Giovedì 5 ottobre l’ensemble La Venexiana apre il ciclo di Bologna Festival dedicato a Monteverdi

Giovedì 5 ottobre, ore 20.30, all’Oratorio di San Filippo Neri, l’ensemble La Venexiana inaugura il ciclo di concerti della rassegna Il Nuovo l’Antico di Bologna Festival dedicati a Claudio Monteverdi nel 450° anno della nascita.
“D’amore le gioie e i lamenti” è il titolo del programma proposto da La Venexiana – gruppo vocale e strumentale di fama internazionale, specializzato nell’interpretazione della musica di Monteverdi.
Ardenti sospiri, tradite speranze, aspri tormenti e dolorosi passi: come in una ideale raffigurazione amorosa si passa dallo struggente Lamento di Arianna ai Madrigali del Settimo Libro “O viva fiamma”, “Io son pur vezzosetta” sino al celebre duetto di Nerone e Poppea “Pur ti miro” tratto dall’Incoronazione di Poppea.
In una studiata alternanza di pezzi vocali a due voci e brani strumentali di Frescobaldi e Kapsberger per tiorba, arpa e cembalo si ascoltano alcuni degli esempi più significativi dell’ultima produzione del compositore cremonese, sommo protagonista della vita musicale tra fine Cinquecento e Seicento.

Il ciclo “Monteverdi sacro e profano”, prosegue con i concerti della Compagnia del Madrigale (13 ottobre) e del tenore Leonardo De Lisi (18 ottobre), offrendo una ampia selezione della produzione madrigalistica di Monteverdi e autori coevi, dagli esempi giovanili di polifonie a cinque voci delle prime raccolte di Madrigali allo stile concertato con basso continuo della maturità.
Il ciclo monteverdiano si conclude il 26 ottobre, ore 20.30, Chiesa di Santa Maria dei Servi, con il Monteverdi sacro del Vespro della Beata Vergine, capolavoro sinfonico vocale con otto solisti proposto nell’esecuzione filologica di Philippe Herreweghe alla guida del Collegium Vocale Gent.

Vendita biglietti
Biglietteria Bologna Welcome
Piazza Maggiore 1/E
tel.: 051 231454, dal martedì al sabato ore 13-19

Informazioni
Associazione Bologna Festival
051 6493397
www.bolognafestival.it

Ufficio Stampa Bologna Festival
Paola Soffià
tel.: 051 6493397
cell.: 3287076143
stampa@bolognafestival.it

________________________________________________________

Giovedì 5 ottobre ore 20.30 – Oratorio di San Filippo Neri

Monteverdi I

La Venexiana
Carlotta Colombo, Monica Piccinini: soprani
Chiara Granata: arpa
Gabriele Palomba: tiorba
Davide Pozzi: cembalo

“D’amore le gioie e i lamenti”

C. Monteverdi
Ohimé dov’è il mio ben
Non è di gentil core
Lamento di Arianna

H. Kapsberger: Toccata I per tiorba e basso continuo

C. Monteverdi
O viva fiamma
Quel sguardo sdegnosetto
Io son pur vezzosetta

G. Frescobaldi: Toccata Prima per cembalo

C. Monteverdi
Et è pur dunque vero
Voglio di vita uscire

G. Frescobaldi: Aria detta “La Frescobalda” per arpa

C. Monteverdi:
O come sei gentile, dal Settimo Libro di Madrigali
Pur ti miro, duetto di Nerone e Poppea da “L’Incoronazione di Poppea”

La Venexiana

(foto Kaupokikkas)

L’ensemble viene fondato nel 1997 da Claudio Cavina che l’ha guidato con passione e dedizione fino al 2016.
Da quell’anno, per gravi problemi di salute Claudio ha smesso di dirigere il gruppo, ma non ha smesso di seguire ed incoraggiare i propri musicisti che oggi offrono al pubblico l’esperienza musicale maturata con lui in questi anni e la forza di una nuova stagione.
Riconosciuto a livello internazionale come uno degli ensemble di riferimento nell’interpretazione della musica di Monteverdi e del repertorio italiano vocale e strumentale del periodo rinascimentale e barocco, La Venexiana ha realizzato ritratti indimenticabili di autori come Luzzasco Luzzaschi, Sigismondo d’India, Luca Marenzio, Gesualdo da Venosa e, naturalmente, di Claudio Monteverdi, con la Monteverdi Edition promossa da Glossa e celebrata recentemente con una ristampa completa dei madrigali e con la riedizione dell’Orfeo, CD pluripremiato.
Ispirandosi allo stile della commedia rinascimentale di anonimo, da cui il gruppo prende nome, le interpretazioni de La Venexiana si caratterizzano per una particolare attenzione agli aspetti espressivi del linguaggio, sul piano teatrale e musicale. L’Orfeo, L’incoronazione di Poppea e Il ritorno di Ulisse in patria di Monteverdi, opere eseguite nelle più importanti istituzioni musicali del mondo e registrate in CD, sono tra le vette interpretative raggiunte dall’ensemble.
Parte integrante del loro repertorio sono le opere sacre di Monteverdi “Vespro della Beata Vergine” e “Selva morale e spirituale”.
Nei loro programmi, sempre tesi ad un ampliamento dell’orizzonte musicale, sono presenti anche i lavori per doppio coro scritti da Andrea e Giovanni Gabrieli per la Basilica di San Marco a Venezia, pagine di Cavalli e Steffani, arie operistiche e oratori di Scarlatti, le Cantate di Bach e le Cantate italiane di Händel.
I progetti “Monteverdi meet Jazz” ed “Händel meet Jazz” propongono un suggestivo accostamento del barocco a linguaggi e strumenti musicali del nostro tempo.
________________________________________________________

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.