Sabato 28 aprile il duo Bernardi-Negri inaugura la settima edizione dei “Concerti in Floridiana”

Sabato 28 aprile, alle ore 11.30, nel Salone delle Feste del Museo Duca di Martina (v. Aniello Falcone, 171), inaugurazione della settima edizione dei “Concerti in Floridiana”, organizzati dall’Associazione Golfo Mistico, in collaborazione con il Polo Museale della Campania.
Ospite del primo concerto il duo formato da Liliana Bernardi (violino) e Massimiliano Negri (pianoforte), che eseguirà brani di Vitali, Mozart, Pugnani-Kreisler, Gluck-Kreisler, de Bériot.

Costo del biglietto: 12 Euro (comprensivo di ingresso al Museo)

Informazioni e prenotazioni
Associazione Musicale Golfo Mistico
tel.: 329 7777975
e-mail: golfo.mistico@libero.it

________________________________________________________

Sabato 28 aprile, ore 11.30 – Salone delle Feste del Museo Duca di Martina

Liliana Bernardi, violino
Massimiliano Negri, pianoforte

Programma

T. A. Vitali: Ciaccona

W. A. Mozart: Sonata per violino e pianoforte n. 21 in mi minore, K. 304

Pugnani-Kreisler: Preludio e allegro

Gluck-Kreisler: Melodia

C. de Bériot: Fantasia di Balletto, op. 100

Liliana Bernardi
Inizia lo studio del violino con M° A. Pelliccia.
Si diploma presso il Conservatorio Statale Santa Cecilia di Roma con il M° A. Redditi; ottiene con il massimo dei voti e borsa di studio il diploma di alto perfezionamento presso l’Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma con il M° B. Antonioni.
Frequenta la “Musik Hochschule” di Wurzburg in Germania con il M° Zhislin, l’Accademia di S. Cecilia di Roma con il M° Felix Ajo e l’Accademia “W. Stauffer” di Cremona con il M° Salvatore Accardo.
Partecipa a numerose Master Classes in Italia e all’estero tra cui quella con il M° Kolja Blaker a Firenze per gli “Amici della Musica”.
Consegue il diploma di Musica da Camera presso l’Accademia Nazionale di S. Cecilia con il M° Rocco Filippini e ottiene il diploma di merito e la borsa di studio in musica da camera presso l’Accademia Musicale Chigiana di Siena con i maestri Dario De Rosa e Renato Zanettovich con i quali ha conseguito il diploma presso la scuola internazionale di musica da camera del “Trio di Trieste” a Duino.
Si è laureata con il massimo dei voti e la lode in Discipline Musicali.
Premiata in concorsi e corsi nazionali ed Internazionali, nel 2003 le è stato conferito il riconoscimento Europeo di “Excelsius Musicae et Pacis Nuntius” presso Palazzo Venezia a Roma.
Fino al 2007, a seguito di idoneità alle audizioni e concorsi per orchestra, ha collaborato ed è stata invitata anche come spalla dei primi violini e concertino con importanti orchestre: Filarmonica della Scala di Milano, Teatro alla Scala, Teatro Regio di Parma, La Fenice di Venezia, camerata Pratese, Toscanini di Parma, OrT, New Jersey Philarmonic Orchestra, con le quali ha inciso diversi cd (Emi, Musicom).
Ha svolto con l’orchestra e svolge come solista intensa attività concertistica, suonando nelle più importanti sale da concerto e teatri d’Italia e del mondo: in America, Asia, Russia, Europa e in Medio Oriente (alla Scala di Milano, al San Carlo di Napoli, al Lingotto di Torino, al Musikverein di Vienna, al Bolshoi di Mosca, all’Opera City di Tokio, al Coliseum di Buenos Aires, alla Concert Hall di Shanghai, all’Opera di Parigi, al Teatro Argentina di Roma, Parco della musica, Auditorium di S. Cecilia, Petruzzelli di Bari, Fenice di Venezia,….).
Ha collaborato con grandi solisti tra cui: Rostropovich, Uto Ughi, Vengerov, Pollini, Mintz, Accardo, Mullova ecc. e ha suonato diretta dai maggiori direttori d’orchestra tra i quali: Riccardo Muti, Sinopoli, Sawallisch, Gerghiev, Nagano, Chung, De Burgos, L. Maazel, Z. Mheta, L. Berio, G. Prêtre, M. de Bernard, S. Argiris, U.B. Michelangeli, Abbado, Temirkanov.
E’ stata invitata a suonare dai Cameristi della Scala di Milano, dal maestro S. Accardo con l’ Orchestra da Camera Italiana e dai cameristi di Santa Cecilia con Uto Ughi.
Interessata alla musica contemporanea, esegue ed ha eseguito prime esecuzioni e ha ricevuto dediche e composizioni da vari maestri: A. Halapsis, C. Piccolo, U. Chialastri, L. Bellini, A. Annunziata, M. Pagotto.
Ha formato con il pianista Giuliano Mazzocante il “Duo Kairòs” con il quale ha ottenuto numerosi riconoscimenti di pubblico e di critica, il diploma di merito alla Scuola Superiore Internazionale di Musica da Camera del “Trio di Trieste” e premi in concorsi internazionali.
L’interesse di Liliana Bernardi verso connubi timbrici meno tradizionali ha dato vita a formazioni meno consuete, con arpa, con chitarra e con contrabbasso, incentivando la ricerca di repertorio originale e suscitando vivo interesse da parte dei compositori contemporanei.
E’ stato pubblicato nel 2013 il CD per violino e chitarra, dal titolo “Quattro contro Sei” e nel 2014 il CD “Viaggio Italiano per violino ed arpa” entrambi editi da Alfa Music Classic e distribuiti da Egea.
È direttore artistico dell’Associazione Liberarmonia, del concorso internazionale di musica “Città di Viterbo”, giunto alla tredicesima edizione e dell’Accademia Musicale “G. Battista Viotti” di Grosseto.
E’ vice presidente dell’Agi.Mus.di Roma (Castelli Romani).
È invitata in commissione di vari concorsi Nazionali di Musica e come docente in diversi Master Classes di varie istituzioni e Accademie italiane ed estere.
Ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento del metodo Suzuki.
Da sempre interessata alle attività motorie e ispirata dai recenti orientamenti didattici, basati sull’approccio neuro-motorio globale, applica le sue competenze di istruttrice di ginnastica posturale nell’insegnamento strumentale.
Attualmente è docente di ruolo di violino presso il Conservatorio Statale di musica “F. Morlacchi “ di Perugia.

Massimiliano Negri
Negli anni accademici partecipa a festival e si classifica finalista in vari concorsi pianistici nazionali ed internazionali.
Diplomato in pianoforte con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “Ottorino Respighi” di Latina sotto la guida del Maestro Donella D’Alessio, termina successivamente il diploma di laurea di secondo livello ad indirizzo interpretativo, laureandosi con 110 e lode presso il conservatorio Santa Cecilia di Roma con una tesi su Robert Schumann.
Nello stesso conservatorio frequenta la master class pianistica di Aldo Ciccolini.
Dal 2001 dedicandosi allo studio più severo, frequenta i corsi di alto perfezionamento e master class (in pianoforte e musica da camera) diretti da Lya De Barberiis presso il Marymount di Roma, l’A.GI.MUS di Foligno e il conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia.
Si esibisce, come solista ed in formazioni cameristiche, in Italia e all’estero; a Roma nella Sala Borromini, il Palazzo Barberini, la Sala Accademica del Conservatorio di Santa Cecilia, il Teatro Ghione, la Sala Casella dell’Accademia Filarmonica Romana, la Sala Gianfranco Imperatorio a Piazza Venezia.
Altri concerti in Sicilia, Umbria, Toscana, Marche, Friuli -Venezia Giulia; all’estero in Repubblica Ceca a Nelahozeves nell’ambito della quarantottesima e quarantanovesima edizione del Festival musicale dedicato a Dvořák, in Portogallo a Lisbona con il Duo pianistico “Goffredo Petrassi” presso il Palazzo Foz e l’auditorium dell’Istituto superiore di economia e management registrando per la prima emittente radiofonica classica portoghese Antenna2.
E’ il pianista del nuovo Trio Italiano “Lya De Barberiis” inaugurato a Villa d’Este a Tivoli nell’aprile del 2015 insieme a Liliana Bernardi e Oscar Zuddas.
E’ il direttore artistico del Circolo Culturale “Lya De Barberiis” e insieme ad Antonella Ceravolo della sezione Castelli Romani dell’A.Gi.Mus; ha pubblicato il volume “Lya De Barberiis una vita di musica nel Novecento italiano”.
Laureato in management dell’impresa della cultura e dello spettacolo è Socio fondatore della LDB Art Italia Srl, impresa che opera nel settore della promozione, organizzazione e produzione di eventi artistici e culturali.

