Mercoledì 5 febbraio alla Libreria IoCiSto presentazione dell’ultimo romanzo di Maria Gabriella Mariani

Mercoledì 5 febbraio, alle ore 18.00, presso la Libreria IoCiSto (v. Cimarosa, 20 – Piazza Fuga, Napoli), presentazione dell’ultimo romanzo di Maria Gabriella Mariani, Ologramma. Sette vite per non morire (Guida Editori, Napoli)
Con l’autrice: lo scrittore Raffaele Messina; la psicologa, scrittrice e arteterapeuta Mariarosaria Riccio; il sociologo, scrittore, musicista e docente della Federico II Lello Savonardo.
Sono previsti reading dell’Autrice e, se il pubblico lo vorrà, brevi ascolti dal brano musicale Ologramma, composto dall’autrice (che è anche pianista e compositrice), eseguito e inciso nell’album “Virtuoso Piano Works” (Da Vinci Classics, Osaka).

La Mariani racconta: “Il romanzo si basa su un accadimento che potremmo definire ‘esistenziale’, un male della mente e dell’anima, da cui è difficile uscire, che incide sulle scelte di vita, sui rapporti sociali e professionali. ‘Sette vite per non morire’, ovvero sette personaggi che si confrontano con la loro realtà e tentano di non soccombere al comune disagio esistenziale. E quasi tutti ci riescono. Tanti gli orizzonti degli eventi e le vicissitudini che governano la loro, la nostra vita; e la scrittura diventa un modo per esprimere e condividere con il lettore i sentimenti e i pensieri più profondi.

Il sottotitolo “Sette vite per non morire” denuncia un male di vivere, ma al tempo stesso lancia un messaggio positivo: il desiderio di affrontare e di combattere quello che possiamo considerare come un imprevisto, un incidente di percorso, che capita oggi a molti di noi.
E l’autrice, in prima persona, si appella a tutte le risorse che ha a sua disposizione, cambiando il suo rapporto con le cose, con la musica, con la vita.
E all’indomani della stesura riesce perfino a farla finita con il fumo.

Spesso le opere di narrativa, così come le composizioni musicali, costituiscono una sorta di viaggio che l’autore intraprende dentro di sé per capire se stesso e risolvere i problemi che lo assillano.
Questo è anche il caso della Mariani, che, senza voler essere autobiografica in senso stretto, scrive per esprimere se stessa e usa diverse chiavi di scrittura e di lettura per analizzare la nostra epoca, con i suoi momenti laceranti, i suoi sprazzi di luce e i suo i coni di ombre.

Questa voce è stata pubblicata in Libri e musica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.