Giovedì 27 giugno la sessione estiva del Maggio della Musica chiude con l’esordio a Napoli del pianista russo Mikhail Lidsky

Tra i maggiori interpreti del suo Paese, il moscovita Mikhail Lidsky farà il suo debutto al Maggio della Musica giovedì 27 giugno, alle ore 19.45, alla Villa Pignatelli di Napoli.
Ospite della stagione concertistica 2019, proporrà un recital di forti suggestioni dedicato alla grande tradizione pianistica russa e, in generale, a due dei massimi compositori e virtuosi dello strumento, Aleksandr Skrjabin e Sergej Prokof’ev.
Del primo saranno eseguiti Due Mazurke op. 40, Quattro Preludi op. 48, Sonata n. 5 op. 53 e Sonata n. 8 op. 66.
La serata si concluderà con la Sonata n. 6 op. 82 di Prokof’ev.

Classe 1968, Lidsky ha un repertorio versatile, da Bach a Scarlatti, ai romantici e a Rachmaninov.
Si è imposto all’attenzione della critica sin da giovanissimo e, oltre ad aver suonato in tutto il mondo (in Italia è dal 1997 ospite fisso delle Serate musicali di Milano e ha duettato con Domenico Nordio), ha collaborato con le maggiori orchestre del suo Paese ed è l’unico pianista della sua generazione a realizzare ogni anno dei recital alla Moscow International Music House con integrali di Beethoven, Mozart, Schubert, Schumann, Chopin e Liszt, replicati poi in molte città della Russia.

Il concerto di giovedì 27 giugno chiude la sessione estiva del Maggio della Musica.
La stagione 2019 riprenderà a ottobre.

Costo del biglietto:
Intero: 20 euro
Ridotto 15 euro (over 65) e 10 euro (under 26)

Prenotazione obbligatoria: 0815561369 – 392 9160934

Info:
maggiodellamusica@libero.it
www.maggiodellamusica.it

Ufficio stampa
Paolo Popoli
paolopopoli@gmail.com
________________________________________________________

Giovedì 27 giugno, ore 19.45 – Veranda neoclassica di Villa Pignatelli (via Riviera di Chiaia, 200 – Napoli)

Mikhail Lidsky, pianoforte

Programma

Aleksandr Skrjabin (1872 – 1915)
Due Mazurke, op. 40
Quattro Preludi, op. 48
Sonata n. 5 in fa diesis maggiore, op. 53
Sonata n. 8, op. 66

Sergej Prokof’ev (1891 – 1953): Sonata per pianoforte n. 6 in la maggiore, op. 82

Mikhail Lidsky
Nato nel 1968 a Mosca, ha iniziato a studiare pianoforte all’età di cinque anni. Nel 1975 è stato ammesso alla Gnessin Moscow Specialized Music School (classe di Marina Marshak-Young).
Dal 1978 fino alla laurea e successivamente dal 1987 al 1992 ha studiato con Vladimir Tropp alla Gnessin Russian Academy of Music.
A 13 anni ha suonato per la prima volta con orchestra e a 15 ha tenuto il suo primo recital.
Durante gli studi, ha tenuto molti concerti in numerose città dell’URSS come solista e musicista da camera.
All’ottava competizione All-Russia Piano Competition (Kislovodsk, 1989) ha ricevuto il 1° premio (comune), il premio della Russia Music Society e un premio speciale per l’esecuzione del Concerto n.2 per pianoforte di Prokof’ev.
Da allora, non ha più partecipato ad alcun concorso.
La carriera concertistica di Lidsky comprende numerose apparizioni in Russia, Belgio, Regno Unito, Germania, Italia, Paesi Bassi, Finlandia, Francia, Turchia, Taiwan e Giappone.
Il suo vasto e versatile repertorio comprende J. S. Bach, Scarlatti, Haydn, Mozart, Beethoven, Schubert, Schumann, Chopin, Liszt, Brahms, Ciajkovskij, Rachmaninov. Scriabin, Medtner, Debussy, Ravel, Stravinsky, Hindemith, Mjaskovskij, Prokof’ev, Shostakovich.
Suona con The Russian State Symphony Orchestra, The Russian National Orchestra, The Moscow Philharmonic Orchestra, The Saint-Petersburg Philharmonic Orchestra, Lithuanian Chamber Orchestra, Netherlands Radio Philharmonic Orchestra, Rotterdam Philharmonic Orchestra, The Netherlands Radio Symphony Orchestra; collabora con direttori quali: Alexander Vedernikov, Feodor Glushchenko, Arnold Katz, Dmitri Liss, Vladimir Ponkin, Ravil Martynov, Vladimir Verbitsky, Yuri Simonov e per la musica da camera collabora stabilmente con i Virtuosi di Mosca, il Mozart Quartet e il violinista Domenico Nordio.
Dal 2007 Lidsky è rimasto l’unico pianista della sua generazione a realizzare ogni anno recital alla Moscow International Music House, con Integrali di Beethoven, Mozart, Schubert, Schumann, Chopin e Liszt, replicati poi in molte città della Russia. Nel 2010 ha partecipato alla serata di chiusura del Antalya Piano Festival (Turchia) eseguendo il Concerto n.1 per pianoforte di Shostakovich, con i Virtuosi di Mosca, diretto da Vladimir Spivakov, nel 2012 ha suonato al Russian Piano Music Festival (Mosca) eseguendo il Concerto n.1 per pianoforte di Medtner con la Filarmonica di Mosca e nel 2013 (San Pietroburgo) ha eseguito il Concerto n.5 per pianoforte di Prokof’ev con la Filarmonica di San Pietroburgo diretto da Alexander Vedernikov.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.