorso unico al mondo, nel suo genere, che vede la partecipazione di gruppi provenienti dall’Argentina e da tutte le altre parti del mondo.
La giuria internazionale formata dai massimi esperti di questo genere di musica tra cui Aldo Pagani, editore e produttore di Piazzolla, Daniel Piazzolla, pianista e compositore, figlio di Astor, ha inoltre assegnato all’ensemble anche il premio speciale della Busy Music France di Parigi per i ‘migliori arrangiamenti realizzati’.
Ed è stata questa la prima volta, da quando è stata istituita tale competizione, che veniva assegnato un doppio riconoscimento così importante ad un gruppo italiano.
In alcuni concerti con la voce recitante, Neofonia Ensemble si è avvalso della collaborazione di attori come Ugo Pagliai, Paola Gassman, Arnoldo Foà, Alessandro Quasimodo, Cristina Donadio….
Non si contano i grandi successi ottenuti in questi anni dall’Ensemble e le date degli impegni concertistici sempre in aumento.
Ospite di numerose trasmissioni in diretta della RAI e partecipazioni su canali satellitari, Neofonia Ensemble svolge la sua attività artistica nel nostro Paese e all’estero.
E’ stato invitato in tournée due volte in Oriente, dall’Istituto Italiano di Cultura e dall’Ambasciata Italiana a Singapore, per rappresentare il nostro Paese al Latin Festival uno dei più importanti avvenimenti al mondo dedicato alla musica contemporanea dell’America Latina.
In questi ultimi anni Neofonia Ensemble è stato in tournée in Francia, Spagna, Buenos Aires, Tirana, Svizzera, Ungheria
Il 2014 ha visto impegnato il quintetto in tournée a New York, in Brasile, Cile, Uruguay e ancora in Argentina, su nuovo invito del Ministerio de Cultura di Buenos Aires.
Ha ricevuto a Napoli il “Globo d’oro,” che viene attribuito a personaggi delle arti, della letteratura, della medicina, etc. che si sono distinti nella loro attività. In passato il riconoscimento per la musica è stato assegnato a Luciano Pavarotti, Raina Kabaivanska, Renato Bruson, Salvatore Accardo ed altri importanti artisti.

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento