Giovedì 21 settembre “Il Nuovo e l’Antico” di Bologna Festival propone le arpe di Stockhausen e brani di Caprioli e Guarnieri in prima esecuzione assoluta

Karlheinz Stockhausen – foto Thomas Täubner

Giovedì 21 settembre, ore 20.30, Oratorio di San Filippo Neri, quarto appuntamento per Il Nuovo l’Antico di Bologna Festival  del progetto Stockhausen, dieci anni dopo – dedicato alla musica di Karlheinz Stockhausen nel decennale della sua scomparsa, una settimana di concerti, sino a sabato 23 settembre.
Nel programma del quarto concerto – oltre a Freude per due arpe e Paradies per flauto ed elettronica di Stockhausen – sono previste le prime esecuzioni di due brani commissionati da Bologna Festival ai compositori Alberto Caprioli ed Adriano Guarnieri.
Adagio estatico per viola sola del bolognese Alberto Caprioli è interpretato dal violista Alberto Belli, mentre Il tempo del cantare per flauto, ottavino ed elettronica di Guarnieri vede impegnati la flautista Cecilia Vendrasco e Alvise Vidolin per la regia del suono.

Nel programma sono presenti due brani tratti dal monumentale ciclo Klang (Suono), in cui Stockhausen ha estremizzato la sua concezione del sacro: un misticismo che talvolta si riferisce ancora a suggestioni del pensiero indiano.
Il brano per due arpe Freude (Gioia), vive di una gioia stellare, al pari della voce celestiale di Paradies (Paradiso) per flauto ed elettronica.

Le due arpiste Miriam Overlach e Marianne Smit, in un continuo gioco di riflessi tra il suono della voce e quello delle due arpe, propongono il lucente Freude, la seconda ora del ciclo Klang dove nel disegno compositivo di Stockhausen ogni brano corrisponde ad un’ora del giorno; le sofisticate vibrazioni di Paradies, la ventunesima ora del ciclo, sono affidate a Cecilia Vendrasco (flauto) e Alvise Vidolin (regia del suono).

Vendita biglietti
Biglietteria Bologna Welcome, Piazza Maggiore 1/E, tel 051 231454, dal martedì al sabato ore 13-19
Un’ora prima dell’inizio del concerto all’Oratorio di San Filippo Neri
.

Prezzi Biglietti

Intero: 20 Euro
Giovani (sino ai 30 compresi): 8 Euro

Informazioni
Associazione Bologna Festival
051 6493397
http://www.bolognafestival.it

Ufficio Stampa Bologna Festival
Paola Soffià
tel.: 051 6493397
cell.: 3287076143
stampa@bolognafestival.it

________________________________________________________

Giovedì 21 settembre ore 20.30 – Oratorio di San Filippo Neri

Marianne Smit, arpa
Miriam Overlach, arpa
Alberto Belli, viola
Cecilia Vendrasco, flauto
Gertru Pasveer, regia del suono
Alvise Vidolin, ingegnere del suono, regia del suono

Programma

Adriano Guarnieri: Il tempo del cantare per flauto, ottavino e live electronics (prima esecuzione assoluta)

Karlheinz Stockhausen: Paradies per flauto e musica elettronica

Alberto Caprioli: Adagio estatico per viola sola (prima esecuzione assoluta)

Karlheinz Stockhausen: Freude per due arpe

Adriano Guarnieri
Nato nel 1947 a Mantova, studia a Bologna con Giacomo Manzoni.
Si segnalano subito brani cameristici e sinfonici di matrice strutturalista; con l’opera Trionfo della notte (Premio Abbiati, 1987) inizia una svolta più lirica e staccata dalle avanguardie storiche.
Su questa linea seguono lavori vocali quali Quare tristis (Biennale di Venezia), Pensieri canuti (Festival di Salisburgo), Passione secondo Matteo (Teatro alla Scala), Concerto per violino e orchestra (Teatro alla Scala) e altre opere liriche quali Medea opera-video commissionata dal Teatro la Fenice (Premio Abbiati, 2003), Pietra di Diaspro, Tenebre, L’amor che move il sole… andata in scena al Ravenna Festival e al Teatro dell’Opera di Roma.
Nel catalogo di Guarnieri figurano nove opere liriche e cinque live-symphony per grande orchestra.

