Giovedì 16 novembre la stagione dell’Associazione Alessandro Scarlatti propone “Stradivarius in Rio” con la violinista Victoria Mullova

Giovedì 16 novembre 2017, alle ore 20.30, al Teatro Sannazaro, per la stagione concertistica della Associazione Alessandro  Scarlatti una suprema e celebrata virtuosa del violino come Viktoria Mullova, artista raffinata, curiosa, mai banale o superficiale, si dedica alla musica popolare e d’autore brasiliana con il concerto intitolato “Stradivarius in Rio”.
La Mullova, accompagnata da alcuni splendidi musicisti, (provenienti dal Brasile, come il chitarrista João Luís Nogueira Pinto, e dall’Inghilterra come il violoncellista Matthew Barley e il percussionista Paul Clarvis), presta la sua arte, che tutti ha incantato e affascinato in Beethoven, Bach, Vivaldi, Schubert, Prokofiev, Mendelssohn, per un’appassionata lettura della ricca, sofisticata e appassionante tradizione musicale in Brasile.
Una vera sfida per un’interprete classica, che pure mostra di sapere improvvisare con grazia, profondità e grande gusto, ripercorrendo pagine superbe di Marisa Monte, Caetano Veloso, Antônio Carlos Jobim, Zequinha de Abreu, Pixinguinha, Waldir Azevedo.
Questo è stato il primo progetto non classico che la Mullova ha ideato e prodotto da sola; il progetto ha preso forma negli anni, finché nell’agosto 2013 il gruppo prescelto si è ritrovato a Rio de Janeiro per registrare un CD nel corso di tre entusiasmanti serate; sulla copertina del disco (il terzo fuori dal repertorio classico) Viktoria Mullova troneggia in controluce brandendo il suo Stradivari sulla baia di Guadabara, a Rio de Janeiro.

Lo straordinario talento di Viktoria Mullova si è imposto all’attenzione internazionale quando vinse, nel 1980, il 1° Premio al Concorso Sibelius di Helsinki e nel 1982 la Medaglia d’oro al Concorso Ciaikovskij.
Nel 1983 con una fuga drammatica e ampiamente pubblicizzata si rifugiò all’Ovest. Da allora ha suonato in tutto il mondo con le grandi orchestre, i più celebri direttori ed è stata ed è ospite di importanti Festival internazionali.
E’ oggi conosciuta in tutto il mondo per la straordinaria versatilità ed integrità musicale.
La curiosità di Viktoria Mullova fa sì che ella abbia esplorato ed esplori tutto il repertorio per violino, dal barocco alla musica contemporanea, dalla world fusion alla musica sperimentale.
Più che trasformarmi ho esteso il mio viaggio. Resta sempre forte e irrinunciabile la mia relazione con la musica classica e romantica. Amo sperimentare, per questo sono andata fino in Brasile. E in fondo anche Bach è molto divertente per chi suona e per chi ascolta”.

Costo del biglietto
Intero Platea e palchi I fila: 18 Euro
Intero Palchi II e III fila: 13 Euro
Ridotto (fino a 30 anni): 13 Euro
Last minute (fino a 25 anni, da 1 ora prima del concerto): 5 Euro

Per informazioni:
www.associazionescarlatti.it
info@associazionescarlatti.it
Infoline: 081 406011

________________________________________________________

Giovedì 16 novembre, ore 20.30 – Teatro Sannazaro (Napoli)

Victoria Mullova, violino
Matthew Barley, violoncello
João Luís Nogueira Pinto, chitarra
Paul Clarvis, percussioni

“Stradivarius in Rio”

Claudio Nucci: Toada

Sueli Costa: Segue teu destino

Antônio Carlos (Tom) Jobim
Chovendo na roseira
Falando de amor

Marisa Monte: Vilarejo

Antônio Carlos (Tom) Jobim: Dindi

Caetano Veloso: Luz do sol

Zequinha De Abreu: Tico Tico

Chico Buarque: Maninha

Brazil (solo Piece by Misha Mullova-Abbado)

Chico Buarque: Beatriz

Henrique Vogeler: Linda Flor (Ai ioio)

