Martedì 8 settembre riprende “Musica sotto le stelle” nei giardini di Villa Pignatelli con lo Scarlatti Winds, diretto da Eugenio Ottieri

La rassegna musicale all’aperto “Musica sotto le stelle” nei giardini di Villa Pignatelli con i concerti della Associazione Alessandro Scarlatti in collaborazione con la Direzione regionale Musei Campania, diretta da Marta Ragozzino e Villa Pignatelli, diretta da Fernanda Capobianco, riprende dopo la pausa estiva con un nuovo appuntamento martedì 8 settembre, alle ore 21, con il gruppo di strumenti a fiato Scarlatti Winds diretto da Eugenio Ottieri.

Scarlatti Winds è il nuovo e innovativo laboratorio musicale di alta formazione che si affianca ad altri progetti simili che la Associazione Alessandro Scarlatti persegue da anni in diversi ambiti, come ScarlattiLab e l’Orchestra Barocca della Associazione Alessandro Scarlatti.
Come gli altri, anche questo format vuole sviluppare un discorso didattico e professionalizzante, creando un percorso formativo focalizzato sugli strumentisti a fiato.
Il percorso, che ha come responsabili artistici il M° Eugenio Ottieri, docente di musica d’insieme per strumenti a fiato al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e il M° Tommaso Rossi, flautista e direttore artistico dell’Associazione Alessandro Scarlatti, mira a creare un complesso di strumenti a fiato residente in Campania.

Il primo appuntamento con questo nuovo format dell’Associazione Scarlatti presenta musiche originali e trascrizioni il cui filo conduttore parte proprio dai suoni della natura, e dalla suggestione provocata in ogni epoca dal loro riverberarsi sulla creatività del compositore .
Il rapporto tra Natura e Uomo acquista particolare significato proprio negli spazi di Villa Pignatelli dove l’architettura ha creato un magnifico rapporto tra gli spazi naturali e i luoghi della vita sociale.
Ed ecco quindi una carrellata di musiche che, partendo da Syrinx di Debussy, scorrono via via attraverso le trascrizioni settecentesche delle arie del Don Giovanni di Mozart, e danze antiche e moderne, rivisitate da Mendelssohn, Milhaud e Arnold.

Prezzo del biglietti
Intero: 10 Euro
Ridotto under 30: 5 Euro

Non saranno in vendita biglietti all’ingresso al concerto.
I biglietti saranno in vendita esclusivamente online presso www.azzurroservice.net e presso le Prevedite Concerteria, Il Botteghino, MCRevolution, Promos e canale Azzurroservice.

Per informazioni:
www.associazionescarlatti.it
info@associazionescarlatti.it
Infoline 081 406011

______________________________________________________________

Martedì 8 settembre, ore 21.00 – giardini di Villa Pignatelli (Riviera di Chiaia, 200 – Napoli)

Scarlatti Winds
Tommaso Rossi, Sara Brandi: flauti
Fabio D’Onofrio, Diego Di Guida: oboi
Francesco Filisdeo, Giuseppe Lettiero: clarinetti
Giovanbattista Cutolo, Angelo Falzarano: corni
Giacomo Lapegna, Alfonso Valletta: fagotti
Federico Perna: contrabbasso
Eugenio Ottieri, direttore

Programma

Claude Debussy (1862-1918): Syrinx per flauto solo

Darius Milhaud (1892-1974), da La cheminée du roi René, op. 205
Aubade
Nocturne – Madrigal

Louis Spohr (1784-1859): Adagio dal Notturno op. 34

Felix Mendelssohn-Bartholdy (1809-1847): Scherzo, dal Sogno di una notte di mezza estate

Joseph Triebensee (1772-1846): 6 brani per Harmoniemusik da Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart
Ouvertura
Introduzione. Notte e giorno faticar
Là ci darem la mano
Presto presto pria ch’ei venga
Vedrai carino
Già la mensa è preparata

Anonimo: Greensleeves

Malcolm Arnold (1921-2006): Four English dances

Eugenio Ottieri
È nato a Napoli ed ha studiato pianoforte, direzione di coro e di orchestra, composizione, informatica musicale e clarinetto diplomandosi al Conservatorio di musica S. Pietro a Majella di Napoli, perfezionandosi in Musicologia e Pedagogia presso l’Università di Macerata e laureandosi in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Napoli.
Dopo oltre un decennio nella Direzione Artistica del Teatro di San Carlo di Napoli, è stato Direttore artistico del Teatro dell’Aquila di Fermo e del Festival dell’Aurora di Crotone, Presidente del Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino e dal 2004 al 2005 consulente della Fondazione Teatro di San Carlo per i progetti speciali.
Assistente musicale e concertatore in molti degli spettacoli di Roberto De Simone dal 1986, ha debuttato come direttore d’orchestra a New York con lo Stabat Mater prodotto dal Teatro di San Carlo.
Ha diretto – con un suo ensemble vocale e strumentale – in teatri, festival e rassegne italiane ed europee composizioni di M. Ravel, I. Stravinsky, F. Poulenc, A. Schönberg, H. Villa-Lobos, G. Petrassi, E. Bozza, E. Carter, W. Walton, L. Berio, A. Pärt, H. Górecki, etc.
Ha diretto inoltre in prima esecuzione assoluta numerosi spettacoli di teatro musicale contemporaneo, tra cui lavori di Roberto De Simone (Lauda intorno allo Stabat, Popolorum Progressio, Stabat Mater, Festa di requiem), di Pasquale Scialò (Aforismi musicali, Veglia, Quodlibet, Piedigrotta lunaire, Lamento di una monaca) e produzioni operistiche del ‘700 napoletano (La locandiera di Pietro Auletta – 1998, Teatro Alighieri di Ravenna).
Attualmente è docente di ruolo di Musica d’Insieme nel Conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli e docente in MASTER di gestione dello spettacolo e Cultural Management di Università, Enti di Formazione e Conservatori di Musica.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.