Emozioni di suoni per un eccellente quartetto con pianoforte

Gustav Mahler

Continua con successo la rassegna di arte e cultura organizzata dall’Associazione Culturale “MALKUTH”.
Ottimi consensi ha fatto registrare il concerto tenuto, nella suggestiva cornice di Palazzo Giordano a Montefusco (AV), dal Quartetto formato da Dina Camerlengo, pianoforte; Cristina Cavaiuolo, violino; Umberto Camerlengo, viola ed Emilio Mottola, violoncello.
Singolarmente come in assieme, eccellenti per tecnica, timbrica e intelligenza analitica, i quattro interpreti hanno eseguito un programma di forte impatto che spaziava dal romanticismo schumanniano al tardo romanticismo di Brahms e Mahler, proponendo tre autentici capolavori cameristici tra loro interconnessi: dal Quartetto per pianoforte in mi bemolle maggiore, op. 47 di Robert Schumann (1810-1856) al Quartetto in la minore per pianoforte e archi di Gustav Mahler (1860-1911), passando per il Quartetto per pianoforte n. 3 in do minore, op. 60 di Johannes Brahms (1833-1897).
I musicisti hanno reso un’interpretazione aderente tanto all’incanto tematico del freschissimo primo tempo del quartetto di Schumann, quanto allo scherzo con doppio trio e l’andante cantabile, struggente nella sua propensione ai salti di settima; così come al finale, il cui incedere è condotto alla vittoria dallo zampillante gioco pianistico.
Ben evidenziato, inoltre, il carattere drammatico e appassionato del Quartetto in do minore op. 60 di Brahms, pagina che si rifà agli anni tormentati della vita del musicista amburghese.
Il concerto si è chiuso con il Quartetto con pianoforte in la minore, unico lavoro cameristico senza canto che ci rimane di Gustav Mahler, nonché la sua prima opera nota, composta quando ancora era studente a Vienna.
L’opera è incompiuta, per cui ce ne resta il primo tempo completo e uno schizzo del secondo.
Il primo movimento, con indicazione in tedesco Nicht zu schnell, (“non troppo veloce”), dura solitamente tra i 10 e i 15 minuti.
Dopo aver scritto anche una ventina di battute del movimento successivo (verosimilmente uno Scherzo), interrompe per sempre la redazione del lavoro, che è perciò conosciuto col titolo di Quartettsatz (Tempo di Quartetto), limitato ovviamente al movimento iniziale.
Il prossimo concerto vedrà impegnato un duo molto apprezzato ed insolito, formato dall’arpista Nicoletta Sanzin e dalla violinista Liliana Bernardi (mese di aprile).

(comunicato a cura di Concerti News)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Emozioni di suoni per un eccellente quartetto con pianoforte

  1. Vincenzo Punzi ha detto:

    Mi occupo di promozione della musica italiana all’estero, attraverso il circuito degli Istituti Italiani di Cultura del Ministero degli Esteri.Desidero avere i riferimenti per comunicare con il quartetto
    Dina Camerlengo, pianoforte; Cristina Cavaiuolo, violino; Umberto Camerlengo, viola ed Emilio Mottola, violoncello.
    Grazie.
    Cordiali saluti.
    Vincenzo Punzi

  2. marcodelvaglio ha detto:

    La notizia mi è arrivata tramite concerti news. Può provare a questo indirizzo e-mail: concertinews@gmail.com Cordiali saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.