Sabato 21 luglio a Casa Tolentino “Emozioni al Tramonto” con il Trio Esperidi

Sabato 21 luglio, alle ore 18.30, a Casa Tolentino (Gradini San Nicola da Tolentino, 12), in collaborazione con l’Associazione Loro di Napoli, concerto del Trio Esperidi, formato da Francesca Curti Giardina (voce), Tiziana Minervini (chitarra e ukulele) e Angela Lancieri (chitarra dodici corde), dal titolo “Emozioni al Tramonto”

In programma brani del repertorio leggero italiano ed internazionale, e canzoni classiche napoletane

Contributo: 14 Euro

Info e prenotazioni al 331 7485815
________________________________________

Trio Esperidi
Il Trio Esperidi è un gruppo musicale femminile che nasce circa due anni fa da un iniziale incontro della chitarrista Tiziana Minervini con la cantante Francesca Curti Giardina.
Francesca era seduta sulla panchina della metro collinare di Napoli in attesa del suo treno.
Leggeva spartiti di musica e si mostrava così intenta a farlo da suscitare l’interesse e la curiosità di Tiziana che sulle spalle portava la sua amata chitarra.
Sono state le note musicali a dialogare prima delle parole.
Tiziana, audacemente, ha attaccato bottone con Francesca e da allora è nata un’intesa musicale che si è consolidata nel duo Curti-Minervini.
Il Trio Esperidi nasce prima come duo e poi si espande.
L’intuizione arriva a Tiziana Minervini, che si innamora di un nome e di ciò che significa: “Esperidi”.
Le Esperidi erano figure mitologiche, ninfe che custodivano i giardini dei pomi d’oro di Era.
Si narra che, al tramonto, il Dio Elios amava riposarsi in questo giardino, ammaliato dalle dolci melodie delle tre Esperidi.
Insomma, la mitologia suggeriva che mancava la terza ninfa, la terza artista!
Al di là della mitologia, ciò che appariva certamente necessario era di aggiungere una sonorità intensa, un timbro specifico e di cominciare una fitta sperimentazione musicale.
La storia della ricerca della terza musicista è un po’ travagliata, dal violino al flauto, il Trio Esperidi passa per fasi diverse che però conferiscono sempre linfa nuova al gruppo.
Alla fine, le due pioniere approdano alla chitarrista Angela Lancieri, una musicista compositrice che entra a far parte del Trio Esperidi apportando originalità ed eleganza.
A questo punto, il Trio Esperidi è fatto ed è pronto a suonare per un pubblico disparato: alla voce Francesca Curti Giardina, alla chitarra classica e/o ukulele Tiziana Minervini, alla chitarra e/o acustica con effetti Angela Lancieri.
Le tre artiste provengono da una formazione classica ma amano cimentarsi in generi variegati.
Il Trio è versatile, ha al suo attivo repertori che spaziano dal classico napoletano alla musica italiana passando per la musica internazionale.
Propongono anche musica teatrale, collaborano abitualmente con artisti, poeti e attori.
Si esibiscono in teatri, palazzi antichi, chiese e locali.
Amano mettersi in gioco, vivendo nuove avventure.
Sognano di portare la propria musica nei posti più disparati abbattendo stereotipi e auspicano di incidere, a breve, un proprio disco.

Annunci
Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Giovedi 19 luglio il Coro polifonico di Napoli, diretto da Luigi Grima, ospite del XXIX Festival delle Ville Vesuviane

Giovedì 19 luglio si concluderà il ciclo di tre concerti di musica classica promossi dal 29° Festival delle Ville Vesuviane.
Sul palcoscenico dell’esedra della Villa Campolieto (corso Resina 283, Ercolano) salirà il Coro Polifonico di Napoli , diretto da Luigi Grima, accompagnato al pianoforte da Maurizio Iaccarino, con il programma “Il mito della notte”.

Musiche di Rossini, Brahms, Saint-Saëns, Fauré, Ešenvalds, Lauridsen, Panariello

L’appuntamento è alle ore 19 per una visita guidata alla villa.
L’inizio del concerto è alle ore 20.30
Costo del biglietto: 5 euro (visita + concerto)

Info
0817322134
info@villevesuviane.net

Ufficio stampa
Paolo Popoli
paolopopoli@gmail.com

________________________________________________________

Il mito della Notte
Notte, divinità tra le più antiche, dimorava nell’Ade e secondo Omero anche Zeus ne aveva paura.
Notte o Nyx, divinità primordiali della mitologia greca, madre di ogni ispirazione, affollata di musiche, storie, canti, canzoni.
Figlia di Caos, Notte era la personificazione della notte terrestre, in contrapposizione al fratello Erebo, che rappresentava la notte del mondo infernale.
I brani scelti per questo concerto raccontano la dolcezza della notte e la sua faticosa indefinita forma.
La fatale attrazione di ogni uomo (gli artisti di più) a perdersi nei suoi invisibili territori.
Il languore ipnotico del sonno, divinità misteriosa.
Il moto perpetuo dei sogni che sono pensieri che abitano inesorabilmente anche le menti di chi non pensa.
La notte di chi ama.
La notte di chi si è perso, si perde, si vuole perdere.
Che poi è l’unico modo per trovarsi.
La Notte è una favola potente, che raccontata attraverso il suono del Coro può spandersi in uno spazio del cuore senza contorni.
Le voci che corrono fino a perdersi per tutte le traiettorie di questo Big Bang che ogni notte si compie nella testa di noi che vegliamo!
Un omaggio finale a Gioacchino Rossini nel centocinquantesimo anniversario della sua morte conclude il programma.

