Sabato 22 aprile il Festival di Pasqua di Montepulciano propone “Briganti toscani” melologo grottesco di Fabrizio de Rossi Re

Sabato 22 aprile 2017, alle ore 18.00 a Palazzo Contucci, nell’ambito del Festival di Pasqua di Montepulciano, prima esecuzione assoluta di Briganti toscani, storia del furibondo bandito Tiburzi e altri briganti, melologo grottesco per attore e pianoforte (2017) di Fabrizio de Rossi Re, con la partecipazione di Giordano Agrusta (voce recitante) e Fabrizio de Rossi Re (melodica, voce e pianoforte)

Shhhhhh… zitti… silenzio.. silenzio siam latitanti. Dormiamo come bischeri nelle cascine. Al freddo mortale dell’inverno, al caldo soffocante dell’estate. Nascosti da secoli… e secoli. Ma siam fieri di quel che siamo. Sapete chi siamo? Sapete chi siamo? SIAMO BRIGANTI !!! Voi direte AIUTO….AIUTO i briganti a Palazzo Contucci? Abbiate pazienza, non abbiate paura.. siete semplicemente caduti in un agguato brigantesco / temporale.. grazie alla macchina del tempo nascosta nel pianoforte. Una specie di ritorno al futuro.. Un ritorno al brigantaggio di duecento anni fa, quando il brigantaggio era una cosa seria… Essere briganti era per così dire… una missione. Esisteva un manualetto molto diffuso, anche in Maremma, dal titolo “manuale del brigante perfetto: una vocazione inestimabile del cuore. Il manuale cominciava così.. “Sei un ribelle? sei insofferente delle ingiustizie diffuse e del potere? ascolta il tuo cuore, diventa un brigante..”
(estratto dal testo di Fabrizio de Rossi Re)

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...