Annunci
Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Sabato 28 aprile concerto inaugurale della rassegna “Suoni in Basilica” nell’ambito dell’Edizione 2018 di Convivio Armonico di Area Arte Associazione

Area Arte Associazione Mediterranea Culturale – Centro di ricerca sul ‘700 Napoletano e l’Ensemble le Musiche da Camera propongono, con il patrocinio della Regione Campania, Suoni in Basilica – I Concerti della Sacrestia Papale, prima parte della XVII Edizione della rassegna Convivio Armonico 2018 “….la sorgente della musica, il trionfo dei napoletani”

Il concerto inaugurale si terrà sabato 28 aprile, alle ore 19.00, presso la Basilica Reale Pontificia di San Francesco di Paola (Piazza del Plebiscito, Napoli) nell’ambito del progetto Gli Anniversari della Musica, “Emanuele Barbella 300 anni dalla nascita”

In programma Duetti a due violini di Emanuele Barbella eseguiti da Egidio Mastrominico e Giovanni Rota (violini barocchi), elementi de Le Musiche da Camera Ensemble

Ingresso libero

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 2 maggio si apre la seconda edizione della “Stagione del Barocco” con “358 candeline per Alessandro Scarlatti”

Ensemble Abchordis

Conclusa la stagione concertistica 2017/2018, la Associazione Alessandro Scarlatti prosegue le sue attività nel periodo maggio – giugno con la seconda edizione della rassegna La stagione del barocco, realizzata grazie a prestigiose collaborazioni con l’Università Federico II, il Conservatorio di San Pietro a Majella e Scabec.
La rassegna persegue da un lato la volontà di dare spazio al repertorio connesso con l’epoca cui appartiene il compositore eponimo dell’Associazione, dall’altro la valorizzazione di alcuni luoghi del centro storico di Napoli, in un periodo, come quello di maggio/giugno, in cui è particolarmente consistente l’afflusso turistico.
I luoghi scelti per l’anno 2018 sono infatti due gioielli architettonici seicenteschi e scrigni di opere d’arte come la Chiesa dei SS. Marcellino e Festo e il Museo Diocesano di Donnaregina Nuova.

La rassegna si inaugura nella Chiesa di San Marcellino e Festo alle ore 19.30 di mercoledì 2 maggio, giorno del 358 ° compleanno di Alessandro Scarlatti, alla cui figura è dedicato, dal 2010, un appuntamento specifico per celebrarne l’anniversario dalla nascita; per questa festosa circostanza è stato scelto il giovane ma ormai affermato Ensemble Abchordis, gruppo italo-svizzero diretto da Andrea Buccarella che dedica buona parte della sua attività al repertorio barocco napoletano e che ha recentemente pubblicato 2 CD per la prestigiosa etichetta Sony.
Il concerto, intitolato In nomine patris, presenta composizioni vocali sacre e strumentali di Alessandro e Domenico Scarlatti, tratte dalla copiosissima produzione di entrambi.
Alessandro Scarlatti ha trapiantato a Napoli i modelli dell’oratorio sacro di provenienza romana, mescolandoli con la ricca tradizione napoletana che affondava le sue radici nella tradizione compositiva che fa capo a Francesco Provenzale e ai suoi allievi; il figlio ha ripreso questi modelli, e li ha elaborati alla luce di una personalità originalissima, distaccandosi progressivamente dai modelli paterni, per approdare al culmine della sua carriera a uno stile, applicato alle forme della sonata solistica per strumento a tastiera, che anticipa i modelli del classicismo.