Programma

Coro Polifonico di Napoli
Luigi Grima, direttore
Maurizio Iaccarino, pianoforte

Johannes Brahms: Quattro quartetti vocali op. 92
O schöne Nacht – Spätherbst – Abendlied – Warum?

Camille Saint-Saëns: Calme des nuits

Gabriel Fauré: Madrigal, op. 35

Ēriks Ešenvalds: Stars

Morten Lauridsen (1943): Nocturnes
Sa Nuit d’Été – Soneto de la Noche – Sure on this Shining Night – Voici le soir

Gaetano Panariello: Così è la notte

Gioachino Rossini
Il Carnevale di Venezia
I Gondolieri

Coro Polifonico di Napoli

Foto Giancarlo de Luca

Correva l’anno 1966 quando il M° Joseph Grima venne invitato a dirigere uno degli ultimi concerto del coro Alessandro Scarlatti della Rai di Napoli.
Era il 28 settembre, in programma la Petite Messe Solennelle di Rossini.
Poco dopo la RAI sciolse il coro.
Deluso e amareggiato in un’intervista affermò: “…in Europa c’è un coro in ogni borgata, in Italia, paese del bel canto, nemmeno un coro per città…”.
Ma la svolta non si fece attendere e alcuni membri del coro sciolto da poco, gli proposero di unire le forze per poterlo ricostruire.
Nacque così il Coro Polifonico di Napoli.
Esso continua il cammino aperto a Napoli da Emilia Gubitosi e diviene l’espressione più tangibile e immediata di un fervore operativo e creativo che trova esplicazione in un miriade di concerti in tutta Italia e in Europa.
Di anno in anno la stagione concertistica divenne sempre più ricca.
La presenza di artisti affermati che si alternavano ai concerti del coro della Polifonica, rendevano la stagione, un appuntamento sempre più importante e atteso nel panorama musicale partenopeo.
A Joseph Grima vanno riconosciute le esecuzioni di raffinate partiture, sempre alla ricerca di opere poco conosciute o addirittura mai eseguite, per accrescere l’interesse di cui meritatamente era circondata la Polifonica.
Ancora oggi molti musicisti napoletani ricordano l’attività musicale di quel tempo fecondo, momenti di crescita culturale ed artistica oltre che di formazione per i giovani studenti di musica.
Per rendere omaggio a chi rappresenta il capostipite di quella che ora è una fiorente attività musicale e corale a Napoli, a cinquant’anni dalla sua fondazione, riprendere l’attività artistica del Coro Polifonico di Napoli.
Il Coro Polifonico di Napoli, un organico di 20/24 elementi, costituito da giovani cantanti molto selezionati.
Voci importanti, ognuna delle quali in grado all’occorrenza di sostenere parti solistiche. Un gruppo di artisti che amano la musica da camera, il far musica assieme, il piacere di condividere alcuni capolavori della letteratura corale, tanto da immergersi completamente in una avventura/sfida: un coro da camera “stabile”, punto di riferimento per le produzioni corali della nostra regione e, perché no, di più ampie zone nazionali ed internazionali.
Dopo aver debuttato per l’Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli nella Sala del Toro Farnese presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e aver riscosso grande successo al Luglio musicale di Capodimonte, il Coro Polifonico di Napoli si pregia oggi di esibirsi nella splendida cornice di Villa Campolieto.

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Domenica 22 luglio al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa secondo appuntamento con la rassegna “Sinfonie sul Mare”

“Sinfonie sul Mare” è l’evento che l’Associazione Mousikè propone, domenica 22 luglio 2018, in collaborazione con Fondazione FS Italiane.
Il secondo appuntamento in programma prevede una serata speciale da trascorrere ascoltando musica e degustando vino sulla terrazza del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa (via Pietrarsa – San Giovanni a Teduccio).

L’iniziativa si svolgerà dalle 19.30 alle 21.30 in occasione dell’apertura straordinaria del sito museale che si affaccia sull’incantevole Golfo di Napoli.
Si potrà intraprendere un insolito tour serale tra locomotive d’epoca, carrozze storiche e cimeli ferroviari accompagnati da musiche eseguite nell’Anfiteatro del Museo per ammirare con un piacevole sottofondo musicale la bellezza di uno dei panorami più affascinanti del mondo.

Inoltre degustazioni di un calice di vino offerto da Vesuvio DOP Consorzio Tutela Vini, da sorseggiare per un ancor più piacevole connubio enologico/musicale, immersi in un’atmosfera suggestiva arricchita da suoni, colori e profumi.

