Scade il 30 settembre 2017 la data d’iscrizione al “Laboratorio Orchestrale” dell’Associazione Napolinova che si terrà da novembre 2017 a giugno 2018

L’associazione Napolinova quest’anno, per continuare, migliorare e confermare i risultati ottenuti con il progetto “Orchestra Giovanile Napolinova”, nato nel 2014, propone un Laboratorio Orchestrale, da novembre 2017 a giugno 2018, che si avvarrà di tutor stabili di altissimo livello quali Michelangelo Massa, Fabio D’Onofrio, Filippo Azzaretto, Mariano Patti, Francesco D’Ovidio.
I tutor avranno il compito di aiutare i tanti giovani talenti a sviluppare quelle conoscenze e esperienze in grado di portarli ad acquisire quelle professionalità orchestrali necessarie per entrare nel grande mondo musicale.
Inoltre il laboratorio e le sue audizioni costituiranno il fulcro dell’Orchestra Giovanile Napolinova per le attività 2017-18, in modo da garantirne la prosecuzione e confermarne le attività e i successi.
Il progetto “Laboratorio Orchestrale” nasce all’interno del progetto “OGN” per caratterizzare e differenziare ancora di più l’Orchestra Giovanile Napolinova per la qualità e la professionalità delle esecuzioni proposte che saranno garantite da un lavoro stabile con tutor sempre presenti.
A tutto questo si uniranno anche quest’anno collaborazioni con solisti di fama internazionale che, come negli scorsi anni, metteranno a disposizione del progetto e dei ragazzi tutta la loro esperienza e bravura garantendo un’ulteriore crescita professionale supportata però da un lavoro sistematico e stabile che aiuterà i ragazzi a beneficiare in maniera molto maggiore di queste collaborazioni.
Inoltre, sempre per arricchire l’esperienza di quanti si uniranno al progetto “OGN” e al suo “Laboratorio Orchestrale” i ragazzi saranno coinvolti nelle attività e nelle varie collaborazioni di Napolinova dai corsi di Direzione d’orchestra, a quelli per Pianoforte e Orchestra come nel caso della partecipazione al Todi International Music Master.

Per informazioni scrivere a: info@associazionenapolinova.it,
oppure visitare il sito: www.associazionenapolinova.it

________________________________________________________

Tutor laboratorio orchestrale

Prassi esecutiva e repertorio per archi

Michelangelo Massa
Nato a Napoli nel 1967 da famiglia di musicisti, ha iniziato lo studio del violino nel 1977 con il M° Franco Cristofoli al Conservatorio di Napoli per i primi tre anni, proseguendo al di fuori del Conservatorio con il M° Giovanni Leone.
Nel 1980 ha ricevuto il premio quale migliore esecutore della stagione dell’Associazione “Euterpe” di Napoli.
Si è diplomato a 18 anni con il massimo dei voti, perfezionandosi in seguito sotto la guida dei Maestri Pavel Vernikov, Abram Stern, Zinaida Gilels e Ilya Grubert.
Ha studiato musica da camera con il M° Salvatore Altobelli, il Quartetto Amadeus ed il Trio Tchaikovski.
Ha vinto la XXI Rassegna Nazionale Violinisti “Città di Vittorio Veneto”, il primo premio al concorso di musica da camera di Portogruaro, una borsa di studio a Città di Castello ed alla Royal Academy of Music di Londra.
Ha effettuato registrazioni per la RAI e la NHK giapponese.
E’ stato membro della giuria al IV Concorso Internazionale di Liuteria “Stradivari” di Cremona nel 1985, potendo, in tale occasione, suonare il celebre violino “il Cremonese” costruito da Stradivari nel 1715.
Ha eseguito concerti in Giappone, Grecia, Tunisia, Sudan, El Salvador e Guatemala.
Ha tenuto concerti con artisti di fama internazionale come Giacinto Caramia, Konstantin Bogino, Patrick Gallois, Anatole Liebermann ed Alirio Diaz.
Suona con la pianista Bernadette Tripodi, dedicandosi al repertorio italiano dal XIX secolo in poi.
Il suo violino è un Giorgio Bairhoff, Napoli 1759, già della collezione Angelo Marino.

Prassi esecutiva e repertorio per fiati

Fabio D’Onofrio
Si diploma a Napoli e si perfeziona con Paolo Pollastri e Francois Leleux.
E’ stato primo oboe dell’European Union Chamber Orchestra, OGI, Cameristi di Fiesole, I Fiati di Parma, Sinfonica di Sanremo, e ha collaborato con Regionale Toscana, Regio di Parma, San Carlo di Napoli con direttori quali: Giulini, Sinopoli, Inbal, Gatti, Prêtre in Francia, Germania, Olanda, Austria, Spagna, Portogallo, Svizzera, Inghilterra, Messico, esibendosi nei più importanti teatri (Concertgebouw di Amsterdam, Barbican Hall di Londra, Champs-Elysees di Parigi, Konzerthaus di Berlino, Theater an der Wien, Musikverein di Vienna, Palacio de Bellas Artes di Città del Messico).
Inizia gli studi filologici nel 2001 e degli strumenti antichi in Germania con Stadler alla Händel-Akademie di Karlsruhe.
Ottiene il Diploma di Specializzazione Orchestrale Barocca e Classica all’Academia Montis Regalis di Mondovì (CN) e si diploma in oboe barocco e classico con Paolo Grazzi presso il Conservatorio di Verona. E’ Stato primo oboe di Ensemble Matheus, Ensemble Philidor, Accademia Bizantina, Concerto de’ Cavalieri, Academia Montis Regalis, Le Concert d’Astrée, Orchester Wiener Akademie, Musica Angelica Baroque Orchestra of Los Angeles esibendosi con i più importanti barocchisti.
Ha inciso per Raitrade, Brilliant, Stradivarius, Naive.
E’ primo oboe dei “Wiener Akademie”, “Concerto de’ Cavalieri” ed è membro fondatore dell’ensemble “TemperaMenti”.