Il secondo concerto, martedì 15 maggio, sempre nella Chiesa di San Marcellino e Festo, alle ore 19.30, è dedicato a uno dei giganti del barocco, Johann Sebastian Bach, da parte di due interpreti straordinari come la flautista Laura Pontecorvo e Rinaldo Alessandrini nella veste di clavicembalista.
Il terzo appuntamento si sposta nel Museo Diocesano, mercoledì 30 maggio, alle ore 19.30, ed è un omaggio a una delle composizioni più famose del Settecento strumentale : Le Quattro stagioni di Antonio Vivaldi, eseguite da un solista di fama e specialista virtuoso del violino barocco come Federico Guglielmo, accompagnato dal Concerto de’ Cavalieri , ensemble strumentale tra i più acclamati nel mondo della musica antica, diretto da Marcello Di Lisa; il concerto verrà replicato a Salerno in collaborazione con il Teatro Giuseppe Verdi.
L’ultimo appuntamento vedrà protagonista lo ScarlattiLab barocco diretto da Antonio Florio, mercoledì 6 giugno nella Chiesa di San Marcellino e Festo, alle ore 19.30; il nuovo laboratorio, aperto ai cantanti e agli strumentisti del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Napoli, è dedicato a cantate di Luigi Rossi, compositore appartenente quella lunga schiera di musicisti pugliesi che nel Seicento studiarono a Napoli presso le istituzioni musicali cittadine e , da lì, conseguirono poi i più grandi successi a livello europeo.
Le cantate di Rossi sono territorio di ardite sperimentazioni formali, e rappresentano un vero e proprio laboratorio di espedienti musicali atti a ricostruire, attraverso lo stretto rapporto tra testo e musica, una vera e propria drammaturgia in miniatura, e, per questo motivo, sono ottimo territorio di lavoro e di studio per giovani musicisti che si avvicinano alla retorica e allo stile della musica vocale barocca.

Nei mesi di giugno e luglio, le attività della Associazione Alessandro Scarlatti proseguono con il ciclo di quattro concerti Miti di Musica, in collaborazione e negli spazi del Museo Archeologico di Napoli e il consueto ciclo Organi Storici della Campania, giunto alla diciannovesima edizione.

Biglietti unico 8 Euro, in vendita un’ora prima del concerto.

Per informazioni:
www.associazionescarlatti.it
info@associazionescarlatti.it
Infoline: 081 406011

________________________________________________________

Mercoledì 2 maggio 2018 – Chiesa dei SS. Marcellino e Festo – ore 19.30

In nomine patris – Concerto celebrativo di Alessandro Scarlatti nel 358° anniversario della nascita

Abchordis Ensemble

Marie Lys, soprano
Maria Chiara Gallo, mezzosoprano
Luca Cervoni, tenore
Andrea Buccarella, cembalo e direzione

Lathika Vithanage, Katia Viel, Raffaele Tiseo, Marco Piantoni, Gemma Longoni, Domenico Scicchitano, violini
Rosario Di Meglio, viola
Nicola Paoli , violoncello
Matteo Coticoni, contrabbasso
Tommaso Rossi, flauto
Fabio D’Onofrio, oboe
Giovanni Battista Graziadio, fagotto
Daniel Perer, organo

Programma

Alessandro Scarlatti ( 1660 – 1725): Antifona Cantantibus organis per soprano, oboe, archi e continuo, dal “Vespero di Santa Cecilia”

Domenico Scarlatti (1685 –1757):  Salve Regina per mezzosoprano, archi e continuo

Alessandro Scarlatti: Sonata Settima per flauto, violini e continuo, dai “24 Concerti di flauto, violini, violetta e basso di diversi autori”
“Figli, cessin le gare”, per tenore, violini, violoncello obbligato e continuo, dall’oratorio “Caino ovvero il primo omicidio”
Sinfonia Quarta per flauto, oboe, archi e continuo, dalle “12 Sinfonie di Concerto Grosso”
Diligam te Domine, per soprano, contralto, tenore, violini e continuo, dai “Concerti sacri op.2”