Alberto Caprioli

foto Giovanni Bortolani

Nasce a Bologna nel 1956. Studia composizione con Camillo Togni al Conservatorio di Parma e con Tito Gotti al Conservatorio di Bologna, in seguito con Bogusław Schaeffer al Mozarteum di Salisburgo; compie gli studi di direzione d’orchestra con Otmar Suitner alla Hochschule für Musik di Vienna e si laurea in lettere moderne all’Università di Bologna con Ezio Raimondi.
Partecipa a seminari di John Cage e Karlheinz Stockhausen e segue corsi di Carlo Maria Giulini, Kyrill Kondrashin e Franco Donatoni.
Riceve commissioni da parte di varie istituzioni, tra cui il festival Wien Modern diretto da Claudio Abbado, l’Autunno di Varsavia, il Konzerthaus di Vienna, i festival Zeitfluss di Salisburgo, “Melos Ethos” di Bratislava, Roma-Europa, il Centre de Création Musicale Iannis Xenakis di Parigi, la Bachakademie di Stoccarda, la Fondazione Arturo Toscanini; gli dedicano ritratti di compositore i festival “Aspekte” di Salisburgo (1989), “Begegnungen” di Innsbruck (2001) e la Bayerische Akademie der Schönen Künste di Monaco di Baviera (2003).
Sue musiche vengono trasmesse da varie emittenti radiofoniche.
Presenta prime di compositori italiani e stranieri dirigendo, tra le altre, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, del Teatro Comunale di Bologna, del Süddeutscher Rundfunk, la Sinfonica “Arturo Toscanini”, il Kammerensemble Neue Musik di Berlino, l’Österreichisches Ensemble für Neue Musik di Salisburgo; è ospite di vari festival, tra cui le Wiener Festwochen, Milano Musica, l’Europäisches Musikfest di Stoccarda, le Feste Musicali, “De Ijsbreker” di Amsterdam, “Nuova Consonanza”, “MiTo Settembre Musica”, il “Rossini Opera Festival”.
Sue composizioni e direzioni vengono registrate in vari CD in Italia, Austria, Germania, Regno Unito.
Dal 2006 collabora con l’Ex Novo Ensemble di Venezia, con il quale registra varie prime esecuzioni per la Rai.
Nel giugno 2012, alla presenza del Presidente della Repubblica, gli viene conferito il Premio internazionale per la musica “Leonardo Paterna Baldizzi” dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Nel 2016 il CD monografico “Alberto Caprioli – Aria bizantina” (Stradivarius), dedicato alle sue ultime composizioni cameristiche (interpreti Monica Bacelli e l’Ex Novo Ensemble di Venezia), appare nella collana “Classici di Oggi” della Siae.
Di recente, la sua Ode alla luce, per orchestra viene eseguita in prima al Festival Bologna Modern da Marco Angius con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna.

Marianne Smit
Olandese, classe 1984, Marianne Smit si è diplomata al Conservatorio di Amsterdam nel 2009 con una menzione speciale per il suo interesse verso la musica contemporanea.
Ha frequentato la Ligeti Academy e masterclass tenute da Daphne Boden, Isabelle Perrin, Maria Graf, Emilia Moskvitina e Isabelle Moretti.
Marianne Smit tiene concerti come solista e in formazioni cameristiche oltre a collaborare con i complessi olandesi Radio Philharmonic Orchestra e Royal Concertgebouw Orchestra per specifici progetti musicali.
Nel 2006, insieme all’arpista Esther Kooi, nel Duomo di Milano ha eseguito in prima assoluta il brano Freude di Karlheinz Stockhausen, riproponendolo l’anno successivo al Concertgebouw di Amsterdam e nel 2008 alla Queen Elizabeth Hall di Londra.

Miriam Overlach
Di origine tedesca, Miriam Overlach ha studiato al Conservatorio di Amsterdam e ha frequentato masterclass tenute da Frans van Ruth, Maria Graf e Frédérique Cambreling.
Premiata in diversi concorsi, tra cui l’International Harp Competition Martine Géliot e il Dutch Harp Competition, svolge la sua attività come solista, in orchestra e in gruppi cameristici, con una particolare predilezione per la nuova musica.
Ha fondato l’Ensemble Lumaka – formazione con arpa, flauto e archi – con cui esegue musiche degli Anni Venti.
Suona in diverse orchestre, tra cui la Royal Flemish Philharmonic Orchestra di Anversa e la Netherlands Radio Philharmonic Orchestra.

Cecilia Vendrasco
Diplomata in flauto e didattica della musica al Conservatorio di Venezia, Cecilia Vendrasco si è perfezionata in musica da camera all’Accademia di Imola, sotto la guida di Pier Narciso Masi, Dario De Rosa, Maxence Larrieu, Massimo Mercelli e Peter-Lukas Graf; è laureata in lettere moderne e musicologia all’Università di Venezia.
Premiata in una decina di concorsi, svolge la sua attività concertistica in tutta Europa, dedicando particolare attenzione al repertorio contemporaneo; ha eseguito in prima assoluta opere di Carlo Boccadoro, Giovanni Mancuso, Luca Mosca.
Cofondatrice dell’Ensemble Laboratorio Novamusica ha realizzato diversi progetti con artisti quali Butch Morris, Malcolm Goldstein, Lukas Ligeti, Pietro Tonolo, Frederic Rzewski.

Alvise Vidolin
Regista del suono, musicista informatico e interprete Live Electronics, Alvise Vidolin ha curato la realizzazione elettronica e la regia del suono di molte opere musicali collaborando con compositori quali Claudio Ambrosini, Giorgio Battistelli, Luciano Berio, Aldo Clementi, Franco Donatoni, Adriano Guarnieri, Luigi Nono, Salvatore Sciarrino, per esecuzioni in teatri e festival internazionali.
Ha partecipato alla fondazione del Centro di Sonologia Computazionale (CSC) dell’Università di Padova, dove svolge attività didattica e di ricerca nel campo dell’informatica musicale sin dal 1974.
Cofondatore dell’Associazione di Informatica Musicale Italiana (AIMI), ne è stato presidente dal 1988 al 1990.
Dal 1977 collabora con la Biennale di Venezia soprattutto in veste di responsabile del Laboratorio permanente per l’Informatica Musicale della Biennale (LIMB).
Dal 1992 al 1998 ha lavorato con il Centro Tempo Reale di Firenze come responsabile della produzione musicale.
Dal 1976 al 2009 è stato titolare della cattedra di Musica Elettronica al Conservatorio “B. Marcello” di Venezia.
È membro del comitato scientifico della Fondazione Archivio Luigi Nono e socio corrispondente dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere e Arti.
Svolge inoltre attività didattica e di ricerca nel campo del Sound and Music Computing, studiando le potenzialità compositive ed esecutive offerte dai mezzi informatici e dai sistemi multimodali.
________________________________________________________

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...