Venerdì 24 settembre “L’Autunno del Cimarosa” propone il recital dei pianisti Lidia De Migno e Pier Carmine Garzillo

Venerdì 24 settembre, alle ore 17.30, nell’Auditorium Vincenzo Vitale del Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino (presieduto da Achille Mottola e diretto da Maria Gabriella Della Sala), la rassegna “L’Autunno del Cimarosa” propone il recital della Classe di Lettura della Partitura del Maestro Giuseppe De Fusco dal titolo Sonata Classica, Trascrizione, Variazione, Forma Libera: Esiti della Composizione al Pianoforte tra Ottocento e Novecento con la partecipazione dei pianisti Lidia De Migno (I livello, III anno) e Pier Carmine Garzillo (IX anno ordin.)

Ingresso gratuito, muniti di Green Pass, fino alla capienza consentita nell’Auditorium Vincenzo Vitale

Programma Lidia De Migno

F. Schubert: Sonata in Sib, D 960

E. Granados: Goyescas, n. 5 “El amor y la muerte”(Balada)

Programma Pier Carmine Garzillo

S. Thalberg: Grand Caprice sur des motifs de l’opéra “La Sonnambula” de Bellini, op.46 (1842)

F. Liszt: Grosses Konzertsolo, S.176 (1849-50)

J. Brahms: Étude pour main gauche seule sur la Chaconne BWV1004 de J. S. Bach (1877)

S. Rachmaninov: Variations on a theme of Corelli, op.42 (1931)

Lidia De Migno

Nasce a San Giovanni Rotondo (FG) il 7 maggio 1999.
Manifesta il suo interesse per la musica fin dall’età di quattro anni, frequentando i corsi di musica per bambini promossi dal M° Cinzia Camillo.
Fino all’età di dodici anni fa parte del Coro di Voci Bianche del Teatro Carlo Gesualdo di Avellino.
Nel 2009 si iscrive al Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino, nella classe di Pianoforte del M° Maria Teresa Russo.
Nel corso degli studi accademici, partecipa a diverse edizioni di concorsi pianistici internazionali: Concorso Europeo Giovani Musicisti “Luigi Denza”, Concorso Internazionale di Musica “Città di Caserta”, Concorso Pianistico Internazionale “Vietri sul Mare – Costiera Amalfitana”, classificandosi fra i primi posti.
Nel 2017 viene ammessa al corso di laurea di Composizione, presso il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino, nella classe del M° Giacomo Vitale, e nello stesso anno consegue il Diploma di Maturità Scientifica.
Il 13 marzo 2018 consegue il diploma di Compimento Superiore di Pianoforte, con il massimo dei voti e la Lode.
Nel dicembre 2018 partecipa alla XXXV edizione del Concorso Pianistico Nazionale “Premio Venezia”, presso il Teatro La Fenice di Venezia.
Si esibisce in occasione di Piano City Napoli, nelle edizioni del 2018 e del 2019, rispettivamente nell’ambito di un House Concert e di un recital solistico; in recital
solistici, presso l’Auditorium del Conservatorio Domenico Cimarosa, nell’ambito della prima edizione della rassegna “Classica in jeans”, di Piano Lab 2019, tenutosi a Martina Franca (TA), e nel 2020 presso la Sala Eutherpe di León (Spagna); partecipa alle rassegne di concerti di Palazzo Zevallos Stigliano, a Napoli, nel 2016 e nel 2017 come solista, e nel 2018 e nel 2019 in qualità di esecutrice e compositrice.
Nel 2018 e nel 2019 partecipa a Masterclass di Pianoforte presso l’Associazione Umbria Classica e presso la Sala “Armonia Cordium”, A Napoli, con il M° Vincenzo Maltempo, e presso il Conservatorio Domenico Cimarosa con il M° Katarzyna Kling.
Nel 2018 e nel 2019 partecipa alla Masterclass di Composizione “Nuove tecniche, nuovi suoni”, tenuta dal M° Massimiliano Damerini, presso il Museo Archeologico di Calatia di Maddaloni, con brani da lei composti, eseguiti in concerto dal Maestro.

Pier Carmine Garzillo

Definito dai critici musicali italiani “una solida realtà della Scuola Pianistica Napoletana”, Paolo Isotta (che è stato un illustre critico musicale del Corriere della Sera) ha scritto: “Pier Carmine possiede quell’affondo del tasto e quel cantabile che lo mostrano pretto erede dell’insegnamento di Vincenzo Vitale”.
Akemi Alink, membro del direttivo della prestigiosa Alink-Argerich Foundation, in un articolo sulla rivista musicale giapponese Chopin Magazine, ha affermato che “Garzillo è un pianista che può suonare qualunque opera con ingegno e destrezza”. La nota pianista, didatta e concertista Anna Kravtchenko scrive: “Mr. Pier Carmine Garzillo is a young very talented and creative musician. His interpretations are interesting and emotionally rich, with high technical level”.
Nato a Napoli nel 1995, si è diplomato in Pianoforte a 17 anni con il massimo dei voti, lode e menzione speciale, con programma monografico su Franz Liszt, presso il Conservatorio Statale “Domenico Cimarosa” di Avellino, sotto la guida del M° Francesco Nicolosi.
Ha conseguito, a 20 anni, la Laurea Magistrale in Musicologia, presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con il massimo dei voti, con una tesi in Analisi e Teorie Musicali.
Nel 2017 ha concluso il Master in “Interpretación Musical e Investigación Performativa”, presso l’Universidad Alfonso X El Sabio di Madrid, nella classe del M° Giuseppe Devastato.
Nel 2019 ha concluso il corso di Musica da Camera presso l’Accademia Pianistica di Imola, nella classe del M° Nazzareno Carusi.
Nel 2021 si è diplomato in Composizione presso il Conservatorio Statale “Domenico Cimarosa” di Avellino, nella classe del M° Giacomo Vitale.
Attualmente si perfeziona presso l’Accademia di Musica di Pinerolo, con Pavel Gililov, Andrea Lucchesini, Enrico Pace, Roberto Plano, Mariangela Vacatello e il Trio di Parma.
Ha ottenuto numerosi riconoscimenti in prestigiose competizioni internazionali, tra i quali il Grand Prix e Premio del pubblico al IV César Franck International Piano Competition di Bruxelles, il Grand Prix e il 1° Premio Assoluto Senior al 7° Pianotalents International Competition di Milano, il 2° Premio al XVII Concurso Internacional de Piano “Compositores de España” di Madrid, il 1° Premio al V Riga International Competition for Young Pianists, il 3° Premio al IX Sigismund Thalberg International Piano Competition di Napoli.
Ha suonato in importanti sale da concerto, tra le quali il Müsikverein di Vienna, il Museo Scriabin di Mosca, lo Shigeru Kawai Center di Madrid, l’Auditorium del Conservatoire de Courbevoie di Parigi, il Teatro Alighieri di Ravenna, il Salone dei Cinquecento del Palazzo Vecchio di Firenze.
Nel 2019 ha pubblicato il saggio “Liszt allo Specchio: dal De Profundis al Totentanz”, con PM Edizioni, e il cd “Romantic Echoes”, con Luna Rossa Classic e in collaborazione con la violinista Federica Severini.
Nel 2020 ha pubblicato il cd solistico “Liszt: Konzertsolos” con la casa discografica Da Vinci Classics.
Dal 2018 è docente AFAM di Pratica e Lettura Pianistica presso il Conservatorio “Pietro Mascagni” di Livorno.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.