Contributo organizzativo: 8 euro con prenotazione obbligatoria,
online: www.associazionemousike.com
Telefonica: 3402399453.

Possibilità di parcheggio a pochi metri dal Museo

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Dal 20 luglio al 6 agosto la XI edizione di “Sorrento Classica”

Il meraviglioso scenario del Chiostro di S. Francesco schiude nuovamente le porte ai grandi eventi ed alla grande musica, con la XI edizione di “Sorrento Classica”, il festival e masterclass musicale internazionale estivo di Sorrento, firmato dalla direzione artistica del M° Paolo Scibilia.
Conduce la giornalista Giuliana Gargiulo.

L’iniziativa, ideata ed organizzata dalla S.C.S. Società dei Concerti, in coproduzione con AREALIVE e PDA artmedia, rientra nel programma ufficiale degli eventi della Città di Sorrento “Sorrento incontra – La luce dei Luoghi”, diretto da Mvula Sungani, promosso e sostenuto dal Comune di Sorrento – Assessorato Turismo ed Eventi, nella persona del Sindaco, Avvocato Giuseppe Cuomo.
Patrocinano l’iniziativa il Comune di Sorrento, Regione Campania, Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo Sorrento Sant’Agnello, Fondazione Sorrento.
Collaborano all’iniziativa esercizi, imprese ed aziende turistiche locali.

Dal 20 luglio al 6 agosto 2018, noti interpreti, personaggi e protagonisti della Grande Musica Classica (gran parte dei quali “made in Italy”, in esclusiva ed anteprima per il Sud – Italia) sfileranno in questa undicesima edizione, riconfermando l’alto taglio artistico, culturale ed internazionale del festival, firmato dalla sapiente e consueta direzione artistica del M° Paolo Scibilia.
Tra i nomi prestigiosi della kermesse spiccano Uto Ughi, Michele Campanella, Andrea Bacchetti, Giacomo Ronchini, Viktoriya Koshuba, Ilie Ionescu, Lucia Di Sapio, Giovanni Oliva e Massimo Fargnoli.
Tra gli interessanti ed accattivanti titoli didascalici di programmi, tematiche e retrospettive presenti in questa edizione, emergono: “Sorrento incontra – La luce dei Luoghi”, “Personaggi, interpreti e protagonisti della Grande Musica Classica”, “Conversazioni con…”, “Note d’Europa”, “Tra Classicismo e Romanticismo”, “Tra Barocco tedesco e Romanticismo francese”, “Centocinquantesimo anniversario della morte di Gioacchino Rossini”, “Tributo a Antonio Carlos Jobim”, “Andorinha”, “Stones & Flower”, “Quisquilie e Pinzillacchere” e “I Péchés de Vieillesse di Gioacchino Rossini”.
Tra le novità assolute di quest’anno, parallelamente ai concerti, le quattro retrospettive biografiche, dal titolo “Incontri con…..”, presiedute dagli interpreti stessi del festival: Uto Ughi (27 luglio, ore 20.30, Hotel Continental, sul suo libro “Quel Diavolo di un Trillo: Note della mia vita” – Ed. Einaudi. Conduce: Massimo Fargnoli – musicologo), Giacomo Ronchini (30 luglio, ore 18.00, Maison Tofani, sul suo album discografico, tributo ad Antonio Carlos Jobim, “Andorinha” e “Stones & Flower” – Ed.”Eco”), Michele Campanella (2 agosto, ore 18.00, Hotel Continental, sul suo libro “Quisquilie e Pinzillacchere Storia di un musicista napoletano raccontata ad un amico”- Edizioni Castelvecchi), Massimo Fargnoli (6 agosto, ore 18.30, Villa Fiorentino – Fondazione Sorrento, sul libro “I Péchés de Vieillesse di Gioacchino Rossini” – Guida Editori, nel 150° anniversario della morte di G. Rossini”: 1868 – 2018).
Altra novità assoluta di questa XI edizione, la sezione “Sorrento Classica International Summer Music Masterclass”, articolati in Seminari di perfezionamento di Violoncello, Arpa, Pianoforte e Principi razionali della tecnica pianistica, tenuti dai noti maestri, di area campana, Ilie Ionescu (già primo violoncello del Teatro S.Carlo di Napoli), Lucia Di Sapio (titolare unica della Cattedra d’Arpa del Conservatorio di Musica “S. Pietro a Majella” di Napoli), Rossella Palumbo e Paolo Scibilia (docenti di pianoforte, presso il Liceo Musicale Statale “Margherita di Savoia” di Napoli)
Sei i concerti serali al Chiostro di S. Francesco (ad eccezione di quello conclusivo del 6 agosto, presso la Chiesa di S. Francesco), tutti alle ore 21.15.

