Mercoledì 20 settembre ultimo appuntamento a Padova con la rassegna di musica sacra “In principio”

Mercoledì 20 settembre, alle ore 20.45, dopo l’immersione nelle Ultime sette parole del nostro Redentore di Haydn, la prima rassegna di musica sacra “In principio” si avvia alla conclusione in uno dei luoghi di culto più antichi della città, la Chiesa di Santa Sofia.

A guidare l’Orchestra di Padova e del Veneto in questo ultimo “percorso di ascolto”, ci sarà Federico Guglielmo, uno dei più apprezzati interpreti della musica antica a livello mondiale, il quale, nel doppio ruolo di concertatore e violino principale, aprirà il programma con l’esecuzione del Concerto per violino, archi in due cori e basso continuo “Per la Santissima Assontione di Maria Vergine” RV 581 di Antonio Vivaldi.

Alle invenzioni strumentali e alle architetture sonore del “Prete rosso” seguiranno due pagine di Georg Friedrich Händel: dapprima, il Concerto in fa maggiore per organo e archi n. 13 HWV 295, interpretato da un altro specialista del repertorio ‘storicamente informato’ quale l’organista Roberto Loreggian.
Successivamente, introducendo la figura della Vergine che caratterizzerà la seconda parte del programma, l’antifona per voce, archi e basso continuo HWV 235 Haec est Regina virginum, che vedrà impegnato il giovanissimo mezzosoprano Beatrice Mezzanotte, gradito ritorno all’Opv, nella parte solistica vocale.

La serata si concluderà con la rara esecuzione di Il pianto di Maria (“Giunta l’ora fatal”), per voce, archi e basso continuo, capolavoro di commovente drammaticità del veneziano Giovanni Battista Ferrandini – pagina erroneamente attribuita a Händel, nel cui catalogo ancor oggi figura al numero 234 – che pone al centro del discorso musicale la complessità, la fragilità e il dolore della Vergine Maria innanzi al Calvario, ennesima testimonianza di una sensibilità verso l’universo femminile che ha connotato l’intera rassegna.

Ingresso libero e gratuito

La Rassegna “In Principio” è realizzata grazie al sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione del Veneto, del Comune di Padova e al contributo di Mediagraf Spa.

Media partner:
La Difesa del Popolo

Info
T 049 656848 • 656626
info@opvorchestra.it
www.opvorchestra.it

Ufficio Stampa
Studio Pierrepi
Alessandra Canella
Cell: 348-3423647
opvorchestra@studiopierrepi.it
www.studiopierrepi.it

