Giovedì 27 giugno al Museo Archeologico Nazionale di Napoli il quarto appuntamento con la rassegna “Miti di Musica” propone lo ScarlattiLab Barocco

Giovedì 27 giugno, alle ore 20.15, nella Sala del Toro Farnese, quarto appuntamento del ciclo “Miti di Musica”, collaborazione fra il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e l’Associazione Alessandro Scarlatti., giunto alla terza edizione
In questo concerto prosegue l’indagine dello ScarlattiLab Barocco nel repertorio extra-napoletano, iniziato nel 2017 con Claudio Monteverdi e proseguito nel 2018 con Rossi e Pasquini, autori della Roma dei Papi di fine XVII secolo.
Protagonista di questo concerto sarà la musica di Alessandro Melani, grandissimo compositore i cui mottetti spirituali influenzarono certamente anche Alessandro Scarlatti quando giunse a Roma verso la fine degli anni ’70 del 1600.

«Tra i fenomeni del Seicento italiano uno dei notevolissimi è la famiglia Melani di Pistoia» – come ricorda Robert Lamar Weaver nel suo storico articolo del 1977 – per «l’ascesa compiuta nel giro di tre generazioni, dalla condizione di popolani ai ranghi della nobiltà toscana».
Settimo figlio di Domenico Melani, campanaio e lettighiere del vescovo di Pistoia, cogliendo la felice congiuntura dell’elezione di Clemente IX Rospigliosi, suo concittadino e fratello del padrino, Melani fu eletto maestro di cappella della basilica di S. Maria Maggiore e successivamente ottenendo anche la direzione della Cappella Borghese, ubicata all’interno della Basilica entrando così nell’orbita della nobile famiglia romana da cui tale istituzione dipendeva. I mottetti di Melani rappresentano al meglio il panorama musicale sacro romano all’epoca delle cappelle papali.

Un progetto innovativo ed unico in Italia, il contenitore ScarlattiLab Barocco raccoglie le iniziative della Associazione Alessandro Scarlatti dedicate ai giovani cantanti e strumentisti che si affacciano alla carriera professionale in collaborazione con il dipartimento di Musica Antica del Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli.
Nato nel 2011, ha lo scopo di creare un necessario punto di incontro e di stimolo tra la sperimentazione didattica e l’attività concertistica, in cui giovani studenti dei Conservatori sono impegnati accanto ai loro maestri e a musicisti professionisti in masterclass che ruotano intorno alla realizzazione di una “performance”.
Il progetto si avvale della Direzione musicale di Antonio Florio e Dinko Fabris e ha realizzato finora 20 produzioni esclusive con programmi su temi insoliti e con musiche rare o in prima esecuzione moderna, coinvolgendo oltre cento musicisti tra studenti di Napoli e altri Conservatori (Bari, Cosenza, Palermo, Verona) docenti interni e prestigiosi tutor, vincendo nel 2011 il Premio delle Arti del Ministero per l’Istruzione e la Ricerca per la sezione Musica antica.

La partecipazione ai concerti è inclusa nel ticket ridotto serale (2 euro), acquistabile al MANN, a partire dalle 20 di ogni giovedì sera.

Con il medesimo biglietto, sarà possibile visitare, sino alle 23, collezioni permanenti ed esposizioni temporanee (“Canova e l’antico”; “Corto Maltese. Un viaggio straordinario”; “L’arte sa nuotare” dello street artist Blub).

______________________________________________________________

Giovedì 27 giugno, ore 20.15 – Sala del Toro Farnese – Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Il Mito di Roma (2)
Alessandro Melani nella Roma della fine ‘600

ScarlattiLab Barocco

Francesco Divito, Valeria La Grotta, soprani
Aurelio Schiavoni, alto
Leopodo Punziano, tenore
Roberto Gaudino, basso
Angelo Trancone, organo e direzione

Pierluigi Ciapparelli, tiorba
Direzione musicale di Antonio Florio

Concerto in collaborazione con il dipartimento di Musica Antica del Conservatorio S. Pietro a Majella – Napoli

Programma

Alessandro Melani (1639 –1703)
Concerti spirituali a 2, 3, e 5 voci
Derelinquat impius, mottetto per alto, tenore e basso e basso continuo
Salve Mater, mottetto per 2 soprani e basso continuo
O Felix Anima, mottetto per alto, basso e basso continuo

A. Scarlatti: Toccata per organo

Alessandro Melani
Date Voces Pueri, mottetto per 2 soprani, tenore e basso continuo
Iustus ut Palma, mottetto per soprano e alto e basso continuo
Recolite memoriam, mottetto per 2 soprani, alto, tenore, basso e basso continuo

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.