Sabato 19 giugno la XX edizione di Convivio Armonico di Area Arte inizia con il concerto della tiorbista Francesca Benetti

Convivio Armonico quest’anno ritorna in anticipo in occasione della ripresa delle attività in presenza e festeggia la sua XX Edizione.
La rassegna di concerti curata da Area Arte Associazione dopo l’anteprima online del 21 marzo con la tradizionale partecipazione all’ Early Music Day propone in questa prima serie “estiva” dal 19 Giugno all’11 luglio sei appuntamenti dedicati al repertorio Barocco, con un Focus iniziale sugli strumenti A Pizzico tutto al femminile.
Il ciclo di concerti è sempre indirizzato alla riscoperta della musica Napoletana del ‘700, in un percorso di ricerca tra passato e futuro, che unisce l’antico repertorio della Scuola Napoletana ad opere di compositori campani.
Attraverso un ricco programma di concerti in chiese del centro storico di Napoli, con i cicli Suoni in Basilica e Suoni nei Luoghi Sacri (Basilica di S. Francesco di Paola, Chiesa di S. Orsola a Chiaia) e in spazi di cultura atipici con il ciclo Musica nel Corpo di Napoli (presso A’mbasciata) si esibiranno artisti conosciuti e giovani interpreti in un repertorio antico e moderno.
Questa prima serie prevede sei appuntamenti divisi in cinque cicli di progetti: Pizzicar Galante, Percorsi Barocchi, I Giovani e la Musica, Vocalità Barocca tra Sacro e Profano, Napoli Barocca – Maestri del ‘700 Napoletano.

Il primo dei tre appuntamenti della rassegna che fa parte del Focus Pizzicar Galante è previsto il 19 giugno (ore 19.15) alla galleria d’arte A’mbasciata presso Palazzo Venezia in via Benedetto Croce, 19 (Napoli)

Verde Barocco con Francesca Benetti alla Tiorba e Voce è il primo concerto di questo Focus tutto al femminile dedicato agli strumenti “a pizzico”’.
Verde Barocco – un programma che spazia liberamente dal repertorio rinascimentale da Frescobaldi a Piccinni a quello contemporaneo di L. Bartolo, N. Cave, eseguito con la tiorba, la chitarra barocca, il liuto e la voce.
Il contesto è quello dei giardini o luoghi di interazione con il mondo naturale che diventano teatri indiscutibili di questo originale e personale percorso artistico.
Francesca Benetti specialista formata presso la Schola Cantorum Basiliensis, abbina l’attività di strumentista a quella di cantante barocca nella singolare prassi storica del canto accompagnato.
E’ direttore artistico dell’ensemble Concerto di Margherita.

La rassegna è a cura di AREA ARTE Associazione culturale Mediterranea, che da anni conduce studi e ricerche approfondite sulla musica napoletana del ‘600 e del ‘700 e ne promuove la diffusione e la valorizzazione.
Anche per questa difficile stagione 2021, affidata alla direzione artistica dei Maestri Egidio Mastrominico e Rosa Montano, docente presso il Conservatorio “N. Sala” di Benevento, sarà dato spazio a recuperi di partiture dal Settecento Napoletano, alla presentazione di progetti discografici e seminari inerenti la Scuola Musicale Napoletana, continuando parallelamente a valorizzare opere del repertorio contemporaneo con un’ attenzione particolare ai compositori campani, e al patrocinio delle nuove generazioni di valenti strumentisti.

Prossimo appuntamento sabato 26 giugno (ore 19.15) nella Sacrestia Papale della Basilica Reale e Pontificia di S. Francesco di Paola in  Piazza del Plebiscito con un cambio di prospettiva ed il passaggio dalla tiorba alla  chitarra classica per il ciclo “I Giovani e la Musica”, dove avremo il piacere di presentare la giovane  talentuosa e pluripremiata chitarrista Eleonora Perretta, dal 2020 Eurostrings Artist,  con un programma che va da D. Scarlatti a L. Brouwer.

Il ciclo di concerti è dedicato alla memoria della cantante e artista Pina Cipriani.

Alcune informazioni per l’accesso ai nostri concerti

Prenotazioni e accesso
Nel rispetto delle normative la disponibilità dei posti è limitata ed è necessaria la prenotazione inoltrando una mail ad associazioneareaarte@libero.it
si riceverà una mail di conferma della prenotazione che è personale non cedibile e dovrà essere esibita all’ingresso cartacea o su smartphone.
In caso di impedimento si raccomanda di disdire la prenotazione.

I concerti prevedono un contributo di accesso di 1 Euro.