Abchordis Ensemble
Marie Lys, soprano
Maria Chiara Gallo, mezzosoprano
Luca Cervoni, tenore
Andrea Buccarella, cembalo e direzione

Lathika Vithanage, Katia Viel, Raffaele Tiseo, Marco Piantoni, Gemma Longoni, Domenico Scicchitano violini
Rosario Di Meglio, viola
Nicola Paoli , violoncello
Matteo Coticoni, contrabbasso
Tommaso Rossi, flauto
Fabio D’Onofrio, oboe
Giovanni Battista Graziadio, fagotto
Daniel Perer, organo

Abchordis Ensemble
È nato nel 2011 dal desiderio di riportare alla luce capolavori del barocco italiano, inediti ed ineseguiti in tempi moderni.
Con questo scopo l’ensemble ha intrapreso un’attenta e scrupolosa attività di ricerca musicale, dedicandosi prevalentemente alla musica sacra italiana del XVII e XVIII secolo.
Abchordis Ensemble si è esibito presso Festival e Rassegne di rilievo, tra cui: Festival d’Ambronay (Francia), Internationale Händel-Festspiele (Göttingen, Germania), Festival classique des Haudères (Svizzera), Mars en Baroque (Marseille, Francia), Les Riches Heures de Valère (Sion, Svizzera), Valletta International Baroque Festival (Malta), Pavia Barocca, Urbino Musica Antica, Festival Anima Mea (Puglia), Festival Alessandro Stradella (Nepi).
Nel 2012, con il suo primo progetto Virgo Singularis, l’ensemble ha ottenuto due residenze artistiche presso il Centro Culturale di Ambronay (Francia) e il Collegio Ghislieri di Pavia.
Entrambe le residenze sono state rinnovate nel 2015 nel contesto del programma europeo dei giovani ensemble emergenti EEEmerging.
Nel 2013 l’ensemble è stato invitato a partecipare al REMA Showcase (Réseau Européen de Musique Ancienne) di Marsiglia, dove ha ottenuto il premio del pubblico, e nel 2015 ha vinto l’Händel International Competition di Göttingen.
Nel 2016 Abchordis Ensemble ha inciso il suo primo disco Stabat Mater, interamente dedicato alla musica sacra del barocco napoletano, con opere inedite di Gennaro Manna, Aniello Santangelo e Giacomo Sellitto in prima incisione mondiale.
Il disco è stato pubblicato da SONY Deutsche Harmonia Mundi ed è stato acclamato dalla critica internazionale.

Andrea Buccarella
È nato a Roma nel 1987.
Inizia gli studi come Puer Cantor nel prestigioso Coro della Cappella Pontificia Sistina.
Dopo aver ottenuto il Diploma in organo e composizione presso il Conservatorio di Santa Cecilia, ha completato gli studi di clavicembalo e tastiere antiche sotto la guida di Enrico Baiano.
Ha quindi intrapreso una intensa carriera concertistica sia come solista che in orchestra e musica da camera, partecipando ad importanti festival in Europa, Giappone e Stati Uniti.
Nel 2011 diviene Direttore dell’Ensemble Abchordis, con il quale intraprende una intensa attività di ricerca, tesa alla scoperta di capolavori musicali del passato, inediti ed ineseguiti in tempi moderni, con particolare attenzione al repertorio Sacro del ‘700 Italiano.
Attualmente sta completando un Master in clavicembalo presso la Schola Cantorum Basiliensis sotto la guida di Andrea Marcon

Pubblicato in Dal mondo della musica | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sabato 28 aprile a Roma la XIX Rassegna “Primavera in Coro” ospita il Coro Polifonico Vox Artis e il Quartetto d’archi San Giovanni di Napoli, diretti da Keith Goodman

Sabato 28 aprile, alle ore 19.30, nella Basilica dei Santi Bonifacio e Alessio (piazza di S. Alessio, 23 – Roma) la prima serata della XIX rassegna Primavera in Coro, organizzata dal Coro Laeti Cantores di Roma, diretto da Angelo Gubbini ospiterà l’Ensemble vocale femminile Kastalia di Arezzo (direttore Eugenio Dalla Noce) e il Coro Polifonico Vox Artis di Napoli, accompagnato dal Quartetto d’archi San Giovanni di Napoli, diretti da Keith Goodman.