Inaugura la rassegna concertistica, il 20 luglio, quasi in anteprima del festival, la Classe di Violoncello del Maestro Ilie Ionescu (già primo violoncello del Teatro S. Carlo di Napoli), composta da talenti pluripremiati in prestigiosi concorsi internazionali, nell’ambito della sezione “Sorrento Classica International Summer Music Masterclass”.
Programma da definire.
Ritorna, il 26 luglio, dopo 20 anni di assenza dalla scena sorrentina, il celebre violinista Uto Ughi, (già direttore artistico dell’ “Estate Musicale Sorrentina” in duo col pianista Andrea Bacchetti, uno dei massimi pianisti italiani dell’ultima generazione.
In programma la loro ultima produzione discografica “Note d’Europa”: Viaggio in sette diverse nazioni, attraverso le musiche di Granados, Albéniz, Chopin, Tchaikovsky, Saint–Saens, Gounod, Mozart, Brahms (pubblicata da Sony Classica).
Prosegue il 30 luglio il pianista Giacomo Ronchini, applauditissimo e attivissimo interprete – compositore in carriera internazionale, con un omaggio ad Antonio Carlos Jobim, attraverso una rilettura pianistica classica – esplorativa, in un nuovo stile Cross – Over, dei più famosi Songs di uno dei più importanti protagonisti della musica brasiliana ed inventore della Bossa Nova (in occasione del 90° anniversario della sua nascita e del 50° della Bossa Nova).
Evento in anteprima ed esclusiva assoluta per il sud Italia, con presentazione del nuovo album discografico.
Il 2 agosto, recital del celebre pianista di origine napoletana Michele Campanella, interprete lisztiano di fama internazionale ed ai massimi vertici della sua carriera, con il programma dal titolo “Tra Classicismo e Romanticismo: Liszt, Schubert”.
Il 4 agosto, presso la Chiesa di S. Francesco, recital dell’organista Viktoriya Koshuba attivissima concertista e vincitrice di numerosi primi premi internazionali in Russia, Polonia, Francia e Italia, con il programma “Tra Barocco tedesco e Romanticismo francese: Bach, Muffat, Guilmant”.
Conclude il festival, il 6 agosto, la Scuola d’Arpa del M° Lucia Di Sapio, didatta e concertista, titolare della cattedra d’Arpa del Conservatorio di Musica “S. Pietro a Majella” di Napoli, nell’ambito di “Sorrento Classica International Summer Masterclass”, con programma da definire.

Il direttore artistico del festival, Paolo Scibilia, così commenta l’iniziativa: “Sorrento Classica” arricchisce il prestigioso programma artistico e culturale della Città e la inserisce, a pieno titolo, nei circuiti dei grandi festival internazionali. L’alta qualità artistica degli interpreti e dei programmi assicurano da anni il successo dell’ iniziativa. Le armoniose architetture del Chiostro di S. Francesco si fondono con quelle della grande musica e richiamano, numeroso, il pubblico competente ed appassionato. Perché se è vero che la bellezza ispira la musica è altrettanto vero che la musica aleggia da sempre nella Penisola Sorrentina”.

Info
Inizio concerti: ore 21.15
Ingresso a pagamento, fino ad esaurimento posti a sedere
Ingresso libero solo 20 luglio, 4 e 6 agosto.
Biglietti: Unico € 20,00. Solo 26 luglio: € 30, 00
Biglietteria all’ingresso del Chiostro di S. Francesco (Tel. 334.3117961)
Orario 10.00 – 13.00 / 18.30 – 21.30

Alberghi, agenzie turistiche e rivendite autorizzate.
Prevendita On – Line: Local Emotion – www.localemotions.com
“Conversazioni con…” sono ad ingresso libero con prenotazione obbligatoria presso il luogo dell’evento.
Il voucher o titolo d’ingresso (ove previsto) al concerto dell’artista ospite dell’evento, dà priorità sulla prenotazione.
In caso di maltempo i concerti si terranno presso il vicino teatro Tasso o luogo alternativo al chiuso.
Il programma potrebbe subire variazioni in caso di forza maggiore.

Info:
Azienda Autonoma Turismo
Via Luigi De Maio, 35 – Sorrento
Tel. (+39) 0818074033
www.sorrentotourism.com
www.societaconcertisorrento.it
Facebook: societa concerti sorrento
www.comune.sorrento.na.it

______________________________________________________________

Sorrento Classica, XI Edizione – Programma generale

Venerdì 20 luglio, ore 21.15
La Scuola di Violoncello del M° Ilie Ionescu
Già primo violoncello del Teatro S. Carlo di Napoli
Nell’ambito di “Sorrento Classica International Summer Music Masterclass”
Programma da definire
(Ingresso libero)

Giovedì 26 luglio, ore 21.15
Uto Ughi – violino
Andrea Bacchetti – pianoforte
“Note d’ Europa”: Viaggio tra più belle pagine del repertorio violinistico e sette nazioni europee, con i prezosi violini di Ughi “Stradivari” e “Guarneri del Gesù.
Granados, Albéniz, Chopin, Ciaikovsky, Saint-Saëns, Gounod, Mozart, Brahms…
Presentazione del Cd “Note d’ Europa”- Sony Classical

Venerdì 27 luglio, ore 20.30, Hotel “Continental” – Terrazza “Vittoria”
“Conversazioni con…Uto Ughi”,
Sul suo libro “Quel Diavolo di un Trillo: Note della mia vita” – Ed. Einaudi. Conduce: Massimo Fargnoli – musicologo
(Ingresso libero su prenotazione, presso Hotel Continental, Tel 081.8072608, www.continentalsorrento.com)

Lunedì 30 luglio, ore 21.15
Giacomo Ronchini – pianoforte
Tributo ad Antonio Carlos Jobim. Trascrizioni pianistiche dei suoi più famosi Songs
Nel 90° anniversario della sua nascita e 50° della Bossa Nova
Evento in anteprima ed esclusiva assoluta per il Sud Italia.

