Domenica 25 novembre il pianista Axel Trolese suonerà in diretta su Rai Radio 3 dalla Cappella Paolina per i “Concerti del Quirinale”

Ospite dei prestigiosi Concerti del Quirinale, Axel Trolese sarà protagonista di un recital solistico nella Cappella Paolina del Quirinale a Roma, domenica 25 novembre 2018,alle ore 11.50, trasmessi in diretta da Rai Radio3 e attraverso i collegamenti Euroradio in molti paesi d’Europa.

I Concerti del Quirinale sono una produzione di Rai Radio3 in collaborazione con Rai-Quirinale e con la Presidenza della Repubblica.

In programma la Sonata op. 50 n. 3 “Didone Abbandonata” di Muzio Clementi (1752-1832), la Rhapsody in Blue (1924) di George Gershwin (1898 – 1937) e Gaspard de la Nuit di Maurice Ravel (1875 – 1937).

Il concerto potrà essere seguito dal vivo oppure in diretta radio su Rai Radio 3: https://www.raiplayradio.it/programmi/iconcertidelquirinale/

Contatti per Axel Trolese

Relazioni Esterne
Paolo Pinto
tel. +39 328.6576201
paolopinto.stampa@gmail.com

Ufficio Stampa
Studio Pierrepi – Padova
tel +39 348 3423647
canella@studiopierrepi.it

________________________________________________________

Domenica 25 novembre 2018, ore 11.50 – Cappella Paolina, Roma
I Concerti del Quirinale
Axel Trolese, pianoforte

Programma

Muzio Clementi (1752 – 1832): Sonata in sol minore per pianoforte op. 50 n. 3 “Didone Abbandonata” (scena tragica) (1821)

George Gershwin (1898 – 1937): Rhapsody in Blue (1924)

Maurice Ravel (1875 – 1937): Gaspard de la Nuit

Axel Trolese
Axel Trolese si accosta al pianoforte in giovanissima età; comincia lo studio dello strumento nella sua città per proseguire poi a Cremona dove si diploma con 10, Lode e Menzione d’Onore presso l’ISSM Monteverdi con Maurizio Baglini.
Approfondisce la formazione con il Master al Conservatorio Nazionale di Parigi nella classe di Denis Pascal e frequentando il corso di alto perfezionamento all’Accademia di Santa Cecilia di Roma con Benedetto Lupo.
Segue inoltre numerose masterclass con grandi didatti e pianisti di fama internazionale come Roberto Prosseda, Alessandra Ammara, Arie Vardi, Aldo Ciccolini, Michel Béroff, Philippe Entremont e Joaquín Achúcarro.
Contemporaneamente partecipa a diversi concorsi e riceve importanti riconoscimenti, tra i quali il Premio Alfredo Casella alla 32ª edizione del Premio Venezia, il Premio EduMus, riconoscimento dedicato ai migliori giovani musicisti italiani, e il Premio Italia Giovane che coinvolge ogni anno tra i più brillanti giovani talenti italiani in tutti i campi.
In ambito internazionale, arriva in semifinale al Suzhou International Piano Competition di Shanghai, si aggiudica il Grand Prix Alain Marinaro a Collioure (F) dove ottiene anche il premio del pubblico, e nel 2017 vince il 2° Premio all’Ettore Pozzoli International Piano Competition di Seregno (MI).
Con un repertorio che spazia dal barocco ai contemporanei, Axel Trolese intraprende presto un’intensa carriera concertistica che lo porta a suonare in prestigiose sale da concerto in Italia e all’estero come la Weimarhalle di Weimar e il Teatro La Fenice di Venezia.
Tra gli impegni più recenti, l’esibizione al Ministère de la Culture de Paris e all’Accademia Filarmonica Romana.
Ospite di importanti rassegne quali l’Amiata Piano Festival e l’Italian Piano Experience a Pechino, come camerista ha collaborato con il Quartetto di Cremona e con il Quartetto Guadagnini; ha suonato anche con orchestre quali la Jenaer Philharmoniker e direttori come Markus L. Frank, Ovidiu Balan, Jesús Medina, Pasquale Veleno, Alessio Venier e Gabriele Pezone.
Nel 2016 registra il suo primo disco The Late Debussy: Etudes & Epigraphes Antiques.
La pubblicazione ottiene un ampio consenso critico, viene diffusamente recensita sulle testate cartacee e online più importanti del paese e programmata in diverse trasmissioni radiofoniche.
Tra i vari progetti artistici a cui ha preso parte, è da ricordare la collaborazione con il regista Antonio Bido nelle riprese del videoclip noir sulla “Danse Macabre” di Liszt/Saint-Saëns, registrando il brano e recitando anche come attore.
All’attività di musicista affianca da sempre un poliedrico interesse per la ricerca e l’ approfondimento culturale con fine spirito conoscitivo.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.