All’Auditorium di Castel Sant’Elmo un quartetto molto affiatato ma abbastanza freddo

Quartetto Takacs 2La stagione dell’Associazione Alessandro Scarlatti ha recentemente ospitato, nell’auditorium di Castel Sant’Elmo, il prestigioso Quartetto Takács, ensemble fondato a Budapest nel 1975, che si è confrontato con un programma interamente rivolto a Schubert.
Nell’ordine sono stati proposti il Quartetto in do minore D. 703 “Quartettsatz”, il Quartetto in la minore D. 804 ed il Quartetto in re minore D. 810, che rappresentano tre tappe salienti del contributo dell’autore austriaco a questo genere cameristico.
In effetti il “Quartettsatz”, datato 1820, si fermò ad un primo movimento completo (allegro assai) e ad un abbozzo del secondo (andante), dal che il titolo di “movimento di quartetto”, ma c’è chi lo considera una sorta di prova generale dei capolavori scritti qualche anno dopo, ai quali appartengono di diritto sia il Quartetto in la minore, sia il Quartetto in re minore, entrambi risalenti al 1824, rispettivamente noti con l’appellativo di “Rosamunde” e “La morte e la fanciulla”.
Nel primo caso, il titolo si riferisce al motivo che caratterizza l’andante del secondo movimento, composto da Schubert l’anno precedente per le musiche di scena del dramma romantico “Rosamunda, principessa di Cipro”, nato dalla penna di Helmina von Chézy.
Il lavoro, dedicato al violinista Ignaz Schuppanzig, che fu il primo ad eseguirlo con il suo quartetto, contiene un richiamo alla produzione schubertiana anche nel minuetto del terzo movimento, tratto dal lied Die Götter Griechenlands (Gli Dei della Grecia), scritto dall’autore austriaco nel 1819 su testo di Schiller.
L’origine liederistica, evidenziata nel titolo, contraddistingue anche “Der Tod und das Mädchen” (“La morte e la fanciulla”), che ruotava attorno al brano omonimo, concepito inizialmente da Schubert per voce e pianoforte nel 1817.
Alla base vi era il testo del poeta tedesco Matthias Claudius, relativo ad una vicenda attinta da un filone del tardo medioevo (la Morte che ghermisce una giovane ragazza), diretta emanazione della cosiddetta “danza macabra”.
Veniamo quindi al Quartetto Takács, costituito attualmente da Edward Dusinberre e Károly Schranz (violini), Geraldine Walther (viola) e András Fejér (violoncello) che, per metà, presenta la medesima formazione iniziale, in quanto Schranz e Fejér appartengono all’ensemble fin dalla sua origine.
Ciò è garanzia di affiatamento e, senza dubbio, il quartetto ha evidenziato un’ottima intesa, mostrando anche individualità di elevato spessore.
Purtroppo sono mancati, in molti frangenti, quel pathos e quella passionalità che caratterizzano brani di intenso lirismo come questi per cui, soprattutto “La morte e la fanciulla”, è stata penalizzata da un’esecuzione che raramente riusciva a trasmettere le forti tensioni emozionali della vicenda, tradotte mirabilmente in musica da Schubert.
Pubblico numeroso, considerando il maltempo che ha caratterizzato la serata, apparso piuttosto soddisfatto per aver ascoltato un ensemble comunque compatto, anche se un po’ deluso per il mancato bis (ma, obiettivamente, dopo “La morte e la fanciulla” la scelta era improba).
La stagione riprenderà mercoledì 18 febbraio, con il concerto del Quartetto Ebène, compagine francese che proporrà musiche di Haydn, Dutilleux e Brahms.
______________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.