Ingresso libero

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Dal 27 aprile all’11 maggio tre appuntamenti alla Domus Ars con la canzone classica napoletana.

Peppe Napolitano

Partirà venerdì 27 aprile, alle ore 20.30, presso il Centro di cultura “Domus Ars” (Via S. Chiara 10/C, Napoli) la rassegna “La canzone di Napoli”, viaggio attraverso la musica e la canzone partenopea guidato da Peppe Napolitano ed i Nuovi Cantori di Napoli.

Peppe Napolitano – accompagnato da Michele De Martino al mandolino e Paolo Propoli alla chitarra – si esibirà in un repertorio che spazia dalle villanelle del ’500 alla canzone digiacomiana e postdigiacomiana, ricostruendo il percorso della tradizione canora partenopea nella sua forma più rigorosa.

La manifestazione – organizzata dalle Associazioni “Il canto di Virgilio” e “Teatro stabile della canzone napoletana” – proseguirà per altri 2 venerdì: 4 maggio e 11 maggio.

Peppe Napolitano è da oltre trent’anni ambasciatore della tradizione musicale partenopea nel mondo.
Dal “Festival des Allumées” di Nantes all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi, dall’Ambasciata d’Italia e al Bastion 23 di Algeri al Gran Galà 2001 Calendar Pirelli, dal British Museum di Londra, al Maxim Gorki Theater di Berlino, alla Casa della Letteratura di Monaco di Baviera: sono solo alcune delle tappe della trentennale carriera musicale di Napolitano, che con passione e rispetto porta avanti la grande tradizione della canzone napoletana d’arte.

Per informazioni e prenotazioni:
tel. 081 3425603 – 3388615640
infoeventi@domusars.it
www.peppenapolitano.com

Costo del biglietto: 10 euro

Pubblicato in Dal mondo della musica | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

La seconda edizione del Premio San Teodoro mette d’accordo pubblico e giuria

da sinistra: Antonio Gomena, Francesca Bandiera e Benedetta Conte (foto Max Cerrito)

Si è svolta a Napoli, promossa da Luigi Porcelli, Giovanni Lombardi e Maria Sbeglia (quest’ultima anche nel ruolo di direttrice artistica), la seconda edizione del Premio Palazzo San Teodoro, rivolto ai pianisti di età non superiore ai trent’anni.
A giungere in finale sono stati Sara Amoresano, Francesca Bandiera, Benedetta Conte, Giuseppe Marco Daniele, Melania Foglia e Antonio Gomena, selezionati da un giuria formata da Umberto Zamuner (presidente), Floriana Alberico, Stefania Bertucci, Davide Costagliola e Vincenzo Maltempo.
Al termine di un confronto abbastanza pacato, in virtù del regolamento secondo il quale il vincitore avrebbe dovuto raggiungere almeno una votazione di 95/100, la giuria non ha assegnato il primo premio.
Sono quindi giunti secondi, ex-aequo, Antonio Gomena, interprete della Toccata in do maggiore, op. 7 di Schumann e di due Études-tableaux di Rachmaninov, e Francesca Bandiera, che ha eseguito la Sonata in la maggiore K. 208 di Domenico Scarlatti ed i “Pezzi fantastici” di Schumann.
Si è però deciso, con molta avvedutezza, che il premio spettante al secondo classificato non fosse suddiviso, ma raddoppiato, per cui ad entrambi i pianisti sono andati una Borsa di studio di 400 Euro ed un concerto, con rimborso spese di 200 Euro, da tenersi nell’ambito di una delle stagioni organizzate dalla Fondazione Franco Michele Napolitano nel 2019.
Inoltre, tutti e due salteranno la prova preliminare dell’International Piano Competition, concorso organizzato dall’Accademia Musicale Europea, che si svolgerà a Napoli il prossimo dicembre.
Il terzo premio, consistente in una Borsa di studio di 200 Euro e un concerto, offerto dall’Associazione Mousikè, con rimborso spese di 100 Euro, è stato aggiudicato a Benedetta Conte, che ha proposto le Tre romanze, op. 28 di Schumann.
Il regolamento prevedeva altri due premi dell’importo di 100 Euro, quello della critica e quello del pubblico.
Il primo, conferito da una giuria di giornalisti del settore, presieduta da Stefano Valanzuolo, è stato vinto da Benedetta Conte, mentre il secondo ha visto prevalere Francesca Bandiera.
Nel complesso la serata ha confermato la tendenza positiva della prima edizione, portando alla ribalta interpreti giovani e bravi, che si avviano a grandi passi verso la maturazione, ai quali auguriamo una carriera ricca di soddisfazioni.

