Sabato 18 agosto la seconda edizione di “Vico borghi, piazze e terrazze” propone il concerto del Solitaire Ensemble

Sabato 18 agosto, alle ore 19.00, presso Villa Giusso ai Camaldoli di Arola (Vico Equense), nell’ambito della seconda edizione di “Vico borghi, piazze e terrazze”, rassegna organizzata dall’Amministrazione comunale (sindaco Andrea Buonocore) e promossa dall’Assessorato al turismo di Vico Equense (assessore Lucia Vanacore), con la direzione artistica del Maestro Paolo Scibilia ed in collaborazione con la S.C.S. Società dei Concerti di Sorrento, concerto dal titolo “Wolfgang”, con la partecipazione del Solitaire Ensemble formato da Alfredo Natili (clarinetto), Renato Settembri (clarinetto) e Roberto Petrocchi (corno di bassetto).

Ingresso libero

Programma
Omaggio a Wolfgang Amadeus Mozart – Trascrizioni dalle celebri opere e sinfonie del Genio Salisburghese

W. A. Mozart
Divertimento n. 1 K 229 (K439/b)
Aria di Tamino, da “Il flauto magico”
Aria della Regina della Notte, da “Il flauto magico”
Divertimento n. 3 K 229 (K439/b)
“Al desio di chi t’adora”, aria da “Le nozze di Figaro”
“Voi che sapete”, arietta di Cherubino da “Le nozze di Figaro”
“Là ci darem la mano” duetto, da “Don Giovanni”
“Non più andrai” aria, da Le Nozze di Figaro

Solitaire Ensemble
Il Trio (composto da Alfredo Natili – clarinetto, Renato Settembri – clarinetto e Roberto Petrocchi – corno di bassetto) nasce all’interno del Quintetto Italiano di Clarinetti Solitaire Ensemble con l’intento di promuovere la musica cameristica che Mozart ha scritto per uno degli strumenti a lui più caro, il clarinetto appunto, al quale ha dedicato pagine immortali di sublime bellezza formale e musicale.
Tali composizioni sono eseguite anche con due clarinetti e fagotto o con tre corni di bassetto (il Trio di Clarone di Sabine Meyer è l’antesignano di questa formazione).il Trio del Solitaire Ensemble propone il repertorio nella formazione di due clarinetti e corno di bassetto perchè “l’impasto” sonoro risulta essere più omogeneo e nel contempo ben distinto nell’insieme della tessitura strumentale nella quale il timbro del corno di bassetto, morbido e suadente, nasale e velato, crea sonorità suggestive, a volte misteriose, sicuramente emozionanti.
I componenti del Trio vantano una lunghissima esperienza nel campo didattico e concertistico.
Esplicano docenza nei Conservatori di Stato ed esibizioni come solisti, in prestigiosi ensemble, orchestre Italiane e straniere, per famosi direttori e compositori, quali Ennio Morricone.

Alfredo Natili
Si diploma in clarinetto presso l’Istituto Musicale Pareggiato “G. Briccialdi” di Terni.
Risulta vincitore di audizioni presso l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma con la quale instaura contratti di collaborazione dal 1976 al 1990.
Ha suonato con l’Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, Sagra Musicale Umbra, Umu Sintesi, Orchestra Regionale dell’Umbria.
Oltre all’attività orchestrale svolge intensa attività cameristica con formazioni che vanno dal duo fino a gruppi più numerosi di strumenti (archi e fiati).
Ha inciso l’integrale di W. A. Mozart per clarinetto e quartetto d’archi ed ha curato la revisione critica del Rondo K 581/b di Mozart per le edizioni Curci.
Ha dedicato particolare attenzione al Corno di Bassetto con il quale ha eseguito la letteratura più significativa dello strumento e fa parte del Quintetto di clarinetti Solitaire Ensemble in cui alterna l’uso del clarinetto sib e del clarinetto piccolo mib.
E’ docente di clarinetto presso la Scuola Comunale di Musica e Danza di Spoleto nella quale ricopre anche il ruolo di Coordinatore Didattico

Renato Settembri
Compie gli studi musicali presso l’Istituto Musicale Pareggiato “G. Briccialdi” di Terni nel quale ricopre il ruolo di docente di musica d’insieme per strumenti a fiato.
Inizia subito un’intensa attività cameristica ed orchestrale.
Collabora con l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, Opera Incanto, ICE di Roma, Teatro Lirico Sperimentale.
Dedica particolare attenzione alla produzione musicale di gruppi cameristici, in qualità di esecutore o direttore, vantando una ricca e solida esperienza nel settore che lo porta ad esibirsi presso le associazioni musicali più importanti.
E’ direttore artistico dell’associazione musicale Settembre Cesano, che vanta un’attività concertistica ultradecennale, all’interno della quale si da ampio spazio a giovani e promettenti neodiplomati.
Fa parte del quintetto di clarinetti Solitaire Ensemble con il quale si esibisce in importanti istituzioni musicali italiane ed europee.

Roberto Petrocchi
Si è diplomato in clarinetto sotto la guida del M° Orazio Rega, presso l’Istituto Musicale Pareggiato “G. Briccialdi” di Terni, conseguendo il massimo dei voti e la lode.
Si è perfezionato con Jesus Villa Rojo e Vincenzo Mariozzi e, successivamente, ha frequentato i Corsi dell’Accademia Musicale Chigiana.
In questa sede ha approfondito sia il repertorio solistico che cameristico con i Maestri Giuseppe Garbarino, Riccardo Brengola e Alain Meunier e, nel 1983, ha ricevuto il premio “Apollon Musagète” per la musica da camera.
Premiato in vari concorsi cameristici (Stresa, Firenze, Roma), ha svolto varie tournée in diversi paesi europei ( Germania, Francia, Inghilterra, Norvegia, Irlanda, Spagna, Portogallo, Grecia, Turchia, Repubblica Ceca, Lituania, Serbia, Polonia e Malta), negli Stati Uniti, Messico, Brasile, Cile, Corea del sud, Cina e Giappone.
Fortemente attratto dal notevole repertorio cameristico del proprio strumento, suona principalmente in duo con il pianoforte, in trio (violoncello e pianoforte) e con il quartetto d’archi.
Ha collaborato, e tuttora collabora, con le orchestre del “Teatro dell’Opera” di Roma, “A. Scarlatti” di Napoli, Istituzione Sinfonica Abruzzese, “Roma Sinfonietta “ e “Orchestra in Canto”.
Particolarmente attento al repertorio contemporaneo, ha eseguito presso varie Associazioni e Festival (Accademia Filarmonica Romana, Istituzione Universitaria dei Concerti, Nuova Consonanza, I Concerti del Quirinale, Biennale di Venezia, Maggio Musicale Fiorentino, Ravello Festival, Teatro Massimo di Palermo, Sferisterio di Macerata, Sagra Musicale Umbra, etc.) composizioni di Pennisi, Mannino, Donatoni, Berio, Petrassi, Morricone, Bortolotti, D’Amico, Samorì, Francesconi, Boccadoro, Galante ed ha registrato, per la Rai (Radio Tre), brani di Petrassi (Gran Septour), Berio(Sequenza IX) e Donatoni (Clair).
Dal 1998 al 2004 ha svolto un’intensa collaborazione con il DIMI (Dipartimento per l’Innovazione Musicale Italiana) sia in qualità di esecutore, che di docente nei Corsi di Formazione orchestrale.
E’ titolare della cattedra di clarinetto presso il Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila.
Ha registrato vari cd per Bongiovanni, Brilliant Classics, BMG-Ricordi, Sony e Emi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.