Ore 18.00, Maison “Tofani”
“Conversazioni con… Giacomo Ronchini”
Sul suo album discografico, tributo a Antonio Carlos Jobim, “Andorinha” e “Stones & Flower” – Ed.”Eco”
(Ingresso libero su prenotazione, presso Maison Tofani, Tel 081.8784020 www.maisontofani.com)

Giovedì 2 agosto, ore 21.15
Michele Campanella – pianoforte
Tra Classicismo e Romanticismo: Liszt, Schubert

Ore 18.00, Hotel “Continental” – Terrazza “Vittoria”
“Conversazioni con…Michele Campanella e Giovanni Oliva”,
sul suo libro “Quisquilie e Pinzillacchere Storia di un musicista napoletano raccontata ad un amico”- Edizioni Castelvecchi
(Ingresso libero su prenotazione, presso Hotel Continental, Tel 081.8072608, www.continentalsorrento.com)

Sabato 4 agosto, ore 21.15
La Scuola d’arpa del M° Lucia Di Sapio
Titolare della Cattedra d’Arpa del Conservatorio di Musica “S. Pietro a Majella” di Napoli
Nell’ambito di “Sorrento Classica International Summer Music Masterclass”
Programma da definire
(Ingresso libero)

Lunedì 6 agosto, ore 21.15 – Chiesa di San Francesco
Viktoriya Koshuba – organo
Tra Barocco tedesco e Romanticismo francese: Bach, Muffat, Guilmant
(Ingresso libero)

Ore 18.30, Villa Fiorentino – “Fondazione Sorrento”
“Conversazione con Massimo Fargnoli”,
Sul libro “I Péchés de Vieillesse di Gioacchino Rossini” – Guida Editori
Nel 150° anniversario della morte di G. Rossini”: 1868 – 2018
(Ingresso libero su prenotazione presso “Fondazione Sorrento” Villa Fiorentino, Tel. 081.8082284, www.fondazionesorrento.com)

“Sorrento Classica International Summer Music Festival and Masterclass” accoglie i Seminari di Violoncello, Arpa, Pianoforte e Principi Razionali di Tecnica Pianistica, tenuti dai Maestri Ilie Ionescu, Lucia Di Sapio, Rossella Palumbo e Paolo Scibilia

Pubblicato in Dal mondo della musica | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Concerti a Napoli dal 16 al 22 luglio 2018

Lauro Rossi (1810-1885)

Questi gli appuntamenti previsti dal 16 al 22 luglio 2018:

Lunedì 16 luglio, alle ore 20.00, a Villa Pignatelli (Riviera di Chiaia, 200), nell’ambito della rassegna “Doppio Sogno”, primo appuntamento con il ciclo integrale delle sonate di Mozart eseguite dal pianista Dario Candela

Programma

W. A. Mozart
Sonata n. 1 in do maggiore K 279
Sonata n. 2 in fa maggiore K 280,
Sonata n. 4 in mi bemolle maggiore K 282
Sonata n. 10 in do maggiore K 330

Costo del biglietto
Intero: 15 euro
Ridotto: 10 euro (under 30 e Feltrinelli Card)

Info:
081 425824 / 081 425037
segreteria.galleriatoledo@gmail.com

______________________________________________________________

Martedì 17 luglio, alle ore 20.00, con repliche giovedì 19 luglio, alle ore 18.00 e sabato 21 luglio, alle ore 20.00, al Teatro di San Carlo, nell’ambito della rassegna “San Carlo Opera Festival”, allestimento di “Rigoletto”, melodramma in tre atti di Giuseppe Verdi, su libretto di Francesco Maria Piave

Direttore: Pier Giorgio Morandi
Regia: Mario Pontiggia
Scene: Francesco Zito
Costumi: Giusi Giustino

Personaggi e interpreti

Il Duca di Mantova: Saimir Pirgu / Arturo Chacon-Cruz (19 luglio)
Rigoletto: George Petean
Gilda: Patrizia Ciofi / Marina Monzo (19 luglio)
Maddalena: Nino Surguladze
Sparafucile: George Andguladze
Marullo: Donato Di Gioia
Giovanna: Giovanna Lanza
Il Conte di Monterone: Gianfranco Montresor
Il Conte di Ceprano: Enrico Di Geronimo
Borsa: Cristiano Olivieri
La Contessa di Ceprano: Angela Fagnano
Un usciere di corte: Rosario Natale
Un paggio della Duchessa: Silvana Nardiello

Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo

Costo del biglietto

Intero
Palco Reale: 210 Euro
Poltronissima Oro: 75 Euro
Altri posti: da 65 a 30 Euro