Concerti in sicurezza
L’ingresso e la partecipazione ai concerti seguono le normative vigenti in materia di Covid-19 in vigore (distanziamento – sanificazione e mascherine).
Come previsto dalle norme vigenti all’ingresso delle strutture sarà rilevata la temperatura corporea e impedito l’accesso in caso di temperatura superiore a 37,5°C

Per Info:
Segreteria organizzativa
347 2430342 – 345 8526889
website: www.areaarte.eu
mail: associazioneareaarte@libero.it / lemusi@libero.it / info@areaarte.eu

Social
https://www.facebook.com/AreaArte.it
https://www.instagram.com/areaarte_associazione/

 ______________________________________________________________

Sabato 19 giugno, alle ore 19.15, A’mbasciata presso Palazzo Venezia (v. Benedetto Croce, 19 – Napoli) 

Francesca Benetti, tiorba

Programma

Giovanni Girolamo Kapsberger (1508-1651): Toccata Arpeggiata, Libro I di chitarrone, 1604

Canarios, Libro quarto d’intavolatura di chitarrone, Roma, 1640

Bartolomeo Tromboncino (1470 c.a – 1535): Su, su leva alza le ciglia, Frottola o Barzelletta , Primo libro di Frottole Intabulate da sonar organi, Roma 1517

Bellerofonte Castaldi (1581-1649): Arpeggiata a mio modo, Capricci, Modena, 1622

G. G. Kapsberger:
Che farò donna ingrata, Libro primo di Villanelle, Roma, 1610
Ballo terzo, Libro quarto di intavolatura di chitarone, Roma, 1640

Tarquinio Merula (1595 – 1665): Quando gli uccelli porteranno i zoccoli, Curtio Precipitato et altri Capricij, Venezia, 1638

Girolamo Frescobaldi (1583–1643): Se l’aura spira, Primo libro d’arie musicali per cantarsi, Firenze, 1630

G. G. Kapsberger: Passacaglia in re, Libro quarto d’intavolatura di chitarrone, Roma, 1640

Tarquinio Merula: Hor ch è tempo di dormire, Canzonetta spirituale sopra la Nanna, Curtio Precipitato et altri Capricij, Venezia, 1638

Alessandro Piccinini (1566-1638): Toccata VII, Intavolatura di liuto et di chitarrone Libro I, Bologna, 1623

Livio Bartolo: Corale, Taranto, 2020

Nick Cave and the Bad Seeds (1983): Where the Wild Roses Grow, Murder Ballads – Ballate omicide, Londra, 1995

Naomi Berril: Mermaid Dance, Firenze, 2020

Francesca Benetti è tiorbista e chitarrista.
Incomincia la sua formazione a Trento, sua città natale.
Si diploma in chitarra classica e in didattica della chitarra con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia sotto la guida del M° Florindo Baldissera.
Prosegue gli studi chitarristici alla Hochschule der Kuenste (Università delle Arti) a Berna nella classe dellla M° Elena Casoli, dove nel 2012 consegue un Master di perfezionamento di secondo livello.
Parallelamente approfondisce lo studio della prassi antica e del repertorio barocco a Basilea con il liutista Peter Croton presso la Schola Cantorum Basiliensis, specializzandosi e diplomandosi nella prassi antica fino al periodo romantico e nello studio del basso continuo. La sua attività concertistica come solista e in ensemble con gli strumenti a pizzico antichi vanta collaborazioni in Italia con rinomati direttori, ensemble e orchestre barocchi tra cui La Cetra Baroque Orchestra, Capella Concertata, Neuer Basler Kammerchor, I Profeti della quinta e molti altri.
Si esibisce in alcuni dei più rinomati Festival di musica antica in Europa, tra cui il Festival d’Ambronay (FR), Freunde Alte Musik Basel (CH), Trigonale Festival (A), York Early Music Festival(UK), Musica Antica da Camera (NE), Sastamala Gregoriana (FI), Internationale Händel-Festspiele Göttingen (D), Monteverdi Festival di Cremona (IT) e altri.
Abbina l’attività di strumentista a quella di cantante barocca nella singolare prassi storica del canto accompagnato esibendosi da solista in importanti sale come ad esempio il Teatrino di Palazzo Grassi a Venezia.
E’ direttore artistico dell’ensemble Concerto di Margherita, specializzato nella singolare prassi storica del canto accompagnato nel repertorio madrigalistico italiano del primo 600 (www.concertodimargherita.com) e con il quale ha suonato in prestigiose sale italiane tra cui la Fondazione Giorgio Cini di Venezia, Villa i Tatti a Firenze (Centro di ricerca sul rinascimento italiano dell’Università di Harvard) Palazzo Schifanoia a Ferrara, la Fondazione Tagliavini a Bologna.
Dal 2020 è ideatrice del progetto Verde Barocco, che la vede solista con un programma che spazia dal repertorio rinascimentale a quello contemporaneo eseguito con la tiorba, la chitarra barocca, il liuto e la voce.
Il contesto è quello dei giardini che diventano teatri indiscutibili di questo originale e personale percorso artistico.
Svolge da anni un’attività d’insegnamento della chitarra classica nel cantone svizzero di Zug.
Vive tra Bari e Trento.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.