“Musica allo Spirito Santo” propone un doppio appuntamento con la lirica

Foto Antonella Borrelli

Foto Antonella Borrelli

La rassegna “Musica allo Spirito Santo”, organizzata dall’Associazione Mysterium Vocis, ha proposto due appuntamenti, molto ravvicinati, rivolti alla lirica.
Il primo, intitolato “Il ritmo del canto – csárdás, valzer, fox…” ha avuto come protagoniste le allieve del prestigioso soprano Maria Ercolano che, accompagnate al pianoforte dal maestro Salvatore Biancardi, hanno interpretato brani tratti da operette e da opere.
In apertura Stella Di Lorenzi ha cantato Valzer d’amore, da “Al cavallino bianco” (di Benatzky e Stolz), seguita da Tina Gagliotta, confrontatasi con O Cin-ci-là, dall’operetta Cin ci là di Lombardo-Ranzato.
Questi ultimi erano anche gli autori de “Il Paese dei Campanelli, al quale apparteneva il celebre Fox della Luna, affidato a Maria Cristina Zarpellon, mentre la Romanza della Vilja, da “La vedova allegra” di Lehár, ha portato nuovamente alla ribalta Tina Gagliotta, che ha chiuso questa panoramica interamente dedicata all’operetta.
La seconda parte, prevalentemente operistica, ha messo in evidenza Viola De Vivo, interprete di due arie dal Don Pasquale di Donizetti e di Stiriana, da “Mignon” del francese Thomas, alternatasi con Ilaria de Martino, che ha attinto al repertorio di Gounod con Air des bijoux (da “Faust”) e Je veux vivre (da “Roméo et Juliette”) e Valentina Varriale, autrice di una ulteriore incursione nel mondo dell’operetta, con la Czardas da “Il Pipistrello” di Johann Strauss figlio.
In complesso un programma molto piacevole, costituito da pezzi adatti ad evidenziare le differenti caratteristiche delle singole cantanti, esaltate anche dalla bravura di un pianista accompagnatore come Salvatore Biancardi.
Bis conclusivo con tutti e sei i soprani, che hanno interpretato “Non ti scordar di me” (scritta nel 1935 dal duo partenopeo Furnò – De Curtis), portata al successo da Beniamino Gigli che, nell’omonima pellicola, ricopriva il ruolo del protagonista.

Foto Antonella Borrelli

Foto Antonella Borrelli

L’altro appuntamento, dal titolo “L’Oiseau Rebelle ovvero Il Salotto d’Opera”, consisteva in un concerto-spettacolo, nato da un’idea di Tommaso Rega, coadiuvato nei testi da Marina Esposito, che si avvaleva della scenografia di Gianluca Vitale, della regia di Flavia Francioso e di Fiorella Orazzo in qualità di voce recitante.
Alla base di questa interessante performance, la proposizione di figure femminili, presenti in opere celebri, collegate fra loro da un testo breve e significativo, che ha portato alla ribalta alcune delle voci maggiormente rappresentative del Coro Mysterium Vocis.
Proprio il gruppo diretto da Rosario Totaro, al gran completo, ha aperto la serata con la vivace Parodie auf eine Opernszene, Op. 68 di Richard Genée (1823-1859), meglio conosciuta come “Insalata Italiana”, pezzo che abbina, in modo satirico, la musica con i vocaboli relativi alle indicazioni del tempo operistico (Piano, con rabbia, espressivo, ecc.).
E’ stata poi la volta della Parafrasi sul “Rigoletto” di Franz Liszt (1811-1886), suonata dal pianista Tommaso Rega, seguita dall’aria di Giulietta “Oh quante volte! oh quante”, da “I Capuleti e i Montecchi” di Vincenzo Bellini (1801 – 1835), che ha visto entrare in scena il soprano Sabrina Santoro.
Toccava quindi al soprano Marina Esposito con “Tacea la notte placida”, aria di Leonora da “Il Trovatore” di Giuseppe Verdi (1813 – 1901), mentre Olga Cafiero, con “Stizzoso, mio stizzoso”, si immedesimava in Serpina, protagonista assoluta de “La Serva Padrona” di Giovanni Battista Pergolesi (1710 – 1736).
Il successivo “Là ci darem la mano”, celeberrimo duetto da “Don Giovanni” di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791), portava alla ribalta il baritono Stefano Di Fraia ed il soprano Flavia Francioso, nei rispettivi ruoli di Don Giovanni e Zerlina.
La Dalila del mezzosoprano Tiziana Fabbricatti (Mon coeur s’ouvre a ta voix, da “Samson et Dalila” di Camille Saint-Saëns) ha invece preceduto un intermezzo strumentale, consistente nella Sonata a quattro n. 6 in re maggiore di Gioachino Rossini (1792-1868).
La parte operistica riprendeva con “Deh, vieni alla finestra”, serenata di Don Giovanni (Stefano Di Fraia) e con una doppia incursione verdiana di Sabrina Santoro (“Caro nome” da “Rigoletto”) e Marina Esposito (“La Vergine degli Angeli” da “La foza del destino”), prima del gran finale, affidato a Tiziana Fabbricatti e Marina Esposito, chiamate ad interpretare “L’amour est un oiseau rebelle” da “Carmen” di Georges Bizet (1838–1875).
In definitiva un allestimento di notevole interesse, che ha permesso di valorizzare un gruppo di cantanti molto brave, alcune con solide esperienze solistiche alle spalle, altre meno abituate ad esibirsi fuori dalla compagine vocale.
Di grande spessore anche l’apporto di Stefano Di Fraia in qualità di “guest star”, così come il versatile Tommaso Rega si è distinto anche come pianista.
Un cenno meritano, ancora, Annalisa Freda (flauto), Francesco Mennella (clarinetto), Manon Chevalier (corno) e Guido Mandaglio (fagotto), componenti del Quartetto Aeolus, che hanno talora accompagnato i cantanti, oltre a ben eseguire il brano rossiniano e Fiorella Orazzo che, la cui voce narrante ha fatto da trait d’union fra i diversi brani.
Non possiamo chiudere senza prima ricordare l’intera compagine corale, diretta in modo impeccabile da Rosario Totaro, intervenuta nella sua interezza ad inizio e fine del concerto, ma ottimamente rappresentata da tutte le cantanti, succedutesi in una serata molto ben concepita, che ha dato grande lustro all’opera lirica.
______________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Pubblicato in Recensioni concerti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Parte venerdì 3 luglio la II edizione del Festival “Capri Musica da Camera alla Certosa di San Giacomo”

Locandina Festival Capri alla Certosa di San GiacomoVenerdì 3 luglio, alle ore 19.00, nel Chiostro piccolo della Certosa di San Giacomo a Capri, si inaugura la seconda edizione del Festival “Capri Musica da Camera alla Certosa di San Giacomo”, organizzato dall’Associazione musicale Golfo Mistico in collaborazione con il Polo Museale della Campania.
Protagonista del primo concerto, Gérard Gasparian, virtuoso pianista di origine armena, professore al Conservatorio di Parigi, che propone un programma tutto beethoveniano con quattro grandi sonate per pianoforte solo.

