Lunedì 23 luglio il baritono Sigurdur Bragason, accompagnato al pianoforte da Sebastiano Brusco, ospite di Sorrento Classica

Prosegue Sorrento Classica la rassegna di musica organizzata dal Comune di Sorrento e dalla S.C.S. Società dei Concerti di Sorrento e A.Gi.Mus. – Napoli, direzione artistica Paolo Scibilia.
Il secondo appuntamento è previsto lunedì 23 luglio, sempre alle ore 21, nel Chiostro di San Francesco a Sorrento e vedrà protagonista il baritono Sigurdur Bragason, uno dei più importanti interpreti islandesi di lieder tedeschi, protagonista quest’anno del “Norvegian Grieg Festival”.
Il cantante sarà accompagnato dal pianista italiano Sebastiano Brusco.
In programma “Songs of Light and Darkness”: un recital tutto dedicato a compositori tedeschi, islandesi, norvegesi ungheresi e russi.

Sorrento Classica è realizzata con il sostegno: Città di Sorrento, Regione Campania, Provincia di Napoli, Azienda Autonoma di Turismo Sorrento – S. Agnello, Fondazione Sorrento, Federalberghi Penisola Sorrentina,, “Cariparma Gruppo Crédit Agricole”, Aziende private, Ordine Frati Francescani Minori. Media partner: “La Nostra Gazzetta” (Наша Газета).

Biglietti
(escluso concerto del 25 luglio), fino ad esaurimento posti
Intero € 15,00
Ridotto € 10,00
Biglietteria all’ingresso Chiostro S. Francesco

Info & Prenotazioni
Azienda Autonoma Turismo
Tel. (+39) 081.8074033
www.sorrentotourism.com
www.societaconcertisorrento.it
www.comune.sorrento.na.it
www.fondazionesorrento.com

Raffaella Tramontano
Comunicazione e Ufficio Stampa
+39 3928860966
3388312413
raffaella.tramontano@libero.it; raffaella.tramontano@gmail.com

___________________________________________________

Sigurdur Bragason
È uno dei più importanti cantanti islandesi ed è apprezzato soprattutto come interprete di lieder tedeschi e canzoni islandesi, russe ed italiane.
Ha debuttato a Londra alla Wigmore Hall nel 1993 con grande successo.
Successivamente la sua carriera internazionale lo ha portato nelle più importanti sale di Europa e degli Stati Uniti, come la Royal Concertgebouw di Amsterdam, la Beethoven Haus a Bonn, la Temppeliaukion Kirko di Helsinki, Encuentros Music Festival a Buenos Aires, il Copenhagen Music Festival, la Wagner Hall di Riga, Edvard Munch Museet ad Oslo, il Corcoran Museum of Art a Washington, la Carnegie Hall di New York, il John F. Kennedy Center for the performing Arts, la Scandinavia House, St.John’s Smith Square a Londra e la Beethoven Society of America. Bragason ha anche cantato in importanti edizioni di Tosca, Boheme, Il flauto magico, Didone ed Enea, Carmina Burana, Messia, Cantate di Bach ed il Vespro della Beata Vergine di Monteverdi, solo per nominare alcune delle sue partecipazioni.
Nel 1995 Bragason ha cantato in un ruolo pensato appositamente per lui in una nuova opera islandese, The Moonlight Island composta da Atli Heimir Sveinsson, vincitore del Nordic Music Prize.
E’ apprezzato interprete di brani del compositore islandese Jòn Leifs ed è apparso in numerose trasmissioni televisive e radiofoniche, tra cui WDR in Germania e”Comparing Notes” della BBC.
Il primo disco inciso da Bragason, con composizioni islandesi ed italiane, è del 1988.
Numerosi i suoi CD, tra i quali si ricordano: Songs of Light and Darkness, con lavori di Tosti, Donizetti, Verdi, Respighi e Mussorgsky: Songs of the Master Pianists con composizioni di Chopin, Liszt, Rachmaninoff, Ravel e Rubinstein, accompagnato dalla pianista Vovka Ashkenazy; Mozart Arias con la Baltic Symphony Orchestra.

Sebastiano Brusco
Cresciuto a Roma, scopre la passione per la musica giovanissimo, e, a 19 anni dopo una grave malattia, decide di dedicare la sua vita ad essa studiando con Valentino Di Bella, con il quale si diploma con il massimo dei voti e la lode, presso il conservatorio “F.Morlacchi” di Perugia.
Segue poi corsi di perfezionamento con pianisti quali Lya de Barberiis, Dario de Rosa, Katia Labeque, Philippe Cassard, Joachin Achucarro (Accademia Chigiana di Siena) e col duo Moreno-Capelli. Per la sua formazione, si rivela importante lo studio con Ennio Pastorino, già allievo di Arturo Benedetti Michelangeli, e fondamentale lo studio con Aldo Ciccolini, negli anni di perfezionamento presso l’omonima accademia.
Per la musica da camera si è distinto in diversi concorsi nazionali e internazionali, tra i quali ricordiamo il primo premio assoluto al Concorso Internazionale Carlo Soliva (1998).
Suona spesso in diverse formazioni cameristiche e stabilmente in duo pianistico con Marco Scolastra (in sodalizio dal 1993), con il violinista russo Vadim Brodsky e con il Quartetto Bernini di Roma (nelle varie formazioni, dal duo al quintetto).
Come solista si esibisce con importanti orchestre italiane e straniere, quali: I Solisti Veneti, l’Orchestra Verdi di Milano, l’Orchestra Nazionale di Stato della Transilvania, l’Orchestra di Tirana, l’Orchestra Sinfonica di Pesaro, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese dirette da Riccardo Chailly, Claudio Scimone, Richard Hickox, Florin Totan, Romano Gandolfi, Vittorio Antonellini.
In Italia, suona come solista e in formazioni da camera in noti teatri e auditori (Parco della Musica di Roma, Nuovo Auditorium di Milano, Teatro Valli di Reggio Emilia), per istituzioni musicali e importanti festival (tra cui, il debutto al Festival dei Due Mondi di Spoleto 2005).
Svolge un’intensa attività concertistica anche all’estero: numerosi sono i concerti in Messico, in Canada, negli USA, in Spagna, in Svizzera (a Zurigo, nella prestigiosa sede della Zürcher Kammerorchester), negli Emirati Arabi, in Romania, in Polonia (a Varsavia, Museo Chopin) in Germania (Bonn Schuman-House) e in Belgio, dove, al Festival Van Vlaanderen, il concerto è stato trasmesso in Radio Klara nazionale.
Recentemente ha tenuto un rècital nel festival Dark Music Days di Reykjavik, in Islanda.
Dedica particolare attenzione alla musica del Novecento, eseguendo molte prime esecuzioni assolute e prime italiane (Tosatti, M. Gould, Milhaud, Boriolo, Taglietti…).
Incide in duo, con il pianista Marco Scolastra, un CD per la casa discografica “Phoenix”, trasmesso più volte da Rai Radio Tre.
Entro fine anno 2007 inciderà un disco con musiche di Shubert.
Recentemente si è esibito per i Concerts de Midi a Bruxelles, con il noto clarinettista belga Ronald van Spaendonck.
Alterna l’attività concertistica con l’insegnamento presso i Conservatori di Musica Italiani.

___________________________________________________

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.