Mercoledì 29 luglio “Musica in Villa” chiude con il Duo minimoEnsemble formato da Daniela del Monaco e Antonio Grande

Appuntamento di chiusura di “Musica in Villa”, stagione estiva che il Maggio della Musica ha realizzato in collaborazione con la Direzione Regionale Musei Campania e Villa Pignatelli.
Mercoledì 29 luglio, alle ore 20, nei giardini di Villa Pignatelli (via Riviera di Chiaia 200, Napoli) è in programma il concerto “Gouache I – Dalla Napoli vicereale alla rivoluzione del ‘99”, primo atto di un progetto per riscoprire in una nuova luce la tradizione colta e popolare napoletana – anche quella meno nota – con le raffinate e originali interpretazioni voce e chitarra del Duo minimoEnsemble formato dal contralto Daniela del Monaco e da Antonio Grande.
Un recital suonato e raccontato, con arie, canzoni e curiosità storiche dal ‘500 alla fine del ‘700, che si apre con una pagina strumentale di Grande, “Antidotum tarantulae”, e che prosegue con “Villanella che all’acqua vai” di Giovanni Leonardo di L’Arpa, “Fenesta vascia”, “Michelemmà”, “So’ le sorbe e le nespole amare” di Leonardo Vinci, “Amice nun credite alle zitelle!” di Giovanni Paisiello, quattro brani per chitarra sola di Gaspar Sanz tra cui “La cavalleria de Napoles” e “Io voglio j a vedè” di Gregorio Sciroli.

La stagione 2020 del Maggio della Musica riprenderà a ottobre con altri concerti.

Il concerto di mercoledì 29 si svolgerà secondo le disposizioni della normativa prevista per l’emergenza sanitaria.

Per assistere ai concerti nei giardini di Villa Pignatelli è obbligatoria la prenotazione.
La vendita è esclusivamente on line o in alternativa presso “La Concerteria” di Via Schipa e “Il Botteghino” in via Pitloo a Napoli.

Costo dei biglietti: 10 euro intero e 5 euro ridotto giovani e over 65.
Info: 081 5561369 – 392 9161691 – 392 9160934.

Ufficio Stampa
dott. Paolo Popoli
email: paolopopoli@gmail.com

______________________________________________________________

Mercoledì 29 luglio, ore 20 – Villa Pignatelli, giardini

“Gouache I – Dalla Napoli vicereale alla rivoluzione del ‘99”

Daniela del Monaco, contralto
Antonio Grande, chitarra

Programma

Antonio Grande: Antidotum tarantulae (chitarra sola)

Giovanni Leonardo dell’Arpa: Villanella che all’acqua vai

Anonimo: Fenesta vascia

Anonimo: Michelemmà

Leonardo Vinci: So’ le sorbe e le nespole amare

Giovanni Paisiello: Amice nun credite alle zitelle!

Gaspar Sanz: Quattro brani per chitarra sola
Pavanas por la D
Fuga Primera
Folías
La cavalleria de Napoles

Gregorio Sciroli: Io voglio j a vede’

minimoEnsemble
Il Duo Canto e Chitarra minimoEnsemble nasce nel 1996 quando due versatili musicisti napoletani con il comune interesse per la musica da camera decidono di collaborare stabilmente.
Dopo aver eseguito gran parte del repertorio classico internazionale per questo organico, si specializzano in opere in lingua napoletana, spaziando dal barocco alla musica contemporanea: sono infatti primi esecutori di diverse pagine a loro dedicate.
Il Duo ha rielaborato canzoni napoletane di fine Ottocento raccolte nel CD “Napoli in Canto” pubblicato nel 1999 dall’etichetta parigina Opus 111; il disco ha riscosso lusinghiere attestazioni dalla critica specializzata e, in particolare, dall’autorevole rivista Diapason.
Più volte ristampato il CD è dal 2007 nel catalogo editoriale di NAÏVE ed è stato definito dal critico inglese Colin Cooper un lavoro “illuminato, piacevole e rilevante” (Classical Guitar).
In anni più recenti il Duo ha riscosso un considerevole successo con due programmi basati sul Musical e le Colonne sonore dal titolo “My fovourite songs” e un altro dedicato al repertorio ebraico e yiddish dal titolo “Canti per la Shoah”.
Tra le centinaia le esibizioni in Italia e all’estero, si segnalano il concerto di chiusura del semestre di presidenza italiana dell’UEO (Bruxelles, dicembre 1998), seguito dai Festival Ottobre in Normandia di Rouen, “Voice & music” di Montreux e l’Estate musicale” della Valle della Loira.
Nel 2000 il Duo si è esibito e ha dato masterclass in Brasile; nel 2003 un concerto privato per il Ministro degli Interni francese e diversi Accademici di Francia.
Nel 2008 ha suonato al Congresso mondiale dei bibliotecari musicali (IAML) e nel 2010 è stato presente nel cartellone dell’Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli con due differenti recital: “Voix à la carte” e “Schumannesque”.
Il Duo ha partecipato a programmi della televisione dello stato del Parà in Brasile, di RAI Radiotre “La Barcaccia“, (2001) e di RAI Uno (Premio Napoli 2003, condotto da Corrado Augias).
Nel 2008 il Duo ha tenuto un concerto particolarmente apprezzato all’Università di Napoli e nel 2009 presso il Conservatorio Haydn di Eisenstadt, Austria.
Nel 2012 Daniela e Antonio hanno ricevuto il Premio internazionale Domenico Cimarosa di Aversa, alla carriera.
Nello stesso anno è stato pubblicato un secondo CD di Canzoni napoletane dal titolo “Bellavista” per l’etichetta CNI di Roma.
Nel 2013 il Duo ha suonato a Casa Verdi a Milano e ha dato tre recital per l’Associazione Amici di Capodimonte, nell’appartamento storico dell’Ottocento della reggia napoletana.
Nel 2016 ha realizzato per l’Associazione Alessandro Scarlatti un programma multimediale sulla Prima guerra mondiale a Palazzo Zevallos, nello stesso anno si è esibito con grande successo al MANN, Museo archeologico Nazionale di Napoli.
Il terzo CD appena uscito “Lo Guarracino e altre storie…” rappresenta il lungo percorso di ricerca di Daniela e Antonio sul barocco musicale napoletano e il suo inestimabile valore artistico.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.