Giovedì 8 marzo la stagione dell’Associazione Alessandro Scarlatti propone l’esordio a Napoli del Trio Gaspard

Giovedì 8 marzo 2018, alle ore 20.30, al Teatro Sannazaro, per la Associazione Alessandro Scarlatti debutta a Napoli il giovane Trio Gaspard.
Violino, violoncello e pianoforte sono suonati da un greco, Jonian Ilias Kadesha, una ragazza inglese, Vashti Hunter, e un tedesco, Nicholas Rimmer: insieme, hanno vinto, oltre ad altri concorsi, il prestigioso Internationaler Jopeh Haydn Kammermusik Wettbewerb di Vienna.

Fondato nel 2010 il Trio Gaspard è una delle formazioni emergenti più accreditate a livello internazionale, grazie ad esibizioni nelle più importanti sale d’Europa.
È stato definito da Hatto Beyerle, uno dei fondatori del celebre Quartetto Alban Berg, come «la formazione migliore che mi sia capitato di ascoltare».
Gli fa eco Paolo Gallarati su la Stampa di Torino: “ il Trio Gaspard possiede la dote più rara: quella di cambiare suono da un pezzo all’altro”.

Il programma della serata si muove in un repertorio novecentesco per nulla casuale, con brani di Fauré, Casella, Enescu; si passa poi all’unico trio di Maurice Ravel per pianoforte, violino e violoncello.
Entrato subito in repertorio e accolto con immediato favore da critica e pubblico fu eseguito per la prima volta a Parigi nel 1915 proprio da Alfredo Casella al pianoforte e George Enescu al violino, e da Louis Feuillard al violoncello.

Costo del biglietto
Intero Platea e palchi I fila: 18 Euro
Intero Palchi II e III fila: 13 Euro
Ridotto (fino a 30 anni): 13 Euro
Last minute (fino a 25 anni, da 1 ora prima del concerto): 5 Euro

Per informazioni:
www.associazionescarlatti.it
info@associazionescarlatti.it
Infoline: 081 406011

________________________________________________________

Giovedì 8 marzo, ore 20.30 – Teatro Sannazaro (Napoli)

Trio Gaspard
Jonian Ilias Kadesha, violino
Vashti Hunter, violoncello
Nicholas Rimmer, pianoforte

Programma

Gabriel Fauré (1845 – 1924): Trio in re minore op.120

Alfredo Casella (1883 – 1947): Sonata a tre op.62 a Goffredo Petrassi

George Enescu (1881 – 1955): Serenade Lointaine

Maurice Ravel (1875 – 1937): Trio in la minore

Trio Gaspard
Vincitore di tre fra i maggiori concorsi internazionali, il Trio Gaspard, costituitosi nel 2010, è oggi uno dei trii con pianoforte più rappresentativi.
Nel 2011 il Trio aveva vinto il primo premio al Concorso di Illzach in Francia e nel corso del 2012 ottiene il primo premio ai Concorsi Joachim di Weimar e Haydn di Vienna.
La formazione si è esibita alla Wigmore Hall di Londra, allo Schlosstheater di Schönbrunn a Vienna, alla Salle Molière di Lione.
Le registrazioni del trio sono state trasmesse dalla German South West Radio, dalla North German Radio, dalla Radio austriaca e dalla radio televisione coreana.
Il Trio Gaspard, i cui membri sono di nazionalità greca, inglese e tedesca, lavora regolarmente all’Accademia Europea di Musica da Camera con uno dei fondatori del Quartetto Alban Berg, Hatto Beyerle, che ritiene questa formazione come la migliore ascoltata nel corso della sua attività artistica e didattica.
Il Trio è ospite di importanti istituzioni musicali in Germania, Francia, Inghilterra, Austria, e ha avuto modo di approfondire il repertorio per trio anche con Johannes Meissl del Quartetto Artis di Vienna, Gerrit Zitterbart del Trio Abegg, Ferenc Rados, Avedis Kouyoumdjian e Peter Cropper del Lindsay Quartet.
I 3 membri del Trio continuano a coltivare anche una propria attività solistica attraverso concerti in USA, Europa e Asia, in sale quali la Megaron Music Hall di Atene, la Salle Garnier a Montecarlo, il Teatro Verdi di Firenze, il Musikverein Vienna, la Rudolfinium Hall a Praga, la Royal Festival Hall e la Barbican Hall a Londra.
Gli interpreti hanno vinto prestigiosi concorsi internazionali quali la Primavera di Praga, il Concorso Leopolod Mozart , il ‘Deutscher Musik Wettbewerb’, il Park House Award di Londra e si esibiscono spesso con artisti quali Steven Isserlis, Gidon Kremer, Kim Kashkashian, Bruno Giuranna,Tanja Tetzlaff, Pekka Kuusisto, Kit Armstrong, Nils Mönkemeyer e il Quartetto di Cremona.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.