Venerdì 27 luglio la serie “Euterpe” dell’Amiata Piano Festival ospita l’austriaco David Helbock

Foto Lynhan Balatbat

David Helbock all’Amiata Piano Festival per il suo unico concerto come solista in Italia nel 2018.
L’acclamato pianista austriaco è di scena venerdì 27 luglio 2018, alle ore 19.00, al Forum Bertarelli di Poggi del Sasso (Cinigiano, Grosseto), dove porterà la sua arte visionaria, l’irresistibile energia ritmica e l’inesauribile estro timbrico e melodico che ne hanno fatto un’icona della scena jazz internazionale.

David Helbock è nato a Koblach, un piccolo comune del Voralberg, nel 1984.
Ha iniziato a suonare il pianoforte a sei anni, ha studiato nel vicino Conservatorio di Feldkirch, poi è volato negli Stati Uniti per perfezionarsi a New York con Peter Madsen.
Ha soltanto 34 anni ma la sua fenomenale carriera lo ha già portato in giro per il mondo: dalla Russia all’Australia, dalle Filippine al Brasile, dall’India al Senegal, oltre che in tutta Europa.
Ha vinto ben tre premi, compreso quello del pubblico, al Montreux Jazz Festival e gli è stato conferito il prestigioso riconoscimento austriaco “Outstanding Artist Award”. Le recensioni della critica specializzata lo definiscono entusiasticamente come “un pianista impeccabile dal tocco cristallino” (Jazzwise), “semplicemente indescrivibile” (Jazz Thing), “emozionante e pieno di sorprese” (Les Inrocks).
Helbock è anche compositore e tra i suoi progetti più significativi figura l’One-Year Compositional Project con cui impose a sé stesso di scrivere un pezzo nuovo ogni giorno per un anno intero: un’impresa da record che nel 2010 è culminata nella pubblicazione di un Personal Realbook con oltre 600 pagine di musica.
Quello all’Amiata Piano Festival è anche l’unico suo concerto in assoluto in Toscana per il 2018.
Sarà all’insegna dell’improvvisazione, con brani originali, suggestioni classiche, omaggi ai grandi del jazz come Thelonious Monk, senza rinunciare a intriganti incursioni nel funk e nel pop (come la sua sorprendente rielaborazione della canzone Kiss di Prince).
All’intervallo, come di consueto, degustazione offerta al pubblico dei vini della Cantina ColleMassari con un assaggio di prodotti tipici del territorio.

La serie “Euterpe” si concluderà sabato 28 luglio con la “Musica sull’acqua” di Telemann eseguita dall’ensemble di musica antica Il Rossignolo.

Il festival proseguirà poi con i Concerti Dionisus, dal 30 agosto al 2 settembre, e con i Concerti di Natale, l’8 e il 9 dicembre.

L’Amiata Piano Festival è fondato e diretto da Maurizio Baglini e sostenuto dalla Fondazione Bertarelli.

Biglietti: www.boxofficetoscana.it

Info:
www.amiatapianofestival.com
Tel. + 39 339 4420336

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.