Martedì 11 settembre Martha Argerich e la Youth Orchestra of Bahia, diretta da Ricardo Castro, ospiti di Bologna Festival

Foto Adriano Heitman

Martedì 11 settembre, ore 20.30, Teatro Manzoni, torna ospite di Bologna Festival, nell’ambito della rassegna Grandi Interpreti, la pianista Martha Argerich.
Artista legata al festival da un sodalizio artistico decennale, la Argerich suona insieme alla Youth Orchestra of Bahia diretta da Ricardo Castro.
Orchestra giovanile formata da musicisti di età compresa tra i 13 e i 29 anni, la YOBA è stata fondata da Ricardo Castro nel 2007 ispirandosi al progetto musicale sociale venezuelano “El Sistema” ideato da José Antonio Abreu.
La collaborazione di Martha Argerich con la YOBA è un ulteriore segno del suo impegno nel promuovere le nuove generazioni di artisti.
La grande pianista argentina interpreta con passionalità il Concerto in la minore op.54 di Schumann, uno dei punti fermi del suo repertorio; completano il programma della serata l’Ouverture dall’opera Genoveva e la Sinfonia n.9 “Dal Nuovo Mondo” di Dvořák, pagina sinfonica in cui la YOBA farà emergere tutta la sua vibrante energia.

L’attività della Youth Orchestra of Bahia fa parte del progetto musicale educativo e sociale della Fondazione NEOJIBA (Centri statali per Orchestre Giovanili e Infantili di Bahia) dello Stato di Bahia.

Il concerto è realizzato con il contributo di HERA.

Informazioni:
Bologna Festival
051 6493397
www.bolognafestival.it

Biglietti in vendita online su www.bolognafestival.it, la sera stessa del concerto al Teatro Manzoni a partire dalle ore 19.30

Ufficio Stampa Bologna Festival
Paola Soffià
tel. 051 6493397
cell. 328 7076143
stampa@bolognafestival.it

________________________________________________________

Martedì 11 settembre, ore 20.30 – Teatro Manzoni
Grandi Interpreti di Bologna Festival

Youth Orchestra of Bahia
Ricardo Castro, direttore
Martha Argerich, pianoforte

Programma

R. Schumann:
Concerto in la minore op.54 per pianoforte ed orchestra
Ouverture dall’opera “Geneveva”

A. Dvořák: Sinfonia n. 9 in mi minore, op. 95 “Dal Nuovo Mondo”

Youth Orchestra of Bahia

Foto Lenon Reis

L’Orchestra Giovanile di Bahia è stata fondata nel 2007 dal brasiliano Ricardo Castro, che ne è direttore generale e direttore artistico.
Sostenuta dal governo di Bahia, questa orchestra fa parte del programma educativo NEOJIBA (Núcleos Estaduais de Orquestras Juvenis e Infantis da Bahia) un progetto che si ispira al modello venezuelano, El Sistema, programma musicale e sociale che ha messo la musica classica in prima linea tra i giovani provenienti da ambienti svantaggiati.
I giovani musicisti che collaborano al progetto Neojiba trasformano la vita di centinaia di bambini avvicinandoli alla musica e insegnando loro a suonare uno strumento.
Nel 2009, a soli due anni dalla sua fondazione, l’orchestra realizza una tournée che tocca le principali città del Nord-Est del Brasile.
Formata da musicisti di età compresa tra i 13 e i 29 anni, dovunque si esibisca, l’orchestra riesce sempre ad attirare nuovo pubblico grazie anche alla particolare energia che contraddistingue le loro esecuzioni tanto del repertorio tradizionale quanto della musica contemporanea.
Nel 2010 realizza il suo primo tour internazionale; nel 2011 un concerto alla Royal Festival Hall di Londra con il pianista Lang Lang.
Poi, le collaborazioni con la Filarmonica di Berlino e con solisti come Maria João Pires, Jean-Yves Thibaudet, Collin Curie, Katia e Marielle Labèque. In questa stagione è impegnata in una tournée europea con Martha Argerich, attraverso Italia, Svizzera e Francia.

Martha Argerich
Inizia lo studio del pianoforte all’età di cinque anni con Vincenzo Scaramuzza.
Nel 1955 si trasferisce in Europa e continua gli studi con Bruno Seidlhofer, Friedrich Gulda, Nikita Magaloff, Dinu Lipatti e Stefan Askenase.
Nel 1957 vince i concorsi di Bolzano e di Ginevra e nel 1965 il concorso Chopin di Varsavia.
Solista di statura eccezionale, si è esibita con le orchestre più prestigiose del mondo e con tutti i grandi direttori.
Il suo repertorio, quanto mai ampio, comprende autori classici e romantici, per estendersi sino alle opere di Debussy, Ravel, Bartók, Prokof’ev, Stravinskij, Šostakovič e Messiaen, con una predilezione per i brani più virtuosistici della letteratura pianistica dell’Ottocento e del Novecento.
Sin dagli esordi si è dedicata alla musica cameristica. Gidon Kremer, Mischa Maisky, Nelson Freire, Alexandre Rabinovitch, Ivry Gitlis e Daniel Barenboim sono solo alcuni dei musicisti con cui collabora abitualmente.
«Questa armonia all’interno di un gruppo di persone – afferma la pianista – mi infonde un’intensa sensazione di pace».
Ugualmente vasta è la sua discografia, che negli ultimi anni si è arricchita dei Concerti n.2 e n.3 di Beethoven e dei Concerti K.466 e K.503 di Mozart incisi insieme a Claudio Abbado; nel 2014 è uscito per Deutsche Grammophon il CD con musiche di Mozart, Schubert, Stravinskij eseguite in duo con Daniel Barenboim. Direttore artistico del Beppu Festival in Giappone dal 1998, l’anno successivo a Buenos Aires fonda il Concorso Pianistico Internazionale e il Festival Martha Argerich; nel 2002 crea il “Progetto Martha Argerich” a Lugano.
Numerosi e di grande prestigio i riconoscimenti alla carriera e i premi della critica per le sue incisioni discografiche, tra cui un Grammy Award per i Concerti di Bartók e Prokof’ev e il Best Piano Concerto Recording of the Year per il suo Chopin.

Ricardo Castro
Direttore e pianista, inizia lo studio del pianoforte all’età tre anni e frequenta la Scuola di Musica e Arti di Bahia; nel 1984 si trasferisce in Europa per continuare gli studi in pianoforte e direzione al Conservatorio di Ginevra, con Maria Tipo e Arpad Gérecz.
Nel 1993 vince il Concorso Pianistico Internazionale di Leeds.
Una intensa, quanto brillante attività concertistica lo vede al fianco di artisti come Martha Argerich, Jean-Yves Thibaudet, Maria João Pires, Shlomo Mintz, Leif Segerstam, Yakov Kreizberg, Kazimierz Kord.
Collabora con diverse orchestre, tra cui Gewandhausorchester di Lipsia, Tonhalle Orchestra di Zurigo, BBC Symphony Orchestra, London Philharmonic, Academy of St. Martin in the Fields, Tokyo Philharmonic Orchestra e Orchestre de la Suisse Romande.
Nel 2007, su invito del governo di Bahia, Ricardo Castro ha creato NEOJIBA (Centri Statali per Orchestre Giovanili e Infantili di Bahia), un progetto pionieristico che nel corso degli anni è arrivato a coinvolgere 4600 bambini.
Con l’orchestra principale del programma, l’Orchestra Giovanile di Bahia, Castro ha tenuto concerti nelle più importanti istituzioni musicali d’Europa e Stati Uniti.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.