CRAL ed Enti convenzionati, Gruppi dalle 10 alle 20 persone
Palco Reale: 189 Euro
Poltronissima Oro: 68 Euro
Altri posti: da 59 a 27 Euro

Gruppi oltre 20 persone
Palco Reale: 179 Euro
Poltronissima Oro: 64 Euro
Altri posti: da 55 a 26 Euro

Posto di solo ascolto: 20 Euro
______________________________________________________________

Mercoledì 18 luglio, alle ore 18.00 (Turno B), con repliche venerdì 20 luglio, alle ore 20.00 (Turno C/D) e domenica 22 luglio, alle ore 17.00 (Fuori abbonamento), al Teatro di San Carlo, nell’ambito della rassegna “San Carlo Opera Festival”, allestimento di “Tosca”, melodramma in tre atti di Giacomo Puccini, su libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa

Direttore: Juraj Valčuha
Regia: Mario Pontiggia
Scene: Francesco Zito
Costumi: Giusi Giustino

Personaggi e interpreti

Floria Tosca: Ainoha Arteta
Mario Cavaradossi: Brian Jagde
Il barone Scarpia: Roberto Frontali / Samuel Youn (22 luglio)
Cesare Angelotti: Carlo Cigni
Il Sagrestano: Roberto Abbondanza
Spoletta: Nicola Pamio
Sciarrone: Bruno Iacullo
Carceriere: Carmine Durante / Rosario Natale

Orchestra, Coro e Coro di Voci Bianche del Teatro di San Carlo

Costo del biglietto

Intero
Palco Reale: 250 Euro
Poltronissima Oro: 90 Euro
Altri posti: da 75 a 30 Euro

CRAL ed Enti convenzionati, Gruppi dalle 10 alle 20 persone
Palco Reale: 225 Euro
Poltronissima Oro: 81 Euro
Altri posti: da 68 a 27 Euro

Gruppi oltre 20 persone
Palco Reale: 213 Euro
Poltronissima Oro: 77 Euro
Altri posti: da 64 a 26 Euro

Posto di solo ascolto: 20 Euro
______________________________________________________________

Giovedì 19 luglio, alle ore 19.00, sulla Terrazza del Teatro di San Carlo, nell’ambito della rassegna “Concerti in Terrazza”, recital del pianista Andrea Riccio e del Duo Halios, formato da Ileana Termini (sassofono) e Antonio Biancaniello (pianoforte)

Programma

I parte

Andrea Riccio, pianoforte

Franz Liszt: Legend de St. François de Paule marchant sur les flots

Enrique Granados: 2 Danzas Españolas, op. 37

Luciano Cilio – Girolamo De Simone: I nastri ritrovati #11

Sergej Prokofiev: Sonata n. 3, op. 28

Introduce Girolamo De Simone

II parte

Helios Duo

P. Creston: Sonata op.19

S. Rachmaninov: Vocalise

P. Iturralde:
Suite Hellénique
Pequeña Czarda

Costo del biglietto
Intero: 12 Euro
Ridotto: 10 Euro

Il concerto sarà preceduto, alle ore 18.30, da un aperitivo, sempre sulla terrazza
______________________________________________________________

Sabato 21 luglio, alle ore 18.30, a Palazzo Zevallos Stigliano (Via Toledo, 185), per la rassegna “E’ aperto a tutti quanti – All’ora che volge il disio”, organizzata dalla Fondazione Pietà de’ Turchini, concerto del trio formato da Mauro Squillante (mandolino), Vincenzo Bianco (violino) e Davor Krkljus (clavicembalo)

Programma

E. Barbella

Duetto IV in re maggiore per mandolino, violino e basso continuo
Sonata lll in re maggiore per violino e basso
Sonata in re maggiore per mandolino e basso
Larghetto e con Gusto dalla Sonata VI per violino e basso
Concerto in re maggiore per mandolino, archi e basso continuo (Adattamento per mandolino, violino e basso a cura di V. Bianco)

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
______________________________________________________________

Sabato 21 luglio, alle ore 18.30, presso Casa Tolentino (Gradini S. Nicola da Tolentino, 12), in collaborazione con l’Associazione Loro di Napoli, concerto dal titolo “Emozioni al Tramonto”, con la partecipazione del Trio Esperidi, formato da Francesca Curti Giardina (voce), Tiziana Minervini (chitarra classica) e Angela Lancieri (chitarra acustica e effetti)

In programma brani del repertorio leggero italiano ed internazionale, e canzoni classiche napoletane

Contributo: 14 Euro (comprensivo di aperitivo)

Info e prenotazioni: 331 7485815
______________________________________________________________

Domenica 22 luglio, alle ore 19.00, presso il Belvedere del Bosco di Capodimonte, per il “Luglio musicale a Capodimonte”, concerto della NapoliMandolinOrchestra diretta da Mauro Squillante (mandolino) intitolato “Mandolini all’Opera – Rossiniana”

