“Jazz Day” alla Scuola Marino Guarano di Melito di Napoli

Prima vi avvicinate a questo mondo e più ne godrete quando diventerete grandi…La musica è importante per i ragazzi, la musica rende migliori, la musica unisce, la musica è democrazia, la musica va coltivata e non buttata… e chi la sente si esprimerà in maniera più civile…” (A. Ianniello – A. Onorato)
Le citazioni su riportate esprimono in sintesi non solo l’importanza della musica, ma anche le molteplici finalità sociali, educative, artistiche, aspetti che sono stati evidenziati presso il teatro della Scuola Marino Guarano di Melito, dove, con il patrocinio dell’Associazione “Il jazz va a scuola” nata dalla Federazione Nazionale Il Jazz Italiano presieduta da Paolo Fresu, in occasione dell’International Jazz Day, si è svolto martedì 30 aprile 2019 con grande successo una manifestazione straordinaria e di risonanza nazionale.
Promotrice di “Jazz Day alla Guarano” è stata la dirigente Caterina Erricchiello, che nel rilevare la valenza che svolgono le attività creative nella formazione dei ragazzi di qualunque contesto sociale, ha sottolineato l’importanza del jazz che contrariamente a quanto si pensa non è una musica elitaria, ma grazie al suo dinamismo, alle improvvisazioni e alle contaminazioni è una forza aggregante, umana, popolare, liberatoria che ingentilisce l’anima e valorizza le diversità.
L’evento, condotto e presentato dalla professoressa Loredana Sorrentino, è stato corposo e ricco di interventi, con diversi ospiti e al cospetto di un pubblico numeroso.
I talentuosi alunni del 2° Circolo “G. Falcone” di Melito (Na) (presente in sala la dirigente Giulia Urciuolo), accompagnati dai maestri Domenico Cesarano al basso, Samuele Motta alla batteria e Gennaro Ianniello e diretti magistralmente dal M° Francesco Battista alla chitarra, hanno aperto la manifestazione e hanno eseguito una interessante versione di Summertime durante la quale non sono mancate improvvisazioni virtuose del piccolo e promettente Davide Battista, autore di Blues For My Friends, un coinvolgente brano jazz eseguito subito dopo dal quintetto Cesarano, Motta, Ianniello, Battista e lo stesso Davide.
La giovane orchestra del Liceo Musicale G. Moscati di Sant’Antimo diretta dal M° Antonio De Matola ha, poi, eseguito con una musica fluida ed elegante How Intensitive, All of Me e Come Fly With Me.
La Prof. Daniela Vellani ha presentato “Ragazzi, voglio raccontarvi una storia jazz!”, il libro (Ed. Robin) di cui è autrice, un originale manuale sulla storia del jazz proposto in forma sia saggistica che teatrale che mira ad avvicinare i ragazzi di ogni età a questo genere musicale pregnante di voglia di libertà e riscatto sociale e culturale.
La performance successiva, ispirata al suo testo, è stata caratterizzata da una breve teatralizzazione da parte di alcuni ragazzi seguita dalla coinvolgente esecuzione di Banana Boat Song da parte del Coro della Marino-Guarano diretto dalla prof. Andreana Capozzi.
Si è passati, poi alla visione di due interessanti video, presentati dal M° Antonio Onorato, Miscellaneous e Senza Mai Sapè, uno sul suo percorso artistico e l’altro dedicato al compianto Rino Zurzolo, suo grande amico con cui ha collaborato attivamente.
Antonio Onorato, precedendo l’ultimo intervento, ha espresso concetti molto interessanti sull’importanza della musica e sulla sua valenza educativa e sociale, un vero e proprio appello rivolto ai genitori e ai ragazzi.
Il giornalista e scrittore Antonino Ianniello ha illustrato il suo libro Antonio Onorato. Jazz e Oltre (Ed.Rogiosi) recentemente pubblicato.
Si tratta di un viaggio nel mondo musicale del celeberrimo chitarrista svolto attraverso trentacinque incontri con lui che hanno messo a nudo aneddoti e aspetti sconosciuti ai fans: dalla sua passione per la musica a come è arrivato al jazz, dal suo esclusivo rapporto con Pino Daniele alle collaborazioni con artisti del calibro di Joe Amoruso e il già citato Rino Zurzolo.
Si è trattato, dunque, di un evento arricchente, emozionante, interessante e divertente, con grande soddisfazione della Dirigente Errichiello, dell’organizzatrice Sorrentino, dei protagonisti, degli ospiti e del pubblico.

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.