Venerdì 26 luglio la XII edizione di Sorrento Classica si apre con il pianista Maurizio Mastrini e la “Nuova” Montenegro Chamber Orchestra, diretta dal maestro Paolo Scibilia

Venerdì 26 luglio, alla ore 21.15, nel Chiostro di S. Francesco  a Sorrento, concerto inaugurale della XII edizione di Sorrento Classica, organizzata dalla S.C.S. Società dei Concerti di Sorrento e dal Comune di Sorrento (nella persona del Sindaco, Avv. Giuseppe Cuomo), all’interno del programma ufficiale degli eventi della Città di Sorrento “Sorrento incontra – La luce dei Luoghi”– direttore artistico Mvula Sungani.
Ospiti della serata inaugurale Maurizio Mastrini (l’unico pianista al mondo che suona la musica “al contrario”) e la “Nuova” Montenegro Chamber Orchestra, diretta dal maestro Paolo Scibilia.
Conduce Giuliana Gargiulo

In programma l’integrale dell’album discografico “Essential” (MP&C International Music Recordings) nella versione per pianoforte e orchestra

Biglietti: Posto unico 20 Euro
Biglietteria: all’ingresso del Chiostro di S. Francesco (Tel. 334.3117961)
Orario 10.00 – 13.00 / 18.30 – 21.30.
Presso alberghi, agenzie turistiche e rivendite autorizzate.
Prevendita On – Line: Local Emotions – www.localemotions.com

In caso di maltempo i concerti si terranno in luogo al chiuso, nelle vicinanze.
Il programma potrebbe subire variazioni per cause di forza maggiore.
I titolari del biglietto d’ingresso hanno diritto allo sconto del 10% presso i ristoranti aderenti.

Info:
Azienda Autonoma Turismo
Via Luigi De Maio, 35, Sorrento
Tel. (+39)0818074033
www.sorrentotourism.com
www.societaconcertisorrento.it
Facebook: societa concerti sorrento
www.comune.sorrento.na.it

______________________________________________________________

Venerdì 26 luglio, ore 21.15 – Chiostro di San Francesco (Sorrento)
Maurizio Mastrini, pianoforte
“Nuova” Montenegro Chamber Orchestra
Paolo Scibilia, direttore

Programma

Maurizio Mastrini: Essential
Autunno
Carezze
Primavera…La Rinascita
Malinconia
Fly
Tango Clandestino
Baba Yaga

Essential è l’evoluzione musicale della produzione compositiva di Mastrini, una sorta di variazione sul tema che vede sovrapporsi alle sonorità pianistiche quelle di un’orchestra d’archi.
Il titolo del brano è un po’ l’emblema della ricerca interiore a cui il Maestro ha abituato i suoi fan: l’essenziale, frutto di emozioni a tutto tondo, con una variante importante, il suono pianistico sarà un vero e proprio intreccio sonoro con gli archi.
Il lavoro è stato curato per la prima volta da un prestigioso direttore d’orchestra Italiano, di recente vincitore del premio “De Sica”: il Maestro Flavio Emilio Scogna. Il disco, una sorta di “the best” della produzione artistica di Mastrini, vede la rilettura dei sui brani più significativi e l’inserimento nel disco di due brani inediti.

Tango Clandestino è diventato il brano di Papa Francesco, in assoluto la prima dedica che un artista ha fatto al Pontefice.
Infatti, ci racconta Mastrini: “Proprio la sera della sua elezione quegli occhi un po’ spaventati, ma pieni di speranza mi hanno ispirato nella scrittura del brano”.
In questa versione acquista notevole dinamismo, con sonorità che avvicinano ancora di più il carattere alla “Piazzolla”.
Terra!! Il brano newyorkese, che ha rappresentato il viaggio. Poi ancora Essential, brano minimalista per eccezione: una “spremuta” di sensazioni vere, emozioni reali. Carezze è l’inno delle piccole cose, come lo definisce Mastrini. “Gli attimi – spiega – costituiscono gli atomi nella nostra vita e dobbiamo essere pronti a coglierli altrimenti cosa sarebbe la materia senza gli atomi o la vita senza gli attimi?”
Fly è il brano della fantasia, del sogno, “scrivendolo mi sono immaginato il classico impiegato, un po’ schiavo della routine, che arrivando svogliatamente in ufficio, appena accende il computer si trasforma in una grande aquila e inizia a volteggiare libero in cielo”.
Una vera “chicca“ sentimentale, quasi ad evocare amore “La Stagione dell’Amore, una vera e propria colonna sonora. Primavera …La Rinascita.
Baba Yaga, i dispetti della strega birichina si sono evoluti anche sugli archi.

Maurizio Mastrini
E’ considerato dalla critica uno dei maggiori pianisti incontaminati del panorama musicale e strumentale internazionale.
La sua vita creativa musicale la esprime nel suo eremo in Umbria lontano dal vortice della vita quotidiana.
Ciò lo rende incontaminato nelle sue creazioni e carico di emozioni che trasmette con le sue composizioni.
Le sue opere sono un anello di congiunzione tra i canoni classici della musica e la nuova musica classica contemporanea, attraverso uno studio di ricerca colto ed emozionale.
Molte composizioni sono minimaliste, altre hanno una concezione matematica, altre invece presentano una tale abbondanza di suoni da far pensare ad un’orchestra. Mastrini, la cui storia di vita è molto singolare, inizia a muovere i primi passi come percussionista nell’officina del papà fabbro, costruendo e suonando rudimentali batterie con i fusti di vernice vuoti.
Considerato dagli esperti un “enfant prodige”, da quel momento inizia un percorso musicale pianistico estremamente veloce che lo porta ben presto a calcare i palchi di importanti teatri italiani con il suo pianoforte.
Allievo, tra l’altro, del M° Vincenzo Vitale, Mastrini vive una brillantissima carriera pianistica e musicale fino agli anni 2000 quando, per cause legate alla crisi che attanaglia l’arte in Italia, decide di lasciare il mondo concertistico per dedicarsi a tutt’altra attività.
Diventa infatti manager di una società di comunicazione e di produzione video e musicale.
Nel 2009 grazie ad un sogno riprende a suonare o meglio a sperimentare nuove frontiere: da lì la “Musica al Contrario”, cioè lettura degli spartiti partendo dall’ultima nota e risalendo il pentagramma fino alla prima.
Dalla ripresa dell’attività ad oggi Mastrini ha tenuto oltre 480 concerti in tutto il mondo, le maggiori testate giornalistiche e televisive si sono occupate di lui.
Otto sono i dischi di sue composizioni prodotti e distribuiti in tutto il mondo.

“Nuova” Montenegro Chamber Orchestra
Orchestra da camera fondata nel gennaio 2018 che conta un totale di dodici membri di famosi musicisti montenegrini.
L’idea di “Nuova” è quella di agire come un ensemble d’archi, così come la composizione dei vari strumenti (fisarmonica a piano, percussioni e voce), fino a comprendere le varie direzioni di musica classica e contemporanea.
Oltre a numerosi spettacoli, per questo periodo relativamente breve sono da evidenziare, perché particolarmente degni di nota e acclamati dalla copertura mediatica che si verifica: un concerto che dura tutto il giorno presso la Piazza del Palazzo a Cetinje, concerti di eventi artistici e di moda nella grotta Lipska, dove il magazine di storia e arte della moda ha riscoperto la stilista Anastasia Miranović- per la collezione “Bihorski Ćilimi”.
Uno degli spettacoli più importanti di “Nuova” è un concerto a Kotor, con il compositore e pianista italiano Maestro Mastrini, con il quale tiene un prestigioso tour in Italia questa estate.

Paolo Scibilia
Pianista, direttore d’orchestra, direttore artistico, promoter ed operatore musicale. Nato a Sorrento, vanta una carriera artistica artistica internazionale con piu di 1000 eventi musicali in Italia a all’estero.
Studia pianoforte a Napoli e si perfeziona (come vincitore di borse di studio) alla Scuola di Alto Perfezionamento Musicale della Comunità Europea, Accademia Pianistica di Imola e Accademia di Zagabria.
Tra i suoi celebri insegnanti: Sergio Fiorentino, Georghe Sandor, Peter Rosel, Dan Grigore, Alexander Lonquich, Vladimir Krpan (allievo di Arturo Benedetti Michelangeli).
E’ laureato col massimo dei voti in Pianoforte, Musica, Scienze e Tecnologia del Suono e laureando in Musica da Camera.
Vanta esibizioni in tutte le Provincie Italiane ed all’Estero: Germania (Dresda), Croazia (Dubrovnic), Serbia (Belgrado, Nis, Leskovac), Ucraina (Kiev, Ivano Frankivsk, Chernivsky), Islanda (Reykjavik, Kópavogur), Polonia (Gdansk, Jastrzebia Gora), Romania (Bucarest, Bacau, Brăila, Iasi), Thailandia (Bangkok), Corea (Seoul), per prestigiosi festival, enti e sale da concerto, come solista, camerista e direttore al fianco di grandi nomi: i cantanti: Blazenka Milic (Opera Croazia), J. Lesaja (Opera Slovena), K. Eickstaedt (Opera Munchen), Michael Aspinal, Avon Stuart; Duo Darclèe, Belle Epoque Ensemble, le orchestre I Solisti del S. Carlo, Moldova Radio – Tv, Tirana Radio-Tv, Conservatorio di Mosca, Orchestre Filarmoniche di Kiev, Chernivsky, Ivano Frankivsk, Lugansk. Mariupol, Khmelnytsky Kiev (Ucraina) e, da 26 anni col Duo Darclèe, testimonial dell’arte e della cultura musicale italiana e partenopea.
E’ titolare della cattedra di Pianoforte presso il “M.I.U.R.” (Ministero Istruzione Università e Ricerca Italiano), negli Istituti Secondari Statali ad Indirizzo Musicale di Primo e Secondo Grado (Liceo Musicale).
Tiene masterclass all’estero sui “Fondamenti Tecnici della Scuola Pianistica Napoletana” e Tecnica “Alexander”.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.