Da sabato 17 marzo al Teatro dei Laboratori delle Arti – Università di Bologna Baby BoFe’ propone “La casa dei suoni” su testi di Claudio Abbado

Da sabato 17 marzo (ore 18 e ore 20.30) sino a martedì 20 marzo, al Teatro dei Laboratori delle Arti – Università di Bologna (via Azzo Gardino 65/A), va in scena lo spettacolo musicale La Casa dei suoni con testi di Claudio Abbado e musiche di Bach, Mozart, Beethoven, Rossini, Verdi, Mahler, Brahms, Debussy, Bartók.
Ispirato all’omonimo libro di Claudio Abbado, lo spettacolo è curato da Emanuele Gamba (riduzione scenica e regia) e Roberto Abbiati (scenografia).
È una fiaba dolce e divertente che narra la fortunata infanzia del futuro direttore d’orchestra, nato in una casa musicale, figlio di un “padre violino” e una “madre pianoforte”.
Il pubblico si trova in uno spazio scenico creato ad hoc, dove risuonano le musiche dei compositori prediletti da Abbado.
Una voce recitante accompagna il pubblico in questo originale percorso musicale, sulle orme delle note più amate dal grande direttore, a partire dalla sua infanzia.

Programmato più volte nell’arco della giornata (domenica 18 marzo, ad esempio, ore 11 / 16 / 18 / 20.30), il progetto La Casa dei suoni è un omaggio a Claudio Abbado e al suo lavoro con i giovani.
«La nuova produzione sul libro che Claudio Abbado scrisse per i piccoli – spiega Maddalena da Lisca, direttore generale di Bologna Festivalè un progetto che accarezziamo da tempo e che finalmente trova ora le condizioni per realizzarsi. È un omaggio all’impegno costante che Abbado ha dedicato, con entusiasmante energia, ai giovani e giovanissimi, volendoli rendere partecipi delle sue esperienze, delle sue prime emozioni musicali. Lo slancio con cui le istituzioni cittadine come l’Università e il Teatro Comunale hanno partecipato a questa piccola ma significativa produzione indicano come sia ancora vivo a Bologna il desiderio di rendere omaggio al grande direttore che ha scelto di vivere e lavorare per tanti anni nella nostra città. Un ringraziamento particolare va alla Fondazione Abbado che ci è stata a fianco, fin dalle prime fasi progettuali, nella realizzazione dello spettacolo».

Lo spettacolo è una nuova produzione di Baby BoFe’Bologna Festival, realizzato con il contributo di Alfasigma e con la collaborazione della Fondazione Claudio Abbado, del Teatro Comunale di Bologna, della Scuola di Teatro di Bologna “Alessandra Galante Garrone” e dell’editore Babalibri; un particolare ringraziamento al Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna che ha concesso l’uso dei propri spazi.

Si comunica che l’attrice Rita Savagnone, causa indisposizione, non potrà partecipare allo spettacolo.

Disponibilità di posti limitata per ogni recita.
Sono previste recite mattutine riservate alle scuole.

Biglietti € 10, in vendita a Bologna Welcome (Piazza Maggiore 1/E, da martedì a sabato ore 13-19) e presso il Teatro dei Laboratori un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

Acquisto online: www.bolognafestival.it

Informazioni:
Bologna Festival
051 6493397

Ufficio Stampa Bologna Festival
Paola Soffià
stampa@bolognafestival.it
cell. 328 7076143
tel. 051 6493397

________________________________________________________

Teatro dei Laboratori delle Arti
sabato 17 marzo: ore 18 / 20.30
domenica 18 marzo ore 11 / 16 / 18 / 20.30
lunedì 19 marzo ore 18 / 20.30
martedì 20 marzo ore 18 / 20.30

La Casa dei Suoni
testi di Claudio Abbado
musiche di Bach, Mozart, Beethoven, Rossini, Verdi, Debussy, Mahler, Brahms, Bartók

Emanuele Gamba, riduzione scenica e regia
Roberto Abbiati, scenografia
Attori della Scuola di Teatro “Galante Garrone” voce recitante
Alessandro Trabace, violino

Una fiaba dolce e divertente che racconta l’infanzia bella e fortunata di un piccolo, giovanissimo musicista che nasce in un vero e proprio strumento musicale, la sua casa, la “casa dei suoni”.
Claudio è figlio di un “padre violino” e una “madre pianoforte” e da subito il futuro direttore d’orchestra pare destinato a seguire le orme delle note che il padre, la madre e gli amici musicisti spargono per le stanze.
Un racconto, uno spazio, un percorso nel sogno della musica, il sogno di Claudio Abbado.

consigliato dai 5 anni
durata 45’

si ringraziano per la collaborazione: Fondazione Claudio Abbado, Teatro Comunale di Bologna, Scuola di Teatro di Bologna “Alessandra Galante Garrone” e l’editore Babalibri

si ringrazia il Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna per aver concesso l’uso dei propri spazi

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.