_________________________________________________________

Federico Guglielmo, Concertatore e violino principale
La critica internazionale riconosce al violinista padovano Federico Guglielmo “una versatilità straordinaria” ed “una matura autorevolezza interpretativa”, confermate dagli apprezzamenti per le esecuzioni dal vivo e dai premi per le sue numerosissime registrazioni discografiche.
Già vincitore del Premio Internazionale del Disco Antonio Vivaldi, è stato anche definito dal Boston Globe “la nuova stella nel panorama della musica antica” mentre la rivista musicale francese Diapason nell’attribuirgli il Diapason d’or per una registrazione di concerti vivaldiani parla di “virtuosismo zampillante che diviene un campionario notevole di tutto il violinismo possibile”.
La sua “brillante e divertente” interpretazione dei Concerti per violino di Haydn ha portato il critico americano R. Maxham a dire su Fanfare che “mentre l’approccio energico di Stern, quello di celebrati mozartiani quali Goldberg e Grumiaux e le perspicaci esplorazioni di Tezlaff rimangono a metà della strada è toccata a Guglielmo l’esecuzione in piena regola. Tutti coloro che amano la musica di Haydn dovrebbero possedere questa registrazione, ma prima o poi dovrebbero averla tutti”.
A soli 22 anni il 1° Premio al Concorso di Musica da Camera Vittorio Gui di Firenze lancia la sua carriera a livello internazionale; nello stesso anno, vincendo il concorso nazionale a cattedre, diviene il più giovane docente di musica per archi nei conservatori italiani, incarico che ancora oggi ricopre al Conservatorio L. Cheurbini di Firenze.
Come solista di violino barocco/classico e come direttore è regolarmente invitato dai maggiori gruppi in tutto il mondo. Ha diretto in tour in Inghilterra la storica The Academy of Ancient Music ed è stato poi invitato da gruppi quali The Handel & Haydn Society di Boston e la Tokyo Chamber Orchestra; nello scorso maggio ha riportato un sensazionale successo al suo debutto a Sydney con la Australian Brandenburg Orchestra dove le sue esibizioni sono state seguite da più di diecimila spettatori e registrate dalla ABC. Per il Daily Telegraph ”la sua abilità nel passare dal suonare al dirigere ci ha fatto ricordare quali fossero certi esecutori virtuosi del barocco quale Vivaldi”, mentre il Sydney Morning Herald ne ha descritto “le superbe abilità tecniche che apparivano evidenti negli stratosferici passaggi al limite della tastiera”.
Nel 1995 ha fondato insieme al padre il gruppo con strumenti originali L’Arte dell’Arco con cui ha suonato nei maggiori festival europei ed inciso più di 75 CD per Deutsche Harmonia Mundi, Sony/Bmg Classical, Chandos, Cpo, Stradivarius, Asv Gaudeamus, Rai Trade.
Nel 2011 verrà pubblicato l’ultimo volume dell’integrale dei 125 Concerti per violino di G. Tartini in 30 CD realizzati dalla Dynamic ed il primo volume del nuovo Vivaldi Project (19 CD con tutte le opere a stampa del compositore veneziano) realizzato per Brilliant Classics.
Collabora con musicisti quali Bob van Asperen, Emma Kirkby, Monica Huggett, Dan Laurin.
Ha suonato i Concerti per violino di Bach sotto la direzione di Gustav Leonhardt ed il Concerto per violino di Beethoven con la Filarmonica de Gran Canaria diretta da Christopher Hogwood.
Ha tenuto corsi di violino barocco in Italia, Brasile, Giappone e per il New South Wales Conservatory in Australia.
All’attività solistica Federico Guglielmo affianca la grande passione per la musica da camera cui si dedica come membro del Trio Stradivari da lui fondato nel 1992 e suonando con musicisti quali Pieter Wispelwey, Mario Brunello, Kathleen Battle, Hansjorg Schellenberger, Wolfram Christ, Michala Petri. Significative in ambito cameristico le registrazioni dei Trii di Brahms (Dynamic), l’integrale dei Trii di Mozart (Cpo) cui è stato assegnato il Cd of the Month in Germania dalla rivista Fono Forum e l’integrale delle Sonate per violino e pianoforte di Grieg per Decca.
Nato a Padova nel 1968 Federico Guglielmo si è diplomato al Conservatorio B. Marcello di Venezia ed ha poi frequentato masterclasses di violino con S. Accardo, V. Spivakov, I. Stern, di musica da camera con il Beaux Arts Trio, il Trio di Trieste, i quartetti Amadeus, Italiano e La Salle e di direzione d’orchestra con G. Gelmetti. Ancora giovanissimo è stato invitato per un decennio come primo violino di spalla dalla maggiori orchestre sinfoniche italiane; oggi ricopre ancora con piacere di tanto in tanto questo ruolo con l’Orchestra di Padova e del Veneto.
Ha poi vinto numerosi premi in concorsi nazionali (Vittorio veneto), internazionali in Europa (Parigi, Londra) ed in Canada; da allora è presente regolarmente nelle maggiori sale quali Grosses Musikverein di Vienna, Wigmore Hall a Londra, Società del Quartetto di Milano, Accademia Santa Cecilia a Roma, Auditorio Nacional di Madrid, Herkuleesaal a Monaco di Baviera, Isaac Stern Auditorium alla Carnegie Hall di New York, Suntory, Hall, Opera City e Bunka Kaikan a Tokio, Izumi e Symphony Hall ad Osaka, Teatro Colon di Buenos Aires, City Recital Hall di Sydney.
In qualità di violino principale ed animatore del gruppo d’archi I Solisti Filarmonici Italiani dal 1990 ogni 2 anni tiene ampi tour di concerti in Giappone e Stati Uniti ed ha effettuato più di 35 registrazioni per Denon Nippon Columbia.
Negli ultimi anni ha dato maggiore risalto all’attività direttoriale dedicandosi anche all’opera. Ha diretto al Teatro Olimpico di Vicenza la prima mondiale de “Il finto turco” di N. Piccinni (trasmesso in diretta Euroradio da Rai Radio3) e la prima italiana in tempi moderni di “Ottone in villa” di A. Vivaldi (registrato da Brilliant Classics); per MiTo/SettembreMusica ha invece curato la riproposizione de “La Dirindina” di D. Scarlatti. Il CD della “Water Music” di Handel (Cpo) da lui diretta è stato premiato come “First Choice” (BBC Radio 3/Building a Library) e “raccomandato” da Gramophone per “la splendida esecuzione, coinvolgente e vibrante”.
Suona un violino “moderno” di Giovanni Battista Grancino (Milano, 1690) ed un violino “barocco” di Claude Lebet (La Chaux de fonds, 1995) copia del Guadagnini “Davidoff”.

