Presentato il progetto per i lavori di restauro del Conservatorio San Pietro a Majella.

Su invito del neo presidente del conservatorio di S. Pietro a Majella, Luigi Carbone, il soprintendente Luigi La Rocca e l’arch. Anna Migliaccio hanno illustrato oggi nella sala Rossini del Conservatorio il progetto di fattibilità relativo ai lavori di restauro di San Pietro a Majella, predisposto dalla Soprintendenza di Napoli e finanziati dalla Regione Campania per un valore di circa sette milioni di euro.
Erano presenti anche l’assessore della Regione Campania Bruno Discepolo, il direttore del Conservatorio, Carmine Santaniello e la dott.ssa Rosanna Romano.
Si tratta di un evento importante, che segna un clima di stretta collaborazione tra le tre Istituzioni e costituisce il primo passaggio per la realizzazione di un radicale, significativo intervento di restauro e recupero dello storico e glorioso edificio, fortemente voluto dal presidente De Luca.
Il presidente Carbone, l’assessore Discepolo e il Soprintendente La Rocca hanno confermato che Conservatorio, Regione e Soprintendenza lavoreranno in stretto raccordo per accelerare la realizzazione di un intervento così importante per la Città e per la cultura del Paese.
E’ stato ribadito l’impegno di avere il progetto definitivo pronto entro il mese di luglio, per onorare il Compleanno del Maestro Muti, che tanto ha dato e dà al “suo” Conservatorio.

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.