In programma musiche di Rossini, Bellini, Verdi, Calace, Emma

Ingresso libero
______________________________________________________________

Domenica 22 luglio, alle ore 19.30, presso il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa (via Pietrarsa – San Giovanni a Teduccio), l’associazione Mousikè propone il secondo appuntamento della rassegna “Sinfonie sul Mare”

Programma non ancora pervenuto

Contributo: 8 Euro (comprensivo di performance musicale, tour serale del Museo e degustazione di vino)

Prenotazione obbligatoria
online: www.associazionemousike.com
telefonica: +393402399453

______________________________________________________________

Pubblicato in Classica a Napoli | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il Teatro Diana propone “La voix humaine” di Poulenc affidata all’incisiva regia di Riccardo Canessa e a due interpreti d’eccezione come Leona Pelešková e Monica Leone

Nel 1930 la Comédie-Française tenne a battesimo “La voix humaine”, monologo del noto commediografo Jean Cocteau, basato su una lunga telefonata, interrotta più volte a causa del cattivo funzionamento della linea, che la protagonista fa all’amante che ha deciso di troncare il loro rapporto sentimentale.
Sulla scena si sentono solo le parole di lei, che spesso mente, altre volte è sincera, ma riesce fin dai primi momenti ad attirare su di sé le simpatie ed il compatimento del pubblico.
Il compositore Francis Poulenc, grande amico di Cocteau, decise nel 1957 di mettere in musica la pièce teatrale, e dovette poi attendere il 1959 per la “prima”, avvenuta all’Opéra-Comique di Parigi, con il soprano Denise Duval (cantante preferita dal compositore francese a Maria Callas), nel ruolo che nel 1930 era stato affidato all’attrice Berthe Bovy.
In entrambi i casi il successo fu enorme e “La voix humaine”, che prevedeva un susseguirsi ininterrotto del testo, variamente cantato, a volte senza accompagnamento strumentale, e  un organico per voce ed orchestra (ristretto se necessario alla voce accompagnata dal solo pianoforte), divenne ben presto un classico della seconda metà del Novecento musicale.
Per una migliore comprensione, citiamo le indicazioni di Poulenc, che al proposito scrisse: La parte – unica – della “Voix humaine” deve essere interpretata da una donna giovane ed elegante. Non si tratta di una donna matura abbandonata dall’amante. Spetta all’interprete stabilire le lunghezze effettive delle pause, assai importanti in questa partitura. Il direttore d’orchestra dovrà prendere le sue decisioni in merito, anticipatamente, assieme alla cantante. – Tutti i passaggi senza accompagnamento sono in un tempo assai libero, in funzione della messa in scena. Bisogna passare repentinamente dall’angoscia alla calma e viceversa.
“La voix humaine” è stata recentemente proposta al Teatro Diana, nell’ambito della sezione Musica del Napoli Teatro Festival Italia, nell’incisivo e sapiente allestimento concepito da  Riccardo Canessa, che ha voluto dare al monodramma un taglio ancora più tragico, mettendo in secondo piano il telefono (che ha solitamente un ruolo ben definito nell’economia complessiva) e concentrando tutto sulla protagonista.
Quest’ultima è entrata in scena avviluppata da un vestito lungo, che le bendava anche gli occhi e completamente spiegazzato, indicativo della sua condizione.
Ma, con il procedere della rappresentazione, la donna si liberava progressivamente di quella sorta di bozzolo ingombrante e, alla fine, cambiava totalmente di abito, pronta ad affrontare di nuovo la vita o, forse, a lasciarla definitivamente.
A dare vita al personaggio femminile è stata Leona Pelešková, noto soprano ceco, che si è immedesimata mirabilmente nella parte a lei affidata, abbinando le qualità vocali, che già in altre occasioni avevamo avuto modo di apprezzare, con una notevolissima abilità recitativa.
Molto brava anche Monica Leone, alla quale era affidata la parte pianistica, che ha contribuito a dettare i ritmi della vicenda, evidenziando un perfetto affiatamento con la Pelešková.
Una nota di merito va, inoltre, a Concetta Nappi, che ha creato il vestito di grande originalità indossato dalla protagonista
Infine ricordiamo Tiziana Sorrentino, Rosario Martucci, Nathalie Camps, Fabio Ambrosino, Maurizio Iaccarino, Franco Basile e Francesco Squeglia, che hanno contribuito, ognuno nell’ambito della loro professionalità, sotto la fondamentale supervisione di Riccardo Canessa, all’ottima riuscita di uno spettacolo intensissimo, rivolto ad uno dei capolavori del Novecento musicale, nell’ambito di un particolare genere collocato fra canto e recitazione.

Pubblicato in Recensioni concerti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Lunedì 16 luglio il pianista Dario Candela inaugura a Villa Pignatelli l’integrale delle sonate di Mozart nell’ambito della rassegna “Doppio Sogno”

Sarà Dario Candela ad inaugurare la Rassegna estiva di teatro, musica e cinema “Doppio Sogno”, lunedì 16 luglio 2018, ore 20.00, a Villa Pignatelli (Riviera di Chiaia 200, Napoli), con un concerto intitolato “L’attesa”, prima tappa di un progetto dedicato all’esecuzione integrale delle sonate per pianoforte di Wolfgang Amadeus Mozart in cinque concerti.

