Il Festival Barocco Napoletano chiude, fra sacro e profano, con l’Ensemble Accademia Reale ed il soprano Roberta Andalò

L’ultimo appuntamento con il Festival Barocco Napoletano ha ospitato, nella Sala del Toro Farnese, l’Ensemble barocco Accademia Reale ed il soprano Roberta Andalò (soprano), confrontatisi con due Salve Regina, rispettivamente di Giovanni Battista Pergolesi (1710-1736) e di Leonardo Leo (1694-1744), intervallati da una sonata di Michele Mascitti (1664-1760).
Il brano di Pergolesi, in la minore a voce sola di soprano con due violini, viola e basso, proposto nell’edizione critica del maestro Giovanni Borrelli (pubblicata nel 2013 dalla Ut Orpheus), risulta affine al celeberrimo Stabat Mater e molto probabilmente rientra nei brani concepiti dal compositore dopo essere entrato nella “Congregazione de’ Musici eretta in San Nicolò alla Carità de’ reverendi Padri Pij Operaij sotto il titolo di Maria Addolorata”, confraternita alla quale appartenevano diversi membri della Cappella reale quali Francesco Feo, Domenico Sarro, Giuseppe de Majo e Domenico de Matteis.
Dal canto suo il Salve Regina in fa maggiore a voce sola di soprano, due violini e basso di Leonardo Leo, pugliese che studiò al Conservatorio della Pietà de’ Turchini con Provenzale e Fago, fu presumibilmente composto per la Cappella Reale di Napoli, dove il musicista portò avanti una lunga carriera, prima come organista aggiunto (1713), poi in qualità di organista titolare (1727), vice-maestro (1737) e, poco prima di morire, maestro di cappella.
Da notare che, come in buona parte dei suoi lavori religiosi, anche in questo caso lo stile di Leo risulta alquanto sobrio e lontano dai fasti tipicamente operistici che contraddistinguono i brani sacri degli autori suoi contemporanei.
La Sonata op. 1 n. VIII in la minore per 2 violini e basso continuo di Michele Mascitti, musicista napoletano trapiantato a Parigi, appartiene invece ad una raccolta di 12 brani, dedicata al Duca d’Orleans.
Pubblicata nel 1704, anno di arrivo dell’autore in terra transalpina, risulta già ben caratterizzata da quella particolare capacità di fondere lo stile napoletano e quello francese, particolarmente gradita ai sovrani che si succedettero durante la sua permanenza e sotto la cui protezione svolse una prestigiosa carriera.
Per quanto riguarda i protagonisti, il soprano Roberta Andalò, ha ottimamente interpretato dei due brani sacri, riuscendo inoltre a superare i problemi legati all’acustica della sala.
Bravi anche i componenti dell’Ensemble barocco Accademia Reale, formato per l’occasione da Giovanni Borrelli (violino barocco di concerto), Julia Rota (violino barocco), Carmine Matino (viola barocca), Manuela Albano (violoncello barocco), Valerio Celentano (tiorba e chitarra barocca), Tina Soldi (clavicembalo), che hanno dato vita ad un’esecuzione di buon livello, evidenziando un notevole affiatamento con la solista.
In definitiva una degna chiusura di una rassegna, il Festival Barocco Napoletano, che ha spesso proposto autori quasi ignoti e brani di raro ascolto, anche legati a scuole differenti da quella partenopea.
Per tale motivo i ringraziamenti finali vanno al dr. Massimiliano Cerrito, presidente dell’Associazione Festival Barocco Napoletano, che ha fortemente voluto la manifestazione, ben coadiuvato dal maestro Giovanni Borrelli, nel ruolo di preziosissimo direttore artistico.
Ci auguriamo, quindi, che il Festival abbia un seguito, coinvolgendo anche altre realtà artistiche della città e, nel contempo, possano essere apportati i necessari miglioramenti acustici, nell’ambito di una sede prestigiosa quale la Sala del Toro Farnese del Museo Archeologico Nazionale, per permettere di apprezzare in misura ancora maggiore gli inestimabili tesori legati alla musica barocca.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...