Pubblicato in Dal mondo della musica | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Concerti a Napoli dal 23 al 29 aprile 2018

Gioachino Rossini (1792-1868)

Questi gli appuntamenti previsti dal 23 al 29 aprile 2018:

Lunedì 23 aprile, alle ore 18.00, nella Sala del Toro Farnese del Museo Archeologico Nazionale, per la seconda edizione del Festival Barocco Napoletano, concerto dell’Ensemble barocco Accademia Reale, formato da Sabrina Santoro (soprano), Marina Esposito (mezzosoprano), Giovanni Borrelli (violino barocco di concerto), Isabella Parmiciano (violino barocco), Carmine Matino (viola barocca), Francesco Scalzo (violoncello barocco), Michele Del Canto (contrabbasso) e Tina Soldi (spinetta)

Programma

G. F. Haendel
Ouverture
“Va Tacito e nascosto”, aria di Cesare
(da “Giulio Cesare in Egitto” HWV 17)

L. Leo: “Ombra cara”, aria di Emilia (da “Catone in Utica”)

G. F. Haendel
Sinfonia III atto
“Caro/Cara tu mi accendi il core”, duetto di Clotilde e Adolfo
(da “Faramondo” HWV 39)

R. Broschi: “Ombra fedele anch’io”, aria di Dario (da “Idaspe”)

N. Porpora: “Che quel cor”, aria di Tamiri (dalla “Semiramide riconosciuta”

G. F. Haendel
Sinfonia atto I
“Lascia ch’io pianga”, aria di Almirena
“Furie terribili! Circondatemi”, aria di Armida
“Scherzano sul tuo volto, duetto di Almirena e Rinaldo
(da “Rinaldo” HWV 7)

Ingresso libero
________________________________________________________

Lunedì 23 aprile, alle ore 18.00, presso la Sala Chopin (piazza Carità, 6), l’Associazione Napolinova propone “Omaggio al Clarinetto” con i partecipanti al Master del Maestro Giampietro Giumento, accompagnati al pianoforte da Gaetano Santucci

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
________________________________________________________

Martedì 24 aprile, alle ore 18.00, nella Sala Scarlatti del Conservatorio, “Bach 333”, conversazione musicale e concerto dell’orchestra da Camera dei Conservatori di Napoli e Avellino, diretta da Giuseppe Camerlingo e formata da Giuseppe Guida, Marco Nocera e Michele Roggia (violini), Nicola Giordano, Nikolas Altieri e Giulia Romano (viole), Francesca Montella, Gabriele Melone e Teresa Vallese (violoncelli), Vicente Bono Plancha (contrabbasso) ed Elisabetta Furio (basso continuo)

Programma

J. S. Bach: Concerto brandeburghese n.3 in sol maggiore BWV 1048

Ingresso libero
________________________________________________________

Mercoledì 25 aprile, alle ore 13.30, presso Palazzo Zevallos Stigliano (v. Toledo, 185), per la rassegna “E’ aperto a tutti quanti”, concerto con la partecipazione dei cantanti Rossella Parisi, Alice Agostino, Alessandro Di Domenico, accompagnati al pianoforte da Antonio Morriello

In programma musiche di Verdi, Donizetti, Mozart, Arditi Lehár

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
________________________________________________________

