Giovedì 24 settembre a Verona “autunno in Accademia” prosegue con l’Amadeus Piano Duo

Avviato con grande successo dall’Ensemble Musagète nel precedente appuntamento di autunno in Accademia, continua con Amadeus Piano Duo, giovedì 24 settembre (ore 20.30) il viaggio nel grande repertorio sinfonico ripensato in chiave cameristica.
In una Sala Maffeiana finalmente rinata pienamente alla sua vocazione musicale grazie alla rassegna concertistica dell’Accademia Filarmonica di Verona, Valentina Fornari e Alberto Nosè, compagni nell’arte e nella vita, accompagneranno il pubblico alla riscoperta del gusto per la Hausmusik, pratica musicale domestica tanto diffusa nei secoli scorsi quanto dimenticata oggi, che vide nel pianoforte a quattro mani uno dei suoi maggiori mezzi espressivi.
Accogliendo idealmente gli amici nel salotto della loro casa di Valeggio sul Mincio, Valentina e Alberto veleggeranno insieme ai loro “ospiti” in un viaggio tra Romanticismo e Novecento tratteggiato sulla tastiera del pianoforte attraverso composizioni specificamente concepite dagli autori per il pianoforte a quattro mani, come la Fantasia in fa minore op. 103 di Schubert (forse l’autentico capolavoro assoluto scritto per questo organico) e il raro Scherzo et Aubade op. 77 del compositore franco-tedesco Louis Théodore Gouvy e riduzioni appositamente preparate dagli interpreti in omaggio a una consolidata tradizione otto-novecentesca, che vede nella trascrizione dei Concerti brandeburghesi di Bach approntata da Max Reger e in quella della Terza sinfonia di Bruckner fatta da Gustav Mahler gli esiti più felici.
L’Amadeus Piano Duo per il concerto in Maffeiana suonerà le proprie trascrizioni dell’Ouverture di “Tannhäuser” di Wagner e dell’Introduction et Allegro di Ravel. Chiuderà la serata uno spensierato excursus nella musica di confine, tra classica e jazz, con la Sinfonietta op. 49 del compositore ucraino recentemente scomparso Nikolaj Girševič Kapustin.

Il concerto si svolgerà senza intervallo.

Posto unico numerato: 5 Euro

Per accedere alla Sala Maffeiana è necessario indossare correttamente la mascherina protettiva e attenersi a tutte le indicazioni fornite dal personale dell’Accademia Filarmonica.

Al fine di consentire il regolare svolgimento del concerto non è consentito l’ingresso in sala a spettacolo già iniziato.
____________________________________________________________

Giovedì 24 settembre 2020, ore 20.30 – Sala Maffeiana del Teatro Filarmonico di Verona

Amadeus Piano Duo
Valentina Fornari – Alberto Nosè pianoforte

R. Wagner: Ouverture da “Tannhäuser” (trascrizione per pianoforte a quattro mani)

F. Schubert: Fantasia in fa minore op. 103

L. T. Gouvy: Scherzo et Aubade op. 77

M. Ravel: Introduction et Allegro (trascrizione per pianoforte a quattro mani)

N. G. Kapustin: Sinfonietta op. 49

Amadeus Piano Duo
L’Amadeus Piano Duo, formato dai pianisti veronesi Valentina Fornari e Alberto Nosè, nasce nel 2014 dalla volontà dei due interpreti di unire le loro importanti esperienze solistiche e la loro maturità musicale, per dare vita ad una formazione cameristica che ha all’attivo una brillante carriera concertistica sia in Italia che all’estero.
L’eclettico duo pianistico, oltre ad approfondire il vasto repertorio classico, è molto attento anche alla scoperta di brani originali di compositori meno noti al grande pubblico; i loro programmi da concerto spaziano infatti da Bach alla musica jazz e alle trascrizioni, molte delle quali sono curate da loro stessi.
Sono regolarmente invitati a tenere masterclasses e a far parte in qualità di giurati in concorsi pianistici nazionali e internazionali.
Attivi anche nell’ambito dell’insegnamento, nel 2014 hanno fondato l’Accademia Amadeus, per la quale tengono corsi di perfezionamento per duo pianistico.
Sono organizzatori del concorso pianistico internazionale Amadeus Competition e fondatori dell’etichetta discografica indipendente Amadeus Sound Project, per la quale hanno registrato il loro primo album nel 2019.

Valentina Fornari si diploma in pianoforte presso il Conservatorio di Trento, specializzandosi poi in Musicoterapia presso l’Università di Bristol, in didattica della musica e in musica da camera con il massimo dei voti e la lode.
Premiata in oltre 60 concorsi nazionali ed internazionali ha all’attivo una brillante carriera concertistica con una predilezione per l’ambito cameristico che l’ha portata ad esibirsi nelle più importanti città italiane.
Ha suonato per l’Ambasciata di Madrid e in Finlandia in occasione dell’International Music Meeting – Suomitaly per il quale tiene regolarmente masterclass, con la Benacus Chamber Orchestra, lo Zabados ensemble, l’Orchestra Dumitrescu di Valcea, l’Orchestra Dodekacordon di Verona e ha collaborato con la soprano Stefania Bonfadelli e il violinista Vadim Brodsky.
Ha seguito le masterclasses dei Maestri Nelson Delle Vigne, Peter Lang, Andrea Lucchesini, Massimiliano Damerini, Riccardo Risaliti, Carlo Fabiano, Philipp von Steinaecker, Roberto Prosseda, Rocco Filippini.
La sua scuola pianistica ha portato i suoi allievi a vincere più di 250 premi in concorsi nazionali ed internazionali ricevendo riconoscimenti e premi per la Didattica musicale.
Docente di pianoforte presso l’Istituto di Lazise, è professore a contratto alla facoltà di Medicina dell’Università di Verona.

Alberto Nosè ha ottenuto il suo primo riconoscimento internazionale all’età di undici anni, vincendo il Primo Premio al concorso Jugend für Mozart di Salisburgo, grazie al quale ha effettuato la sua prima tournée in Italia, Austria e Francia.
Vincitore dei concorsi Piano Master di Montecarlo nel 2015, Concert Artists Auditions di New York nel 2012, Top of the World di Tromsø nel 2011 e Paloma O’Shea di Santander nel 2005, Maj Lind di Helsinki nel 2002, Vendôme Prize di Parigi nel 2000, Premio Venezia nel 1998, si esibisce nelle maggiori sale del mondo: Carnegie Hall di New York, Southbank Centre e Wigmore Hall di Londra, Konzerthaus di Berlino, Théâtre du Châtelet e Salle Pleyel di Parigi, Mozarteum di Salisburgo, Suntory Hall di Tokyo, Auditorio Nacional di Madrid, Teatro La Fenice di Venezia, Parco della Musica di Roma.
È regolarmente invitato in importanti stagioni concertistiche in Francia, Germania, Svizzera, Polonia, Spagna, U.S.A., Messico, Sud America, Cina, Giappone e Hong Kong e nelle giurie dei più prestigiosi concorsi pianistici internazionali come il Fryderyk Chopin di Varsavia.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.