Giovedì 8 maggio concerto dell’OPV a Padova per celebrare San Leopoldo Mandic

Foto Alessandra Lazzarotto

Foto Alessandra Lazzarotto

Anche quest’anno l’Orchestra di Padova e del Veneto propone il tradizionale concerto per le celebrazioni per San Leopoldo Mandic l’8 maggio, alle ore 21.00 presso l’omonimo santuario padovano (ingresso libero fino ad esaurimento posti), concerto diretto da Mirko Schipilliti e dedicato alla figura del compositore vicentino Arrigo Pedrollo, di cui ricorre il 50° della scomparsa.
Il programma per orchestra d’archi, accanto al Concertino per oboe di Pedrollo (solista Victor Vecchioni), vedrà una sezione dedicata a J. S. Bach (Allegro moderato dal Concerto Brandeburghese n. 3, la trascrizione per archi del corale per organo BWV 622 O Mensch, bewein dein Sünde gross realizzata da Max Reger, la Sinfonia per oboe e archi dalla Cantata BWV 156), insieme al celeberrimo Adagio-Agnus Dei di Samuel Barber e a pagine di Edvard Grieg (Due melodie elegiache op. 34, la Suite in stile antico op. 40 “Dai tempi di Holberg”).

«Un programma affascinante, con tratti molto meditativi, diviso fra reminiscenze sacre e stilemi antichi rielaborati anche attraverso esperienze moderne» spiega Schipilliti, che torna a dirigere l’Orchestra di Padova e del Veneto per la terza volta. «Le compenetrazioni tra musica sacra e profana sono evidenti nel primo movimento del III Brandeburghese, ripreso da Bach nella Cantata BWV 174, e nella Sinfonia dalla Cantata BWV 156, che riprende il Largo dal concerto in fa minore per cembalo, mentre l’orchestrazione di Reger del corale bachiano BWV 622 risuona come un grande omaggio alla tradizione strumentale tedesca. Ed è proprio al passato che guardano gli aspetti tonali e modali del celebre adagio di Barber, ormai un evergreen abusato in molte colonne sonore, di cui va recuperata una sorta di ancestrale e arcaica spiritualità controllata, vista la trascrizione per coro – pochissimo conosciuta – che realizzò l’autore sul testo dell’Agnus dei. Lo sguardo retrospettivo abbraccia anche il Concertino di Pedrollo e la Holberg-Suite di Grieg, che chiude il concerto nella stessa tonalità del Brandeburghese».

Victor Vecchioni, oboista dell’OPV , eseguirà il concertino di Pedrollo, autore di musica strumentale e di opere fra cui Maria di Magdala, «omaggio al compositore vicentino quasi dimenticato che guarda all’antica tradizione del concerto attraverso i percorsi della generazione dell’Ottanta, del linguaggio di Richard Strauss e di esperienze novecentesche europee – continua Schipilliti – senza sperimentare, ma svolgendo idee concise, piacevole lungo una scrittura molto precisa e ben riconoscibile. È curioso averlo affiancato alla sinfonia della cantata BWV 156 “Ich steh’ mit einem Fuß im Grabe”, “Sono già con un piede nella fossa”, che qui risuona come una sorta di preludio».
La Holberg-suite di Grieg, anch’essa un omaggio al norvegese Ludvig Holberg, padre della letteratura norvegese e danese, composta nel bicentenario della scomparsa, è uno dei grandi classici del repertorio per orchestra d’archi, «un brano delicato e trasparente – spiega Schipilliti – frutto della grande abilità di Grieg come orchestratore, soprattutto per archi (si pensi anche a brani del Peer Gynt come la Canzone di Solveig o La morte di Ase)”.

Mirko Schipilliti
Mirko SchipillitiDiplomatosi col massimo dei voti e lode in direzione d’orchestra e in pianoforte presso il Conservatorio B. Marcello di Venezia, Mirko Schipilliti si è laureato brillantemente in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Padova, dove si è successivamente specializzato in Medicina Interna.
Ha studiato direzione d’orchestra con Giancarlo Andretta e Michael Summers e ha conseguito master e diplomi di alto perfezionamento sotto la guida di Isaac Karabtchevsky, Kurt Masur, Neeme Jarvi, Jorma Panula e Jesus Lopez-Cobos.
Tra gli impegni futuri la registrazione in CD di musiche per un film coreano, e un invito in Brasile per dirigere l’orchestra sinfonica di Heliopolis a San Paolo, composta da eccellenti giovani provenienti da una delle più grandi favelas, un grande progetto socioculturale.
Schipilliti si definisce un musicista “ibernato”, «perché fare il musicista è diventato come vivere in un congelatore, ogni tanto qualcuno si ricorda di me, mi scongelo e dirigo un concerto, poi ritorno sottozero. Musica e medicina si arricchiscono a vicenda, ma una parte della società non vive in sintonia con queste “filosofie”, né con un certo modo di pensare e fare cultura, troppo orgogliosa di “produrre” non si sa bene cosa. Da più di 20 anni mi occupo anche di critica e cronache musicali, e vedo come il mondo musicale è sempre più strano, per certi versi “antimusicale”, troppo generoso per alcuni artisti, troppo ingrato per altri, sottomettendo il pubblico a eccessi di ogni tipo. Ci sono musicisti che hanno tutto subito, altri che devono scalare le montagne per raccogliere briciole, un’amara realtà perché non dipende dal tuo talento o dalle tue abilità. Io e altri giovani direttori cerchiamo di combattere la routine e di riuscire a dire qualcosa di nuovo o diverso, non solo alla luce degli insegnamenti dei nostri maestri, ma anche delle più recenti e più importanti testimonianze dell’interpretazione musicale che ormai sono storia. Una strada sempre in salita».

Ufficio stampa
Studio Pierrepi
Via delle Belle Parti 17
35141 Padova
mob. (+39) 345 7154654
e-mail: canella@studiopierrepi.it
web: www.studiopierrepi.it

__________________________________________
Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.