Sabato 29 aprile l’Auditorium del Centro Culturale Altinate/S. Gaetano di Padova ospita un nuovo appuntamento con il progetto OPV Families&Kids

Sabato 29 aprile 2017, alle ore 17.30, il progetto OPV Families&Kids, gli attesi e affollatissimi appuntamenti musicali del sabato dedicati alle famiglie, approda all’Auditorium del Centro Culturale Altinate/S. Gaetano di Padova.

Il concerto, intitolato “Classicismo per poppanti” vede la collaborazione con la Pediatria di Padova e la Fondazione Salus Pueri ed è rivolto al pubblico dei più piccoli e delle mamme in attesa.
Sarà inoltre anticipato da una introduzione del Dott. Alessandro Mazza, della Pediatria di Padova – Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino.

L’Orchestra di Padova e del Veneto e Livio Salvatore Troiano, violino principale e concertatore, presenteranno un programma interamente mozartiano.
Celebri brani accompagneranno il pubblico lungo il cammino della vita di Wolfgang Amadeus Mozart, dall’adolescenza alla maturità.
Si potranno ascoltare il Divertimento K. 136, composto a Salisburgo, nel 1772 a soli sedici anni, e la popolarissima Serenata n. 13 in sol maggiore KV 525 “Eine kleine Nachtmusik”, la Piccola Serenata Notturna scritta da Mozart a Vienna nel 1787 quattro anni prima della morte del geniale compositore austriaco.

OPV Families & Kids è realizzato con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, la Regione del Veneto, il Comune di Padova, la Fondazione Antonveneta ed è realizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova, l’Orto Botanico-Università di Padova, Fondazione Salus Pueri, e Pediatria Padova.

Biglietto unico € 5
In vendita online oppure da sabato 22 aprile presso la libreria Pel di Carota (via Boccalerie, 29).
I biglietti eventualmente invenduti saranno disponibili al botteghino il giorno del concerto a partire dalle ore 16.30
.

Nel caso di acquisto online, si precisa che la scelta del posto nella pianta risponde esclusivamente ad un’esigenza di carattere tecnico e non è in alcun modo vincolante: il posto non è numerato.
Salve diverse esigenze d’ordine tecnico, il servizio di vendita biglietti online rimarrà attivo sino alle ore 12.00 del giorno stesso dello spettacolo
.

Info:
www.opvorchestra.it
tel. 049 656848

Ufficio stampa
Alessandra Canella
Via delle Belle Parti 17 – 35139 Padova
Mob: 348-3423647
e-mail: canella@studiopierrepi.it
www.studiopierrepi.it

________________________________________________________

Nota informativa di Alessandro Mazza Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino

Gli effetti benefici della musica come strumento per migliorare il benessere di chi l’ascolta sono stati descritti in numerosi contesti e in varie culture nel corso dei secoli. Già nella Bibbia veniva riportato che David suonava l’arpa per portare sollievo al Re Saul quando questi era turbato (I Samuel 16; 14-23).
Nel XX secolo cominciò a svilupparsi il concetto di musicoterapia come “nuova scienza”, utilizzata primariamente come mezzo terapeutico per la sua capacità di suscitare emozioni, riducendo lo stress.
L’applicazione in ambito medico della musica si deve a Alfred Tomatis, medico parigino che evidenziò che i neonati prematuri esposti alla musica di Mozart o alla voce della mamma presentavano una curva di accrescimento migliore rispetto ai prematuri non sottoposti ad alcuno stimolo sonoro.
Successivi lavori hanno mostrato come l’ascolto di Mozart, in neonati sani pretermine, riducesse significativamente il loro consumo energetico aumentando di conseguenza l’incremento ponderale, dando quindi ulteriore validità scientifica agli studi sull’ “effetto Mozart” eseguiti da Tomatis.
Numerosi studi si sono soffermati inoltre sul possibile ruolo della musica nell’indurre sollievo dal dolore. Secondo tali assunti, la stimolazione musicale sembrerebbe aumentare il rilascio di endorfine, diminuendo pertanto il bisogno di farmaci analgesici e costituendo una distrazione dal dolore e dall’ansia.
Per tali ragioni la musicoterapia viene definita dall’American Music Therapy Association (AMTA) come una vera e propria professione sanitaria che utilizza la musica per supportare bisogni fisici, emozionali, cognitivi e sociali di individui di ogni età.
Ora nel XXI secolo il termine musicoterapia ha finalmente assunto un ruolo di primaria importanza ed è ormai ritenuta una delle tecniche non farmacologiche in grado di migliorare la degenza ospedaliera dei pazienti.