Biglietti in vendita un’ora prima del concerto

Info
golfo.mistico@libero.it
3297777975

______________________________________________________

Gérard Gasparian
Gérard Gasparian“… è una gioia intensa vedere scorrere le sue dita sulla tastiera ed ascoltare brani che fanno sognare…” (La République du Centre, 2009).
“… Potenza e lirismo espressivo, che immerge l’ascoltatore nel profondo del romanticismo, suscitando entusiasmo e passione. La sua esecuzione seduce con il suo stile elegante e brillante, con un fascino dolce e melanconico…” (Badische Zeitung, 2005).
Pianista concertista e compositore, Gérard Gasparian si esibisce da numerosi anni in Europa e nei paesi dell’Est, quale solista con orchestre, come pure in musica da camera.
In particolare ha suonato alla Salle Gaveau, alla Fenice di Venezia, al Victoria Hall di Ginevra, all’Opéra di Rouen, al Festival Berlioz, Festival del Vigan, Nancyphonies, Festival del Vexin, Festival di Richelieu, Festival “l’Eure Poétique et Musicale”, Festival del Barletta (Italia), Concentus Moraviae (Repubblica Ceca), in Italia, Spagna, Svizzera, Germania, Giappone, Russia, Armenia.
Quale solista, ha suonato con diverse orchestre, quali l’Opera di Rouen, Ensemble di Basse Normandie, l’Orchestra Filarmonica di Nijni-Novgorod, la Filarmonia di Stato d’Armenia, l’Orchestra Léon Barzin, la Nouvel Orchestre de Chambre di Rouen, la Filarmonia di Fontainebleau.
In tali occasioni ha eseguito concerti di Mozart, Beethoven, Liszt, Rachmaninov, Ravel, Poulenc, sotto la direzione di direttori quali Alexandre Skulsy, Jean-Jacques Werner, Oswald Sallaberger, Jean Deroyer, Vadim Shubladze, Joachim Leroux, Ovidiu Balan. Artisti come Brigitte Fossey, Marie-Christine Barrault, Bruno Rigutto, Roland Daugareil, Henri Demarquette, Florent Héau, Hervé Joulain, Jean Ter-Merguerian sono pure stati suoi partner.
Nato a Erevan in una famiglia di musicisti, dal 1974 si stabilisce in Francia per proseguire i suoi studi al CNSM di Parigi dove ottiene numerosi primi premi.
Gérard Gasparian è anche compositore e le sue opere sono state pubblicate da Combre, Billaudot e Max Eschig.
Nel 2009 realizza la prima trascrizione mondiale per piano solo delle “Rondes de printemps” di Debussy, brani di “Images pour orchestre”, che esegue durante il festival “l’Eure Poétique et Musicale” nell´ aprile 2009.
Quest’opera è stata pubblicata da Durand alla fine del 2012.
Nel 2010, esegue la prima della sua Sonate en trois mouvements al Festival du Vexin.
Dal 2008, è consulente artistico del “Festival International l’Eure Poétique et Musicale” in Normandia: http://www.festivaleure.com
Insegna pianoforte nei conservatori di Parigi e di Noisy le Grand; ha anche insegnato nelle accademie internazionali estive quali Flaine, Nancyphonies o Mende.
Un CD edito da Timpani e dedicato alle sue opere di musica da camera, ha ricevuto gli onori della stampa (Classica, Monde de la Musique…)
______________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Venerdì 3 e domenica 5 luglio doppio appuntamento a Villa San Michele

Villa San Michele - AnacapriWeek end ricco di eventi a Villa San Michele, la splendida casa museo del medico e scrittore Axel Munthe ad Anacapri.
Due gli appuntamenti da segnare in agenda per gli appassionati di musica e di arte.
Dopo il grande successo dell’ultimo concerto, che ha visto il tutto esaurito, venerdì 3 luglio, alle ore 20.00, continua la rassegna Concerti al Tramonto nell’antica cappella, che ospiterà la cantante svedese Matilda Paulsson, mezzosoprano dal forte vibrato e dalla profonda espressione, acclamato in tutta Europa, e la pianista di origine ucraina Ivetta Irkha, una delle più raffinate interpreti di pagine di musica barocca, classica e romantica.
Il duo si cimenterà in un recital impegnativo e dall’ampio respiro, dedicandolo in particolare ai più famosi compositori del nord Europa e di tradizione russa: Jean Sibelius, Alexander Skrjabin, Sergej Rachmaninov, Edvard Grieg, Franz Liszt e Francis Poulenc.

La rassegna di eventi, ospitate nella residenza svedese, circondata dal giardino più bello d’Italia, diretta dal Console On. Staffan de Mistura, è realizzata con il patrocinio dell’Ambasciata di Svezia e con il contributo di Progetto Piano.

