Piediluco Festival, concerto per Musica e Natura

Un concerto per fiati ed aironi, uno per lago e tramonto, per voce e balena, per affreschi e pianoforte.
Più che una rassegna musicale è un incontro tra arte e natura, la ventiseiesima edizione di Piediluco Festival, la kermesse organizzata dall’Associazione Mirabil Eco e diretta da Lucrezia Proietti, che si è aperta il 21 luglio per proseguire fino al primo settembre nel borgo lacustre, con una sortita a Leonessa e un’altra nel centro storico di Terni.
Nato quasi trent’anni fa per iniziativa dei fratelli Pepicelli e della popolazione di Piediluco, il festival ha ospitato i più grandi nomi della musica da camera indirizzandosi negli ultimi anni soprattutto verso la composizione contemporanea.
La sua caratteristica peculiare è quella di abbinare a grandi eventi musicali delle masterlcass: tra le otto che animano quest’anno il borgo c’è quella per direttori di orchestra tenuta da Simone Genuini, oltre che una residenza artistica per contrabbasso.
Tra gli eventi proposti, invece, la prima nazionale di “Music for a wilderness lake”, concerto composto nel 1980 dal canadese Raymond Murray Schaffer e pensato per essere allestito su un lago.
L’opera, diretta dallo svedese Ivo Nilsson e patrocinata da Legambiente, è stata eseguita il 22 luglio in momenti diversi della giornata (dall’alba al tramonto) da 12 tromboni disposti in gruppi di quattro su tre sponde diverse del lago, con Nillson che dirigerà da una barca facendo uso di bandiere al posto della classica bacchetta, mentre l’ultima parte, prevista per mezzanotte, verrà eseguita a memoria dai musicisti nel buio assoluto.
In ogni tappa del concerto gli strumenti dialogano con gli uccelli e gli insetti del lagospiega Nilssonil passo di mezzogiorno, ad esempio, è dedicato alle libellule e alle lucciole”.
Il 30 luglio nell’ex chiesa di Santa Maria del Colle è andata in scena invece “Vox Balenae” dove la stessa Lucrezia Proietti al pianoforte si è cimentata, insieme a Francesco Dillon al violoncello e Claudia Giottoli al flauto, con musiche di Crumb, Debussy e Villa-Lobos.
Un incontro con Laura Perez e Patrizia Boninfante sarà dedicato alle origini del canto gregoriano il 5 agosto, alle ore 18.30, nel santuario di San Francesco mentre l’11 agosto, sempre a Santa Maria del Colle, va in scena “Passaggio in India”, viaggio musicale nel paese dei misteri interpretato da Andrea Giuliano e composto da Fabrizio de Rossi Re su testi di Arnaldo Casali, che il musicista (protagonista anche di una delle masterclass) ha voluto dedicare alla memoria di Folco Quillici.
A chiudere la rassegna sarà il concerto del 27 agosto nella chiesa di San Francesco a Terni, con l’Istituzione sinfonica abruzzese, diretta da Simone Genuini che, con Lucrezia Proietti, proporrà il concerto di Schumann per pianoforte e orchestra e l’Italiana di Mendelssohn.

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito.

Il programma completo su: www.mirabileco.it

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.