Mercoledì 22 novembre ai “Concerti di Autunno” il trio Massa-Signorini-Grande si confronta con la produzione meno nota di Niccolò Paganini

Mercoledì 22 novembre, alle ore 20.30, presso la Chiesa Luterana di Napoli (via Carlo Poerio, 5), Paganiniana: il violinista Michelangelo Massa, il violoncellista Luca Signorini e il chitarrista Antonio Grande si esibiranno nel’ambito dei Concerti di Autunno 2017, la rassegna della Comunità Evangelica Luterana di Napoli, presieduta da Riccardo Bachrach per la direzione artistica di Luciana Renzetti.
Il trio eseguirà la Sonata n. 1 per violino e chitarra (dal “Centone”), la Sonata n. 6 per violino e chitarra (dal “Centone”), il Duetto concertante op. 1 n. 2 per violino e violoncello e il Terzetto in re maggiore per violino, violoncello e chitarra del celebre musicista e compositore italiano.

Ingresso libero

Concerti di Autunno giunge quest’anno alla ventiduesima edizione, e proseguirà fino al 6 dicembre con appuntamenti settimanali tutti a ingresso libero.

La rassegna Concerti di Autunno è realizzata con il contributo dell’8 per mille donato alla Chiesa Luterana.

Info
081.8043130
lucianarenzetti@gmail.com
celna.it

Ufficio stampa
Sarah Manocchio
sarahmanocchio1@gmail.com

________________________________________________________

Michelangelo Massa
Nato a Napoli da famiglia di musicisti.
Inizia lo studio del violino nel 1977 sotto la guida del Maestro Franco Cristofoli al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, si diploma a 18 anni con il massimo dei voti.
Ha vinto la XXI Rassegna Nazionale Violinisti “Città di Vittorio Veneto”, il primo premio al concorso di musica da camera di Portogruaro, una borsa di studio a Città di Castello ed alla Royal Academy of Music di Londra.
Ha partecipato in qualità di solista ai concerti di importanti orchestre tra le quali l’Orchestra da Camera di Presov, l’Accademia Strumentale di Kishinev e l’Orchestra da Camera del Teatro di Tirana.
Ha eseguito concerti in Giappone, Grecia, Tunisia, Sudan, El Salvador, Guatemala. E’ docente di Violino presso il Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento.
Ha tenuto concerti con artisti di fama internazionale come Giacinto Caramia, Konstantin Bogino, Patrick Gallois, Anatole Liebermann e Alirio Diaz.
Il suo violino è un Giorgio Bairhoff, Napoli 1759, già della collezione Angelo Marino.

Luca Signorini
Ha studiato Violoncello e Composizione al Conservatorio di S. Cecilia di Roma, alla Universität für Musik und darstellende Kunst di Vienna e al Conservatorio di Maastricht ed è stato premiato ai concorsi internazionali Gaspar Cassadó, Maria Canals, Vittorio Veneto, Ennio Porrino, Città di Stresa, Accademia Chigiana di Siena, Premio Aram del Conservatorio S. Cecilia.
Con importanti orchestre tra cui l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra Rai di Napoli, Maggio Musicale Fiorentino, San Carlo di Napoli, e in importanti sale concertistiche giapponesi, tra cui la prestigiosa Casals Hall di Tokyo, ha eseguito con grande successo brani del repertorio solistico per violoncello, sotto la direzione, tra gli altri, di Carlo Maria Giulini, Daniele Gatti, Jeffrey Tate. Nell’ambito della musica d’insieme ha partecipato a complessi di varia formazione.
Il Teatro di San Carlo di Napoli gli ha offerto, per “chiara fama”, il posto di Primo Violoncello.
Svolge anche attività di compositore e scrittore.
È ideatore del progetto Decamerone in musica rappresentato al Museo Madre di Napoli a cura del “Centro di musica antica Pietà de’ Turchini” di Napoli.
Ha inciso, a beneficio di Amnesty International, l’integrale delle suite di Johann Sebastian Bach per violoncello solo in compact disc.
Dall’aprile scorso collabora con il Corriere del Mezzogiorno con articoli d’opinione. Suona un prezioso violoncello Carlo Tononi del 1740.

Antonio Grande
E’ nato a Napoli nel 1960, ha studiato al Conservatorio S. Pietro a Majella Chitarra e Composizione con Francesco De Sanctis e Bruno Mazzotta.
Parallelamente si è laureato in Diritto presso l’Università Federico II.
Si è perfezionato con celebri maestri del suo strumento quali Aussel, Gangi, Ghiglia, Tomas.
Ha approfondito inoltre la prassi esecutiva antica con Massimo Lonardi e Andrea Damiani.
Svolge da oltre trent’anni una costante e nutrita attività concertistica internazionale in quasi tutta Europa e in Sud America.
Fin da ragazzo si dedica collateralmente all’attività di compositore e arrangiatore, nonché all’approfondimento di tematiche storiche e musicali inerenti alla sua città, dal Settecento a oggi.
Ha pubblicato per l’Editore Alfredo Guida una Storia della chitarra a Napoli nel Novecento, con allegato CD contenente la prima registrazione delle più significative pagine solistiche di Autori napoletani relative al periodo.
Dal 1997 è docente titolare di Chitarra presso il Conservatorio “Giuseppe Martucci” di Salerno.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.