La pianista e compositrice Maria Gabriella Mariani premiata ai Global Music Awards californiani

Il 27 marzo 2017 Maria Gabriella Mariani ha ricevuto, nell’ambito dei Global Music Awards (uno dei più prestigiosi riconoscimenti conferiti ad artisti indipendenti di particolare talento e di livello internazionale, che si assegna in California) la Silver Medal – Outstanding Achievements nella categoria Instrumentalist per i successi delle sue straordinarie interpretazioni di musiche di Maurice Ravel, in particolare Gaspard de la nuit, unanimemente considerato uno dei pezzi più impegnativi e ostici mai scritti nella letteratura pianistica di tutti i tempi.

Maria Gabriella Mariani

Artista straordinariamente poliedrica, figura singolare nel panorama della musica italiana, per molti versi anticipatrice dei criteri multidisciplinari, si cimenta nella composizione musicale e in quella letteraria, nel pianismo concertistico e nelle improvvisazioni, da qualche anno eseguite come “bis”, incoraggiata da Martha Argerich e da insigni musicisti stranieri che ravvisano in questa innata predisposizione un qualcosa di assai raro, che rivela il profondo rapporto con il linguaggio musicale coltivato dall’età tre anni.

Debutta a 14 anni all’Aterforum di Rimini, impressionando la critica che la definì “giovanissima virtuosa dall’impostazione assai calibrata… dai caratteri tecnici e musicali assai rari” (A. Cavicchi, Il Resto del Carlino).
Dopo il Diploma con lode e menzione speciale, esperienze formative in America e in Francia; a 18 anni l’incontro determinante per la sua formazione con il grande pianista napoletano francese Aldo Ciccolini con cui studia a Parigi e all’Accademia di Biella conseguendo il Diploma Superiore Triennale di Alto Perfezionamento con giudizio “eccellente”; per il suo Maestro nel 2011 compone Pour jouer, ritratto in musica per solo piano e unico brano esistente al mondo dedicato al grande pianista, presentato a Napoli il 29 aprile 2014 alla presenza delle maggiori istituzioni musicali e cittadine partenopee: “Mi sono riconosciuto durante l’esecuzione di questo pezzo… un’esecuzione magistrale, che allo stesso tempo rivela una personalità davvero eccezionale, quella della Mariani, una Maestra con dei mezzi pianistici straordinari. Esprimo la mia emozione, tutta la mia commozione nel sentire questa opera sì monumentale dedicata a me. E’ il primo lavoro che mi è dedicato. E ne sono felice”. Lo spartito di Pour jouer (2011) uscirà prossimamente per la casa editrice giapponese Da Vinci Edition
Vincitrice in età giovanile di 16 concorsi nazionali e internazionali, di borse di perfezionamento pluriennali e di premi del Senato della Repubblica, tiene dall’età di 14 anni recitals solistici per prestigiose associazioni e teatri.
Ha tenuto concerti in tutta Italia, in Francia, Belgio e Germania.
In Spagna, in particolare, ha tenuto tournée di musica sperimentale per il Ministerio de Cultura e per il Centro Difusión de la Música Contemporánea riscuotendo grande successo.
Recentemente ha suonato a Salisburgo e prossimamente sarà impegnata in Italia e all’estero.
Tra le sue collaborazioni professionali, ama ricordare quelle con lo stesso Ciccolini, con il Trio di Trieste, con Roberto De Simone, con quest’ultimo anche recentemente al Conservatorio di Napoli con una straordinaria partecipazione che ha sortito uno strepitoso successo su musiche inedite del Maestro De Simone, alla presenza di mille spettatori.
De Simone per l’occasione ha affidato alla Mariani le sue cadenze del 1947 per il concerto K. 466 di Mozart nel Concerto Spettacolo “261 ma non li dimostra”.
Ha inciso per la RAI e per emittenti straniere; attualmente sta lavorando al progetto IMD Music&Web per la pubblicazione di due album discografici su grandi Classici e su sue composizioni pianistiche.
Del 2004 e 2014 gli incontri con la grande pianista argentina Martha Argerich, che ne apprezza apertamente le doti musicali e tecniche: “Il suo modo di suonare è così vario, artistico, mai prevedibile, mi piace molto il suo Scarbo. Straordinarie le sue improvvisazioni”.
Suoi concerti e lavori sono stati recensiti da “Musica”, “Amadeus”, “Donna Moderna”, “El Norte de Castilla”, “El Pais”, “Frankfurter Allgemeine Zeitung”. In Italia se ne sono occupati, tra gli altri, L. Ciammarughi, L. Segalla, A. Zignani e R. De Simone che ne ha scritto uno speciale saggio: “[…] La sua musica potrebbe considerare la possibilità di un’odierna creatività musicale.”
Dal 2008 incrementa l’attività di compositrice eseguendo in prima assoluta sue composizioni al Teatro San Carlo, Società dei Concerti Milano, Fondazione Ravello, Radio Svizzera Italiana di Lugano, MozArt Box, Radio Classica, “Il Pianista”, Ambasciata Svedese – Fondazione Axel Munthe, Conservatori di S. Pietro a Majella, S. Cecilia e Verdi di Milano.
E’ autrice di libri di narrativa cui allega CD di sue composizioni in cui confluiscono echi dei suoi romanzi e racconti; tra questi Presenze (Sovera Multimedia), Consonanze imperfette (Zecchini), Riflessi. Storia di storie senza storia (Ed. T. Pironti).
I suoi libri e CD sono stati presentati a Napoli presso la Biblioteca Nazionale di Napoli Vittorio Emanuele III e in tutta Italia in teatri, centri culturali e store Feltrinelli.
Tre nuovi lavori letterari sono in via di pubblicazione.
E’ autrice di drammaturgie in cui affianca musica e letteratura, con l’ausilio di attori o rivestendo ella stessa il ruolo di narratrice e lettrice.
Queste performance su Consonanze imperfette e su Riflessi sono state presentate in diverse sale in tutta Italia, nonché in alcuni sedi particolarmente prestigiose come il Teatro San Carlo di Napoli, per due stagioni consecutive (2011 e 2012).
Anche l’opera Presenze è stata oggetto di rappresentazioni drammaturgiche portate in tutta Italia.
Laureata in Lettere con tesi su Schumann (Schumann. Pensiero e Fantasia, Ed. Gentile) ha conseguito la laurea in Scienze Politiche ad indirizzo Economico Internazionale e un Master SIOI (Società Italiana Organizzazioni Internazionali) e ha insegnato per diversi anni Economia Politica e Istituzioni Politiche all’Università.
Incline alla ricerca interdisciplinare, ha collaborato con le Università di Napoli, Aversa, Salerno, Fisciano, Firenze, Politecnica delle Marche e pubblicato scritti su musica e letteratura, arte e architettura (ESI, Alinea, La Scuola di Pitagora).
Su invito dell’ISFN (Istituto Superiore di Fisica Nucleare di Napoli) ha partecipato attivamente a studi sperimentali su fisica quantistica e musica editi in inglese nel saggio On the Singularity Problem in Gravitational Physics and Music (Nova Science Publisher).

Web sites: www.mariagabriellamariani.it , www.circuitomusica.it/mariani2013

FB pages: https://www.facebook.com/Maria-Gabriella-Mariani-273785296165683/?ref=br_rs

e-mail: marianimariagabriell@libero.it; napoli@mozartitalia.org

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...