Per l’acquisto dei biglietti (prezzo concerti € 15,00; ridotto ragazzi e studenti € 5,00) basta recarsi alla biglietteria mezz’ora prima o, in prevendita, presso il bookshop del museo, tutti i giorni dalle 9 alle 18.

Per chi viene da Napoli vi è la possibilità di rientro con l’ultima corsa marittima.

Per informazioni:
tel. 081.8371401
www.villasanmichele.eu

Luca Grossi
Responsabile Ufficio Stampa
Villa San Michele
80071 Anacapri(Na)
Tel. 0818371401

Due giorni dopo, domenica 5 luglio, alle ore 19.00, nell’incantevole Loggia delle Sculture della villa, sarà inaugurata la personale delle opere di Sergio Fermariello a cura di Maurizio Siniscalco, organizzata dalla Fondazione Axel Munthe insieme all’associazione ArteAs.
La mostra presenta un ciclo di 21 opere inedite realizzate in esclusiva per questa occasione: 7 tele su acciaio 40×40 cm, 7 tavole di acciaio a sbalzo 30×30 cm e 40×27 cm, e 7 opere in acciaio cor-ten 40×27 cm e 50×37 cm.
Lasciandosi influenzare dalla bellezza seducente di Villa San Michele e dalle sue numerose testimonianze storico-artistiche e archeologiche, Fermariello si sofferma sulla sfuggente presenza della sfinge che si trova alla fine della passeggiata verso il belvedere.
Spingendo il suo sguardo verso la terra ferma, indifferente e immobile, la figura mitologica dal corpo di leone e testa umana volge le spalle al visitatore: questo suo sottrarsi, il suo sguardo negato rimanda ai meccanismi di alienazione che regolano le dinamiche della società odierna, che si nega nel momento stesso in cui sembra offrirsi.
E sembra quasi che l’artista voglia “rispondere” a questo silenzio con la sua opera, con cifra stilistica altrettanto “silenziosa” e non invadente, posizionando con attenzione e senza timore reverenziale, una serie di opere a fare da eco ad una domanda rimasta inevasa.
L’universo di Fermariello pervade la Loggia delle Sculture trasformandola in un’officina di tracce, un insieme di visioni e stilemi che hanno come riferimento quella particolare forma di energia intesa come spinta di attivazione primaria, come principio creativo attivo.
Il suo segno prende vita e conquista la terza dimensione perché necessita di conquistare lo spazio, divenendo una vera e propria presenza fisica e materica che pare non subire gli effetti della gravità.
L’esposizione è realizzata con il patrocinio dell’Ambasciata di Svezia in Italia, del Consolato di Svezia, del Comune di Anacapri, della Città di Capri e UERJ – Universidade do Estado do Rio de Janeiro e Femptec – Fundação de Gestão de Projetos di Rio de Janeiro.
La mostra sarà aperta fino al 2 agosto, tutti i giorni, dalle ore 9.00 alle ore 18.00.
Il prezzo del biglietto (7,00 €) include l’ingresso e la visita al museo e al giardino di Villa San Michele.
______________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Venerdì 3 luglio “Omaggio al Contrabbasso” dell’Associazione Napolinova con il maestro Alberto Bocini

Logo Napolinova 2Venerdì 3 luglio, alle ore 18.15, presso la Sala Vasari della chiesa di S. Anna de’ Lombardi (piazza Monteoliveto), per la XIV edizione dei Pomeriggi in Concerto d’estate, l’Associazione Napolinova propone un “Omaggio al Contrabbasso”, con il maestro Alberto Bocini, solista di fama mondiale e docente alla HEM – Haute école de musique de Genève (dove ha sostituito il M° Franco Petracchi), e i partecipanti al suo master.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Info:
347.8430019
info@associazionenapolinova.it
www.associazionenapolinova.it

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Venerdì 3 luglio la chiesa napoletana di S. Marta ospita il concerto del Coro Vox Artis e dell’Orchestra San Giovanni, diretti da Keith Goodman

Chiesa di Santa Marta - NapoliVenerdi 3 luglio, alle ore 19.00, nella Chiesa di S. Marta (v. S. Sebastiano), concerto del Coro Vox Artis e dell’Orchestra San Giovanni, diretti da Keith Goodman, con la partecipazione del baritono Maurizio Esposito e del chitarrista Antonio Grande.