Filippo Azzaretto
Diplomatosi giovanissimo con il massimo dei voti presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino, ha iniziato la sua attività durante gli studi collaborando con il Teatro Regio di Torino.
Si è perfezionato con D. Ceccarossi, con A. Holsted in Inghilterra, in seguito con G. Corti.
Ha svolto attività concertistica con gruppi da camera e da solista, partecipando alla Sagra Musicale Umbra nel 1978, in tournée a Vienna ed Innsbruck nell’anno successivo.
Ha collaborato con l’Orchestra da camera di Cremona, è stato docente di corno presso il Conservatorio di Torino sino al 1980, quando vince il concorso al Teatro San Carlo di Napoli come 3° corno.
Collabora anche come 1° corno con l’Orchestra Sinfonica di San Remo, la Filarmonica Marchigiana e saltuariamente ricopre lo stesso ruolo presso il Teatro San Carlo di Napoli.
Ha suonato sotto la direzione di Muti, Maazel, Prêtre, Chailly, Gavazzeni, Kuhn, Oren, ecc…
Ha fondato il “Gruppo di Corni” ed il “Quintetto Brass” del Teatro San Carlo di Napoli, e fa parte del “Trio Amusia”.

Insieme orchestrale, repertorio e gestualità del direttore

Mariano Patti
Direttore d’orchestra. E’ direttore musicale del Taormina Opera Stars, dell’Opera Studio Academy del Teatro U. Giordano di Foggia e dell’Orchestra Giovanile “Napolinova”.
Ha studiato pianoforte con Tramma, composizione con Di Martino e musica corale con Pagliuca.
Si è perfezionato in Direzione di Coro con Corti, Vidas e Robev presso l’Accademia di Fiesole.
Ha studiato direzione d’orchestra all’Accademia Pescarese, diplomandosi con Gusella e Renzetti.
E’ docente al conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.
Tiene corsi di direzione d’orchestra, laboratorio lirico e formazione orchestrale; tra i suoi allievi: Visco, Miceli, Dellisanti, D’Ovidio, Moles, Spagnolo, Grima, Turchetta, Noschese, Squillace, Raiola, Caruso, Troia, Peluso.
Assistente alla direzione all’Opera di Catania, è stato direttore stabile di cori e orchestre in Europa, registrando per radio e televisioni.
Ha diretto solisti quali Canino, Vacatello, Arciuli, Cusano, Petralia, Salza, Grossi, D’Onofrio.
E’ stato in giuria a S. Pietroburgo, EUYO, Petruzzelli.
Ha fondato un Ensemble Contemporaneo, dirigendo lavori dal ‘900 in poi.
Solo nel 2016 ha diretto “Suor Angelica” di Puccini con C. Apollonio (Premio Callas), inaugurato il Festival di Taormina con “Cavalleria Rusticana”, è stato ospite al TIMM di Todi con l’Orchestra Napolinova dove ha diretto il Triplo Concerto di Beethoven con Antonio Pompa-Baldi.
Nel 2016 ha diretto a Napoli in prima mondiale per “Piano City 2016” l’opera “Riflessioni per 21 pianoforti” di Patrizio Marrone.
A dicembre 2016 ha diretto “La Traviata” al Teatro di SEOUL e per la Stagione Sinfonica al Teatro Bellini di Napoli con Andrea Oliva e Augusta Giraldi.
A ottobre dirigerà “Aida”a Fuerteventura.
A novembre dirigerà per l’Associazione Scarlatti, solisti D. Candela, P. Iannone, ospite Peppe Barra. A dicembre tornerà in Corea per dirigere “Bohème” e “Rigoletto”.

Francesco D’Ovidio

Nato a Napoli nel 1967, si è diplomato in Pianoforte, Composizione, Musica Corale e Direzione d’orchestra.
Insegna pianoforte al Conservatorio.
Svolge attività concertistica in qualità di direttore d’orchestra collaborando con orchestre quali Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, Fondazione Umberto Giordano di Foggia, ICO di Bari, Solisti del Teatro San Carlo di Napoli, Orchestra Giovanile Napolinova, Oradea State Philharmonic Orchestra (Romania), l’Orchestra Filarmonica del teatro di Arad (Romania), Opera Magiara di Cluj e di Karkov (Ucraina).
Di recente ha avviato un progetto di scambio e collaborazione culturale in Colombia con la Fundación Nacional Batuta di Bogotà (Orquesta Sinfónica Juvenil Metropolitana Batuta) e con la Red de Escuelas de Música de Medellín, fondazioni che realizzano programmi governativi di educazione musicale e di formazioni di orchestre giovanili.
________________________________________________________

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.