Sabato 7 dicembre nella chiesa di San Rocco a Chiaia, la Fondazione Pietà de’ Turchini propone “In-Cantiamoci” con Le Voci del 48 e le Voci Bianche di San Rocco diretti da Salvatore Murru


A Napoli appuntamento speciale per la seconda edizione di “A più voci”, la rassegna corale e polifonica promossa ed organizzata dalla Fondazione Pietà de’ Turchini ed inserita nella programmazione della sua 22a stagione musicale.

Sabato 7 dicembre (ore 19, nella Chiesa di Rocco a Chiaia) è in programma “In-Cantiamoci” che impegna Le Voci del 48 e le Voci Bianche di San Rocco, ensemble diretti da Salvatore Murru.

Premiati di recente al Concorso Nazionale di Arezzo, i bambini presenteranno al pubblico napoletano i frutti del lavoro condotto in questi mesi sotto la sapiente guida di Murru.
Il programma si inquadra in un progetto formativo e di integrazione sociale e culturale, che la Fondazione realizza con il sostegno della Fondazione Art Mentor di Lucerna.

Il repertorio eseguito dal coro è proposto in tre diversi blocchi tematici: musica antica, musica per immagini e musica sacra.
Si aprirà con la musica antica, con brani riferibili alla città di Napoli come “Chi la Gagliarda” di Giovanni Domenico da Nola, attivo a Napoli nel XIV secolo, “Saccio ‘na cosa” di Orlando di Lasso (1532 – 1594).
Nella seconda parte, introdotta dal brano “La Bici” del compositore italiano Piero Caraba, invece, l’attenzione si rivolge alla musica da film ed in particolare al film francese del 2004, “Les Choristes”, di cui saranno eseguiti due brani originali di Bruno Coulais, “Compère Guilleri” e un “Hymne à la Nuit” tratto da un tema di Jean-Philippe Rameau, armonizzato in seguito da Joseph Noyon.
L’ultima parte, più cospicua, sarà aperta con il brano “The Rose”, lavoro del norvegese Ola Gjeilo su testo di Cristina Rossetti, che introduce il genere sacro con musiche di Sarah Hopkins, Piero Caraba, Pablo Casals.
Il celebrativo e solenne “Cum Sancto Spiritu”, tratto dalla “Petite messe solennelle” di Gioacchino Rossini, chiude il programma della serata.

La rassegna termina sabato 14 dicembre (ore 20 alla Chiesa di Santa Maria Incoronatella alla Pietà dei Turchini) con “Per cantum ad astra” nell’esecuzione del Coro giovanile Il Calicanto diretto da Silvana Noschese.

Ingresso libero.

Info:
tel. 081402395
coordinamento@turchini.it
www.turchini.it

Comunicazione e Ufficio Stampa
Renato Rizzardi – Studio Tema e Associati
Vico lungo del Gelso 44, Napoli
tel.: 0815447945
mob.: 3393800826

 

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.