Sabato 18 settembre la seconda parte della stagione di concerti nell’auditorium Lo Squero inizia nel segno di Bach con Roberto Loreggian e l’Arte dell’Arco

Questa primavera, dopo oltre un anno di silenzio, il meraviglioso Auditorium Lo Squero, sull’isola di S. Giorgio Maggiore a Venezia è tornato a vivere.
Ad aprire la seconda parte della stagione organizzata da Asolo Musica, sabato 18 settembre, alle  ore 15.00 e alle ore 17.30, saranno il virtuoso cembalista veneto Roberto Loreggian e L’Arte dell’Arco, compagine storica della nostra regione fondata nel 1994 da Federico e Giovanni Guglielmo.
Il concerto prevede tre opere molto particolari di Johann Sebastian Bach: il Concerto per clavicembalo e orchestra in re minore BWV 1052a, il Concerto per clavicembalo e orchestra in sol minore BWV 1056 e il Concerto per flauto, violino, clavicembalo e orchestra in re maggiore BWV 1050a

Nel periodo in cui Bach lavorava a Lipsia come Kantor nella chiesa di S. Tommaso, oltre a scrivere una cantata alla settimana, trovò il tempo di assumere la direzione del Collegium Musicum fondato da Telemann, che teneva concerti al Caffè Zimmermann per un pubblico borghese.
Fu per queste occasioni che nacquero i suoi primi brani per clavicembalo e orchestra, scritti ex novo oppure ricavati da concerti per violino, flauto o oboe precedenti e ora perduti.
È quest’ultimo il caso del Concerto per clavicembalo e orchestra in re minore BWV 1052a, trascrizione di un concerto per violino che non possediamo ma che ha suscitato la curiosità di molti musicisti nella storia, tanto che esistono vari tentativi di ricostruzione dell’originale.
Sempre da un ignoto concerto per violino deriva il Concerto per clavicembalo e orchestra in sol minore BWV 1056, in cui è particolarmente evidente l’ispirazione italiana: l’alternanza tra solo e tutti ricorda i concerti di Vivaldi, mentre la melodia del Largo cantabile ricorda la fantasia melodica della musica vocale del tempo.
Di qualche anno precedente è il Concerto per flauto, violino, clavicembalo e orchestra in re maggiore BWV 1050a, prima versione del Quinto concerto brandeburghese.
Scritto in un’epoca in cui il clavicembalo non aveva status solistico, questo Concerto rappresenta un tentativo pionieristico di integrare la delicata sonorità dello strumento nel tessuto orchestrale.
Per fare emergere il suono del clavicembalo Bach indica con precisione le dinamiche degli strumenti facendo sì che il piano orchestrale lasci possibilità d’espressione al clavicembalo.
Una costruzione musicale raffinata e leggera per concludere un concerto che è un omaggio non solo a Bach, il grande «artigiano» della musica ma anche ai costruttori degli stupendi strumenti musicali utilizzati per le esecuzioni.

La sicurezza

L’Auditorium Lo Squero sarà occupato per circa 35% della capienza, sarà obbligatorio avere il Green Pass, tenere la mascherina per tutto il tempo del concerto, mantenere il distanziamento e non creare assembramenti in entrata e in uscita.

Per tutti gli spettacoli è necessario acquistare il biglietto con anticipo sul sito www.boxol.it/auditoriumlosquero/ e ritirarlo il giorno del concerto presso la biglietteria de “Lo Squero” aperta dalle ore 14.00.

All’ingresso verrà eseguito il triage (misurazione temperatura, sanificazione mani).

Info Asolo Musica
0423 950150
info@asolomusica.com
www.asolomusica.com

La stagione musicale, organizzata da Asolo Musica in collaborazione con la Fondazione Giorgio Cini allo Squero, è realizzata con il contributo di MIC – Ministero della Cultura, Regione Veneto e sostenuta dal GRUPPO PRO-GEST, CentroMarca Banca, Hausbrandt Caffè, Zanta Pianoforti e Zoogami.

Lo Squero dell’Isola di San Giorgio Maggiore, antica officina per la riparazione delle imbarcazioni risalente alla metà dell’Ottocento, è diventata un moderno e suggestivo auditorium grazie all’intervento di recupero della struttura promosso dalla Fondazione Giorgio Cini che ha trasformato questo spazio in una moderna concert hall con 200 posti a sedere; grazie alla sua eccezionale acustica e alla sua posizione privilegiata che si affaccia direttamente sulla laguna, “Lo Squero” è uno spazio unico che accorda perfettamente musica e immagine. Di fronte alla platea le pareti di vetro – come quinte naturali – aprono uno straordinario scorcio sulla laguna offrendo allo spettatore la possibilità di vivere l’esperienza unica di un concerto “a bordo d’acqua”.

Ufficio Stampa Studio Pierrepi
Alessandra Canella
348-3423647
canella@studiopierrepi.it
www.studiopierrepi.it

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.