Antônio Carlos (Tom) Jobim: Por toda minha vida

Arnaldo Baptista: Balada de um louco

Mônica Salmaso: Dançapé

Waldir Azevedo: Brasileirinho

Viktoria Mullova
Ha studiato alla Scuola Centrale di Musica e poi al Conservatorio di Mosca.
Il suo straordinario talento si è imposto all’attenzione internazionale quando vinse, nel 1980, il 1° Premio al Concorso Sibelius di Helsinki e nel 1982 la Medaglia d’oro al Concorso Ciaikovskij.
Nel 1983, con una fuga rocambolesca, abbandonò l’Unione Sovietica.
Da allora ha suonato in tutto il mondo con le grandi orchestre, i più celebri direttori ed è stata ed è ospite di importanti Festival internazionali.
E’ oggi famosa per la straordinaria versatilità ed integrità musicale.
La curiosità di Viktoria Mullova fa si che ella abbia esplorato ed esplori tutto il repertorio per violino, dal barocco alla musica contemporanea, dalla world fusion alla musica sperimentale.
L’interesse per la prassi esecutiva originale l’ha portata a collaborare con complessi di strumenti originali fra cui The Orchestra of the Age of Enlightenment, il Giardino Armonico, il Venice Baroque e l’Orchestre Revolutionnaire et Romantique.
Bach, compositore con il quale Mullova ha grande affinità, è parte cospicua del repertorio discografico.
La recente incisione dei Concerti di Bach con l’Accademia Bizantina e Ottavio Dantone ha ottenuto entusiastica accoglienza e l’incisione delle Sonate e Partite di Bach rappresenta una pietra miliare nel viaggio personale dell’artista.
Il CD ha ricevuto critiche eccellenti ovunque.
Mullova suona regolarmente anche con Katia Labèque, con la quale ha fatto una nuova tournée nel 2015.
Il loro disco “Recital” è stato unanimemente applaudito dalla critica musicale.
L’avventura di Viktoria Mullova nella musica contemporanea inizia nel 2000 con l’album “Through the Looking Glass” nel quale suona brani di world, jazz e pop music arrangiati per lei da Matthew Barley.
L’esplorazione è continuata con il progetto “The Peasant Girl” con l’Ensemble di Matthew Barley, progetto in cui suona musiche di diversa provenienza, con radici nel classico, il gypsy ed il jazz.
The Peasant Girl è stato presentato in numerose città europee e nell’America Centrale.
Il più recente progetto “Stradivarius in Rio” è ispirato dalla sua passione per le canzoni brasiliane, in particolare per compositori come Antônio Carlos Jobim, Caetano Veloso e Claudio Nucci.
Il Cd, dallo stesso nome, ha avuto grande successo e il progetto viene presentato con concerti in tutta Europa.
Mullova ha commissionato opere a giovani compositori: Fraser Trainer, Thomas Larcher e Dai Fujikara.
Per l’ampiezza e la diversità di interessi, Viktoria Mullova è protagonista di importanti cicli di concerti nelle più prestigiose sale Europee, dal Southbank di Londra alla Konzerthaus di Vienna, dall’Auditorium del Louvre di Parigi al Musikfest Bremen, dall’Orchestra Sinfonica di Barcellona al Festival di Helsinki.
L’incisione dei Concerti di Vivaldi con Il Giardino Armonico, diretto da Giovanni Antonini, ha vinto il Diapason d’Or 2005.
Altre incisioni comprendono le Sonate di Bach con Ottavio Dantone e le Sonate e Partite di Bach per violino solo, Beethoven con Kristian Bezuidenhout, l’Ottetto di Schubert con il Mullova Ensemble, Recital con Ottavio Dantone.
L’ultima incisione, con Ottavio Dantone e l’Accademia Bizantina, è dedicato ai Concerti per violino Bach.
Suona lo Stradivari Julius Falk del 1723 ed un Guadagnini.