Mercoledì 25 aprile, alle ore 20.30, nella Chiesa Evangelica Luterana (v. Carlo Poerio, 5), la rassegna “Concerti di Primavera” propone il recital del pianista Antonio Riccio

Programma

S. Prokofiev: Sonata n. 3 in la minore, op. 28

F. Liszt: Legend de St. François de Paule marchant sur les flots

F. Chopin: Scherzo n. 3 in do diesis minore, op. 39

C. Debussy: L’isle joyeuse

A. Skrjabin: Étude op. 42 in do diesis minore n. 5

Ingresso libero
________________________________________________________

Giovedì 26 aprile, alle ore 17.30, al Teatro Diana (v. Luca Giordano, 64), per la rassegna “Diciassette e Trenta Classica”, concerto del duo formato da Erica Piccotti (violoncello) e Roberto Arosio (pianoforte)

In programma musiche di Brahms e Debussy

Costo del biglietto
Intero: 12 Euro
Ridotto (abbonati Teatro Diana e Cineforum Plaza e Arcobaleno): 10 Euro

________________________________________________________

Sabato 28 aprile, alle ore 11.30, nel Salone delle Feste del Museo Duca di Martina (v. Aniello Falcone, 171), inaugurazione della settima edizione dei “Concerti in Floridiana”, organizzati dall’Associazione Golfo Mistico, con il duo formato da Liliana Bernardi (violino) e Massimiliano Negri (pianoforte)

Programma

T. A. Vitali: Ciaccona

W. A. Mozart: Sonata per violino e pianoforte n. 21 in mi minore, K 304

Pugnani-Kreisler: Preludio e allegro

Gluck-Kreisler: Melodia

C. de Bériot: Fantasia da Balletto

Costo del biglietto: 12 Euro (comprensivo di ingresso al Museo)
________________________________________________________

Sabato 28 aprile, alle ore 13.00, presso Palazzo Zevallos Stigliano (v. Toledo, 185), per la rassegna “E’ aperto a tutti quanti”, concerto dei pianisti Quirino Farabella e Alessandro Amendola

Programma

I parte – Quirino Farabella

S. Rachmaninov: Momenti Musicali n. 1 e n. 4 (da Sei Momenti musicali, op. 16)

I. Stravinskij: Tre movimenti da Petrushka

II parte – Alessandro Amendola

F. Liszt
Studio n. 3 in fa maggiore “Paysage”
Studio n. 11 in re bemolle maggiore “Harmonies du soir”
(dai “Dodici Studi di esecuzione trascendentale”)

S. Prokofiev: Sonata n. 2 in re minore, op. 14

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
________________________________________________________

Sabato 28 aprile, alle ore 19.00, presso la Basilica Reale Pontificia di San Francesco di Paola (piazza Plebiscito), concerto inaugurale della rassegna “Suoni in Basilica”, organizzata da Area Arte Associazione, con la partecipazione del duo formato dai violinisti Giovanni Rota ed Egidio Mastrominico

In programma musiche di Barbella

Ingresso libero
________________________________________________________

Sabato 28 aprile, ore 20.30 (Turno S / Turno M Concerti), con replica domenica 29 aprile, alle ore 18.00 (Turno P), al Teatro di San Carlo, per la stagione sinfonica 2017-2018, concerto dell’Orchestra del Teatro di San Carlo, diretta da Henrik Nánási, con la partecipazione del violinista Sergej Krylov

Programma

P. I. Ciaikovskij: Concerto in re maggiore op 35 per violino e orchestra

H. Berlioz: Symphonie Fantastique, op. 14

Costo del biglietto

Intero
Palco Reale: 210 Euro
Poltronissima Oro: 75 Euro
Altri posti: da 65 a 30 Euro

CRAL ed Enti convenzionati, Gruppi dalle 10 alle 20 persone
Palco Reale: 189 Euro
Poltronissima Oro: 68 Euro
Altri posti: da 59 a 27 Euro

Gruppi oltre 20 persone
Palco Reale: 179 Euro
Poltronissima Oro: 64 Euro
Altri posti: da 53 a 26 Euro

Posto di solo ascolto: 20 Euro
________________________________________________________

Pubblicato in Classica a Napoli | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento