Giovedì 12 dicembre l’Associazione Alessandro Scarlatti propone quattro cantate sacre di Bach nella Basilica di San Paolo Maggiore

Giovedì 12 dicembre 2019, nella storica Basilica di San Paolo Maggiore, alle ore 20.30, la Associazione Alessandro Scarlatti apre il periodo natalizio con un concerto tutto dedicato a Cantate Sacre di Johann Sebastian Bach.
Farà il suo esordio in questo concerto l’Orchestra Barocca dell’Associazione Alessandro Scarlatti, che riunisce giovani artisti italiani ed europei specializzati nel repertorio barocco.
Le motivazioni che hanno portato ad intraprendere questo nuovo progetto sono due: da una parte la eredità della storica Orchestra Alessandro Scarlatti, fondata giusto settanta anni fa, nel 1949, strumento straordinario di diffusione e produzione musicale voluto da Giuseppe Cenzato, Franco Michele Napolitano, Franco Caracciolo, Vincenzo Vitale e dalla stessa Gubitosi; questa compagine diventò, nel giro di pochi anni, una delle migliori orchestre d’Europa, passando, nel 1956 sotto la gestione della RAI, ma mantenendo, fino al 1972, un solido rapporto di collaborazione con l’Associazione Scarlatti.
Dall’altra il progetto ScarlattiLab Barocco, che dal 2011 dedica uno spazio importante a giovani cantanti e strumentisti che si dedicano al repertorio dei secoli XVII e XVIII.
L’idea di formare un’orchestra che utilizzi gli strumenti originali e la prassi esecutiva storicamente informata è un chiaro rafforzamento di questa linea progettuale e potrà essere, se adeguatamente sostenuta, uno sbocco professionale per questi giovani.
Voce solista di due delle quattro Cantate in programma sarà Maria Grazia Schiavo, considerata tra i soprani italiani di riferimento nel repertorio belcantistico e grande specialista del repertorio barocco.
Le altre voci saranno quelle del contralto Antonia Salzano, del tenore Leopoldo Punziano, e del basso Giuseppe Naviglio.
Il direttore Leonardo Muzii guiderà la compagine orchestrale, i solisti ed il coro Ensemble Vocale di Napoli.

Nella vasta scelta delle Cantate di Bach, il programma ne riunisce quattro in cui protagonisti si fanno gli strumenti a fiato: l’oboe d’amore nella BWV 151, la tromba nella BWV 51, il flauto nella BWV 82 (la celebre “Ich habe genug”, questa sera nella versione per soprano) e il taille, oboe da caccia barocco nella BWV 122.
Certamente non è casuale la scelta di eseguire Bach con gli strumenti antichi – spiega Tommaso Rossi, direttore artistico della Associazione Alessandro Scarlatti – una consuetudine ormai ben radicata in tutta Europa e nel mondo, ma forse non in maniera sufficiente dalle nostre parti, e specialmente a Napoli.

Biglietti:
I biglietti di questo concerto, del costo di 15 Euro, saranno in vendita dal 10 ottobre SOLO online, presso le prevendite e presso gli uffici della Associazione.
Non ci saranno biglietti in vendita presso la sede del concerto.
Tutte le informazioni sul www.associazionescarlatti.it nella sezione “Biglietti”.

______________________________________________________________

Giovedì 12 dicembre 2019, ore 20.30 – Basilica di San Paolo Maggiore (piazza San Gaetano – Napoli)

Maria Grazia Schiavo, soprano
Antonia Salzano, contralto
Leopoldo Punziano , tenore
Giuseppe Naviglio, basso

Orchestra Barocca dell’Associazione Alessandro Scarlatti
Marco Piantoni, violino di spalla
Gabriele Politi, Gianluca Pirro, Lorenza Maio, violini primi
Giuseppe Guida, Nunzia Sorrentino, Giuseppe Grieco, violini secondi
Rosario Di Meglio, Massimo Percivaldi, viole
Manuela Albano, violoncello
Giorgio Sanvito, contrabbasso
Angelo Trancone, clavicembalo
Tommaso Rossi, flauto traverso
Tommaso Rossi, Giovanni Battista Graziadio, Lorenza Maio, flauti dolci
Miriam Jorde, Davide Bertozzi: oboi
Antonello Cola: Taille
Giovanni Battista Graziadio: fagotto
Andrea Di Mario: tromba

