Sabato 7 agosto a Taverna (CZ) l’ensemble “Le Musiche da Camera” ospite della giornata inaugurale della mostra “La Commedia della Vita. Genere e realtà nell’Arte Napoletana del Settecento”

Sabato 7 agosto, alle ore 21.30, a Taverna (CZ), nell’ambito della giornata inaugurale della mostra La Commedia della Vita. Genere e Realtà nell’Arte Napoletana del Settecento, organizzata dal Museo Civico di Taverna, al termine di un convegno che vede la partecipazione di studiosi dell’Università Orientale e dell’Istituto Suor Orsola Benincasa di Napoli, l’ensemble “Le Musiche da Camera” con strumenti d’epoca, formato da Rosa Montano (mezzosoprano), Egidio Mastrominico (violino barocco di concerto), Leonardo Massa (violoncello barocco), Giuseppe Copia (chitarra barocca e tiorba) e Debora Capitanio (clavicembalo) terrà il concerto “Dalla piazza alla Chiesa…percorsi musicali nella Napoli antica”, proponendo musiche di Matteis, Falconiero, Porsile, Feo, Latilla, Porpora, Vinci.

Si ringrazia l’Associazione NaturalMenteMusica nelle persone dei prof. Francesco Nocerino e Marilena Erman e l’Area Arte Associazione

______________________________________________________________

Sabato 7 agosto, ore 21.30 – Taverna (CZ)
“Dalla piazza alla Chiesa…percorsi musicali nella Napoli antica”

Ensemble “Le Musiche da Camera” con strumenti d’epoca
Rosa Montano, mezzosoprano
Egidio Mastrominico, violino barocco di concerto
Leonardo Massa, violoncello barocco
Giuseppe Copia, chitarra barocca e tiorba
Debora Capitanio, clavicembalo

Programma

N. Matteis (ca.1650-1713): Preludio a violino solo

A. Falconiero (1585-1656): La Mota, La Suave Melodia, Su Corrente

G. Porsile (1680 – 1750): Sfogandose ‘no Juorno, cantata sopra l’Arcecalascione *

N. Matteis: Sarabanda amorosa (Libro I) a violino e basso

F. Feo (1691 – 1761): Je suis trop infelice, aria di Rosicca dagli Intermezzi “Morano e Rosicca” *

N. Matteis: Ad imitatione d’un tartaglia (libro II) a violino e basso

G. Latilla (1711 – 1788): T’aggio voluto bene, aria a voce sola con strumenti *

N. Matteis: Ground after the Scotch humor a violino e basso

N. Porpora (1686-1768): Torbido intorno al core , aria di Ericlea da “Meride e Selinunte” *

N. Matteis: Passaggio rotto e Fantasia a violino solo

L. Vinci: Jesu meta fons amoris, aria per voce, strumenti e basso continuo

*trascrizioni moderne a cura di Egidio Mastrominico

Ensemble Le Musiche da Camera

Fondato nel 1992 è una delle formazioni più longeve di musica antica di Napoli.
Di formazione variabile, ha indirizzato sin dall’inizio la propria attività alla riscoperta di brani inediti o poco conosciuti di compositori napoletani dei secoli XVII e XVIII, presentandone numerosissime opere strumentali e vocali in prima esecuzione moderna, attraverso il recupero della prassi esecutiva d’epoca.
I componenti dell’ensemble si sono formati alla scuola di specialisti nella prassi esecutiva barocca e classica, e collaborano altresì con importanti istituzioni ed ensemble barocchi.
La formazione varia secondo le esigenze del repertorio dal trio all’orchestra da camera, e si caratterizza inoltre per l’uso di strumenti tipici dell’area napoletana, come mandolino, mandolone, mandoloncello, colascione, chitarra barocca.
Le fonti su cui si basa il lavoro esecutivo dell’ensemble sono, nella maggior parte dei casi, manoscritti e copie a stampa originali ed i programmi proposti sono indicativi delle ricerche compiute dall’ensemble per offrire all’ascolto non un mero florilegio di musiche, ma percorsi musicali costruiti con una struttura tematica in modo da unire coerentemente ricerca musicologica e godibilità d’ascolto.
Il lavoro di ricerca e trascrizione è principalmente a cura di Egidio Mastrominico e a seconda dei componenti dell’ensemble.
É invitato a partecipare a festival, rassegne e stagioni promosse da enti e associazioni di rilevanza nazionale.
Dal 2001 assieme all’Associazione Area Arte, che ne cura l’attività, l’ensemble ha dato vita alla rassegna “Convivio Armonico” presso il Teatro Sancarluccio di Napoli.
Particolare importanza ha rivestito il progetto “L’Intermezzo Ritrovato”, che ha visto a partire dal 2001 gli allestimenti, in prima esecuzione moderna, degli intermezzi “Eurilla e Beltramme” di D. Sarro, “Morano e Rosicca” di F. Feo (ripreso nel 2012 e nel 2014) ed “Erighetta e Don Chilone” di L. Vinci, nel 2007 de “La Dirindina” di D. Scarlatti, replicata anche nell’ambito del Teatro Festival Italia 2007 e per lo “Scarlatti Festival” organizzato dal Comitato Napoletano per le Celebrazioni Scarlattiane, e nel 2010 de “La Serva Padrona” per l’anno Pergolesiano.
L’ensemble promuove dal 2007 il progetto “Gli Anniversari” che si propone di rendere omaggio attraverso lo studio e la preparazione di opere e concerti dedicati ai musicisti di area e scuola Napoletana dei secoli XVII e XVIII.
Nel corso degli anni l’ensemble ha reso omaggio a compositori come Domenico Scarlatti nel 2007, nel 2008 Carmine Giordano, nel 2009 G. F. Händel, nel 2010 G. B. Pergolesi, Girolamo Abos, Alessandro Scarlatti, Michele Mascitti, nel 2011 Davide Perez, Gaetano Latilla, Antonio Palella, nel 2014 ancora Michele Mascitti e Nicola Fiorenza, Girolamo Abos e Gennaro Manna e nel 2016 Gaetano Veneziano.
L’ensemble svolge attività divulgativa con cicli di concerti e seminari per le scuole della Campania, e particolare importanza ha rivestito la serie di Lezioni-Concerto “Musica e musicisti al Palazzo Reale nel Settecento”, realizzate con la collaborazione della Sovrintendenza B.B.A.A. di Napoli e con l’ Assessorato alla Cultura della Regione Campania presso il Palazzo Reale di Napoli. Nel dicembre 2010 l’ensemble ha eseguito in prima esecuzione assoluta il Concerto per Clavicembalo composto dal compositore napoletano Livio De Luca.
“Le Musiche da Camera” ha finora realizzato tre lavori discografici dedicati ad opere inedite.
Per la Tactus gli Hamilton-Trios di Emanuele Barbella, (“Most enthusiastically recommended.” Fanfare Magazine, “..lettura equilibrata e notevole la perizia tecnica messa in gioco”4 stelle sul mensile “Musica”), per la Bongiovanni gli intermezzi “Eurilla e Beltramme” di Domenico Sarro (….realizzazione del continuo fantasiosa ed ariosa. “Musica”, Questa riproposta moderna – una vera novità – ha trovato una realizzazione molto elegante nel Teatro di Corte di Caserta….Suono”), per la Dynamic il cd “Si suona a Napoli!” Concerti Napoletani inediti per Traversiere e orchestra, solista Renata Cataldi (“Colpisce altresì la brillantezza virtuosistica, ben servita da Renata Cataldi, che trae un suono agile ed elegante dal suo traversiere antico, in un impasto ben calibrato con gli strumenti pure originali delle Musiche da Camera” – R. Pedrotti su L’Ape Musicale).

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.