I 18 anni di KonSequenz a Convivio Armonico

Il recente appuntamento della rassegna Convivio Armonico, organizzata dall’Associazione Area Arte è stata interamente rivolto alla musica contemporanea.
Argomenti principali dell’evento, tenutosi al Teatro Sancarluccio, i festeggiamenti relativi al raggiungimento del 18° anno di età della rivista KonSequenz, con la distribuzione al pubblico dell’ultimo numero, e la presentazione dell’ultimo cd di Girolamo De Simone, intitolato “Ai piedi del monte”.
La serata si è aperta con il sassofonista, oboista e compositore Max Fuschetto che ha interpretato alcuni suoi brani tratti dal cd “Popular Games”, chiudendo questa prima parte con un pezzo suonato insieme al clarinettista Franco Mauriello.
E’ stata quindi la volta di Girolamo De Simone, pianista, compositore e uno dei punti di forza della musica contemporanea napoletana e non solo, che ha voluto raccontare alcuni episodi legati alla storia della rivista da lui diretta fin dagli esordi, aiutato in questa rivisitazione dallo stesso Fuschetto e dal docente, compositore e musicologo Carlo Mormile, che su KonSequenz cura la rubrica “Diario di bordo”.
In questa breve esposizione è stato inoltre sottolineato come KonSequenz si sia trasformato, con il trascorrere degli anni, in un ampio progetto di risonanza mondiale, nell’ambito del quale, oltre alla rivista (che, prima dell’attuale auto-produzione, ha conosciuto diversi editori), hanno trovato posto eventi ad essa collegata ed una casa discografica all’avanguardia per quanto riguarda i linguaggi musicali proposti.
De Simone ha poi dato vita ad un breve recital pianistico, eseguendo una serie di suoi brani di ispirazione religiosa, tratti sia dall’ultimo cd, che di recentissima creazione.
Così abbiamo potuto ascoltare “Canto dell’Arco”, legato alle tradizionali celebrazioni che si svolgono in onore della “Madonna dell’Arco” a S. Anastasia (Na), “Antico canto siriano”, probabilmente il primo esempio in assoluto di composizione sacra cristiano e “Inno di Giovanni”, appartenente al repertorio gregoriano, il cui motivo era costituito da una scala ascendente, divenuto celebre in quanto le iniziali delle prime sei strofe (ut, re, mi, fa sol la) vennero utilizzate da Guido d’Arezzo per dare un nome alle note musicali (all’epoca il si non era utilizzato). Chiusura con un omaggio al Giappone, in duo con Max Fuschetto, consistente nell’esecuzione di musiche di Sakamoto.
Ricordiamo ancora un piccolo angolo dedicato alla poesia, con gli interventi di Paola D’Ajello Caracciolo e Antonio D’Agostino, entrambi collaboratori di KonSequenz, che hanno letto le loro liriche, a completamento di una serata molto ben riuscita, di elevato valore artistico e culturale, che ha conferma ancora una volta la validità delle proposte di Convivio Armonico.

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.