Ensemble Vocale di Napoli
Soprani: Rosa Andreone, Alessandra Lanzetta, Diana Mucci, Ingrid Somma, Francesca Zurzolo
Contralti: Luisa Daniele, Emanuela de Rosa, Assunta De Micco, Vittoria Iriti, Maria Mennillo
Tenori: Rosario Cantone, Gennaro Del Gaudio, Guido Ferretti, Felice Mondo, Edgardo Visciola
Bassi: Roberto Gaudino, Giovanni Longobardi, Sergio Petrarca, Antonio Spagnolo, Pietro Vitiello.
Antonio Spagnolo, Maestro del Coro

Leonardo Muzii, direttore

Programma

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)
Süßer Trost, mein Jesus kömmt BWV 151, cantata in sol maggiore per soli, coro, flauto, oboe d’amore, archi e basso continuo

Jauchzet Gott in allen Landen BWV 51, cantata in do maggiore per soprano, tromba , archi e basso continuo

Ich habe genung, BWV 82 cantata in mi minore per soprano, flauto e basso continuo

Das Neugeborne Kinderlein BWV 122, cantata in sol minore per soli, coro, due oboi, taille, 3 flauti dolci, archi e basso continuo

Maria Grazia Schiavo

credit Giancarlo de Luca

Napoletana, diplomata al Conservatorio di San Pietro a Majella sotto la guida del Maestro Passaro, vincitrice di numerosi concorsi internazionali, si laurea in Musica da Camera con il Maestro Florio, con lode e menzione speciale per meriti artistici.
Il suo debutto operistico avviene giovanissima nella compagnia teatrale di Roberto De Simone, portando in scena il ruolo titolo ne’ La Gatta Cenerentola, debuttando nei principali teatri italiani ed esteri.
Specializzata nella prassi vocale barocca, ha collaborato con prestigiosi gruppi di musica antica tra cui Le Concert des Nations, Europa Galante, I Turchini, La Risonanza, Concerto Italiano, El Ayre español, Accademia Bizantina.
Ospite in tutto il mondo delle più prestigiose sale da concerto e dei maggiori festival internazionali, si è da tempo affermata come uno dei soprani italiani di riferimento nel repertorio classico, interpretando i più importanti ruoli in opere di Donizetti, Jommelli, Mozart, sotto la guida di direttori fra cui citiamo Hogwood e Muti, sotto la cui direzione ha inaugurato la sala del teatro San Carlo dopo il restauro avvenuto nel 2009 con un concerto di musiche di Jommelli, ha partecipato all’esecuzione dei Carmina Burana a Chicago e della Betulia Liberata di Mozart al Festival di Salisburgo.
Tra le interpretazioni di spicco dell’ultimo periodo, con un ampliamento del suo repertorio, vanno ricordate quelle in lavori di Rossini, Händel, Vivaldi, Cavalli, Piccinni, De Majo, Cesti, Pergolesi, Orff, Hasse, Caldara.
Tra gli impegni più ricercati citiamo i ruoli mozartiani di Konstanze all’Opéra de Wallonie, di Pamina al Teatro Regio di Torino e al Teatro Comunale di Bologna, quello di Nannetta nel “Falstaff” al Teatro dell’Opera di Amsterdam, Lucia al Teatro dell’Opera di Roma, al Filarmonico di Verona, Adina nell’Elisir d’amore all’Opéra de Wallonie di Liege, e Violetta ne La Traviata al Teatro San Carlo di Napoli, all’Opera di Roma.

Antonia Salzano
Ha cominciato gli studi di canto nel 2006 prima sotto la guida di Valeria Guida e poi di Annita Vigilante.
Nel 2015 inizia gli studi di canto lirico presso l’associazione Estri Armonici dei Maestri Aminta e Susanna De Luca, sotto la guida di Aminta De Luca; nel 2016 inizia gli studi del canto lirico, con il registro di contralto, presso il Conservatorio di Musica Domenico Cimarosa di Avellino sotto la guida di Maria Grazia Schiavo.
Ha partecipato nel 2016 alla masterclass di Aminta De Luca e nel marzo 2017 alla Masterclass di canto lirico col Maestro Dora Doceva.
Nel maggio 2018 frequenta la Masterclass del Maestro Antonio Ventulli ad Ariano Irpino; nello stesso mese si classifica come finalista al X Concorso internazionale di esecuzione musicale città di Airola.
Nel giugno dello stesso anno, si esibisce come solista nella Petite Messe Solennelle di Rossini, presso l’Auditorium “Vitale” di Avellino e partecipa come solista alla rassegna “l’800 italiano in..canto l’opera e la messa”, presso l’Auditorium Vincenzo Vitale del Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino e nel luglio, si esibisce come solista alla V Rassegna musicale “Sere d’estate al Goleto”, recital del Tenore M° Antonio Ventulli, presso l’Abbazia del Goleto.
Partecipa alla Master di Canto Barocco col M° Sara Mingardo, presso il Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini.
Nel dicembre 2018 per l’Associazione Alessandro Scarlatti, presso la Chiesa di San Giovanni Maggiore a Napoli, esegue, come contralto solista con l’Ensemble Vocale di Napoli, la Messa di Santa Cecilia di Scarlatti, sotto la direzione del M° Antonio Spagnolo.