sabato 29 aprile 2017, ore 17.30
Auditorium Centro Culturale Altinate/S.Gaetano,
Via Altinate 71, Padova

Families&Kids
“Classicismo per poppanti”
concerto in collaborazione con la Pediatria di Padova e la Fondazione Salus Pueri
Orchestra di Padova e del Veneto
Livio Salvatore Troiano, violino principale e concertatore

Wolfgang Amadeus Mozart
Divertimento per archi K 136
Serenata per archi “Eine kleine Nachtmusik” K 525

Livio Salvatore Troiano
Livio Salvatore Troiano, nato nel 1982, inizia i suoi studi con il M° Blagovesta Zahova all’età di 11 anni.
Diplomatosi col massimo dei voti, lode e menzione speciale presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, sotto la guida del M° Daniele Gay, ha ottenuto, in seguito, la laurea di secondo livello con 110 lode e menzione.
Ha partecipato a Corsi di Alto Perfezionamento e Masterclass con Shlomo Mintz, Giuliano Carmignola, Mariana Sirbu.
Ha proseguito i suoi studi con il M° Salvatore Accardo e Ilya Grubert e attualmente con Francesco Manara.
È stato vincitore di numerose borse di studio, tra cui: “Lions Club” di Milano e “Terme di Castrocaro” nella rassegna dei migliori diplomati d’Italia 2003.
È stato premiato in diversi Concorsi, tra i quali il Concorso Nazionale “Lorenzo Perosi” di Biella, dove ha ottenuto il Primo Premio Assoluto, il Concorso “Citta’ di Schio” Primo Premio Assoluto, il Concorso “Città di Savona”, il Concorso “I giovani per i giovani” di Ravenna, dove ha ottenuto il Secondo Premio con primo non assegnato.
Si è esibito per importanti Enti concertistici quali l’Ente Triennale di Cremona, il Festival Pontino presso il Castello “Caetani” di Sermoneta, per la “Società dei Concerti” di Milano nella sala Verdi del Conservatorio, per il Teatro Olimpico di Vicenza, per la Casa della Musica di Parma,per il teatro Manzoni di Bologna, per il teatro “Lauro Rossi” di Macerata, per il Teatro Ponchielli di Cremona e il Teatro di Asmara (Eritrea), sia in veste di camerista che di solista.
In ambito cameristico ha ottenuto diversi Primi Premi Assoluti in duo col pianista Alberto Carnevale Ricci (Città di Biella, Jupiter, Citta’di Schio, Citta’ di Arenzano, Riviera Etrusca), ed altri riconoscimenti col “Quartetto Solari”, tra cui la borsa di studio intitolata alla memoria di Paolo Borciani.
Attualmente è componente, inoltre, del Trio Maurice, premiato in diversi concorsi cameristici (Rospigliosi, Riviera Etrusca, Rovere d’oro,Val Tidone, Charles Hennen Holland,) finalista al Premio Gui 2007, allievo del Trio di Parma e del Trio di Trieste. Ha partecipato come miglior formazione cameristica ai Corsi Internazionali di Weikersheim e Lockenhaus studiando con il Quartetto Artemis, il Quartetto Vogler, Alfredo Perl e M. Spangenberg.
Si è esibito in diretta radiofonica per SWR2 e Radio Classica e ha partecipato ai Corsi Estivi dell’ Accademia Musicale Chigiana di Siena ottenendo il diploma di merito.
Si perfeziona attualmente presso l’UDK a Berlino sotto la guida del Quartetto Artemis.
Da marzo 2008 Livio Troiano è spalla dei primi violini dell’Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala con la quale si è esibito presso il Teatro alla Scala e in tournée in tutta Italia, negli Emirati Arabi ,di recente in Russia (teatro Bolshoi, Filarmonica di S. Pietroburgo) e con cui ha realizzato, sempre presso il Teatro Scaligero, la produzioni di “Così fan tutte” e “Le Nozze di Figaro” di W. A. Mozart.
Da gennaio 2010 è primo violino del sestetto d’archi dell’Accademia della Scala col quale ha debuttato per “Ravello Festival 2010”
Nell’ambito del contemporaneo collabora con il Divertimento Ensemble, registrando per Stradivarius, e l’ensemble “Limen”.
Fa parte dell’OCI (Orchestra da Camera Italiana) diretta dal M° Salvatore Accardo. Suona un Giovanni Grancino (1665, Milano).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...