Matthew Barley
Il violoncello è al centro della sua carriera e tuttavia il suo mondo musicale non ha limiti geografici, sociali o stilistici.
Matthew Barley è appassionato di educazione, improvvisazione, progetti interdisciplinari, composizione e pionieristici programmi per comunità.
É anche un violoncellista noto in tutto il mondo: ha suonato in più di 50 Paesi, con orchestre celebri fra cui la BBC Philharmonic, la London Sinfonietta, la Hong Kong Sinfonietta, la Royal Scottish Symphony, la Vienna Radio Symphony, la Filarmonica Ceca, le Orchestre Sifoniche di Melbourne e della Nuova Zelanda e la Kremerata Baltica e la Metropole Jazz Orchestra.
Le collaborazioni lo vedono accanto a Matthias Goerne, le sorelle Labèque, Viviane Hagner, Martin Frost, Thomas Larcher, Kit Armstrong, Amjad Ali Khan, Julian Joseph, Talvin Singh, Kathryn Tickell, Nitin Sawhney, e Jon Lord dei Deep Purple e altri, impegnato su palcoscenici che vanno dal Ronnie Scott’s and the WOMAD Festival, alla Konzerthaus di Vienna e alla Tonhalle di Zurigo.
Il suo nuovo gruppo Between the Notes ha realizzato più di 60 progetti con giovani musicisti. e orchestrali in tutto il mondo. Importante la serie di prime esecuzioni: Doppio Concerto per violino e violoncello di Thomas Larcher, con Viktoria Mullova, commissionato dai BBC Proms, opere di MacMillan, Glanert, Fujikura e molti altri importanti compositori, compresi alcuni grandi musicisti indiani per un nuovo progetto con la Philharmonia Orchestra.
Il catalogo di cd e Dvd acclamato dalla critica è comparso su Black Box, Signum Classics e Onyx Classics, incluso il progetto “Peasant Girl” con la violinista russa, Viktoria Mullova, di cui Barley è violoncello, arrangiatore, compositore e produttore, pubblicato anche in DVD
Nel 2013 Matthew Barley ha dato più di 100 concerti nel Regno Unito per celebrare Benjamin Britten, il tour è stato accompagnato dalla pubblicazionedi un CD “Around Britten”
In seguito ad una acclamatissima tournée in Messico con la City of London Sinfonia, continua la collaborazione con la registrazione, per la Signum, di canzoni sudamericane da lui arrangiate e con una nuova tournée nel 2017.
Prossimi progetti: Swedish Chamber Orchetra, BBC Philharmonic, Frankfrut Radio Symphony, una residenza a Kassel con Avi Avital e Manu Delago e il Doppio Concerto di Dusapin con Viktoria Mullova con l’Orchestra della Radio Olandese, la London Philharmonic Orchestra, l’Orchestre National de France, il Gewandhaus di Lipsia e Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino.

João Luís Nogueira Pinto
João Luís Nogueira Pinto è nato nel 1981 in una famiglia di musicisti di Minas Gerais nel Brasile. Inizia a studiare la chitarra all’età di 6 anni con suo padre.
A 14 anni già si esibisce dal vivo e inizia la sua carrier professionale.
Nel 2008 intraprende gli studi di Chitarra Jazz all’Università di Folkwang a Essen con Frank Sichman.
Ha già collaborato con musicisti quali Tony Lakatos, Júlia Ribas, Zélia Fonseca, oggi João Luís fa parte di alcuni gruppi e suona insieme a musicisti tra cui Márcio Tubino, Viktoria Mullova e Uli Beckerhoff.
Parallelamente con la sua attività di chitarrista, João Luís insegna in diverse scuole e ha scritto arrangiamenti per la Duisburg Philharmonic Orchestra.
Abita attualmente a Essen in Germania.

Paul Clarvis
Percussionista dotato di grande talento, Paul Clarvis mostra una padronanza tecnica, che allea eleganza e entusiasmo.
Molto richiesto, ha suonato anche nelle colonne sonore di numerosi film fra cui Guerre Stellari, Harry Potter, Narnia, Twilight, Il Cavaliere Oscuro, La Cospirazione, Il Ritorno dello Sciacallo, A Prova di Spia, Shakespeare in Love, Fantastic Mr Fox, Billy Elliot, James Bond, Robin Hood, G. I. Jane, Notting Hill, Tron, La Mummia, La bussola d’oro, Bee Movie, Troy, State of Play, The Road, L’ultimo re di Scozia, Spygame, Elizabeth: The Golden Age, The Escapist, Captain America, Shrek, Hugo Cabret, Kung Fu Panda e il Signore degli Anelli, Prometheus, Hobbit, Skyfall, Il Grande Gatsby.
Collabora con artisti fra cui Mick Jagger, Nina Simone, Stevie Wonder, Steve Swallow, Harrison Birtwistle, Sir John Dankworth fino a Paul McCartney, John Taylor and Moondog, Gordon Beck, Brian Ferry, Elton John.
Ha inciso con Marc Ribot; Sam Rivers; Richard Thompson; The Orb, John Adams; Michael Nyman; Loreena McKennitt; Mark Anthony Turnage e Michel Legrand così come con la sua Orquestra Mahatma.
Paul è stato il percussionista preferito di Leonard Bernstein quando il Maestro era a Londra e ha partecipato come solista all’ultima notte dei Proms nel 1996 nel concerto per sassofono e batteria di Sir Harrison Birtwistle.
Nel Aprile del 1998 è stato Presidente della Giuria di Percussioni al concorso BBC Young Musician of the Year.
Insieme con Sonia Slany ha avviato Villagelife Records.
Paul ha aiutato Rick Smith con l’arrangiamento per l’apertura dei Giochi Olimpici nel 2012 a Londra, scrivendo la parte di Evelyn Glennie, e insieme Smith ha coniato la marcia dei 1000 percussionisti.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.