Leopoldo Punziano
Tenore napoletano, si avvicina da bambino allo studio del pianoforte prima di dedicarsi attivamente allo studio del canto sotto la guida del M° Davide Troìa.
Ha seguito corsi di canto con Sandro Naglia, Claudio Cavina, Amelia Felle, Maria Grazia Schiavo, Roberta Invernizzi e Isa Ercolano.
Ha conseguito il Diploma di Laurea di II livello di Musica Vocale da Camera a indirizzo Barocco con il M° A. Florio presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.
Ha conseguito il titolo di Esperto esecutore del Settecento Napoletano presso il Conservatorio di Musica Gesualdo da Venosa di Avellino.
Ha eseguito numerosi concerti interpretando ruoli solistici in oratori e opere sacre e profane di Haendel, Mozart e Bach.
E’ stato tenore solista nello Stabat Mater di Paisiello per la Stagione Concertistica del Teatro Bellini di Catania.
Ha interpretato il ruolo di Bellezza nell’Oratorio Santa Editta di Stradella diretto da A. De Carlo in diversi festival italiani.
Ha interpretato il ruolo di Capitano nell’oratorio Giuditta di A. Scarlatti con la Cappella Neapolitana diretto da Antonio Florio.
Canta stabilmente nel Coro Polifonico Exultate e nell’Ensemble Madrigalistico InCanto di Partenope diretti dal M° Davide Troìa; canta nell’ensemble “Port de voix”; collabora spesso con il Coro Polifonico Mysterium Vocis diretto dal M. Rosario Totaro.

Giuseppe Naviglio
Nato a Bari, laureato in lettere è scritturato dal 1992 al 1996 dal Teatro dell’Opera di Bonn come solista.
Dal 1996 collabora con l’Ensemble di musica barocca I Turchini di Antonio Florio di Napoli, con cui si esibisce nei più prestigiosi teatri e festival di tutto il mondo (“Konzerthaus” di Vienna, “Teatro Colon” di Buenos Aires, “Zarzuela” di Madrid, “Palau de la Musica” di Barcellona, “Théâtre des Champs Elyséès” di Parigi, “Teatro Olimpico” e “Accademia Filarmonica” di Roma, “Teatro di San Carlo” di Napoli, ecc.).
La sua attività spazia dal repertorio antico alla produzione musicale contemporanea sinfonica operistica e cameristica.
Ha effettuato 18 incisioni alcune delle quali premiate con prestigiosi riconoscimenti della critica discografica internazionale, (Timbre de Platine, Diapason d’Or, Choc de la Musique, ecc.).
Ha tenuto corsi di tecnica e interpretazione vocale presso prestigiose istituzioni (Centro di Musica Antica di Napoli, Fondazione Musicale Royaumont di Parigi).
Ha effettuato registrazioni per le radio olandese, spagnola, israeliana, austriaca, francese, norvegese, ecc., e per le reti televisive franco-tedesca “Arte”, belga , BBC e RAI.
E’ stato docente di Canto Barocco presso il Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari.