Roberto Loreggian, organo
Dopo aver conseguito, col massimo dei voti, il diploma in organo e in clavicembalo, si è perfezionato presso il Conservatorio di L’Aja (NL) sotto la guida di Ton Koopman.
La sua attività lo ha portato ad esibirsi nelle sale più importanti: Parco della Musica – Roma, Sala Verdi – Milano, Hercules saal – Monaco (D), Teatro Colon – Buenos Aires, Kioi Hall – Tokyo e per i più importanti festival: MITO, Sagra Malatestiana, Festival Pergolesi Spontini, Accademia di Santa Cecilia, Serate Musicali, collaborando sia in veste di solista che di accompagnatore con numerosi solisti ed orchestre, quali l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, l’Orchestra da camera di Mantova, Orchestra di Padova e del Veneto, I Virtuosi Italiani, L’Arte dell’Arco, I Barocchisti.
Ha registrato numerosi CD per case discografiche tra cui Chandos, Tactus, Arts, segnalati dalla critica internazionale. Sta registrando attualmente l’integrale della musica di G. Frescobaldi per l’etichetta Brilliant, vincendo con il I volume il “Premio Nazionale del Disco Classico 2009”. Le registrazioni dedicate alla musica per clavicembalo di B. Pasquini (Chandos-Chaconne) e di G. B. Ferrini (Tactus) sono risultate vincitrici del “Preis der deutschen Schallplattenkritik”.
Insegna presso il Conservatorio “C. Pollini” di Padova.

© Maffei

Giovanissimo mezzosoprano italiano, si è diplomata in canto appena ventenne presso il Conservatorio “G. B. Pergolesi” di Fermo sotto la guida di F. Gavarini e laureata in lingue e letterature moderne presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. Si è in seguito perfezionata con L. Serra, I. Salazar, B. Manca Di Nissa, E. Moser, C. Desderi, L. Cuberli e, successivamente, con R. Scotto presso l’Opera Studio dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
Si è distinta in numerosi concorsi internazionali per poi risultare vincitrice della 69a edizione del Concorso “A. Belli” di Spoleto.
È stata interprete dei personaggi di Vespetta in Pimpinone di Albinoni e Paolina ne Lo scherzo di Balducci (nella sua prima esecuzione in epoca moderna) per la Fondazione Lanari di Jesi, Angelina ne La Cenerentola di Rossini al Teatro Verdi di Firenze, al Teatro Argentina di Roma e al Teatro “Mario Del Monaco” di Treviso, Rosina ne Il Barbiere di Siviglia di Rossini per il Teatro “La Vittoria” di Ostra, Grillo Parlante in Pinocchio di Bruni al Teatro Regio di Parma, Terza Dama in Die Zauberflöte di Mozart al Teatro Duse di Bologna e al Teatro Comunale di Modena. Recentemente si è esibita come protagonista femminile di Rosicca e Morano di F. Feo per il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto e come Seconda Dama in Die Zauberflöte di Mozart presso il Teatro dell’Aquila di Fermo.
È stata inoltre interprete solista nella Fantasia op. 80 (Festival delle Nazioni) e nella IX Sinfonia di Beethoven (Auditorium Verdi di Milano), nella Petite Messe Solennelle di Rossini, nel Gloria di Vivaldi, nello Stabat Mater e nel Salve Regina di Pergolesi.
È interprete attiva del repertorio musicale contemporaneo.
È stata diretta, fra gli altri, da D. Rustioni, C. Poppen, M. Angius, T. Battista, F. Maestri, G. D’Espinosa, collaborando con i registi D. Michieletto, S. De Luca, Ricci/Forte, G. Sangati.
Fra i suoi impegni imminenti, lo Stabat Mater di Pergolesi a Roma e Die Zauberflöte di Mozart a Fano e ad Ascoli Piceno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...