Venerdì 29 novembre nella Sala Scarlatti del Conservatorio di Napoli si chiudono le celebrazioni in onore del maestro Joseph Grima con il Requiem di Mozart

Venerdì 29 novembre, alle ore 18.00, nella Sala Scarlatti, ultimo appuntamento organizzato dall’Associazione Discantus in collaborazione con il Conservatorio di Musica di San Pietro a Majella in ricordo di Joseph Grima, grazie alla grande generosa disponibilità del suo direttore, M° Carmine Santaniello.
A vent’anni dalla sua scomparsa sono stati organizzati tre appuntamenti di grande pregio.
Lo scorso 5 ottobre la sala Scarlatti è stato letteralmente invasa da 350 coristi che si sono avvicendati sul palcoscenico per dare vita al Primo Concorso di Canto Corale “Joseph Grima”.
Il Concorso è stato preceduto da un Galà che ha visto l’esecuzione della Petite Messe Solennelle di Gioachino Rossini.
Protagonisti il Coro Polifonico di Napoli, Maria Ercolano soprano, Daniela Innamorati mezzosoprano, Francesco Pittari tenore, Pasquale Petrillo basso, Maurizio Iaccarino e Stefano Innamorati, pianoforte, Angelo Trancone harmonium, Luigi Grima direttore.
L’ultimo appuntamento di venerdi 29 novembre vede in programma il Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart.
Un eccellente cast prevede la partecipazione del soprano Maria Grazia Schiavo, del contralto Daniela del Monaco, del basso Filippo Morace, del giovane tenore Gaetano Amore, dell’orchestra Discantus Ensemble e del Coro Polifonico di Napoli, diretti da Luigi Grima.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
______________________________________________________________

Venerdì 29 Novembre 2019, ore 18.00 – Sala Scarlatti del Conservatorio di Musica di San Pietro a Majella, Napoli

Maria Grazia Schiavo, soprano
Daniela Del Monaco, contralto
Gaetano Amore, tenore
Filippo Morace, basso

Coro Polifonico di Napoli
Orchestra Discantus Ensemble
Direttore: Luigi Grima

Programma

Wolfgang Amadeus Mozart: Requiem in re minore per soli, coro ed orchestra K. 626

Joseph Grima (Malta, 1929 – Napoli, 1999)
Maltese d’origine, napoletano per amore, Joseph Grima studia presso The Royal School of Music di Londra.
Rientrato a Malta fonda il “The Knigth’s Hall Opera Choir” con il quale effettua una tournée che tocca l’Europa e il lato nord dell’Africa.
Nel contempo il M° Vincenzo Vitale lo invita a dirigere al Petruzzelli di Bari.
La sua carriera artistica ormai è segnata, nel 1958 “The Knigth’s Hall Opera Choir” viene ospitato a Londra e nel Galles, gli addetti ai lavori conoscono i suoi gesti e la sua bacchetta, i critici lo rispettano e il pubblico lo ama.
E’ il 1960 e Joseph Grima si stabilisce definitivamente a Napoli.
Nel 1966, viene invitato a dirigere l’ultimo concerto del coro Alessandro Scarlatti, in programma La Petite Messe Solennelle di Rossini.
Poco dopo la RAI scioglie il coro.
Deluso e amareggiato in un’intervista affermò: “…in Europa c’è un coro in ogni borgata, in Italia, paese del bel canto, nemmeno un coro per città…”.
Da quest’ affermazione parte la sfida.
Sarà il seme della musica corale a Napoli e divulgatore sapiente dell’immenso patrimonio corale italiano.
Nel 1969 nasce l’Associazione Polifonica di Napoli che porta avanti un discorso culturale molto interessante con la riscoperta di preziosi frammenti del ricco patrimonio musicale e la riproposta di brani di repertorio.
Il Coro Polifonico di Napoli, di cui il Grima è direttore sin dalla fondazione, è ilfulcro di tutta la programmazione.
A Grima vanno riconosciuti gli ascolti di raffinate partiture.
E’ stato sempre alla ricerca di opere poco conosciute, o addirittura mai eseguite, per accrescere l’interesse, di cui meritatamente era circondata la Polifonica.
Fervido direttore, stimolato nel suo instancabile spirito di iniziativa, ha regalato al pubblico napoletano numerose prime esecuzioni assolute.
Parallelamente all’attività concertistica, Joseph Grima si è molto dedicato all’attività didattica insegnando presso il Conservatorio di Napoli.
La passione e il trasporto per la musica corale fu linfa vitale per Joseph Grima che cercò di avvicinare, a tale arte, il maggior numero di persone tanto da fondare altre compagini corali: I Pueri Cantores di Santa Chiara, Coro Polifonico Jacopo Napoli di Cava dei Tirreni; Coro Universitario Federico II di Napoli; Regesta Cantorum di Piedimonte Matese; La Corale della Chiesa Evangelica di Napoli; Coro Città di Napoli.
Dopo la sua prematura scomparsa questi cori continuano la loro attività nello spirito del loro fondatore.
La strada della didattica e la strada artistica – concertistica, del Maestro Grima, hanno camminato diritte e parallele, una vicina all’altra, entrambe ricche di eventi e di grandi soddisfazioni, con umiltà e senza schiamazzi, allegria e grande equilibrio, proprio come lui era.

Hanno scritto di lui: “…impareggiabile esecuzione della Passione di Luca di Schutz…” de Lillo – Il Mattino.
“…interprete diligentemente preparato e coordinatore scrupoloso e dinamico…” Rubino Profeta – Corriere di Napoli.
…interprete sensibile e penetrante…” Alfredo Parente – Il Mattino.
…sapiente direzione e raffinata sensibilità…” – Raffaele Attardi – Roma
“…direttore dotato di temperamento musicale ricco di slancio e di calore…” S. V. Zaccaria –L’Osservatore Romano

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.