La terza edizione del Premio “Palazzo San Teodoro” incorona la pianista russa Maria Tsulimova

Da sx.: Giovanni Porcelli, Maria Tsulimova, Giovanni Lombardi e Maria Sbeglia

Si è svolta a Napoli la terza edizione del Premio “Palazzo San Teodoro”, evento voluto dall’imprenditore Giovanni Lombardi, Presidente e Fondatore del gruppo Tecno, affiancato dall’avvocato Luigi Porcelli e dalla pianista Maria Sbeglia, direttrice artistica della competizione, in collaborazione con la EUFSC (European Foundation for Support of Culture di Malta).
La competizione, rivolta ai pianisti, era divisa in tre sezioni: Pianoforte solista (Quattro categorie dagli 11 ai 23 anni), Pianoforte a quattro mani (Tre categorie dai 15 ai 25 anni) e Esecuzione pianistica “Premio Palazzo San Teodoro” (categoria unica senza limiti di età).
Riguardo a quest’ultima sezione, sono arrivati in finale Antonio Gomena, Marco Martuccio, Walter Siano, Gabriele Taranto e Maria Tsulimova, selezionati da una giuria molto qualificata costituita da Umberto Zamuner (presidente), Marco Ciampi, Vincenzo Maltempo, Giuliano Mazzoccante e Federico Rovini.
Il primo premio è stato assegnato alla ventiseienne russa Maria Tsulimova, confontatasi ottimamente con brani di Rachmaninov, Ciaikovskij e Kreisler-Rachmaninov, alla quale è andata una Borsa di Studio di 600 Euro offerta da TECNO, un Diploma e 3 concerti, con rimborso spese di 200 Euro ciascuno, nell’ambito delle stagioni della Fondazione F. M. Napolitano di Napoli, del Centro Caprense “Ignazio Cerio” e dell’Accademia musicale Annamaria Pennella di Formia.
Al posto d’onore, ex-aequo, Antonio Gomena e Gabriele Taranto, con il primo che ha eseguito pezzi di Skrjabin, Rachmaninov e Liszt ed il secondo che ha suonato uno Studio di Debussy e la Ballata n. 2 di Liszt.
Il premio, grazie ad una oculata decisione, non è stato suddiviso, per cui entrambi hanno vinto una borsa di studio di 300 Euro offerta da TECNO, un diploma e 2 concerti, con rimborso spese di 150 Euro, offerti dalla Fondazione F. M. Napolitano nell’ambito della manifestazione Anacaprifamusica e dall’Associazione Mousikè.
Non attribuito il terzo premio per cui gli altri due concorrenti hanno ricevuto il diploma di partecipazione.
Il regolamento prevedeva altri tre riconoscimenti, uno dell’importo di 200 Euro per la migliore interpretazione, nella fase eliminatoria, di un pezzo di Alexey Shor (compositore nato a Kiev, trapiantato negli Usa e attivo anche a Malta), uno assegnato dal pubblico (targa) ed infine il premio della critica, anch’esso consistente in una targa, conferito da una giuria di giornalisti del settore, presieduta dal maestro Dario Ascoli.
I primi due sono andati a Maria Tsulimova, mentre il terzo è stato vinto da Gabriele Taranto.
Nel complesso la serata, salutata da un notevole riscontro di pubblico, ha confermato la tendenza positiva della scorsa edizione, portando alla ribalta interpreti giovani che speriamo possano proseguire nel migliore dei modi una strada, dati i tempi, sempre più difficile da percorrere.

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.