Giulio Cesare. A baroque hero, il disco di Raffaele Pe diventa un tour internazionale che parte da Lodi il 13 gennaio 2020

Eroi barocchi come popstar. È l’effetto generato da Giulio Cesare. A baroque hero, il disco rivelazione dell’anno, premio Abbiati 2019, inciso dal controtenore Raffaele Pe con La Lira di Orfeo.
Disco che ora diventa un tour internazionale: sette le date fino a maggio 2021, di cui quattro in Italia.
Anteprima il 13 gennaio presso il Teatro alle Vigne di Lodi, e poi 14 gennaio a Milano (Società del Quartetto), il 21 gennaio a Padova (Auditorium Pollini) e il 23 gennaio a Roma (Teatro Argentina).

Un itinerario tra gli infiniti volti di Giulio Cesare disegnati nelle pagine delle opere barocche a lui dedicate (ben cinque), esplorate in un programma dove arie subito riconoscibili ne incontrano altre fuori repertorio e di raro ascolto, come quelle scritte da Carlo Francesco Pollarolo e Geminiano Giacomelli, passaggi fondamentali per comprendere il valore della più famosa opera di Händel, Giulio Cesare in Egitto.
Momenti di intense narrazioni che nella profondità del canto continuano ad accompagnare nel cammino della ricerca.
Ad accompagnare Raffaele Pe, oggi tra i controtenori più apprezzati della nuova generazione, La Lira di Orfeo, ensemble specializzato nel repertorio antico e barocco.

https://www.facebook.com/raffaele.pe/
https://www.facebook.com/orfeolodi/

Ufficio Stampa DOC-COM – Creative thinking
Claudia Cefalo
claudia.cefalo@doc-com.it
M. 340 4891682

Paolo Pinto
paolo.pinto@doc-com.it
M. 328 6576201

______________________________________________________________

Giulio Cesare. A baroque hero – Tour 2020/2021

13.01.20 Lodi, Teatro alle Vigne

14.01.20 Milano, Società del Quartetto

21.01.20 Padova, Auditorium Pollini

23.01.20 Roma, Teatro Argentina

24.01.20 Malta, Teatru Manoel

28.09.20 Londra, Wigmore Hall

30.05.21 Halle, Händel Festival

Raffaele Pe, controtenore
Ha iniziato i suoi studi in canto e organo a sei anni come corista della Cappella Musicale del Duomo di Lodi, ha poi continuato il suo training a Londra e a Bologna con Fernando Opa Cordeiro. Ha recentemente debuttato a Vienna al Theater an der Wien nell’Orlando di Handel (Guth, Antonini), al Teatro Colón di Buenos Aires come Nerone nella Poppea di Monteverdi (Spinosi), a Venezia al Teatro La Fenice nell’Orlando Furioso di Vivaldi (Ceresa, Fasolis), all’Opera di Firenze nella Didone abbandonata di Vinci (Colonna, Ipata) e al Glyndebourne Opera Festival come protagonista dell’Ipermestra di Cavalli (Vick, Christie).
Tra le produzioni di rilievo al suo attivo anche Orfeo nell’intonazione di Farinelli/Porpora al debutto al Festival della Valle d’Itria (Pizzi/Gasparon, Petrou), Nerone nell’Agrippina di Handel al The Grange Opera Festival UK (Sutcliffe, Howarth), Rinaldo di Handel per il circuito Opera Lombardia (Spirei, Dantone).
Raffaele collabora con alcuni dei maggiori direttori della scena internazionale, tra gli altri, Jordi Savall, William Christie, Sir John Eliot Gardiner, Nicholas McGegan, Jean-Christophe Spinosi, Giovanni Antonini, Ottavio Dantone, Diego Fasolis, Alessandro De Marchi, Antonio Florio.
Tra i prossimi impegni Raffaele sarà Orfeo nell’opera di Porpora al Theater an der Wien di Vienna (Gasparon, Petrou), Serse nell’opera di Handel al Teatro Colón di Buenos Aires (Tantanian, Encina), Arsace nella Partenope di Handel al Teatro Real de Madrid, Gilade nel Farnace di Vivaldi alla Fenice di Venezia (Gayral, Fasolis), Alessandro Severo nell’omonimo pasticcio di Handel per Halle Handel Festival, Tamerlano nell’opera di Handel al The Grange Opera Festival. Da Gennaio 2020 Raffaele porterà in tour il suo acclamato disco solista “Giulio Cesare. A Baroque Hero” (Premio Abbiati 2019), con l’accompagnamento dell’ensemble barocco La Lira di Orfeo da lui fondato, con esecuzioni anche a Londra, Halle, Malta, Roma, Milano.

La Lira di Orfeo
La Lira di Orfeo è un ensemble dedito alla riscoperta in tempi moderni del repertorio antico e barocco.
Fondato nel 2014 da Raffaele Pe, aspira a realizzare un “rendering” – con le parole di Luciano Berio – dell’essenza originale di questo repertorio, accordando tecniche passate con una sensibilità contemporanea.
A seguito del brillante debutto per Deutschland Radio Kultur alla Philharmonie di Berlino e delle presenze Bologna Festival, al Festival MITO SettembreMusica, Parma Traiettorie e al Festival Rheinvokal di Francoforte, l’ensemble si propone come giovane voce italiana per l’interpretazione della musica vocale tra Sei e Settecento.
La Lira di Orfeo è un collettivo di musicisti, artisti e ricercatori che muovono i propri interessi intorno allo studio del Classico a beneficio del presente.
Presentiamo l’antico combinando un’attenzione meticolosa per la ricerca storica con il desiderio attivo e libero di mettere in campo tutte esperienze performative che possano aiutare un suo impiego nella vita culturale attuale.
Da dicembre 2015 La Lira di Orfeo è ensemble in residenza presso la Sala della Musica della Fondazione Maria Cosway di Lodi, nell’intento di valorizzare e tramandare l’eredità culturale e musicale di Maria Hadfield Cosway in una prospettiva internazionale.

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.