Sabato 19 giugno “SqueroJazz” ospita il grande pianista Uri Caine

Foto Roberto Cifarelli

Il prossimo 19 giugno il jazz torna all’Auditorium Lo Squero sull’isola di S. Giorgio Maggiore.
Protagonista sarà la voce particolarissima di Uri Caine formatosi nella variopinta scena newyorkese degli anni ’80: un grande eclettico che sfugge ad ogni tipo di etichetta e ci trasporta, ogni volta, in un viaggio sonoro nuovo ed entusiasmante.

Il concerto si svolgerà su doppio turno alle 15.00 e alle 17.30 e prevederà brani originali, standard jazz e improvvisazioni libere.

«Un’esplorazione fantastica delle possibilità di un pianoforte, di un uomo, di uno spazio».
Così è stato definito Callithump, l’ultimo disco in solo del pianista Uri Caine, musicista in grado di cimentarsi con coraggio in una varietà enorme di generi musicali, mantenendo sempre una voce originalissima.
È questa l’energia che avremo modo di avvertire il prossimo sabato 19 giugno a Venezia, nel corso della seconda data di SqueroJazz: il nuovo progetto di concerti solistici all’interno della stagione organizzata da Asolo Musica nell’affascinante cornice dell’Auditorium Lo Squero.

«Per questo concerto» annuncia Caine «suonerò un misto di brani originali scritti nell’ultimo anno, standard jazz e improvvisazioni libere. Sarà il mio primo concerto in Italia dalla fine del 2019: non vedo l’ora di tornare a Venezia per suonare per il meraviglioso pubblico della vostra città!».

E già pregustiamo la straordinaria varietà e freschezza del modo di suonare di Caine, che fin da giovane si è cimentato in generi diversi tra loro come il jazz, il funk e la composizione classica che ha studiato sotto la guida del grande George Crumb. Un’irrequietudine e una curiosità che lo portano, negli anni ’80, a trasferirsi a New York, dove gli si spalancano le porte ad una varietà di esperienze musicali nuove ed eccitanti.
Parliamo soprattutto della «downtown music», la scena musicale multiforme del sud di Manhattan, nata molti anni prima al tempo delle prime performance di La Monte Young a casa di Yoko Ono.
Un mondo sonoro bizzarro, fatto di performance, provocazioni, infrazioni alle regole e soprattutto contaminazioni, che sulla personalità di Uri Caine agisce come un catalizzatore.
Da allora la carriera musicale di Caine non si è più arrestata. I suoi album da solo e in ensemble, che fondono il jazz classico con il funk, il soul, l’hip hop strumentale e la musica elettronica, hanno fatto la storia del genere.
Ma le sue incursioni nella contemporanea sperimentale con il Quartetto Arditti, nella classica e nella musica barocca di Bach e Vivaldi fanno di lui un grande musicista tout-court, che sfugge ad ogni tipo di etichetta e ci trasporta, ogni volta, in un viaggio sonoro nuovo ed entusiasmante.

La stagione musicale, organizzata da Asolo Musica in collaborazione con la Fondazione Giorgio Cini allo Squero, è realizzata con il contributo di MIC – Ministero della Cultura, Regione Veneto e sostenuta dal GRUPPO PRO-GEST, CentroMarca Banca, Hausbrandt Caffè, Zanta Pianoforti e Zoogami.

Una ripartenza che avviene dopo uno dei momenti di chiusura più lunghi e sofferti per tutti e, in modo particolare, per i luoghi della cultura.
La riapertura avverrà con le ben note limitazioni di cui tanto si è parlato: l’Auditorium Lo Squero sarà occupato per circa 35% della capienza, sarà obbligatorio tenere la mascherina per tutto il tempo del concerto, mantenere il distanziamento e non creare assembramenti in entrata e in uscita.

Per tutti gli spettacoli è necessario acquistare il biglietto con anticipo sul sito www.boxol.it/auditoriumlosquero/ 

All’ingresso verrà eseguito il triage (misurazione temperatura, sanificazione mani).

Tutti i concerti avranno inizio alle 15.00 e alle 17.30

Info Asolo Musica
0423 950150
info@asolomusica.com
www.asolomusica.com

Lo Squero dell’Isola di San Giorgio Maggiore, antica officina per la riparazione delle imbarcazioni risalente alla metà dell’Ottocento, è diventata un moderno e suggestivo auditorium grazie all’intervento di recupero della struttura promosso dalla Fondazione Giorgio Cini che ha trasformato questo spazio in una moderna concert hall con 200 posti a sedere; grazie alla sua eccezionale acustica e alla sua posizione privilegiata che si affaccia direttamente sulla laguna, “Lo Squero” è uno spazio unico che accorda perfettamente musica e immagine. Di fronte alla platea le pareti di vetro – come quinte naturali – aprono uno straordinario scorcio sulla laguna offrendo allo spettatore la possibilità di vivere l’esperienza unica di un concerto “a bordo d’acqua”.

Ufficio Stampa Studio Pierrepi
Alessandra Canella
348-3423647
canella@studiopierrepi.it
www.studiopierrepi.it

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.