Amiata Piano Festival: trionfano i concerti della serie Baccus

Standing ovation e sala piena ieri sera – domenica 25 giugno 2017 – al concerto conclusivo della serie Baccus dell’Amiata Piano Festival.
Al Forum Bertarelli di Poggi del Sasso (Cinigiano, GR) è andato in scena un originale omaggio al mito di Niccolò Paganini che ha visto protagonisti il chitarrista Giampaolo Bandini, la violinista Mihaela Costea, il violista Simonide Braconi, la violoncellista Silvia Chiesa e il pianista Maurizio Baglini.
Grandi applausi per le loro splendide interpretazioni delle musiche del leggendario violinista genovese.
Un successo anche la prima esecuzione di una nuova versione, creata ad hoc per il festival, del Fandango spagnolo “alla maniera di Niccolò Paganini” del compositore Roberto Molinelli, presente in platea.
Entusiasmo alle stelle anche per gli altri tre concerti del weekend Baccus, che ha dato il via alla tredicesima edizione della rassegna musicale fondata e diretta da Maurizio Baglini e sostenuta dalla Fondazione Bertarelli.
L’inaugurazione di giovedì 22 ha registrato l’altissimo gradimento del pubblico per il debutto al Forum dell’Orchestra della Toscana con il suo direttore principale: Daniele Rustioni.
Solisti, la violoncellista Silvia Chiesa e il pianista Maurizio Baglini, per un programma di capolavori novecenteschi ispirati al Barocco e al Classicismo.
Venerdì 23 la serata più ricca di ritmo e sorprese con il quartetto di percussioni Tetraktis e il cornista Alessio Allegrini.
Il loro concerto ha spaziato da Rossini al jazz e ha elettrizzato la platea con improvvisazioni trascinanti, di grande impatto sonoro e visivo.
Sabato 24 il programma più raffinato, interamente dedicato alla musica francese. Applausi travolgenti per il pianista Andrea Lucchesini, per la violinista Sonig Tchakerian e per il giovane Quartetto Noûs.
Alternandosi in formazione di duo, quartetto e sestetto gli interpreti hanno stregato il pubblico con alcuni capolavori di Chausson e Debussy.
Sempre molto apprezzate, anche per il clima torrido dei giorni scorsi, le degustazioni dei vini ColleMassari, offerte al pubblico all’esterno del Forum, che si trova in un’incantevole posizione panoramica, in cima a un colle circondato di filari di viti e ulivi.
Infine, nel weekend Baccus è stato ufficialmente presentato il primo CD della serie Live at Amiata Piano Festival.
Pubblicato dalla prestigiosa etichetta Decca, si intitola Haydn Concertos e contiene la registrazione del concerto del 27 agosto 2015 con il violinista Guido Rimonda, la violoncellista Silvia Chiesa, il pianista Maurizio Baglini e la Camerata Ducale.
La scelta delle musiche è un omaggio al felice connubio tra arte e mecenatismo.
Se alla fine del Settecento per Haydn fu vitale il supporto della nobile famiglia ungherese degli Esterházy, due secoli dopo l’Amiata Piano Festival ha potuto consolidarsi grazie al fondamentale sostegno della Fondazione Bertarelli.
I tre Concerti raccolti nel CD sono esempi luminosi della grandezza della musica di Haydn, di cui Mozart scrisse: «Nessuno quanto lui sa far ridere, piangere, divertire, commuovere».
Il cartellone di Amiata Piano Festival 2017 proseguirà con le serie Euterpe (27/28/30 luglio) e Dionisus (24/25/26/27 agosto), infine con i due Concerti di Natale l’8 e il 9 dicembre.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...