In programma musiche di Goodman, Arnold, Caccini, Haendel, Vivaldi, Cimarosa, Elgar, Mozart presentate da Annalisa Renzulli.

Contributo d’ingresso: 10 euro
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 1 luglio a Palazzo Zevallos Stigliano concerto del Coro Vocalia, diretto da Luigi Grima

Locandina 1 luglio Coro Vocalia Palazzo ZevallosMercoledì 1 luglio, alle ore 18.00, a Palazzo Zevallos Stigliano (v. Toledo, 185 – Napoli), concerto del Coro Vocalia, diretto da Luigi Grima, dal titolo “Polifonia pura…e spuria!”.

Ingresso libero

Le villanelle cosiddette “alla napoletana”, rappresentarono nel ‘500 un genere musicale molto diffuso, che si ispirava allo spirito e al sentimento della cultura popolare, e che si adattava sia alle esigenze della lirica amorosa che a quelle dell’invettiva satirica.
Orlando di Lasso, traendo spunto dalle “canzoni villanesche” dei musicisti napoletani dell‟epoca, contribuì molto allo sviluppo e alla diffusione della villanella oltre i confini della nostra città.
Le composizioni di Luca Marenzio sono tra le più mature testimonianze della polifonia vocale rinascimentale profana.
Siamo sempre nel Cinquecento, ma questa volta siamo a corte, nelle élite culturali e intellettuali dell’epoca (i versi del Petrarca e Sannazaro).
Una prima parte di “polifonia pura”, vale a dire musica scritta specificamente per le caratteristiche vocali di un coro, in cui tutte le parti vengono trattate dal compositore con pari intensità e creatività.
La seconda parte si compone di polifonia “spuria”, brani che nascono dall’arrangiamento in forma polifonica di melodie nate come forme vocali/strumentali.
Inizieremo con un Ave Maria di grande intensità di Astor Piazzolla per seguire con una suite dalle musiche del film The Mission, composte da Ennio Morricone e terminare con due canzone di George Gershwin, Embraceable you e I got rhythm.

Programma

O. di Lasso
Madonna mia pietà
‘Sto core mio
Mon coeur se recommande a vous

L. Marenzio
Dissi a l’amata mia lucida stella
Ahi, dispietata morte
Madonna, sua mercé, pur una sera

A. Piazzolla: Ave Maria

E. Morricone: Suite dal film “The Mission”

G. Gershwin
Embraceable you
I got rhythm

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Il soprano napoletano Valentina Varriale fra i vincitori del XLV Concorso Internazionale per Cantanti “Toti Dal Monte” di Treviso

Valentina Varriale - Concorso Toti Dal MonteDopo la prova finale della XLV edizione del Concorso Internazionale per Cantanti “Toti Dal Monte”, tenutasi sabato 27 giugno al Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso, consistente nell’interpretazione dell’opera Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart, il soprano Valentina Varriale (al centro della foto), ha vinto ricoprendo il ruolo di Donna Anna.
Il prestigioso risultato, come ha tenuto a precisare la cantante, è in particolare frutto dello studio rigoroso portato avanti con il soprano di fama internazionale Maria Ercolano.

Gli altri vincitori sono stati Gioia Crepaldi per il ruolo di Donna Elvira, Lorenzo Grante per il ruolo di Leporello, Roberto Maietta per il ruolo di Masetto e Letitia Nicoleta Vitelaru per il ruolo di Zerlina, mentre la giuria ha ritenuto di non dover assegnare i premi relativi ai personaggi di Don Giovanni, del Commendatore e di Don Ottavio.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Pubblicato in Dal mondo della musica | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento