Martedì 25 maggio il secondo appuntamento di “Grandi Interpreti” di Bologna Festival ospita l’ensemble Concerto Italiano di Rinaldo Alessandrini e le voci di Silvia Frigato e Sonia Prina

Martedì 25 maggio, ore 20, nella Basilica di Santa Maria dei Servi, secondo appuntamento della rassegna “Grandi Interpreti” di Bologna Festival.
Rinaldo Alessandrini con il suo ensemble Concerto Italiano e le voci di Silvia Frigato e Sonia Prina eseguono lo Stabat Mater di Pergolesi, vertice assoluto della musica sacra settecentesca, partitura che nella sua intima dimensione cameristica raggiunge vette di grande intensità emotiva.
Insieme al capolavoro di Pergolesi Rinaldo Alessandrini propone pagine strumentali sacre di Vivaldi e il Salve Regina di Pergolesi, antifona mariana intonata dalle voci di soprano e di contralto in due diverse tonalità, l’una più semplice ed intima l’altra percorsa da contrasti drammatici e melismi vocali di gusto teatrale.
La popolare preghiera legata al culto mariano risuonerà nella maestosa navata della Basilica di Santa Maria dei Servi, con la duttile voce del soprano Silvia Frigato e la calda vocalità del contralto Sonia Prina.

Biglietti in vendita online su www.bolognafestival.it, nel circuito Vivaticket e presso Bologna Welcome ( Piazza Maggiore 1/E).

Paola Soffià
Ufficio Stampa Bologna Festival
stampa@bolognafestival.it
tel. 051 6493397
cell. 3287076143

Associazione Bologna Festival onlus
Via delle Lame 58 – 40122 Bologna
www.bolognafestival.it

______________________________________________________________

Martedì 25 maggio, ore 20 – Basilica di Santa Maria dei Servi

Concerto Italiano
Rinaldo Alessandrini, organo e direzione
Silvia Frigato, soprano
Sonia Prina, contralto

Programma

A. Vivaldi: Sinfonia in si minore “Al Santo Sepolcro” RV 169

G. B. Pergolesi: Salve Regina in la minore per soprano

A. Vivaldi: Sonata in mi bemolle maggiore “Al Santo Sepolcro” RV 130

G. B. Pergolesi:
Salve Regina in fa minore per contralto
Stabat Mater

Rinaldo Alessandrini
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è rinaldo-alessandrini-c2a9-lorraine-wauters-opera-royal-de-wallonie.jpgClavicembalista, organista e fortepianista oltreché fondatore e direttore di Concerto Italiano, da anni protagonista della scena musicale barocca internazionale, nelle sue scelte di repertorio Rinaldo Alessandrini ha privilegiato la produzione italiana, riportando nelle sue esecuzioni tutte quelle caratteristiche di cantabilità e mobile espressività che furono proprie allo stile italiano dei secoli XVII e XVIII.
Oltre a curare l’attività di Concerto Italiano svolge un’intensa attività solistica, ospite dei più rinomati festival di musica antica.
Come direttore collabora con numerose orchestre europee e americane.
Ha diretto opere di Monteverdi, Pergolesi, Vivaldi, Händel, Vinci, Hasse, Mozart, Paisiello e Gluck.
La sua ampia e pluripremiata discografia si è recentemente arricchita di una registrazione dedicata alle opere per tastiera di Bach e, insieme a Concerto Italiano, del Terzo Libro dei Madrigali di Monteverdi.

Silvia Frigato
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è silvia-frigato-2021.jpgVoce di soprano, ha studiato pianoforte e si è diplomata in canto al Conservatorio di Adria.
Si è perfezionata con Raina Kabaivanska e ha approfondito lo studio del repertorio sei-settecentesco sotto la guida di Roberta Invernizzi, Sara Mingardo, Marina De Liso e Lorenzo Ghielmi.
Svolge un’intensa attività concertistica, in Italia e all’estero, ospite di prestigiose istituzioni musicali.
Ha cantato sotto la direzione di John Eliot Gardiner nel Vespro della Beata Vergine, L’Incoronazione di Poppea e Il Ritorno di Ulisse in patria di Monteverdi e nell’Incoronazione di Poppea diretta da Rinaldo Alessandrini al Teatro alla Scala.
Tra i direttori con cui ha collaborato si distinguono inoltre Dantone, Spinosi, Sardelli, Bonizzoni.

Sonia Prina
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è sonia-prina-2-foto-javier-del-real-1.jpgVoce di contralto, dopo il diploma in canto e tromba al Conservatorio di Milano ha studiato all’Accademia dei Giovani Cantanti del Teatro alla Scala.
A soli 23 anni ha debuttato come Rosina nel Barbiere di Siviglia diretto da Riccardo Chailly al Teatro alla Scala.
Nel 2006 ha ottenuto il Premio Abbiati e nel 2014 il Premio “Tiberini d’Oro”.
Il suo repertorio comprende opere di Monteverdi, Vivaldi, Scarlatti, Hasse, Gluck, Mozart e Rossini, con una particolare predilezione per la produzione haendeliana.
Tra i direttori con cui ha collaborato figurano Antonini, Biondi, Bolton, Christie, Fasolis, Hogwood, Jacobs, McCreesh, Minkowski, Savall.

Concerto Italiano
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è concerto-italiano-1-foto-javier-serra-1.jpgFondato nel 1984 da Rinaldo Alessandrini, Concerto Italiano ha contribuito in maniera fondamentale ad una rinnovata attenzione per la musica antica in Italia.
Nel 2002 riceve il Premio Abbiati per la sua attività, improntata ad una radicale revisione dei criteri esecutivo-interpretativi tanto della produzione madrigalistica, monteverdiana in particolare, quanto del repertorio strumentale e operistico del Settecento.
Numerosi e di prestigio i riconoscimenti ottenuti per le incisioni discografiche, divenute versioni di riferimento per un pubblico di dimensione internazionale.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.