L’Hotel San Francesco al Monte ospita l’esordio del progetto “The Beatles Forever” con l’orchestra ritmo-sinfonica del Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento diretta da Gianluca Podio

La panoramicissima terrazza dell’Hotel San Francesco al Monte è stata sede dell’anteprima nazionale del progetto “The Beatles Forever”, consistente nell’arrangiamento, da parte del maestro Gianluca Podio, di alcune delle canzoni più note dei “Fab Four”, in occasione dei 50 anni dall’uscita del mitico “White Album”.
In effetti, da questa raccolta, contenente 27 brani, suddivisi in due LP, è stata tratta solo “Ob-La-Di Ob-La-Da” (e “Hey Jude”, che in partenza doveva entrare nel doppio album, ma divenne invece un pezzo autonomo).
Si tratta comunque di dettagli, perché lo scopo principale era quello di riassumere parte dei successi di un gruppo, che si separò dopo nemmeno un decennio dalla sua formazione.
Forse è questo il motivo che li ha resi leggendari in quanto, famosissimi ai loro tempi, lo sono ancora oggi, dopo quasi 50 anni dallo scioglimento del quartetto, che comprendeva John Lennon, Paul McCartney, Ringo Starr e George Harrison.
Ritornando al concerto, oltre alle succitate canzoni, abbiamo ascoltato, fra le altre, “All my loving” (1963), “Yesterday” (1964), “Let it be” (1970), “Michelle” (1965), arrangiate secondo un gusto jazzistico, esaltato da una compagine ben amalgamata, costituita da alcuni elementi dell’orchestra ritmo-sinfonica del Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento, fra i quali spiccavano solisti del calibro di Aldo Bassi (tromba), Ferruccio Corsi (sax), Alessandro Crosta (flauto), Mimmo Langella (chitarra elettrica), Stefania Tallini (pianoforte), Sergio Di Natale (batteria), Enzo Autori (basso elettrico), Vincenzo Di Gregorio (chitarra acustica) e Francesco Solombrino (viola).
Pubblico molto variegato, il cui collante era dato dalla passione per i Beatles, al quale si è aggiunta una folta delegazione di cinesi, giunti a Napoli per un corso di formazione.
Alla fine gli spettatori, visibilmente soddisfatti, hanno chiesto a gran voce un bis e sono stati accontentati, prima di spostarsi in massa verso l’adiacente giardino, dove era allestita una lunga tavola riccamente imbandita, che poteva accontentare anche i palati più esigenti.
I commensali sono stati allietati, inoltre, dall’esibizione di “Soul Palco”, un gruppo itinerante specializzato in musica napoletana antica.
Ricordiamo, infine, che l’evento é stato preceduto da una visita guidata, riservata ai rappresentanti della stampa, che hanno potuto ammirare alcune delle opere d’arte, appartenenti al monastero del XVI secolo, dove oggi risiede la struttura alberghiera.
In conclusione una serata, organizzata impeccabilmente dalla famiglia Pagliari, proprietaria dell’hotel, che ha abbinato nel migliore dei modi musica e gastronomia.

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.