Ai “Concerti in Villa Floridiana” ottimo concerto del duo Ghigi-Rossetti

Duo Ghigi-RossettiIl recente appuntamento con i “Concerti in Villa Floridiana”, rassegna organizzata dall’Associazione Golfo Mistico, ha avuto come protagonista un duo di recente costituzione, che ha già ottenuto numerosi successi in Italia e all’estero, formato da Katia Ghigi (violino) e Michele Rossetti (pianoforte).
L’apertura del concerto è stata rivolta alla Sonata n. 21 in mi minore K. 304 di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791), composizione abbastanza particolare, in quanto costituita da due movimenti (invece dei canonici tre), il primo scritto a Mannheim ed il secondo a Parigi.
Pubblicata nel 1778, nell’ambito di una raccolta formata da sei sonate (catalogate come K. 301-306), con dedica alla principessa elettrice Maria Elisabetta del Palatinato, la K. 304 si distingue anche per essere l’unica in tonalità minore nella produzione mozartiana destinata a tale organico, il che è molto presumibilmente giustificato dal fatto che, durante la stesura del brano, il compositore perse la madre.
La successiva Sonata n. 5 in fa maggiore op.24 di Ludwig van Beethoven (1770-1827) è universalmente nota come “La Primavera”, appellativo aggiunto, secondo la prassi in voga nel periodo romantico, dall’editore viennese Mollo quando la pubblicò nel 1801, ispirandosi alla melodia iniziale piena di vigore giovanile.
Dedicata al conte Moritz von Fries, uno dei principali mecenati viennesi di Beethoven, la sonata introduce nel genere un’innovazione, ancora allo stato embrionale, poiché affianca, ai consueti tre movimenti, un quarto di brevissima durata (Scherzo).
Dopo un breve intervallo è stata la volta dello Scherzo in do minore, contributo di Johannes Brahms (1833-1897) alla Sonata F.A.E., brano scritto nel 1853, in collaborazione con Robert Schumann ed il suo allievo Albert Dietrich, come regalo di compleanno per l’amico Joseph Joachim.
Le lettere “F”, “A” ed “E” rappresentano le iniziali del motto “Frei, aber einsam” (“Libero, ma solo”) molto caro al grande violinista e, nella notazione tedesca, corrispondono a “fa”, “la” e “mi”.
Penultimo brano in programma, Vocalise di Sergej Rachmaninov (1873-1943), dedicato al soprano Antonina Nezhdanova e posto alla fine dei Quattordici canti per voce e pianoforte, op. 34 (1915).
Il suo struggente lirismo ha finito quasi subito per oscurare il resto della raccolta, facendo sì che il pezzo fosse oggetto di numerose versioni, fra le quali anche una per violino e pianoforte.
Chiusura affidata alle Danze popolari rumene, frutto delle numerose ricerche etnomusicologiche di Béla Bartók (1881-1945).
Suite formata da sei brevissimi movimenti, corrispondenti ad altrettante danze originarie della Transilvania, venne composta nel 1915 per pianoforte, ed in seguito trascritta per piccola orchestra nel 1917, portando i movimenti a sette, in quanto l’autore divise l’ultima danza in due parti.
Per quanto riguarda gli interpreti, sia la violinista Katia Ghigi, sia il pianista Michele Rossetti, confrontatisi con un programma di piacevolissimo ascolto, hanno risposto pienamente alle aspettative, evidenziando entrambi un’elevata bravura e un ottimo affiatamento, che il pubblico ha mostrato di apprezzare fin dall’inizio del concerto.
E, a proposito di quest’ultimo, se consideriamo la quasi contemporaneità con un importante evento sportivo (la partita Napoli-Lazio) e una giornata pessima dal punto di vista meteorologico, non possiamo che constatare una presenza di spettatori che va al di là di ogni più rosea aspettativa.
La stagione proseguirà domenica 1 febbraio, con il graditissimo ritorno della pianista Anna Lisa Bellini, impegnata in un repertorio dedicato a note pagine dell’Ottocento.
______________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.