Dopo l’integrale delle Sonate di Cimarosa ho pensato che la continuazione più naturale di questo progetto fosse eseguire l’integrale delle Sonate di Mozartracconta Dario Candelaimpegno notevole che però mi appassiona e che molto raramente viene proposto al pubblico. Mozart è l’autore universale per eccellenza ed io approfitto del fatto che lui abbia viaggiato fino a Napoli per proporre un viaggio nella sua musica pianistica”.

Il programma di questo primo concerto comprende la Sonata n. 1 K 279 in do maggiore, la Sonata n. 2 K 280 in fa maggiore, la Sonata n. 4 K 282 in mi bemolle maggiore e la Sonata n.10 K 330 in do maggiore.

Pianista di grande talento (a definirlo tale il suo maestro Aldo Ciccolini), Candela è tra quelli che hanno ripreso la grande tradizione pianistica napoletana, e, senza dubbio, uno fra i più lucidi.
Il concerto sarà introdotto da Riccardo Scognamiglio.

La rassegna è organizzata dal Teatro Stabile di innovazione Galleria Toledo è un centro di produzione e osservatorio teatrale, luogo d’accoglienza per teatro musica e cinema di qualità, sempre sollecito a sostenere eventi collegati alle emergenze sociali.

Costo del biglietto
Intero: 15 Euro
Ridotto: 10 Euro (under 30 e possessori Carta Feltrinelli).

Info:
Rassegna di teatro, musica e cinema “Doppio Sogno”
Galleria Toledo
Tel: [+39] 081-425824 / [+39] 081-425037
E-mail: segreteria.galleriatoledo@gmail.com
www.galleriatoledo.org
facebook.com/galleriatoledo

Alessandra Canella
Studio Pierrepi – Padova
Cell.: 3483423647
canella@studiopierrepi.it

______________________________________________________________

Lunedì 16 luglio, ore 20.00 – Villa Pignatelli (Riviera di Chiaia, 200 – Napoli)
Rassegna “Doppio Sogno”

Dario Candela, pianoforte

Programma

W. A. Mozart
Sonata n. 1 in do maggiore K 279
Sonata n. 2 in fa maggiore K 280,
Sonata n. 4 in mi bemolle maggiore K 282
Sonata n. 10 in do maggiore K 330

Dario Candela
Allievo di Aldo Ciccolini, che lo ha definito pianista eccellente, di alta classe, a cui ha dedicato un appassionante libro (Curci) “Conversazioni con Aldo Ciccolini”, Dario Candela è maturato anche dietro la guida di Sergio Fiorentino e Fausto Zadra.
Sandro Cappelletto ha scritto di lui: Candela, sfruttando con eleganza, mai in modo gradasso e vanitoso, le risorse timbriche e dinamiche del suo strumento, il pianoforte, sceglie la strada di una sprezzatura gentile e riesce a costruire un incanto.
Solista e camerista, collabora in decine di concerti con i Virtuosi Italiani, i Solisti del San Carlo, R. Filippini, A. Meunier, A. Pay, F.Manara, L. Signorini, M. Steigner, R. Marcotulli, E. Porche, H. U. Heinzmann e inoltre con A. Ciccolini, B. Canino e R. De Simone, in sedi e enti come il Teatro La Fenice -Venezia, Teatro Mercadante – Napoli, Salle Cortot e Teatro de la Commedie Francaise – Parigi, Società dei Concerti -Milano, Università Bocconi- Milano, Filarmonica di Messina – Filarmonica di Bologna, Teatro Studio Auditorium della musica -Roma, Ass. Scarlatti- Napoli, Società dei Concerti dell’Aquila, Teatro Verdi – Salerno e all’estero: Belgio, Spagna, Grecia, Francia, Germania, Serbia, Romania, Slovenia, Polonia, Svizzera, Stati Uniti. Ha inciso per Phoenix Classic, per Naxos e per Brilliant.
Per Dynamic ha registrato le 88 Sonate di Cimarosa (premio internazionale Cimarosa nel 2018) e considerato dalla rivista tedesca Pianonews “meraviglioso (Schafer)”.
Ha suonato in diretta per RadioRAI 3, RAI Educational, Radio Svezia e per Radio France e ha partecipato ad emissioni per Radio Classica, Radio Rai 3 Suite, Canale 5.
Ha ottenuto 5 Primi premi in concorsi pianistici. Premier prix à l’unanimité al Cons. Sup. Cortot di Parigi.
Si forma a Napoli (diploma di Pianoforte, di Musica corale – Direzione di coro e di Composizione) e in Francia (diploma al Conservatoire Sup. A. Cortot di Parigi) e si laurea in Lettere all’Università “Federico II”.
Direttore della Biblioteca sul Novecento Musicale intitolata a Mario Pilati.
Direttore artistico di PianoCity Napoli per cinque edizioni.
Ha ideato e promosso il progetto TaranTODAY, volto alla diffusione delle danze del sud Italia scrivendo brani rielaborati dalla tradizione che ha avuto decine di repliche in Italia e all’estero.

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento