Domenica 18 novembre la rassegna padovana “6 per l’arte” ospita il Trio Hegel

Domenica 18 novembre, alle ore 18.00, quarto appuntamento allo Studio Teologico della Basilica del Santo con “6 per l’arte”, il ciclo di concerti organizzato da Veneranda Arca di S. Antonio e MoMùs More-Music per porre in mutua relazione musica e pittura allo scopo di raccogliere fondi per il restauro del più antico affresco della Basilica, il dipinto trecentesco “La vergine con Gesù Bambino tra Sant’Antonio e San Francesco”.

Protagonista l’ensemble d’archi Trio Hegel, definito dalla critica “trio sensibile e preparatissimo”, “promessa giovane ma di grande qualità”, “sicuro, curato nell’assieme e nello stile, molto espressivo”.

Formazione da camera particolare, in generale il trio d’archi si identifica più come una assieme di solisti e il Trio Hegel (formato da David Scaroni al violino, Davide Bravo alla viola e Andrea Marcolini al violoncello) si identifica profondamente con questa definizione, proponendosi al pubblico e nella produzione discografica come “un continuo processo di armonizzazione di elementi primigeni. Lontano dalla logica fraterna del quartetto, il Trio d’archi è veramente scontro d’acqua, terra e fuoco della musica da camera”.

In programma nel primo tempo composizioni di autori contemporanei: Mauro Montalbetti e Carlo Boccadoro, che saranno entrambi presenti in sala per il concerto.
E voi, empi sospiri- Madrigale per Trio d’archi è una reinterpretazione della forma musicale del madrigale che Montalbetti (1969) ha scritto per lo stesso Trio Hegel.
Verrà inoltre eseguito il recentissimo Trio per archi di Boccadoro (1963).
Nel secondo tempo un tuffo invece nella cultura musicale tedesca di fine ‘800 con il Trio in re minore op. 141b di Max Reger, composizione di grande espressività, spaziante tra riferimenti alla tradizione e stratagemmi compositivi inusuali per l’epoca.

Il concerto sarà preceduto da una presentazione del pianista e critico musicale Alessandro Tommasi.

Il prossimo appuntamento del ciclo “6 per l’arte” sarà domenica 2 dicembre con la musica per duo violoncello e pianoforte, con le talentuosissime Ludovica Rana (cello) e Maddalena Giacopuzzi (pianoforte); musiche di Brahms, Castelnuovo-Tedesco, Franck.

Biglietti a € 10 (interi) e € 5 (ridotti per studenti).

I sei concerti, patrocinati da Comune, Provincia di Padova e Regione Veneto, sono sostenuti dal contributo di Cecchinato Impianti srl, Edilrestauri s.r.l, Forniture s.r.l. e Impresa edile Danilo Fabris e condivisi da Padova Cultura e ReteEventi.

Per informazioni e prenotazioni:
momus.asso@gmail.com;
347 6530983

Pagina Facebook Momùs-More Music Associazione musicale.

Ufficio stampa
Veneranda Arca di S. Antonio
Giuseppe Bettiol
349.1734262
comunicati@giuseppebettiol.it
www.giuseppebettiol.it

______________________________________________________________

Trio Hegel
Il Trio si è esibito in importanti occasioni e in luoghi suggestivi come a Venezia a Palazzo Albrizzi per l’Associazione Dino Ciani, a Cremona nel Cortile Federico II, all’Auditorium San Barnaba di Brescia per l’Associazione GIA (Giovani Interpreti Associati), a Mantova per il Mantova Chamber Music Festival, ai Concerti al Santuario di S. Teresa di Riva (ME) per l’Associazione Amici della Musica, a Padova per l’Accademia Galileiana di Scienze, Lettere ed Arti e per l’International Music Meeting 2016 e a Milano presso l’Auditorium Gaber del Grattacielo Pirelli per la Società dei Concerti.
La crescita artistica del Trio Hegel è legata ai nomi del Quartetto di Cremona e di Antonello Farulli; inoltre fondamentali sono stati gli incontri con Luca Simoncini (Nuovo Quartetto Italiano), Jürgen Kussmaul (L’Archibudelli), Andrea Repetto (Quartetto di Torino), Christophe Giovaninetti (Quartetto Ysaÿe) e il Direttore d’orchestra Umberto Benedetti Michelangeli.
Il Trio Hegel ha inciso per l’etichetta Tactus un CD, in prima registrazione mondiale, contenente musiche dei compositori toscani Luigi Cherubini e Giuseppe Cambini, un disco monografico del compositore Mauro Montalbetti pubblicato per l’etichetta A Simple Lunch e l’integrale della musica per trio d’archi di Jean Sibelius e Max Reger per l’etichetta giapponese Da Vinci Classics.
La collaborazione col compositore Mauro Montalbetti ha portato il Trio all’esecuzione in prima assoluta del brano, edito da RAICOM, “Sei Bagatelle per Trio d’archi” e della composizione “E voi empi sospiri – Madrigale per Trio d’archi”, a loro dedicata, esibendosi inoltre in diretta per Bergamo TV riscuotendo vivi apprezzamenti di pubblico e critica.
Il Trio Hegel è stato selezionato per il progetto “Le Dimore del Quartetto”; il violista del Trio ha l’onore di poter suonare una viola I. Sderci facente parte della “Collezione Adriana Verchiani Farulli” e per gentile concessione dell’Associazione Piero Farulli e della Sig.ra Adriana Verchiani.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.