Giovedì 30 aprile al Conservatorio di San Pietro a Majella maratona musicale per la giornata mondiale del jazz

logo conservatorio napoliGiovedì prossimo 30 aprile, con una maratona musicale tutta dedicata al repertorio jazz, il Conservatorio di Napoli aderisce alla Giornata Mondiale del Jazz proclamata dall’Unesco.
A partire dalle ore 16, nella sala Martucci del San Pietro a Majella, si esibiranno i docenti e le classi di Jazz del Conservatorio di Napoli in una maratona di musica che vedrà protagonisti i jazzisti Corrado Cirilli, Pietro Condorelli, Mario Nappi, Luciano Nini, Andrea Pace, Giupi Paone, Tonino Romano e Marco Sannini.
Alle ore 18, la maratona ospiterà la U.S. Naval Forces Europe / Allied Forces Jazz Combo, ormai una presenza tradizionale al San Pietro a Majella, diretta dal Lieutenant Commander David J. Latour, che condurrà l’ensemble composto da sette professionisti: Marc Heskett (sax), Erin Strickland (vocals), Francesco Desiato (flute), Dilan Shotwell (guitar), Joel Packer (bass), Samuel Stewart (drums), Nathan Ward (sound).

In programma, tra l’altro, musiche di Richard Rogers, Chris Potter, Antonio Carlos Jobim, George Gershwin, Pat Metheny, Charlie Parker e William C. Handy.

Ingresso libero

Prof. Giulia Veneziano
Responsabile dell’Ufficio Stampa
Conservatorio di Musica San Pietro a Majella
giuliaveneziano@gmail.com

______________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 29 aprile concerto del Coro Mysterium Vocis al Centro Culturale Domus Ars nell’ambito del Vox Animae Festival

Logo Vox Animae FestivalMercoledì 29 aprile 2015, alle ore 21.00, presso il Centro Culturale Domus Ars (via S. Chiara, 10 C – Napoli), nell’ambito del Vox Animae Festival, concerto del Coro Mysterium Vocis, diretto da Rosario Totaro, con la partecipazione dell’organista Vincenzo Porzio, dal titolo “Spettacolo fiero, misterio pietoso – Musiche per la Settimana Santa nella Napoli barocca”, nel terzo centenario della nascita del compositore Pasquale Cafaro (1715 – 1787).

Il concerto sarà dedicato alla figura del compositore di scuola napoletana Pasquale Cafaro, del quale ricorre quest’anno il terzo centenario della nascita, avvenuta secondo i più recenti studi l’8 febbraio 1715 nella città salentina di Galatina (LE), allora denominata S. Pietro in Galatina.
L’illustre compositore studiò presso il Conservatorio della Pietà de’ Turchini (situato nell’attuale Via Medina) sotto la guida di Leonardo Leo, nonché di Nicola e Lorenzo Fago, ricevendo dal 1744 continui incarichi come Maestro presso quel Conservatorio.
Nel 1771 fu nominato primo maestro della Cappella Reale, unitamente agli incarichi di maestro di canto e di cembalo della regina Maria Carolina, ma l’incarico più prestigioso ricevuto fu probabilmente quello, a seguito delle preziose consulenze fornite sulla riorganizzazione dell’orchestra, di soprintendente del Teatro San Carlo.
Per i suoi numerosi impegni e per i continui spostamenti presso i siti reali di Portici, Caserta e Persano, fu costretto a demandare, a sue spese, l’incarico di insegnamento presso il Conservatorio della Pietà de’ Turchini al prestigioso allievo Giacomo Tritto, che lo sostituirà definitivamente nel 1785.
Pasquale Cafaro, ricordato anche dal piccolo Mozart nella sua lettera in cui descrive la sua esibizione presso la corte borbonica alla presenza anche di Jommelli e Di Majo, morì a Napoli nell’ottobre del 1787 ed è sepolto nella Cappella di S. Cecilia della Chiesa napoletana di S. Maria di Montesanto, accanto ad Alessandro Scarlatti.