Ensemble Vocale di Napoli
Costituitosi nel 1983 svolge una intensa attività concertistica frutto di una costante ricerca vocale ed esecutiva.
Alla letteratura musicale antica si affianca l’esplorazione di pagine significative tratte dal repertorio corale compreso tra l’età barocca ed il mondo contemporaneo.
L’Ensemble collabora con diverse formazioni strumentali per la realizzazione di opere del repertorio corale in stile concertato.
Ha partecipato, riscuotendo indiscussi successi, ad importanti rassegne e concorsi nazionali ed internazionali come la Rassegna internazionale di Canto Corale di Alghero (primo premio nel 1991 e nel 1992).
Vincitore del XII Concorso nazionale Guido D’Arezzo (1995) l’Ensemble ha al suo attivo varie incisioni discografiche (Fonit Cetra, Fonè, Opus111, Niccolò) e prestigiose collaborazioni con il M° Roberto De Simone ed il M°Antonio Florio.
Ha pubblicato per la Niccolò una inedita raccolta di madrigali dal titolo “Spesso gli lego” e un disco di Balli e Villanelle di scuola Napoletana insieme all’Ensemble Labirinto.
E’ stato diretto in importanti produzioni da Salvatore Accardo ( “Così fan tutte” di Mozart) René Clemencic (Mottetti di Pergolesi) , Peter Maag (“Requiem” di Mozart, “Passione secondo Giovanni” di Bach), Massimo Pradella (Gloria di Vivaldi), Vladimir Spivakov (Messa della Incoronazione di Mozart).
Ha preso parte alle Stagioni concertistiche della Rai di Napoli (1987-1990-1991), della Associazione Alessandro Scarlatti (nel 1988 e dal 1996 al 2008), del Centro di Musica Antica della Pietà de’ Turchini (2000-2001-2002) e dello Sferisterio di Macerata (1998).
Nel dicembre 1998, ha partecipato al Requiem di Mozart con l’orchestra “I cameristi del Teatro della Scala” con la direzione del M° Gaetano Cuccio.
Ha realizzato per il “Maggio dei Monumenti”, prestigiosa rassegna a cura del Comune di Napoli importanti produzioni negli anni tra il 2000 e il 2004 tra cui lo “Stabat a 10 voci” per coro soli e basso continuo di Domenico Scarlatti e la “Messa di S. Cecilia” per soli, coro ed orchestra di Alessandro Scarlatti.
Nel Giugno 2003 è stato ospite delle celebrazioni nel Duomo di Milano, in occasione dei 600 anni della Cappella Musicale, eseguendo due concerti il primo rivolto al “Miserere” di Leonardo Leo e alla “Missa pro Defunctis” di Alessandro Scarlatti, e il secondo dedicato alla musica sacra di Poulenc e Britten.
E’ del luglio 2006 la partecipazione in Vaticano alla Celebrazione del 500° Anniversario della posa della prima pietra della Basilica di San Pietro con la prima esecuzione assoluta dell’ Oratorio per soli, coro e orchestra “Petros eni” di Antonio Pappalardo nella Basilica di San Pietro, Città del Vaticano.
Ha partecipato inoltre alla esecuzione della “Via Crucis” di Franz Listz nella primavera 2004 con la direzione del M° Michele Campanella con il quale, nel maggio 2006, ha portato la “Petite Messe Solennelle” di Gioacchino Rossini a Pechino e Shangai in occasione dell’anno dell’Italia in Cina, e nel 2007 a Perugia e nel 2008 a Siena per l’Accademia Chigiana.

Leonardo Muzii
È cresciuto a Napoli dove ha ricevuto la sua prima istruzione musicale su violoncello, pianoforte e flauto dolce.
Dopo la maturità ha studiato flauto dolce presso il Conservatorio di Rotterdam (NL) ottenendo il diploma di solista e ha ricevuto diversi premi in concorsi internazionali tra cui la Yamaha Foundation of Europe/Utrecht, Premio van Wassenaer/Amsterdam, Bourse aux jeunes interprètes/Losanna.
Una borsa di studio olandese gli ha permesso di approfondire lo studio della prassi della musica barocca presso la Schola Cantorum Basiliensis.
Inoltre Leonardo Muzii si è esibito come solista e camerista in numerosi festival musicali internazionali in tutta Europa tra cui Utrecht, Urbino, Innsbruck, Brezice e, ripetutamente, in Giappone.
Inoltre è stato attivo come docente presso la Staatliche Hochschule für Musik, Karlsruhe (D) e presso i conservatori di Berna e di Biel (CH).
Il suo interesse per il repertorio orchestrale e, in particolare, per quello classico-romantico, visto anche dal punto di vista della prassi esecutiva storicamente informata (HIP), lo hanno spinto a studiare direzione d’orchestra.
Oltre ad essersi diplomato in direzione presso l’Accademia di Musica di Lucerna nella classe del prof. Thüring Bräm, ha partecipato a numerose masterclass con maestri di fama internazionale tra cui Thomas Koutnik, Jonathan Nott e Jorma Panula.
La sua attività di direttore si svolge all’estero con programmi di musica antica, classica e contemporanea collaborando con solisti rinomati quali, tra gli altri, Hansheinz Schneeberger, Julia Schröder, Alexander Dubach, Sergio Azzolini, Lisa Larsson e Maria Cristina Kiehr.
Negli ultimi anni è stato ripetutamente invitato a parlare su temi musicali agli studenti dell’Università Bocconi e all’Università di Verona.
Leonardo Muzii ha ricevuto recentemente la cittadinanza svizzera e risiede a Basilea dove ha fondato e dirige la Camerata Rousseau.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.