L’Orchestra Giovanile Napolinova presenta le sue ottime credenziali

Orchestra Giovanile Napolinova - Foto Massimo Tomei

Orchestra Giovanile Napolinova – Foto Massimo Tomei

Mai come in questo periodo si assiste, sull’onda lunga dei successi ottenuti in Venezuela, ad un vero e proprio proliferare di orchestre giovanili.
La maggior parte di esse nascono nell’ambito di progetti meritevoli, portati avanti talora anche grazie a finanziamenti, volti al recupero di adolescenti che vivono in ambienti disagiati, mentre sempre più raramente si concepisce la formazione di un’orchestra costituita da ragazzi che abbiano già intrapreso la carriera artistica.
Per tale motivo vanno seguiti con estremo interesse i primi passi dell’Orchestra Giovanile Napolinova (OGN), frutto di un progetto che ha coinvolto giovani musicisti provenienti da ogni parte d’Italia, fortemente voluto da Alfredo de Pascale, presidente e direttore artistico dell’associazione Napolinova, e dal maestro Mariano Patti.
La compagine ha fatto recentemente il suo esordio, diretta da Mariano Patti, nella chiesa napoletana di San Diego all’Ospedaletto, proponendo l’Ouverture ir-riverente di Canio Fidanza (1985), la Serenata per archi in mi minore, op. 20 di Edward Elgar (1857-1934) e la Sinfonia in la maggiore K. 201 di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791).
Per quanto riguarda la Serenata, una delle composizioni più eseguite della produzione elgariana, venne dedicata dall’autore inglese al costruttore di organi e musicista dilettante Edward W Whinfield.
Completata nel 1892, conobbe l’esordio quattro anni dopo ad Anversa, mentre per la “prima” in terra britannica si dovette attendere il 1897.
Dal canto suo la Sinfonia in la maggiore K. 201 risulta fra i lavori giovanili più celebri di Mozart, scritta nel 1744 quando l’autore salisburghese ricopriva, nella città natale, l’incarico di Konzertmeister alla corte del principe-arcivescovo Hieronymus von Colloredo.
Abbiamo conservato per ultimo il brano iniziale del concerto, l’Ouverture ir-riverente del maestro Canio Fidanza, in quanto si tratta di un pezzo creato appositamente per l’orchestra (e quindi una “prima” assoluta) da parte di un giovane autore che, oltre ad essere un eccellente pianista ed organista, capace di dar vita a vertiginose improvvisazioni, è anche un compositore geniale.
In particolare la sua Ouverture fa quasi il verso al neoclassicismo di primo Novecento (inaugurato da Stravinskij con “Pulcinella”), che consisteva nel recupero e nella proposizione di brani e autori, all’epoca abbastanza sconosciuti, attivi fra il Cinquecento ed il Settecento.
Un’operazione sicuramente meritevole dal punto di vista storico, anche se costellata da clamorosi errori di attribuzione, che appare comunque abbastanza anacronistica se ci si limita al lato musicale e, non a caso, il brano di Canio Fidanza, capovolgendo i termini della questione, fornisce quel tocco moderno del quale erano spesso prive le composizioni dei rappresentanti della corrente neoclassica, quando attingevano dal repertorio rinascimentale e barocco.
Uno sguardo ora all’Orchestra Giovanile Napolinova, apparsa compagine costituita da molti talenti ricchi di entusiasmo, in grado di raggiungere in poco tempo un notevole affiatamento, grazie anche all’ottimo lavoro portato avanti dal maestro Patti, per un risultato finale di grande spessore.
Pubblico numerosissimo, che speriamo possa continuare a seguire questa neonata compagine perché, come ha tenuto a sottolineare Alfredo de Pascale, in attesa di tempi migliori, attualmente l’unica fonte economica è quella legata ai proventi della vendita dei biglietti.
Non ci resta che augurare un successo crescente ad un’orchestra, nata da un progetto che, se oggi appare quasi un azzardo, a venire potrebbe trasformarsi in una splendida e duratura realtà.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.