Il coro Mysterium Vocis, in omaggio a Pasquale Cafaro eseguirà i Responsori per il Venerdì Santo (Nove responsori suddivisi in tre Notturni per coro e basso continuo) e il Miserere del compositore salentino; completeranno il programma il mottetto quaresimale di Alessandro Scarlatti Exsurge Domine, un breve e riflessivo Sepulto Domino del compositore sannita di età barocca Nicola Sala e un toccante Salve Regina del compositore portoghese Diogo Dias Melgás (1638 – 1700).
L’Associazione Musicale Mysterium Vocis, che dalla sua fondazione promuove la riscoperta e la valorizzazione della musica sacra napoletana del ‘600–’700, ha curato la trascrizione e le revisione delle partiture di Cafaro e Sala in programma.

Costo del biglietto: 10 Euro

Info:
info@mysteriumvocis.it
329 0750861
https://www.facebook.com/mysterium.vocis

_________________________________________________________
Mercoledì 29 aprile, ore 21.00 – Centro Culturale Domus Ars (via Santa Chiara, 10 C – Napoli)

“Spettacolo fiero, misterio pietoso – Musiche per la Settimana Santa nella Napoli barocca”
Coro Mysterium Vocis
direttore: Rosario Totaro
organista: Vincenzo Porzio

Programma

Alessandro Scarlatti (1660 – 1725): Exsurge Domine

Pasquale Cafaro (1715 – 1787): Responsori per il Venerdì Santo

Diogo Dias Melgás (1638 – 1700): Salve Regina

Nicola Sala (1713 – 1801): Sepulto Domino

Pasquale Cafaro: Miserere
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Venerdì 1 maggio al Museum Shop “Convivio Armonico” di Area Arte propone “Concerti e arie alla Napolitana” con l’Ensemble “Le Musiche da Camera”

Locandina Convivio Armonico 1 maggioVenerdì 1 maggio, alle ore 19.00, presso Museum il prestigioso bookshop, sito in largo Corpo di Napoli, 3 – Piazzetta Nilo, Area Arte Associazione propone il secondo appuntamento con la rassegna Musica Antica nel Corpo di Napoli, nell’ambito della XIV edizione di “Convivio Armonico”, inserita nel Maggio dei Monumenti.
Ospite della serata, dal titolo “Concerti e Arie alla Napolitana”, l’’Ensemble Barocco “Le Musiche da Camera”, formato da Rosa Montano (mezzosoprano), Renata Cataldi (traversiere), Egidio Mastrominico (violino di concerto), Federico Valerio (violino), Leonardo Massa (violoncello), Debora Capitanio (clavicembalo), alla riscoperta del più raffinato repertorio napoletano del Settecento e dell’elegante e ricercata arte dei maestri del secolo d’oro della musica a Napoli, epoca fondamentale per l’ Opera Buffa che, con i suoi temi centrali, si ritrova anche nei brani strumentali.
Ai Concerti per traversiere ed archi di Caputi (in prima esecuzione moderna) e di Sellitto di fresca e limpida ispirazione melodica di stampo marcatamente partenopeo, solista il traversiere di Renata Cataldi, si alterneranno le arie in “lengua Napolitana” di Latilla, Cimarosa e Piccinni affidate al mezzosoprano Rosa Montano, intervallati da un Trio di Barbella tratto dalla raccolta dedicata all’ambasciatore inglese Lord Hamilton.

Ingresso con contributo di partecipazione e degustazione: Euro 5

Prossimo appuntamento
venerdì 8 maggio, ore 19.00
Trio Max Reger
Rocco Roggia, Violino – Andrea De Martino, Viola – Raffaele Rigliari, Violoncello
Musiche di Haydn, Mozart, Beethoven

Per info:

AREA ARTE
Associazione Culturale Mediterranea
Centro di ricerca sul ‘700 Napoletano
Ensemble Le Musiche da Camera
Via B. Croce, 23
Napoli
347 2430342
Email: areaarte@lemusichedacamera.it
www.lemusichedacamera.it

Museum
www.museum-shop.it
Tel: +39 389.1194169

_________________________________________________________

Venerdì 1 maggio. ore 19.00 – Museum Shop
Convivio Armonico 2015 XIV Edizione – I Parte
“Musica Al Museum”

Le Musiche da Camera – Ensemble Barocco di Napoli con Strumenti d’epoca
Rosa Montano, mezzosoprano
Egidio Mastrominico, violino di Concerto
Federico Valerio, violino II concertino
Leonardo Massa, violoncello
Debora Capitanio, clavicembalo
Renata Cataldi, traversiere

