Giovedì 15 aprile “Carteggi Musicali” di Bologna Festival propone “Al mio migliore amico”, incentrato sulle lettere di Čajkovskij alla baronessa von Meck

Sala della Musica di Villa Belpoggio

Giovedì 15 aprile, alle ore 18, in streaming su http://www.bolognafestival, secondo appuntamento del ciclo di conversazioni-concerto Carteggi musicali di Bologna Festival.
Al mio migliore amico è dedicato a Čajkovskij e alla sua singolare relazione epistolare con la baronessa Nadežda von Meck.
Lo storico della musica Alberto Batisti ricostruisce le vicende sentimentali più intime e dolorose del compositore russo attraverso le lettere indirizzate alla von Meck, amica e mecenate innamorata della sua musica.
Nella Sala della Musica di Villa Belpoggio, l’elegante scenario di questa seconda conversazione-concerto, il pianista Stefano Campanini esegue pagine di Čajkovskij tratte dalle Stagioni op.37a e dall’Evgenij Oneghin.

Carteggi Musicali, conversazioni-concerto nei salotti di Bologna in streaming sul sito www.bolognafestival.it e sul canale youtube

Paola Soffià
Ufficio Stampa Bologna Festival
stampa@bolognafestival.it
tel. 051 6493397
cell. 3287076143

Associazione Bologna Festival onlus
Via delle Lame 58 – 40122 Bologna
www.bolognafestival.it

____________________________________________________________________________

Giovedì 15 aprile ore 18 online – Sala della Musica di Villa Belpoggio
«Al mio migliore amico», La singolare relazione epistolare tra Čajkovskij e la baronessa Nadežda von Meck

conversazione e letture a cura di Alberto Batisti
esecuzioni al pianoforte: Stefano Campanini
introduzione storico-artistica della sala a cura di Jadranka Bentini

Alberto Batisti
Diplomato in pianoforte, storico della musica e critico musicale di Paese Sera (1986) e La Repubblica (1988-1997), Alberto Batisti ha insegnato Storia ed Estetica della Musica nei Conservatori di Potenza e Como.
Dal 2018 è titolare della cattedra di Storia ed Estetica della Musica al Conservatorio di Milano.
È stato inoltre docente al Dipartimento Arti, Musica e Spettacolo dell’Università di Firenze.
Fin dalla fondazione nel 1997 è il responsabile del progetto e della direzione artistica dell’Orchestra Camerata Strumentale “Città di Prato”.
È stato direttore artistico del Teatro Verdi di Pisa (1997-2009), degli Amici della Musica di Perugia (2005-2018) e della Sagra Musicale Umbra (2008-2018).
Nel 2002 viene incaricato dalla Regione Toscana di fondare e dirigere una nuova emittente radiofonica, Rete Toscana Classica, premiata nel 2007 con il prestigioso “Premio Abbiati”.
Ha curato la traduzione de La musica nel Rinascimento di Gustave Reese (Le Lettere, 1990) e dell’inedito Brahms e Wagner di Massimo Mila (Einaudi, 1994).
Sta scrivendo una nuova Storia della musica moderna, dal XVII al XX secolo per Mondadori/Le Monnier.

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.