Martedì 27 luglio I Concerti dell’Accademia, nell’ambito di “Estate a Napoli 2021 – Il Castello dei 5 sensi” propongono “Omaggio a Partenope” con il duo Cello to Cello

Martedì 27 luglio 2021, alle ore 20.00, sulla terrazza dei cannoni del Castel dell’Ovo, per “I concerti dell’Accademia – Musica al Castello”, nell’ambito della manifestazione Estate a Napoli, Il Castello dei 5 sensi, organizzato dal Comune di Napoli concerto del duo Cello to Cello, formato dai violoncellisti Francesco Scalzo e Raffaele Sorrentino dal titolo “Omaggio a Partenope”

I Cello to Cello in questo viaggio musicale vogliono rendere un omaggio alla sirena Partenope che, come narra la leggenda, diede inizio alla storia di questa nostra bellissima città, attraverso un percorso musicale molto ampio, fatto di proprie elaborazioni scritte per due violoncelli e che coinvolge diversi generi musicali, dalle canzoni del repertorio classico napoletano di autori quali Di Capua, Ernesto De Curtis, Luigi Denza, ai valzer e tanghi di Dmitrij Shostakovich, Astor Piazzolla, Carlos Gardel, alle colonne sonore di Nino Rota, Ennio Morricone, Hans Zimmer, Carl Horner, fino alle cover di grandi gruppi della musica pop quali gli U2, i Coldplay, i Queen e Michael Jackson.

Costo del biglietto
Intero: 10 Euro
Ridotto: 5 Euro

Prenotazione obbligatoria
accademiareale@gmail.com
www.accademiareale.it
Mobile.: 338.406.28.98

Ufficio Stampa
New Media Press.it
(Rosario Scavetta e Mina Grasso)
081.182.57.663
Mobile.: 347.615.95.78
newmediaufficiostampa@gmail.com

Francesco Scalzo
Si diploma in violoncello presso il Conservatorio di S. Pietro a Majella diNapoli con Luca Signorini, perfezionandosi con Ilie Ionescu, Luigi Piovano, Radu Aldulescu e Tamas Varga.
Ha frequentato la Scuola di Musica di Fiesole e l’Orchestra Giovanile Italiana esibendosi presso enti ed istituzioni musicali quali i Pomeriggi Musicali di Milano, la Società dei Concerti di Torino, il Teatro comunale di Ferrara, il Teatro Comunale di Piacenza.
Partecipa alla realizzazione dell’opera del M° Roberto de Simone “La Gatta Cenerentola” rappresentata al Festival di Edimburgo.
Ha svolto attività concertistica con l’Orchestra del Teatro V. Bellini di Catania con la quale ha effettuato numerose produzioni artistiche.
Primo violoncello dell’Orchestra Partenopea di Santa Chiara nel tradizionale “concerto dell’Epifania” in onda su Rai 1 da diversi anni.
E’ stato finalista al concorso per violoncello di fila presso il Teatro S. Carlo di Napoli, ente con il quale ha prestato la sua attività professionale in produzioni lirico-sinfoniche.
Con l’Orchestra Internazionale d’Italia ha partecipato ai Concerti del Mattino del Teatro Sistina di Roma trasmessi in diretta da Radio Tre Rai.
Ha collaborato con direttori quali E. Morricone, G. Prêtre, L. Berio, M. Rostropovich, D. Gatti.
Fondatore del quartetto Classic Movies Quartet specializzato in musiche da film è anche impegnato nell’attività di formazione giovanile costituendo l’Orchestra Giovanile Pausilypon.
Ha collaborato inoltre con il Teatro G. Verdi di Salerno, con la Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli e con l’Orchestra della Provincia di Catanzaro.
È impegnato nella prassi esecutiva con il violoncello barocco, attività che svolge con l’ensemble “Accademia Reale” di Napoli.
Svolge una intensa attività cameristica in formazioni che vanno dal duo con pianoforte e con flauto al trio con pianoforte, violino o clarinetto e violoncello al quartetto e quintetto d’archi, all’ensemble cameristiche più varie.
È docente di violoncello presso il MIUR.

Raffaele Sorrentino
Diplomato in violoncello col massimo dei voti presso il Conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli sotto la guida di Luca Signorini, ha seguito a Duino i corsi di musica da camera col Trio di Trieste e di quartetto alla Royal Academy di Londra con il “Quartetto Amadeus”.
Si è specializzato in musica antica, vincendo diverse borse di studio a Milano e a Venezia con Roberto Gini.
Ha svolto attività concertistica in veste di solista e in diverse formazioni cameristiche esibendosi in prestigiose sale da concerto italiane tra cui Napoli (Teatro San Carlo, Teatro Augusteo, Villa Pignatelli, Sala Scarlatti del Conservatorio S. Pietro a Majella, Teatrino di Corte di Palazzo Reale), Milano, Roma (Auditorium), Venezia, Firenze (Associazione “Amici della musica”), Siena (Accademia Chigiana), Teramo, Gorizia, Urbino e in diverse città europee tra cui Vienna, Londra (Royal Academy), Salisburgo, Colonia (Kolner Philarmonie), Helsinki, Bratislava, Montecarlo, Cina.
Si distingue in ruolo solistico nell’opera “Il convitato di Pietra” di Traetta con regia di R. De Simone al Teatro S. Carlo di Napoli.
Ha collaborato con solisti quali Uto Ughi, LucaSignorini, Rocco Filippini, Bruno Canino, Michele Campanella, Mario Ancillotti, Andrée Darras, Franco Mezzena, Guido Corti, Paolo Pollastri, Cristiano Rossi, András Adorján, Massimiliano Damerini, Andrea Noferini.
Ha collaborato con l’Orchestra della RAI di Napoli e con l’Orchestra del Teatro S. Carlo.
Si occupa di musica antica suonando con diversi ensemble tra cui la “Cappella della Pietà dei Turchini”, La confraternita de’ Musici, l’Orchestra barocca di Bolzano, la Cappella Musicale Theatina, SeicentoNovecento, “Il Rossignolo” ed è stato fondatore del gruppo “L’Amoroso Affetto”.
Ha inciso per le case discografiche Tactus, CPO, Stradivarius e MR Classics.
È docente di violoncello presso il MIUR

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.