Programma

Antonio Caputi: “Concerto a flauto traverso, violini e basso” in re maggiore §

Gaetano Latilla (1711 – 1788 ): T’aggio voluto bene, aria a voce sola con strumenti *

Emanuele Barbella: Trio VI, dagli Hamilton Trio’s a due violini e basso

Giuseppe Sellitto: “Concerto a quattro, flauto traverso, violino primo, violino secondo et basso” in sol maggiore §

Niccolò Piccinni (1728 – 1800): “La posta a lo froncillo”, aria a voce sola con strumenti *

Domenico Cimarosa (1749–1801): “Si la cantante me mett’a fare”, aria di Stella da l’Armida Immaginaria

§ Trascrizioni moderne a cura di Renata Cataldi
* Trascrizioni moderne a cura di Egidio Mastrominico

“Le Musiche da Camera”
Ensemble Le Musiche da Camera 2È una delle formazioni più longeve di musica antica a Napoli.
Fondato nel 1992 da Egidio Mastrominico, l’ensemble, di formazione variabile, ha indirizzato sin dall’inizio la propria attività alla riscoperta di brani inediti o poco conosciuti di compositori napoletani dei secoli XVII e XVIII, presentandone numerose opere in prima esecuzione moderna attraverso il recupero della prassi esecutiva d’epoca.
E’ invitato a partecipare a festival, rassegne e stagioni promosse da enti e associazioni di rilevanza nazionale. Dal 2001 assieme all’Associazione Area Arte, che ne cura l’attività, l’ensemble ha dato vita alla rassegna “Convivio Armonico” presso il Teatro Sancarluccio di Napoli.
In quest’ambito è stato avviato il progetto “L’Intermezzo Ritrovato”, con il mezzosoprano Rosa Montano, che ha visto gli allestimenti, in prima esecuzione moderna, di intermezzi di Sarro, Feo, Vinci, Giordano e inoltre di Scarlatti e Pergolesi.
“Le Musiche da Camera” ha registrato gli Hamilton-Trios di Emanuele Barbella (Tactus), gli intermezzi Eurilla e Beltramme di Sarro (Bongiovanni) e “Si Suona a Napoli – Concerti Napoletani per Traversiere” con Renata Cataldi solista (Dynamic).

Rosa Montano
mezzosoprano, diplomata giovanissima in pianoforte, ed in canto (ramo Artistico, Didattico e Musica Vocale da Camera) e laureata in lettere classiche (Letteratura Greca).
Ha continuato a perfezionare gli studi musicali con il diploma di Alto Perfezionamento in Canto Lirico presso l’Accademia Musicale Pescarese, nella classe del M° E. Battaglia.
Si è dedicata al repertorio liederistico partecipando a più seminari presso l’Accademia “H.Wolf” di Acquasparta (1993 – 1998) e nel 1999 alla Sommerakademie Salzburg – Masterklasse con il M. E. Battaglia.
Ha intrapreso lo studio del repertorio barocco seguendo vari seminari e corsi sulla vocalità antica tenuti dal soprano C. Ansermet.
E’ risultata vincitrice di due borse di studio per i seminari della Fondazione G. Cini di Venezia, nel 1999 per il seminario “L’altro Scarlatti” a cura di C. Miatello, R. Gini e F. Degrada nel quale ha eseguito come solista il Salve Regina di Domenico Scarlatti, e nel 2002 per il seminario “Le Metamorfosi di Praga, ovvero Travestimenti Sacri” a cura di F. Degrada, M. Jonášová, P. Grazzi e L. Marzola.
Grazie alla sua formazione filologica ed alla originale caratteristica del timbro vocale, come interprete si è dedicata in particolare alla riscoperta e alla divulgazione, con l’Ensemble “Le Musiche da Camera” di intermezzi inediti del ‘700 napoletano, repertorio delle celebri cantanti “buffe” dell’epoca; nell’ambito del progetto “Gli Intermezzi Ritrovati” ha interpretato in prima esecuzione moderna al Teatro Sancarluccio di Napoli, nel 2001 il ruolo di Eurilla negli intermezzi “Eurilla e Beltramme” di Domenico Sarro – registrato per l’etichetta Bongiovanni, nel 2002 il ruolo di Rosicca negli intermezzi “Morano e Rosicca” di Francesco Feo e nel 2003 il ruolo di Erighetta negli intermezzi “Erighetta e Don Chilone” di Leonardo Vinci riscuotendo ampi consensi di critica.
Nel 2007 ha ricoperto il ruolo della protagonista nella “Dirindina” di D. Scarlatti. Con l’ensemble ha partecipato a rassegne e festival di rilevanza nazionale, esibendosi per enti ed associazioni,quali: UNESCO, Regione Campania, Comune e Provincia di Napoli, EPT di Napoli, Sovrintendenza BB.AA. di Caserta, Sovrintendenza BB.AA di Napoli, Sovrintendenza BB.AA. di Salerno e Avellino, Scuola HOLDEN – HoldenArt.
Come principale interprete delle Kammeroper del compositore Livio De Luca si è esibita in prima esecuzione assoluta in “Cenerentola non perse la scarpetta”, nel 2003 ne “L’uomo della Folla”, e ne “Il Lupo racconta Cappuccetto Rosso”, e nel 2004 ne “Le Meraviglie di Alice”.
Nel 2004 ha interpretato il ruolo femminile nell’opera “L’ultima domanda” del compositore romano Mauro Bagella.
Come solista con orchestra ha eseguito più volte il “Requiem” di W.A. Mozart, il “Gloria” di A. Vivaldi, gli “Stabat Mater” di A. Scarlatti, G. B. Pergolesi e T. Traetta, il “Requiem” di D. Cimarosa, la “Fantasia” di L. van Beethoven, la “Via Crucis” di F. Liszt, l’oratorio “La vita di Maria” di Nino Rota.
Nell’aprile 2008 ha partecipato al Giubileo di Lourdes con un concerto dedicato al repertorio mariano con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “N. Sala” di Benevento.
Pratica inoltre il repertorio liederistico e da camera dell’800-900 per il quale ha ottenuto il Diploma d’Onore al Concorso T.I.M. nel 1996.
Ha inciso per le etichette Vigesse e Bongiovanni.
Ha collaborato con la Compagnia Attori Insieme nello spettacolo “Interno di un convento” prodotto dall’Ente Teatrale Italiano.
In qualità di regista ha curato la regia per allestimenti di opere da camere contemporanee e nel 2010 in occasione dell’anniversario Pergolesiano ha curato la regia di due edizioni della Serva Padrona.
Ha diretto il Coro dell’ Associazione “Agape Fraterna” e attualmente dirige i “Cantori del Plebiscito” e il Coro “Bellarus”.
E’ organista e referente per le attività musicali della Basilica Reale e Pontificia di S. Francesco di Paola in Piazza del Plebiscito – Napoli.
Dal 1998 è docente presso il Conservatorio di Musica di Benevento, quale vincitrice del concorso per titoli ed esami bandito nel 1991.

Renata Cataldi
Ha conseguito i titoli accademici in Flauto presso i Conservatori “Licinio Refice” di Frosinone e “San Pietro a Majella” di Napoli, e la laurea in DAMS presso l’Università di Bologna.
Tiene concerti come solista, in varie formazioni cameristiche e in orchestra, dedicandosi al flauto traverso moderno, rinascimentale e barocco.
Con il traversiere si dedica in particolare al recupero e alla valorizzazione del patrimonio musicale napoletano del Settecento.
Insieme al gruppo di musica antica “Le Musiche da Camera” ha eseguito, in prima assoluta, numerose musiche e concerti per flauto, che ha ricercato e trascritto, di autori napoletani, tra questi Sellitto, Palella, Logroscino, Santangelo, Prota, Perez, Angrisani, Rava, Cecere, Caputi, ed alcuni sono stati registrati nel cd “Si Suona a Napoli” per l’etichetta DYNAMIC riscontrando ottimi consensi dalla stampa specializzata.
Costituisce e collabora con vari gruppi di musica rinascimentale e barocca (tra questi “I Musici della Serena” e l’“Ensemble Rafi”).
E’ autrice di saggi e articoli pubblicati per l’Archivio di Stato di Roma e la Società Italiana di Musicologia, e per le riviste KonSequenz, Syrinx, Falaut, Pan (Gran Bretagna).
E’ tra gli autori de Il flauto in Italia (Istituto Poligrafico dello Stato, 2005).
Ha inoltre curato edizioni di musica per la casa editrice Bèrben e per le Edizioni critiche Anteo.
Per Ut Orpheus ha avviato un progetto di pubblicazione di composizioni inedite per flauto del Barocco napoletano in prima edizione moderna.
______________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Mercoledì 29 aprile all’Accademia delle Belle Arti di Napoli la rassegna “Musica tra le Arti” celebra Scriabin nel centenario della morte

Locandina Scriabin-Accademia Belle ArtiMercoledi 29 aprile 2015, alle ore 11.30, presso il Teatro Giuseppe Niccolini sito in via Costantinopoli, l’Accademia di Belle Arti di Napoli e l’Accademia Musicale Napoletana presentano il terzo appuntamento della rassegna “Musica tra le Arti”, dedicato a Aleksandr Nikolaevič Skrjabin a cento anni esatti dalla morte (Mosca, 6 gennaio 1872 – 27 aprile 1915).
Massimo Fargnoli e Dario Giugliano incontrano il pianista Alessandro Marangoni, che eseguirà musiche di Skrjabin, ed illustrano il progetto ‘Chromo Concerto’
Tale incontro si svolge anche nell’ambito della seconda edizione dell’Academy of Fine Arts Film Festival con il Premio Digigraf 25.0, offerto dalla Casa di Produzione Cine Televisiva Digigraf diretta da Carla Ascione, per festeggiare i primi 25 anni di attività.
Esso è promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, con il contributo di Cariparma Crédit Agricole ed in collaborazione con la Steinway & Sons, attraverso l’antica Ditta Alberto Napolitano di Piazza Carità in Napoli (1840).

Ingresso libero
_________________________________________________________

L’opera di Skrjabin non si esaurisce nella sola produzione musicale, ma comprende anche un gruppo di scritti con riferimenti alla filosofia, all’esoterismo e alla teosofia, che documentano una concezione del mondo personalissima, anche se con ampi richiami a Nietzsche e Schopenhauer.
Dall’insieme di questi scritti emerge una poetica musicale di tipo mistico-religioso la quale si pone un ideale da raggiungere che culmina con l’idea di arte liturgica, finalizzata al raggiungimento della Verità, dell’Essere. Risulta dunque importante seguire parallelamente l’evoluzione del suo pensiero e della sua opera musicale, perché i due aspetti si influenzano vicendevolmente, tanto che la sua filosofia matura grazie ai perfezionamenti tecnico-formali della pratica.
L’indagine parallela di questi due aspetti ha messo in evidenza la centralità, nel pensiero skrjabiniano, del fenomeno sinestesico, ossia quel fenomeno psicologico per il quale alcune percezioni derivanti da una modalità sensoriale si associano costantemente a immagini mentali legate ad un’altra modalità sensoriale.
Va peraltro osservato che questo tema, pur importantissimo in Skrjabin, è stato assai presente nella cultura scientifica ed artistica del tardo Ottocento e del primo Novecento, interessando anche altri musicisti come Schönberg, pittori come Kandinskij, medici, psicologi e filosofi.
Per Skrjabin la sinestesia si concretizza nell’idea di fusione di tutte le arti.
Egli poneva in stretta relazione i colori alle note musicali: lui stesso suonava addirittura su una tastiera per luce con i tasti opportunamente colorati di tinte diverse, intrecciando melodie al di fuori del senso comune, lasciandosi trascinare da questo o quel colore, e non dalla nota in sé.
Per questa sua teoria avrebbe voluto che l’esecuzione del poema sinfonico Prometeo fosse accompagnata da fasci di luce colorata prodotta dal clavier à lumières.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Pubblicato in Dal mondo della musica | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Ai “Vespri d’organo” le sonorità intriganti del duo formato da Antonio De Rosa e Olga Laudonia

Foto Fulvio Calzolaio

Foto Fulvio Calzolaio

Un connubio piuttosto insolito ha caratterizzato il recente appuntamento, nella chiesa dell’Immacolata al Vomero, con i “Vespri d’organo”, rassegna organizzata dall’Associazione Trabaci, il cui direttore artistico è il maestro Mauro Castaldo.
Protagonisti della serata il clarinettista Antonio De Rosa e l’organista Olga Laudonia, che hanno proposto una serie di trascrizioni, concepite per questo particolare organico, partendo dal periodo barocco.
Così, dalla Sarabanda in re minore di Arcangelo Corelli (1653 – 1713), tratta dalla settima delle Dodici sonate a due per violino e basso continuo, op. 5, pubblicate a Roma nel 1700, si è passati al Largo, dal Concerto per due violini RV 565 n. 11, op. 3 di Antonio Vivaldi (1678 – 1741), contenuto nella raccolta “L’estro armonico”.
Quindi abbiamo ascoltato due brani di Georg Friedrich Händel (1685-1759) “Lascia ch’io pianga” (aria di Almirena da “Rinaldo”) e Sarabanda, dalla Suite per cembalo in re minore HWV 437 e, a chiusura di questa prima parte, Siciliano di Giovanni Battista Pergolesi (1710-1736).
I due pezzi successivi consistevano nell’Adagio dal Concerto per clarinetto ed orchestra in la maggiore K. 622 di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) e nel Concertino in si bemolle maggiore di Gaetano Donizetti (1797-1848).
Chiusura con tre dei quattro movimenti della Sonata in mi bemolle maggiore, op.167 di Camille Saint-Saëns (1835 – 1921), in origine per clarinetto e pianoforte, fra gli ultimi lavori scritti dal grande compositore francese.
Per quanto riguarda i due esecutori, entrambi molto bravi, hanno dovuto confrontarsi con un’acustica che esaltava maggiormente il clarinetto e penalizzava talora l’organo, per cui gli esiti differivano a seconda del brano.
Sicuramente i più omogenei sono apparsi i pezzi dove l’organo fungeva da basso continuo e il brano conclusivo di Saint-Saëns, nel quale i due strumenti erano sullo stesso piano e ottimamente amalgamati.
Pubblico abbastanza numeroso, completamente incantato da queste inusuali sonorità, al punto che gli unici applausi, scroscianti, sono giunti, a differenza del solito, diversi attimi dopo la fine del recital.
Ricordiamo, infine, che il concerto è stato preceduto da una breve presentazione dell’interessante libro di Olga Laudonia “Il Maestro dei Maestri”, pubblicato nello scorso mese di marzo da Franco Di Mauro Editore, incentrato su Franco Michele Napolitano, figura leggendaria quanto schiva della cultura musicale napoletana della prima metà del Novecento.
In conclusione un concerto caratterizzato da un abbinamento piuttosto inusuale, che gli spettatori hanno mostrato di gradire molto e quindi merita certamente una riproposizione.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Pubblicato in Recensioni concerti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Venerdì 1 maggio primo appuntamento con il “Maggio in Musica” di Maria Gabriella Mariani

Locandina Mariani Maggio MonumentiInizia venerdì 1 maggio un ciclo di quattro appuntamenti musicali con la pianista Maria Gabriella Mariani per il Maggio dei Monumenti, promossi dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo di Napoli; tutti alle 19.15, tutti ospitati presso la suggestiva e storica sede della Chiesa di San Ferdinando di Piazza Trieste e Trento.
Un percorso articolato, quello della Mariani, concertista poliedrica, molto apprezzata dal 2008 anche come compositrice e scrittrice: quattro concerti a cadenza settimanale su musiche di Maurice Ravel, della Mariani medesima e di Franz Liszt, di cui eseguirà celebri capolavori.
Ogni concerto un colore, un catalizzatore di emozioni e stati d’animo: rosso come il fuoco, il sangue e la passione per il primo (venerdì 1 maggio); bianco e nero per il secondo con un particolare riferimento a Napoli e ai suoi mille volti (sabato 9 maggio); blu, ovvero le “leggende del mare”, per il terzo (sabato 16 maggio); verde come la speranza di un tempo migliore per l’ultimo (sabato 30 maggio).
Per l’occasione in scena alcuni dipinti a tema della brava pittrice Annalisa Cerio per suggellare il connubio intimo tra le arti.

Biglietto intero: 10 euro; ridotto: 7 euro per i minori di 25 e i maggiori di 65 anni.
______________________________________________________________

Gabriella MarianiMaria Gabriella Mariani è un’affermata concertista napoletana, apprezzata a livello internazionale.
Tra le sue collaborazioni si ricordano quelle con Roberto De Simone, il Trio di Trieste e Aldo Ciccolini.
Proprio al grande pianista la Mariani, il 29 Aprile dello scorso anno, ha dedicato la sua ultima composizione “Pour jouer”.
In quell’occasione il Maestro Ciccolini così si espresse: “Mi sono riconosciuto più volte durante l’esecuzione di quest’opera monumentale della mia ex allieva. Un’esecuzione magistrale, che rivela una personalità eccezionale, quella della Mariani, una maestra con mezzi pianistici straordinari. E’ il primo lavoro che mi è dedicato. Non è mai troppo tardi”.
______________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Pubblicato in Prima del concerto | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Dal 28 aprile al 29 maggio il Centro Culturale Domus Ars propone tre concerti ed un incontro dedicati alla musica corale

Logo Vox Animae FestivalIl centro d’arte Domus Ars in via S. Chiara, Napoli, presenta, nell’ambito del Maggio dei Monumenti 2015, la Rassegna di Musica Corale “Vox Animae”, tre concerti e un incontro col pubblico dal 28 aprile al 29 maggio.
Nei tre concerti si alterneranno alcune delle migliori formazioni corali del Sud, con una ricchissima e affascinante proposta di musiche che comprenderà i mottetti del primo Barocco napoletano eseguiti dal Mysterium Vocis, (29/4, ore 21), il pop anglosassone d’autore rivisitato dai CamPet Singers (15/5, ore 21.00), le musiche del ‘900 cantate dal Coro della Pietrasanta (29/5, ore 21.00).
I direttori coinvolti saranno i maestri Rosario Totaro, Carlo Forni, Rosario Peluso.
Nell’ incontro di presentazione del 28 aprile, ore 18.30, ci sarà un pomeriggio ad ingresso gratuito aperto alla città, dedicato a tutti coloro che vogliano capire meglio la polifonia e la musica corale in genere, con una lezione-concerto tenuta dal Maestro Rosario Peluso, direttore artistico della rassegna.
La rassegna ha un suo particolare interesse per la rarità e la qualità delle musiche eseguite, per gli interpreti, che sono cori già molto apprezzati, e per il disegno complessivo, che tende a riunire stimoli e stili culturali diversi sotto il denominatore comune della vocalità polifonico-corale.
Non a caso sono state scelte compagini che svolgono un incessante lavoro di ricerca nel campo corale per ampliarne il repertorio e le modalità espressive.
La Rassegna prosegue ed amplia l’impegno culturale ed organizzativo del centro Domus Ars nel campo della musica colta, aggiungendo la coralità alle sue già note rassegne di musica da camera, popolare, jazz, d’autore, che ne fanno un fondamentale presidio di arte al centro della cittã antica.

Costo del biglietto: 10 Euro (tranne la lezione-concerto del 28 aprile che è a ingresso gratuito)

Rachele Cimmino
Centro di Cultura Domus Ars
Via Santa Chiara 10c Napoli
081 3425603
3388615640
www.domusars.it

__________________________________________________

Vox Animae Festival – Programma generale

Martedì 28 Aprile, ore 18:30
Presentazione rassegna e Lezione- concerto “sulla polifonia” con il coro Levis Cantus
(a cura del Direttore Artistico M° Rosario Peluso)

Entrata Libera

Mercoledi 29 Aprile, ore 21:00

L’associazione culturale Mysterium Vocis presenta
Musiche per la Settimana Santa

Concerto del Coro Polifonico Mysterium Vocis
Musiche di A. Scarlatti, Cafaro, Sala.
Organo: Vincenzo Porzio
Direttore: Rosario Totaro

Venerdì 15 Maggio, ore 21:00
L’Associazione Musicale CamPet Singers presenta
“Pop Songs”
CamPet Singers in Concerto

Musiche di Bacharach, Lennon & Mc Cartney, Bowie, Reed and…
con Francesca Zurzolo, Rosalia La Volpe, Ester Castaldo, Alessandra Lanzetta, Luisa Daniele, Francesca Veglione, Andrea Campese, Guido Ferretti, Felice Mondo, Carlo Forni, Sergio Petrarca e Mark Weir Direzione musicale di Carlo Forni

Venerdì 29 Maggio, ore 21:00
La Società Polifonica della Pietrasanta presenta “Luci del Nord”
Concerto del Coro della Pietrasanta

Musiche di Lauridsen, Debussy, Gjeilo. Direttore Rosario Peluso

Posto Unico per ogni concerto: € 10,00
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Pubblicato in Dal mondo della musica | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento